Reims

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Reims
comune
Reims – Stemma Reims – Bandiera
Reims – Veduta
Dati amministrativi
Stato Francia Francia
Regione Blason région fr Champagne-Ardenne.svg Champagne-Ardenne
Dipartimento Blason département fr Marne.svg Marna
Arrondissement Reims
Cantone Cantoni di Reims
Sindaco Adeline Hazan (PS) dal 21/03/2008
Territorio
Coordinate 49°15′N 4°02′E / 49.25°N 4.033333°E49.25; 4.033333 (Reims)Coordinate: 49°15′N 4°02′E / 49.25°N 4.033333°E49.25; 4.033333 (Reims)
Altitudine 105 m s.l.m.
Superficie 46,9 km²
Abitanti 184 984[1] (2009)
Densità 3 944,22 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 51100
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 51454
Nome abitanti Rémois
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Francia
Reims
Sito istituzionale

Reims /ʁɛ̃s/ è un comune francese di 184.984 abitanti situato nel dipartimento della Marna nella regione della Champagne-Ardenne.

I suoi abitanti si chiamano Rémois.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il nome di Reims è di origine celtica, dal ceppo belga dei Remi. I Romani la chiamavano Durocortorum[2]; era raggiunta da ben otto strade commerciali e Cesare nel 57 a.C. la creò capitale della Gallia conquistata.

Fu sede vescovile, e gli arcivescovi di Reims esercitarono funzioni importanti nella storia di Francia. Nella cattedrale costruita sul luogo dove il re dei Franchi Clodoveo fu battezzato dall'arcivescovo san Remigio vennero celebrate le incoronazioni di tutti i re di Francia dal 987, quando il conte di Parigi Ugo Capeto fu incoronato re di Francia iniziando la dinastia dei Capetingi, fino all'incoronazione nel 1825 di Carlo X. La santa guerriera Giovanna d'Arco, dopo la vittoria di Orléans e la liberazione del re che era stato rinchiuso a Bourges, il 17 luglio 1429 accompagnò Carlo VII a Reims per la cerimonia d'incoronazione, ma fu sorpresa e catturata dai Borgognoni, giudicata per eresia e condannata al rogo.

Nella prima guerra mondiale Reims fu bombardata ininterrottamente dalle artiglierie tedesche per quattro anni ed ebbe l'80% degli edifici distrutti o danneggiati, compresa la cattedrale, che fu ricostruita immediatamente. Anche la seconda guerra mondiale arrecò a Reims gravi danni. Il 7 maggio 1945 vi fu firmata la resa della Germania agli Alleati.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Reims è famosa soprattutto per la produzione del vino champagne che viene esportato in tutto il mondo. Lo champagne prende il nome dalla regione (Champagne sèche) con terreni argillosi e ondulati, poveri e dediti al pascolo delle pecore; già ai tempi dei romani prosperava la coltivazione della vite sui pendii soleggiati. San Remigio cita infatti i vigneti nel suo testamento redatto nel 533. La fama del vino della Champagne si diffuse per merito degli scambi commerciali, ma solo alla fine del XVII secolo il monaco dell'abbazia di Hautvilliers, Dom Pérignon riuscì ad ottenere una fermentazione naturale durante la quale il vino spumeggia mantenendo la limpidezza e, grazie alla "cuvée", cioè all'uso di uve di diversi vitigni, ottenne un ricco "bouquet". Risolto il problema dei contenitori con bottiglie robuste resistenti alla pressione del vino e alla loro chiusura con tappi di sughero legati da gabbiette metalliche, dalle cantine di Reims e di Épernay cominciarono ad uscire sempre più bottiglie, che anche le campagne napoleoniche contribuirono a far conoscere in Europa. Le cantine, generalmente scavate nel gesso e molto vaste, a Reims e Épernay sono visitabili. I vini spumanti di altre regioni non possono usare il nome di champagne riservato allo spumante prodotto in una striscia collinosa della Champagne lunga circa 150 km e larga da 300 a 2000 metri. Quelli prodotti col classico metodo dello champagne possono solo portare la dicitura "métode champenoise", gli altri la definizione "vin mousseux" od anche "metodo Charmat".

Il metodo champenoise di produzione dello champagne comincia con la scelta delle uve e poi dei mosti migliori, dopo una prima fermentazione viene aggiunta una miscela di zucchero e lieviti e il vino è imbottigliato e chiuso ermeticamente cosicché all'interno della bottiglia avviene una seconda fermentazione, durante la quale i sedimenti, che si formano al tappo grazie alla posizione inclinata delle bottiglie e ad uno scuotimento, sono eliminati insieme al tappo con l'operazione detta "dégorgement". La minima quantità che va persa durante questa operazione viene rimpiazzata con una soluzione di zucchero in champagne e la bottiglia è di nuovo ermeticamente chiusa. La maggiore o minore concentrazione di zucchero usata determina le diverse classificazioni di "doux" (amabile), "demisec" (semisecco), "sec" (secco) e "brut" (grezzo o lordo). Tra le marche più note di produttori della zona, spicca Pommery.

Se la produzione dello champagne contraddistingue Reims, non è questa l'unica risorsa, essendoci nella sua zona anche altre industrie fra le quali è importante l'industria tessile.

A circa 70 km a sud della città sorge l'Aeroporto di Parigi-Vatry, utilizzato soprattutto come aeroporto cargo.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Musei e monumenti[modifica | modifica sorgente]

la Cattedrale, interno. XIII secolo
  • La Cattedrale di Reims del XIII secolo, dedicata a Notre Dame, una delle più spettacolari espressioni dell'architettura gotica, con la stupenda facciata e le mille decorazioni scultoree. Ha un grande rosone del diametro di 12 metri e tre ricchi portali. Due torri tronche che raggiungono gli 82 metri completano l'armonia compositiva dell'opera.
  • Palazzo di Tau, antico Arcivescovado del XVII secolo, che ospita il museo e il tesoro della cattedrale.
  • Abbazia di Saint-Remi, con l'antica sala capitolare e collezioni gallo-romane
  • Basilica di Saint Remi, chiesa dell'antica abbazia di forme romanico gotiche (secolo XI-XII)
  • Antico Collegio dei Gesuiti (XVII secolo, planetario)
  • Museo di Belle Arti, ricco di opere pittoriche di epoca medioevale e moderna e contemporanea
  • Museo del Fort de la Pompelle (guerra 14-18)
  • Museo della Reddition (1945)
  • Museo Palazzo le Vergeur (museo dell'antica Reims)
  • Museo dell'automobile di Reims Champagne
  • Cappella Foujita costruita nel 1966 dall'architetto giapponese Léonard Foujita
  • Fondo Regionale d'Arte Contemporanea Champagne-Ardenne (FRAC)
  • Criptoportici
  • Archivi municipali
  • Caves de champagne: stabilimenti di produzione dello champagne dei più conosciuti e rinomati marchi.
  • Porta di Marte

Persone legate a Reims[modifica | modifica sorgente]

Nativi[modifica | modifica sorgente]

Sepolti[modifica | modifica sorgente]

Vi hanno soggiornato[modifica | modifica sorgente]

Sportivi celebri[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Tappa Precedente
- da Roma -
Itinerario di Sigerico
Via Francigena
Tappa Successiva
- verso Canterbury -
Mansio LXIX - Chateluns
Châlons-en-Champagne
Mansio LXX - Rems
Reims
Via-Francigena-sign.jpg
Mansio LXXI - Corbunei
Corbeny

Note[modifica | modifica sorgente]