Diocesi di Magdeburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Magdeburgo
Dioecesis Magdeburgensis
Chiesa latina
Sankt Sebastian Magdeburg Westseite.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Paderborn
Magdeburg-Erzbistum.PNG  
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Gerhard Feige
Vescovi emeriti Leopold Nowak
Sacerdoti 256 di cui 231 secolari e 25 regolari
468 battezzati per sacerdote
Religiosi 39 uomini, 228 donne
Diaconi 31 permanenti
Abitanti 2.723.000
Battezzati 120.000 (4,4% del totale)
Superficie 23.000 km² in Germania
Parrocchie 186 (10 vicariati)
Erezione 23 luglio 1973
Rito romano
Cattedrale San Sebastiano
Santi patroni San Norberto
San Maurizio
Santa Gertrude
Indirizzo Max-Josef-Metzger-Str. 1, D-39104 Magdeburg, Bundesrepublik Deutschland
Sito web www.bistum-magdeburg.de
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Germania
L'arcidiocesi di Magdeburgo nell'anno 1645

La diocesi di Magdeburgo (in latino: Dioecesis Magdeburgensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Paderborn. Nel 2004 contava 120.000 battezzati su 2.723.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gerhard Feige.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi si estende negli stati federati di Brandeburgo, Sassonia e Sassonia-Anhalt.

Sede vescovile è la città di Magdeburgo, dove si trova la cattedrale di San Sebastiano.

Il territorio è suddiviso in 10 decanati e in 186 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Grande importanza nel Medioevo ebbe l'arcidiocesi di Magdeburgo, che fu eretta nel 968, ricavandone il territorio dalle diocesi di Halberstadt e di Merseburg, con lo scopo di evangelizzare i popoli slavi.

La provincia ecclesiastica di Magdeburgo comprendeva anche le diocesi di Merseburg, Havelberg, Naumburg e Meißen, oggi tutte soppresse, tranne Meißen (diocesi di Dresda-Meißen).

Nel 1424 Federico I di Brandeburgo riuscì a sottrarre la diocesi di Lebus dalla provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Gniezno e ad aggregarla a quella dell'arcidiocesi di Magdeburgo.

Dal 1476 l'arcivescovato divenne politicamente dipendente dal Brandeburgo e dalla Sassonia.

Dal 1503 al 1680 la residenza degli arcivescovi fu trasferita a Halle sul Saale.

Dal 1541 l'arcivescovato cadde in potere della casa di Brandeburgo. Il cardinale Alberto di Brandeburgo, arcivescovo dal 1513 al 1545 in una situazione politica incerta e con poche risorse finanziarie a disposizione, non riuscì a contrastare la diffusione del protestantesimo nell'arcidiocesi. Nemmeno i tentativi dei successori Giovanni Alberto e Federico IV furono efficaci e anzi la maggioranza dei canonici della cattedrale aveva aderito al protestantesimo.

Nel 1566 il potere passò ad un amministratore apostolico protestante. Durante la Guerra dei trent'anni Magdeburgo tornò ad avere un vescovo cattolico, Leopoldo Guglielmo d'Austria e con la pace di Vestfalia (1648) l'arcidiocesi divenne parte del principato elettorale del Brandeburgo.

Nello stesso 1648 l'arcidiocesi fu soppressa e il territorio aggregato a quello dell'arcidiocesi di Colonia e dal 1821 a quello della diocesi di Paderborn (oggi arcidiocesi).

Il 23 luglio 1973 fu eretta l'amministrazione apostolica di Magdeburgo, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Paderborn. Si trattava di una porzione dell'arcidiocesi nel territorio della Repubblica democratica.

Il 27 giugno 1994 l'amministrazione apostolica è stata elevata a diocesi con la bolla Cum gaudio et spe di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Adalberto † (1º ottobre 968 - 21 giugno 981 deceduto)
  • Giselmar † (11 settembre 981 - 25 gennaio 1004 deceduto)
  • Tagino † (4 febbraio 1004 - 9 giugno 1012 deceduto)
  • Waltaro † (15 giugno 1012 - 12 agosto 1012 deceduto)
  • Gero † (22 settembre 1012 - 22 ottobre 1023 deceduto)
  • Humfrid † (1023 - 28 febbraio 1051 deceduto)
  • Engelhard † (1052 - 1º settembre 1063 deceduto)
  • Werner von Steutzlingen † (1063 - 8 agosto 1078 deceduto)
  • Hartwig von Ortenberg † (7 agosto 1079 - 17 giugno 1102 deceduto)
  • Heinrich von Assel † (giugno 1102 - 15 aprile 1107 deceduto)
  • Adalgod von Osterberg † (maggio 1107 - 12 giugno 1119 deceduto)
  • Rudigar von Baltheim † (1119 - 19 dicembre 1125 deceduto)
  • San Norberto di Xanten † (18 luglio 1126 - 6 giugno 1134 deceduto)
  • Konrad von Querfurt † (1º luglio 1134 - 2 maggio 1142 deceduto)
  • Friedrich von Wettin † (7 maggio 1142 - 15 gennaio 1152 deceduto)
  • Wichmann von Seeberg † (1º novembre 1152 - 25 agosto 1192 deceduto)
  • Ludolf von Koppenstedt † (21 ottobre 1192 - 16 agosto 1205 deceduto)
  • Alberto I di Käfernburg † (25 febbraio 1206 - 15 ottobre 1232 deceduto)
  • Burkhard von Woldenberg † (20 luglio 1234 - 8 febbraio 1235 deceduto)
  • Wilbrand von Kasernberg † (luglio 1235 - 29 marzo 1254 deceduto)
  • Rudolf von Dinselstadt † (1254 - marzo 1260 deceduto)
  • Rupprecht von Mansfeld † (maggio 1260 - 19 dicembre 1266 deceduto)
  • Konrad von Sternberg † (26 dicembre 1266 - 15 gennaio 1277 deceduto)
    • Günther von Schwarzenberg † (1277 - 1279) (vescovo eletto)
    • Bernhard von Wolpe † (1279 - 1282) (vescovo eletto)
  • Eric of Brandenburg † (14 maggio 1283 - dicembre 1295 deceduto)
  • Burkhard von Blankenburg † (12 luglio 1296 - aprile 1305 deceduto)
  • Heinrich of Anhalt † (22 gennaio 1306 - 10 novembre 1307 deceduto)
  • Burkhard Ivon Mansfeld-Schrapglau † (18 marzo 1308 - 20 settembre 1325 deceduto)
  • Heideke von Erssa † (1326 - 1327 deceduto)
  • Otto d'Assia † (2 marzo 1327 - 30 aprile 1361 deceduto)
  • Dietrich Kagelwit, O.Cist. † (18 giugno 1361 - 16 dicembre 1367 deceduto)
  • Albrecht von Sternberg † (9 giugno 1368 - 13 ottobre 1371 nominato vescovo di Litomyšl)
  • Petr Jelito † (13 ottobre 1371 - 1381 nominato vescovo di Olomouc)
  • Ludovico di Meissen † (28 aprile 1381 - 17 febbraio 1382 deceduto)
  • Friedrich von Hoym † (23 febbraio 1382 - 9 novembre 1382 deceduto)
  • Albrecht von Querfurt † (novembre 1383 - 12 giugno 1403 deceduto)
  • Günther di Schwarzburg † (12 ottobre 1403 - 23 marzo 1445 deceduto)
  • Friedrich von Beichlingen † (19 aprile 1445 - 11 novembre 1464 deceduto)
  • Giovanni di Palatinato-Simmern † (20 maggio 1465 - 13 dicembre 1475 deceduto)
  • Ernesto di Sassonia † (8 gennaio 1476 - 3 agosto 1513 deceduto)
  • Alberto di Brandeburgo † (2 dicembre 1513 - 24 settembre 1545 deceduto) (anche arcivescovo di Magonza)
  • Hans-Georg (Johannes) Braun † (23 luglio 1973 - 12 febbraio 1990 dimesso)
  • Leopold Nowak (12 febbraio 1990 - 17 marzo 2004 ritirato)
  • Gerhard Feige, dal 23 febbraio 2005

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 2.723.000 persone contava 120.000 battezzati, corrispondenti al 4,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1980 280.200 3.801.000 7,4 278 270 8 1.007 7 13 280 225
1990 220.000 3.350.000 6,6 232 218 14 948 22 27 280 220
1999 190.500 3.000.000 6,3 191 172 19 997 29 19 202 201
2000 179.000 3.000.000 6,0 202 176 26 886 29 26 205 189
2001 169.500 2.900.000 5,8 177 162 15 957 30 15 205 187
2002 168.000 2.800.000 6,0 184 160 24 913 25 24 193 186
2003 167.500 2.750.000 6,1 185 160 25 905 25 25 193 181
2004 120.000 2.723.000 4,4 256 231 25 468 31 39 228 186

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi