Arcidiocesi di Gniezno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Gniezno
Archidioecesis Gnesnensis
Chiesa latina
Gniezno. View of metropolitan cathedral and church of St John the Baptist.JPG
Diocesi suffraganee
Bydgoszcz, Włocławek
Arcivescovo metropolita e primate Józef Kowalczyk
Ausiliari Wojciech Polak
Krzysztof Jakub Wętkowski
Arcivescovi emeriti Henryk Muszyński
Sacerdoti 539 di cui 488 secolari e 51 regolari
1.249 battezzati per sacerdote
Religiosi 121 uomini, 262 donne
Abitanti 678.847
Battezzati 673.559 (99,2% del totale)
Superficie 8.122 km² in Polonia
Parrocchie 266
Erezione 999
Rito romano
Indirizzo ul. Kanclerza Jana Laskiego 7, 62-200 Gniezno, Polska
Sito web www.archidiecezja.pl
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Polonia
La parrocchia di San Lorenzo a Słupca
La parrocchia di Santa Maria Regina Mundi e di Santa Margherita di Antiochia a Parkowo
Il cardinale August Hlond, arcivescovo e primate dal 1926 al 1948
Il cardinale Józef Glemp, arcivescovo e primate dal 1981 al 1992

L'arcidiocesi di Gniezno (in latino: Archidioecesis Gnesnensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 673.559 battezzati su 678.847 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Józef Kowalczyk.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende la parte orientale del voivodato della Grande Polonia e la parte sud-occidentale del Voivodato della Cuiavia-Pomerania.

Sede arcivescovile è la città di Gniezno, dove si trova la cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine e di Sant'Adalberto.

Il territorio è suddiviso in 30 decanati e in 266 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi di Gniezno fu eretta negli anni 999-1000. Nel 999 in occasione della canonizzazione di sant'Adalberto papa Silvestro II eresse canonicamente la diocesi e nominò come primo vescovo il fratello di sant'Adalberto, Gaudenzio. L'anno successivo il cardinale Robertus, legato del papa, diede compimento al decreto di erezione. Ebbe originariamente come suffraganee le diocesi di Kołobrzeg, di Cracovia e di Breslavia, alle quale nel 1075 si aggiunse la diocesi di Poznań.

Agli arcivescovi di Gniezno spettava il privilegio di incoronare i re di Polonia e nel 1418 ricevettero il titolo di primate di Polonia e Lituania.

Nel 1466 divenne suffraganea di Gniezno anche la diocesi di Chełmno.

L'arcivescovo Jan Łaski all'inizio del XVI secolo ricevette per sé e per i suoi successori da papa Leone X il titolo di legato nato.

Nel 1807 la diocesi di Cracovia passò alla metropolia di Leopoli.

Il 16 luglio 1821 con la bolla De salute animarum di papa Pio VII fu unita alla diocesi di Poznań e assunse il nome di arcidiocesi di Poznań e Gniezno. Contemporaneamente la diocesi di Breslavia divenne immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 28 ottobre 1925 con la bolla Vixdum Poloniae unitas di papa Pio XI furono riorganizzate le circoscrizioni ecclesiastiche polacche di rito latino: l'arcidiocesi di Gniezno e Poznań ebbe come suffraganee le diocesi di Pelplin e Włocławek.

Il 12 novembre 1948 le diocesi tornarono a dividersi, dando origine alla presente arcidiocesi e all'arcidiocesi di Poznań.

Il 25 marzo 1992 in conseguenza della riorganizzazione territoriale delle diocesi polacche voluta da papa Giovanni Paolo II con la bolla Totus tuus Poloniae populus l'arcidiocesi ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Kalisz e di Toruń; inoltre la diocesi di Chełmno ha assunto il nome di diocesi di Pelplin ed è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Danzica.

Il 24 febbraio 2004 ha ceduto un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Bydgoszcz.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • San Gaudenzio † (999 - 1006 deceduto)
  • Hipolit † (ordinato vescovo 1006 - 1027 deceduto)
  • Bossuta † (1027 - 1038)
  • Piotr I † (1075 - 1092)
  • Marcin † (1092 - 1118 deceduto)
  • Jakub ze Żnina † (1119 (?) - 1148 deceduto)
  • Janik † (1149 - 1167 deceduto)
  • Beato Bogumił † (1167 - 1170 dimesso)
  • Zdzisław † (1170 - 1180 deceduto)
  • Piotr Śreniawita † (1180 - 1199 deceduto)
  • Henryk Kietlicz † (10 gennaio 1207 - 22 marzo 1219 deceduto)
    • Iwo Odrowąż † (4 novembre 1219 - ? dimesso) (arcivescovo eletto)
  • Wincenty z Niałka † (5 ottobre 1220 - 1232 deceduto)
  • Pełka Lis † (26 giugno 1235 - 4 aprile 1258 deceduto)
  • Janusz Tarnowa † (20 maggio 1258 - 1271 deceduto)
  • Marcin Polak, O.P. † (22 giugno 1278 - seconda metà del 1279 deceduto)
  • Włościbor Bogumił † (23 dicembre 1279 - 1280 dimesso)
    • Henryk Brena, O.F.M. † (23 dicembre 1281 - 1281 dimesso) (arcivescovo eletto)
  • Jakub Świnka † (30 luglio 1283 - 5 maggio 1313 deceduto)
  • Borzysław † (15 dicembre 1316 - 1317 deceduto)
  • Jan Janisław † (7 novembre 1317 - 4 dicembre 1341 deceduto)
  • Jarosław Bogoria ze Skotnik † (8 luglio 1342 - 1374 dimesso)
  • Jan Suchywilk † (28 aprile 1374 - 1382 deceduto)
  • Bodzanta † (9 maggio 1382 - 26 dicembre 1388 deceduto)
  • Jan Kropidło † (19 marzo 1389 - 26 gennaio 1394 nominato arcivescovo, titolo personale, di Poznań)
  • Dobrogost Nowodworski † (26 gennaio 1394 - 14 settembre 1401 deceduto)
  • Mikołaj Kurowski † (23 gennaio 1402 - 7 settembre 1411 deceduto)
  • Mikołaj Trąba † (30 aprile 1412 - 2 dicembre 1422 deceduto)
  • Wojciech Jastrzębiec † (9 luglio 1423 - 2 settembre 1436 deceduto)
  • Wincenty Kot z Dębna † (15 marzo 1437 - 14 agosto 1448 deceduto)
  • Władysław Oporowski † (25 giugno 1449 - 11 marzo 1453 deceduto)
  • Jan Sprowski † (15 ottobre 1453 - 14 aprile 1464 deceduto)
  • Jan Gruszczyński † (19 ottobre 1464 - 8 ottobre 1473 deceduto)
  • Jakub z Sienna † (17 dicembre 1473 - 4 ottobre 1480 deceduto)
  • Zbigniew Oleśnicki † (12 ottobre 1481 - 2 febbraio 1493 deceduto)
  • Fryderyk Kardynał Jagiellończyk † (2 ottobre 1493 - 14 marzo 1503 deceduto)
  • Andrzej Boryszewski † (18 dicembre 1503 - 20 aprile 1510 deceduto)
  • Jan Łaski † (20 aprile 1510 succeduto - 19 maggio 1531 deceduto)
  • Maciej Drzewiecki † (4 agosto 1531 - 12 agosto 1535 deceduto)
  • Andrzej Krzycki † (27 ottobre 1535 - 10 maggio 1537 deceduto)
  • Jan Latalski † (17 agosto 1537 - 1540 deceduto)
  • Piotr Gamrat † (28 gennaio 1541 - 27 agosto 1545 deceduto)
  • Mikołaj Dzierzgowski † (19 febbraio 1546 - 22 febbraio 1559 deceduto)
  • Jan Przerębski † (22 febbraio 1559 succeduto - 12 gennaio 1562 deceduto)
  • Jakub Uchański † (31 agosto 1562 - 5 aprile 1581 deceduto)
  • Stanisław Karnkowski † (7 agosto 1581 - 25 maggio 1603 deceduto)
  • Jan Tarnowski † (29 marzo 1604 - 14 settembre 1605 deceduto)
  • Bernard Maciejowski † (31 luglio 1606 - 19 gennaio 1608 deceduto)
  • Wojciech Baranowski † (28 luglio 1608 - 23 settembre 1615 deceduto)
  • Wawrzyniec Gembicki † (14 marzo 1616 - 10 febbraio 1624 deceduto)
  • Henryk Firlej † (7 ottobre 1624 - 25 febbraio 1626 deceduto)
  • Jan Wężyk † (22 marzo 1627 - 27 maggio 1638 deceduto)
  • Jan Lipski † (20 dicembre 1638 - 13 maggio 1641 deceduto)
  • Maciej Łubieński † (27 novembre 1641 - 28 agosto 1652 deceduto)
  • Andrzej Leszczyński † (8 gennaio 1653 - 15 aprile 1658 deceduto)
  • Wacław Leszczyński † (27 gennaio 1659 - 1º aprile 1666 deceduto)
  • Mikołaj Prażmowski † (11 ottobre 1666 - 15 aprile 1673 deceduto)
  • Kazimierz Florian Czartoryski † (27 novembre 1673 - 15 maggio 1674 deceduto)
  • Andrzej Olszowski † (26 novembre 1674 - 29 agosto 1677 deceduto)
  • Jan Stefan Wydżga † (17 luglio 1679 - 7 settembre 1685 deceduto)
  • Augustyn Michał Stefan Radziejowski † (17 maggio 1688 - 11 ottobre 1705 deceduto)
  • Stanisław Szembek † (7 giugno 1706 - 2 agosto 1721 deceduto)
  • Teodor Andrzej Potocki † (22 novembre 1723 - 12 novembre 1738 deceduto)
  • Karol Antoni Szembek † (22 giugno 1739 - 6 luglio 1748 deceduto)
  • Adam Ignacy Komorowski † (22 settembre 1749 - 2 marzo 1759 deceduto)
  • Władysław Aleksander Łubieński † (9 aprile 1759 - 20 giugno 1767 deceduto)
  • Gabriel Jan Podoski † (31 agosto 1767 - 3 aprile 1777 deceduto)
  • Antoni Kazimierz Ostrowski † (23 giugno 1777 - 26 agosto 1784 deceduto)
  • Michał Jerzy Poniatowski † (14 febbraio 1785 - 12 agosto 1794 deceduto)
  • Ignacy Błażej Franciszek Krasicki † (18 dicembre 1795 - 14 marzo 1801 deceduto)
    • Sede vacante (1801-1806)
  • Ignacy Jan Zygmunt von Raczyński † (26 agosto 1806 - 24 agosto 1818 ritirato)
  • Tymoteusz Pawel von Górzeński † (16 luglio 1821 - 20 dicembre 1825 deceduto)
  • Teofil von Wolicki † (15 dicembre 1828 - 21 dicembre 1829 deceduto)
  • Marcin von Dundin Sulgustowski † (28 febbraio 1831 - 26 dicembre 1842 deceduto)
  • Leon Michał von Przyłuski † (20 gennaio 1845 - 12 marzo 1865 deceduto)
  • Mieczysław Halka Ledóchowski † (8 gennaio 1866 - 2 febbraio 1886 ritirato)
  • Julius Józef Dinder † (2 marzo 1886 - 30 maggio 1890 deceduto)
  • Florian Oksza von Stablewski † (14 dicembre 1891 - 24 novembre 1906 deceduto)
  • Edward Likowski † (13 agosto 1914 - 20 febbraio 1915 deceduto)
  • Edmund Dalbor † (30 giugno 1915 - 13 febbraio 1926 deceduto)
  • August Hlond, S.D.B. † (24 giugno 1926 - 22 ottobre 1948 deceduto)
  • Stefan Wyszyński † (12 novembre 1948 - 28 maggio 1981 deceduto)
  • Józef Glemp † (7 luglio 1981 - 25 marzo 1992 dimesso)
  • Henryk Muszyński (25 marzo 1992 - 8 maggio 2010 ritirato)
  • Józef Kowalczyk, dall'8 maggio 2010

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 678.847 persone contava 673.559 battezzati, corrispondenti al 99,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 753.746 763.424 98,7 357 304 53 2.111 48 616 272
1970 923.627 929.549 99,4 618 526 92 1.494 143 684 283
1980 961.101 968.312 99,3 664 573 91 1.447 100 616 322
1990 1.086.968 1.092.181 99,5 735 643 92 1.478 102 589 361
1999 998.669 1.024.777 97,5 723 625 98 1.381 134 346 326
2000 999.755 1.033.151 96,8 729 633 96 1.371 128 347 327
2001 995.003 1.023.352 97,2 741 638 103 1.342 136 368 328
2002 989.085 1.019.368 97,0 735 630 105 1.345 134 365 328
2003 986.880 1.022.486 96,5 743 635 108 1.328 135 359 324
2004 996.962 1.015.903 98,1 757 640 117 1.316 146 368 325
2006 673.559 678.847 99,2 539 488 51 1.249 121 262 266

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi