Sassonia-Meiningen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Sassonia-Meiningen
Ducato di Sassonia-Meiningen – Bandiera Ducato di Sassonia-Meiningen - Stemma
Ducato di Sassonia-Meiningen - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Ducato di Sassonia-Meiningen-Hildburghausen
Nome ufficiale Herzogtum Sachsen-Meiningen
Lingue parlate tedesco
Capitale Meiningen
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governo ducato
duchi Sassonia-Meiningen
Nascita 1675 con Bernardo I di Sassonia-Meiningen
Causa divisione dal Sassonia-Gotha
Fine 1918 con Bernardo III di Sassonia-Meiningen
Territorio e popolazione
Massima estensione 2.468,3 km² nel 1905
Popolazione 268.916 nel 1905
Economia
Valuta tallero di Sassonia-Hildburghausen
Commerci con Sacro Romano Impero, Sassonia
Religione e società
Religioni preminenti chiesa evangelica
Religione di Stato evangelismo
Religioni minoritarie cattolicesimo, ebraismo
Classi sociali patrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Coats of arms of None.svg Sassonia-Gotha
Succeduto da Flag of Thuringia (state).svg Stato di Turingia

Il Ducato di Sassonia-Meiningen fu un ducato tedesco della regione della Turingia originatosi dalla linea ernestina dei Sassonia-Gotha nel 1680 dal Duca Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dal 1680 al 1826[modifica | modifica sorgente]

Alla morte di Ernesto I, l'erede legittimo del ducato fu il figlio minore Bernardo I che lo elevò a principato tedesco (comunque corrispondente a "Ducato", in quanto anche i duchi erano concepiti come principi elettori dell'Imperatore di Germania). Nel 1735 la famiglia ottenne Neuhaus e Gericht Sonneberg dai Sassonia-Coburgo e nel 1753 la signoria di Römhild Sassonia-Meiningen. Il Ducato, nel 1723, ricevette la metà dei territori del Ducato di Sassonia-Hildburghausen.

Dal 1826 al 1920[modifica | modifica sorgente]

Dal 1826 nei territori dei Sassonia-Gotha si verificarono una serie di semplificazioni nei ducati che portarono alla soppressione di alcuni degli stati precedenti. Il Ducato di Sassonia-Meininghen rimase indipendente ma dovette cedere alcuni territori tra cui Königsberg e Sonnefeld al Ducato di Sassonia-Hildburghausen, Saalfeld, Gräfenthal e Themar al Ducato di Sassonia-Coburgo-Saalfeld), Camburg e Kranichfeld e 1/3 di Römhild al Ducato di Sassonia-Gotha-Altenburg. Il Ducato di Sassonia-Coburgo-Saalfeld divenne parte del ducato di Sassonia-Gotha, che a sua volta si era originato dall'unione dei ducati di Sassonia, Coburgo e Gotha.

Nel 1833 lo stato venne compreso nel territorio della Turingia e nel 1871 il Ducato venne annesso all'Impero tedesco, nella delegazione della Germania del Nord.

Alla fine della monarchia nel 1918 il Ducato venne dichiarato Stato Libero di Sassonia-Meiningen.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

La popolazione del Ducato di Sassonia Meiningen secondo censimenti d'epoca:

Duchi di Sassonia-Meiningen[modifica | modifica sorgente]

16811918[modifica | modifica sorgente]

Duchi pretendenti di Sassonia-Meiningen[modifica | modifica sorgente]

dal 1918[modifica | modifica sorgente]

  • 1918 - 1928 - Bernardo III
  • 1928 - 1941 - Ernesto I di Sassonia-Meiningen, fratello del precedente. La sua discendenza fu esclusa dalla successione, in quanto derivante da matrimonio morganatico.
  • 1941 - 1946 - Giorgio III di Sassonia-Meiningen, nipote dei precedenti.
  • 1946 - 1984 - Bernardo IV di Sassonia-Meiningen, fratello del precedente. Divenne duca pretendente grazie alla rinuncia del nipote (figlio di Giorgio III) che si era fatto frate.
  • 1984 - oggi - Federico Corrado di Sassonia-Meiningen, figlio secondogenito del precedente. Il primogenito fu escluso dalla successione perché derivante da matrimonio considerato morganatico.

Corrado di Sassonia-Meiningen, nato nel 1952, ad oggi non ha discendenza. Alla sua morte la linea legittima dei Sassonia-Meiningen si estinguerà.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Stemma della Sassonia Ducati ernestini dopo la Divisione di Erfurt del 1572 Stemma della Sassonia

Sassonia-Weimar (1572–1806) • Sassonia-Coburgo-Eisenach (1572–1596) • Sassonia-Coburgo (1596–1633; 1681–1699) • Sassonia-Eisenach (1596–1638; 1640–1644; 1672–1806) • Sassonia-Altenburg (1603–1672; 1826–1918) • Sassonia-Gotha (1640–1680) • Sassonia-Gotha-Altenburg (1681–1826) • Sassonia-Marksuhl (1662–1672) • Sassonia-Jena (1672–1690) • Sassonia-Eisenberg (1680–1707) • Sassonia-Hildburghausen (1680–1826) • Sassonia-Römhild (1680–1710) • Sassonia-Saalfeld (1680–1735) • Sassonia-Meiningen (1681–1918) • Sassonia-Coburgo-Saalfeld (1735–1826) • Sassonia-Weimar-Eisenach (1806–1918) • Sassonia-Coburgo-Gotha (1826–1918)