Alexanderplatz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 52°31′19″N 13°24′47″E / 52.521944°N 13.413056°E52.521944; 13.413056

bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Alexanderplatz (disambigua).
Alexanderplatz 2012

Alexanderplatz (coll. der Alex, "l'Alex") è un'importante piazza di Berlino, nel quartiere Mitte.

Importante centro commerciale, nodo viabilistico e di trasporti, Alexanderplatz è considerata il centro della parte orientale della città.

Storia[modifica | modifica sorgente]

In origine era un mercato di bestiame, ed era perciò denominata Ochsenplatz ("piazza dei buoi"); le fu dato nome Alexanderplatz in onore di una visita dell'Imperatore russo Alessandro I a Berlino il 25 ottobre 1805.

La piazza divenne importante nel tardo XIX secolo con la costruzione di una stazione (con lo stesso nome della piazza) e dei mercati generali: Alexanderplatz divenne così una delle maggiori zone commerciali della città, e tale rimase fino al 1940-45, quando i bombardamenti la danneggiarono gravemente.

La piazza è stata soggetta a numerosi riaggiustamenti nella sua storia; tra i più recenti, negli anni sessanta, fu allargata, in un'ottica di riqualifica del centro urbano attuato dalla Repubblica Democratica Tedesca. Alexanderplatz è circondata da diversi edifici famosi, tra i quali il Fernsehturm, la Torre della Televisione, la seconda struttura più alta in Europa. La piazza ospita anche l'Hotel Park Inn, la struttura abitabile più alta della città, e l'Orologio del Tempo del mondo, una struttura che ruota continuamente mostrando l'ora nelle varie zone della Terra.

A seguito della riunificazione tedesca, Alexanderplatz è stata gradualmente modificata, con il rinnovamento di molti degli edifici che la circondano. Nonostante la costruzione di linee di tram, ha mantenuto il suo carattere socialista, per la presenza della "Fontana dell'Amicizia tra i Popoli" (Brunnen der Völkerfreundschaft). Nel 1993 furono presentati progetti per la costruzione di numerosi grattacieli.

Edifici[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fernsehturm di Berlino.

Alexanderhaus e Berolinahaus[modifica | modifica sorgente]

L'Alexanderhaus

I due edifici furono costruiti fra il 1929 e il 1932 su progetto dell'arch. Peter Behrens. Erano parte, l'unica realizzata, del progetto di completo rifacimento della piazza elaborato alla fine degli anni venti.

Entrambi gli edifici hanno otto piani: il piano terreno ed il primo erano ad uso commerciale, i sei piani superiori terziario.

I corpi scala simmetrici dei due edifici segnalano l'inizio della Rathausstraße e, all'epoca della costruzione, costituivano una sorta di porta all'allora centro storico (distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale). Sono altresì un esempio di Lichtarchitektur (architettura luminosa).

Gravemente danneggiati durante la seconda guerra mondiale, i due edifici furono successivamente ricostruiti ed integrati nella nuova sistemazione della piazza. Il Berolinahaus divenne sede dell'amministrazione del distretto urbano (Stadtbezirk) Mitte, nell'Alexanderhaus si insediò invece un grande magazzino.

L'Alexanderhaus fu restaurata nel 1993-95, il Berolinahaus nel 2005-2006. Entrambe sono oggi sotto tutela monumentale (Denkmalschutz).

Haus des Lehrers e Kongresshalle[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Haus des Lehrers.

Haus der Statistik[modifica | modifica sorgente]

La Haus der Statistik

La Haus der Statistik ("casa della statistica") fu costruita nel 1968-70 su progetto degli architetti Hörner, Senf e Härter.

L'edificio, alto da 9 a 11 piani, si estende lungo la Otto-Braun-Straße.

Ospitava originariamente gli uffici statistici centrali della Repubblica Democratica Tedesca. È oggi sede dei Bundesbeauftragten für die Unterlagen des Staatsicherheitsdienstes der ehemaligen Deutschen Demokratischen Republik ("commissione di supporto del servizio segreto statale dell'ex RDT"), ed ospita la sede berlinese dell'Ufficio federale di statistica.

È in previsione, a lungo termine, l'abbattimento dell'edificio e la costruzione sull'area di un edificio più piccolo, affiancato da un parco pubblico.

Haus des Reisens[modifica | modifica sorgente]

La Haus des Reisens

La Haus des Reisens ("casa del turismo") fu costruita nel 1969-71 su progetto degli architetti Johannes Brieske, Roland Korn e Roland Steiger.

È un edificio di 17 piani, di forma articolata, con una base di due piani con decorazioni in cemento bianco. Sul lato est, alla base, è una grande rilievo in rame, opera di Walter Womacka, intitolato Der Mensch überwindet Zeit und Raum ("L'uomo domina il tempo e lo spazio").

La Haus des Reisens possiede un forte significato urbanistico: è fondale prospettico, verso nord, della Rathausstraße, e verso sud della Greifswalder Straße. Segnala inoltre l'inizio della Karl-Marx-Allee.

Fino alla riunificazione, ha ospitato la direzione centrale del Reisebüro der Deutschen Demokratischen Republik ("Ufficio viaggi della Repubblica Democratica Tedesca") ed uffici della compagnia aerea nazionale Interflug.

Oggi nell'edificio vi sono uffici di diverse società. Vi sono anche due discoteche, Stern Radio e Week-End. L'edificio, inoltre, ospita tutte le domeniche uno dei party serali più moderni della città, il GMF, dedicato principalmente ad un pubblico omosessuale, che ha luogo al 12º ed al 15º piano. In estate, in condizioni climatiche stabili, viene allestita anche la terrazza, dalla quale è possibile godere del panorama sull'intera città.

Secondo i piani, nei prossimi anni la Haus des Reisens sarà abbattuta e sostituita da un nuovo edificio (blocco A12), comprendente un grattacielo di 150 metri d'altezza.

Haus der Elektroindustrie, oggi Alex 6[modifica | modifica sorgente]

La Haus der Elektroindustrie

La Haus der Elektroindustrie ("Casa dell'industria elettronica"), detta anche Haus der Elektrotechnik ("Casa dell'elettrotecnica"), è un edificio di 10 piani, con una facciata lunga ben 220 metri.

Fu costruita nel 1967-69 su progetto degli architetti Emil Leibold, Heinz Mehlan e Peter Skujin.

Inizialmente ospitava la sede del Ministero dell'industria elettronica ed elettrotecnica della RDT. Al piano terreno vi erano spazi commerciali, che vendevano prodotti dell'industria elettronica nazionale.

Dopo la riunificazione divenne sede della Treuhandanstalt, la società federale incaricata di privatizzare le aziende statali dell'ex RDT.

L'edificio è stato restaurato fra il 1998 e il 2000. In tale occasione, sulla facciata si sono poste in opera grandi lettere alfabetiche (una per ogni pannello della facciata), che formano un brano tratto dal romanzo Berlin Alexanderplatz di Alfred Döblin (1929).

Dopo il restauro la Haus der Elektroindustrie, ribattezzata Alex 6, è diventata sede dei Ministeri dell'Ambiente e della Famiglia.

I progetti prevedono, a lungo termine, l’abbattimento dell’edificio, e la sua sostituzione con tre blocchi (denominati A9, A10 e A11), due dei quali dominati da due grattacieli.

Haus des Berliner Verlags, oggi Pressehaus Gruner & Jahr[modifica | modifica sorgente]

L'Haus des Berliner Verlags nel 2006

La "Haus des Berliner Verlages", letteralmente "Casa delle case editrici berlinesi" è un edificio situato nella Berliner Karl-Liebknecht-Straße 29.

Hotel Park Inn Berlin[modifica | modifica sorgente]

L'Hotel Park Inn Berlin nel 2006
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Hotel Park Inn Berlin.

Grande magazzino "Galeria Kaufhof Berlin-Alexanderplatz"[modifica | modifica sorgente]

L'edificio situato a ridosso della piazza, nel 2004 è stato completamente ristrutturato.

Stazione ferroviaria[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione di Alexanderplatz.

Nei dintorni[modifica | modifica sorgente]

Polizeipräsidium[modifica | modifica sorgente]

Il Polizeipräsidium nel 2010

L'edificio che ospita il Polizeipräsidium, o "presidio di polizia", si trova a nord della piazza, lungo la Otto-Braun-Straße. È un grande edificio, articolato intorno a ben 7 cortili interni. Ha 7 piani (con una torre di 9 a segnalare l'ingresso principale) ed una facciata, ricoperta in pietra scura, di ben 177 metri di lunghezza.

Dal 1945 ospita la sede del presidio di polizia. Attualmente si trova sotto tutela monumentale (Denkmalschutz).

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Brunnen der Völkerfreundschaft[modifica | modifica sorgente]

La fontana dell'amicizia fra i popoli

La Brunnen der Völkerfreundschaft (lett.: "fontana dell'amicizia fra i popoli"), al centro dell'area pedonale, fu inaugurata nel 1970.

La fontana è di forma circolare, con un diametro di 23 metri ed un'altezza massima di 6,2 metri.

Fu disegnata da un gruppo di artisti sotto la guida di Walter Womacka. La base è decorata con ceramiche smaltate. La parte superiore è invece costituita da 17 strutture a forma d'ombrello, dalle quali scende l'acqua.

La fontana, sotto tutela monumentale (Denkmalschutz), è stata restaurata nel 2002. Nel 2007 è stata ripristinata l'originale illuminazione subacquea.

Urania Weltzeituhr[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Urania Weltzeituhr.
L'orologio del tempo del mondo

L'orologio Urania tempo del mondo è una struttura atta ad indicare l'ora unita ad una rappresentazione simbolica del mondo. Dal momento della sua installazione il 30 settembre 1969 costituisce uno dei più amati punti di incontro di Berlino.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Alla piazza si è ispirato Franco Battiato nella scrittura della canzone Alexander Platz, interpretata da Milva nel 1982, dall'album Milva e dintorni, che presenta un quadro di vita quotidiana nella Berlino Est.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Horst Büttner, Aus der Geschichte der "Alex", in "Deutsche Architektur", n. 12/1964, pp. 736-739.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania