Diocesi di Hildesheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Hildesheim
Dioecesis Hildesiensis
Chiesa latina
Hildesheim Dom bph.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Amburgo
Wappen Bistum Hildesheim.png  
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Norbert Trelle
Ausiliari Nikolaus Schwerdtfeger,
Heinz-Günter Bongartz
Sacerdoti 426 di cui 360 secolari e 66 regolari
1.548 battezzati per sacerdote
Religiosi 75 uomini, 409 donne
Diaconi 81 permanenti
Abitanti 5.700.000
Battezzati 652.461 (11,4% del totale)
Superficie 30.000 km² in Germania
Parrocchie 348 (26 vicariati)
Erezione 815
Rito romano
Cattedrale Assunzione di Maria Vergine
Indirizzo Domhof 18/21, Postfach 100263, D-31102 Hildesheim, Bundesrepublik Deutschland
Sito web www.bistum-hildesheim.de
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Germania

La diocesi di Hildesheim (in latino: Dioecesis Hildesiensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Amburgo. Nel 2006 contava 652.461 battezzati su 5.700.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Norbert Trelle.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è situata nella parte orientale della Bassa Sassonia fra Hannoversch Münden a sud ed il Mare del Nord, verso nord, e fra il fiume Weser ad ovest e le montagne Harz ad est. Comprende anche la parte settentrionale dello stato di Brema.

Sede vescovile è la città di Hildesheim, dove si trova la cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine.

La sua estensione territoriale (30.000 km²) è pari a quella delle più grandi diocesi del paese, ma la popolazione è in maggioranza protestante.

Il territorio è suddiviso in 295 parrocchie, raggruppate in 18 decanati.

Istituti religiosi[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi fu eretta nell'anno 815. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Magonza.

Dal 1235 la diocesi acquisì potere temporale, attraverso il principato ecclesiastico di Hildesheim.

Fra le antiche sedi episcopali della Germania del nord (Amburgo, Brema, Verden, Minden, Magdeburgo, Halberstadt, Ratzeburg...) solo Hildesheim e Osnabrück rimasero cattoliche durante la Riforma protestante.

Il principato ecclesiastico perdurò fino alla secolarizzazione sancita con il Reichsdeputationshauptschluss del 1803. Soppressa la provincia ecclesiastica di Magonza entrò a far parte di quella dell'arcidiocesi di Colonia.

Il 26 marzo 1824 i confini diocesani subirono cambiamenti per la prima volta dall'815 in forza della bolla Impensa Romanorum Pontificum di papa Leone XII.

Il 13 agosto 1930 con la bolla Pastoralis officii nostri di papa Pio XI entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Paderborn.

Il 24 ottobre 1994 ha ceduto parte del suo territorio a vantaggio dell'arcidiocesi di Amburgo, di cui è diventata suffraganea.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Il vescovo Ottone di Brunswick-Lüneburg (1260-1279)
  • Guntari † (815 - 5 luglio 834 deceduto)
  • Rimberto † (834 - 12 febbraio 835 deceduto)
    • Sede vacante (835-847)
  • Ebbone abate † (847 - 20 marzo 851 deceduto)
  • Sant'Alfredo o Altfrido † (851 - 15 agosto 874 deceduto)
  • Marquard † (novembre 874 - 2 febbraio 880 deceduto)
  • Wigbert † (880 - 1º novembre 903 deceduto)
  • Valdberto † (prima del 909 - 3 novembre 919 deceduto)
  • Sehard † (919 - 10 ottobre 928 deceduto)
  • Diethard † (928 - 13 settembre 954 deceduto)
  • Otwin † (954 - 1º dicembre 984 deceduto)
  • Osdag † (985 - 8 novembre 989 deceduto)
  • Gerdag † (19 gennaio 990 - 7 dicembre 992 deceduto)
  • San Bernoardo † (15 gennaio 993 - 20 novembre 1022 deceduto)
  • San Gottardo † (2 dicembre 1022 - 5 maggio 1038 deceduto)
  • Dithmar † (20 agosto 1038 - 14 novembre 1044 deceduto)
  • Azelin † (1044 - 8 marzo 1054 deceduto)
  • Hezilo † (1054 - 5 agosto 1079 deceduto)
  • Udo di Gleichen-Rheinhausen † (1079 - 19 ottobre 1114 deceduto)
    • Bruno † (1115 - 1118 dimesso) (vescovo eletto)
  • Bertoldo di Alvensleben † (31 ottobre 1119 - 14 marzo 1130 deceduto)
  • Bernardo † (prima del 12 giugno 1130 - 1153 dimesso)
  • Brunone † (dopo il 3 giugno 1153 - 18 ottobre 1362 deceduto)
  • Ermanno † (1162 - 10 luglio 1170 deceduto)
  • Adelog † (giugno o luglio 1171 - 20 settembre 1190 deceduto)
  • Bernone † (1190 - 28 ottobre 1194 deceduto)
  • Corrado di Querfurt † (dopo il 28 ottobre 1194 - giugno 1198 nominato vescovo di Würzburg)
  • Hartbert † (1199 - 21 marzo 1216 deceduto)
  • Sigfrido di Lichtenberg † (1216 - 26 gennaio 1221 dimesso)
  • Corrado di Riesenberg † (3 settembre 1221 - 1246 dimesso)
  • Enrico di Wernigerode † (febbraio 1246 - 25 maggio 1257 deceduto)
  • Giovanni di Brakel † (settembre 1257 - 15 settembre 1260 deceduto)
  • Ottone di Brunswick-Lüneburg † (9 ottobre 1260 - 4 luglio 1279 deceduto)
  • Sigfrido di Querfurt † (18 luglio 1279 - 27 aprile 1310 deceduto)
  • Enrico di Woldenberg † (6 settembre 1310 - 21 settembre 1318 deceduto)
  • Ottone di Woldenberg † (23 maggio 1319 - 3 agosto 1331 deceduto)
  • Enrico di Brunswick-Luneburg † (28 agosto 1331[1] - 6 febbraio 1363 deceduto)
  • Giovanni Schadland, O.P. † (22 marzo 1363 - 20 agosto 1365 nominato vescovo di Worms)
  • Gerardo di Berg † (20 agosto 1365 - 15 novembre 1398 deceduto)
  • Johann von Hoya † (28 febbraio 1399 - 1424 dimesso)
  • Magnus di Sassonia-Lauenburg † (10 maggio 1424 - 21 settembre 1452 deceduto)
  • Bernardo di Brunswick-Luneburg † (20 ottobre 1452 - 1458 dimesso)
  • Ernesto di Schauenburg † (24 marzo 1458 - 23 luglio 1471 deceduto)
  • Henning di Haus † (15 gennaio 1472 - 1481 dimesso)
  • Bertoldo di Landsberg † (25 settembre 1480 - 4 maggio 1502 deceduto)
  • Eric di Sassonia-Lauenburg † (2 dicembre 1502 - 1504 dimesso)
  • Giovanni di Sassonia-Lauenburg † (13 luglio 1504 - 1527 dimesso)
  • Baldassarre Merklin † (9 marzo 1530 - 28 maggio 1531 deceduto)
  • Ottone di Schauenburg † (1531 - 1537 dimesso)
  • Valentino di Teutleben † (11 gennaio 1538 - 19 aprile 1551 deceduto)
  • Federico di Danimarca † (6 luglio 1554 - 27 settembre 1556 deceduto)
  • Burcardo di Oberg † (23 gennaio 1559 - 23 febbraio 1573 deceduto)
    • Ernesto di Baviera † (7 marzo 1573 - 17 febbraio 1612 deceduto) (amministratore apostolico)
  • Ferdinando di Baviera † (17 febbraio 1612 succeduto - 3 settembre 1650)
  • Massimiliano Enrico di Baviera † (3 settembre 1650 succeduto - 3 giugno 1688 deceduto)
  • Giudoco Edmondo di Brabeck † (29 novembre 1688 - 13 agosto 1702 deceduto)
  • Federico Guglielmo di Westfalia † (16 maggio 1763 - 6 gennaio 1789 deceduto)
  • Franz Egon von Fürstenberg † (6 gennaio 1789 succeduto - 11 agosto 1825 deceduto)
  • Karl Klemens von Gruben † (11 agosto 1825 - 4 luglio 1827 deceduto)
  • Godehard Joseph Osthaus † (27 luglio 1829 - 30 dicembre 1835 deceduto)
  • Franz Ferdinand (Johann Franz) Fritz † (11 luglio 1836 - 6 settembre 1840 deceduto)
  • Jakob Joseph Wandt † (23 maggio 1842 - 16 ottobre 1849 deceduto)
  • Eduard Jakob Wedekin † (30 settembre 1850 - 25 dicembre 1870 deceduto)
  • Daniel Wilhelm Sommerwerk † (27 ottobre 1871 - 18 dicembre 1905 deceduto)
  • Adolf Bertram † (12 giugno 1906 - 8 settembre 1914 nominato vescovo di Breslavia)
  • Joseph Ernst † (1º giugno 1915 - 5 maggio 1928 deceduto)
  • Nikolaus Bares † (15 gennaio 1929 - 21 dicembre 1933 nominato vescovo di Berlino)
  • Joseph Godehard Machens † (22 giugno 1934 - 14 agosto 1956 deceduto)
  • Heinrich Maria Janssen † (3 febbraio 1957 - 28 dicembre 1982 ritirato)
  • Josef Homeyer † (25 agosto 1983 - 20 agosto 2004 ritirato)
  • Norbert Trelle, dal 29 novembre 2005

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 5.700.000 persone contava 652.461 battezzati, corrispondenti all'11,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 669.532 4.875.462 13,7 463 432 31 1.446 51 994 324
1970 738.919 5.510.238 13,4 619 494 125 1.193 150 864 427
1980 765.531 6.000.000 12,8 577 465 112 1.326 18 128 625 365
1990 725.000 6.000.000 12,1 562 456 106 1.290 55 125 532 361
1999 682.181 5.700.000 12,0 455 388 67 1.499 75 83 470 279
2000 685.672 5.700.000 12,0 444 383 61 1.544 79 77 449 279
2001 669.251 5.700.000 11,7 438 377 61 1.527 81 72 339 279
2002 681.747 5.700.000 12,0 427 367 60 1.596 83 70 418 279
2003 633.093 5.700.000 11,1 425 363 62 1.489 80 71 415 349
2004 659.500 5.700.000 11,6 426 360 66 1.548 81 75 409 348
2006 652.461 5.700.000 11,4 407 348 59 1.603 91 69 366 313

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Confermato il 26 maggio 1354.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi