Milva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Milva
Milva nel 1980.
Milva nel 1980.
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica leggera
Musica d'autore
Opera teatrale
Tango
Retrò
Pop
Periodo di attività 1959 – in attività
Album pubblicati 173 (internazionali compresi)
Studio 63
Live 13
Raccolte 97 (internazionali comprese)
Sito web

Milva, nome d'arte di Maria Ilva Biolcati (Goro, 17 luglio 1939), è una cantante e attrice teatrale italiana.

È una delle più importanti personalità italiane del panorama musicale, teatrale e artistico a livello internazionale.[1] Popolare in Italia e all'estero, ha trionfato sui palcoscenici di mezzo mondo, ottenendo particolari consensi, oltre che in Italia, soprattutto in Germania, dove tuttora partecipa spesso a spettacoli musicali sui principali canali televisivi.

Ha pubblicato con successo dischi anche in Francia, Giappone (26ª tournée nel 2008), Corea del Sud, Grecia, Spagna e Sudamerica. La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle repubbliche italiana, francese e tedesca, che le hanno conferito alcune tra le più alte onorificenze.

È l'unica artista italiana, infatti, ad essere contemporaneamente: Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres (Parigi, 1995); Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania (Berlino, 2006); Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 2 giugno 2007); Cavaliere della Legion d'onore della Repubblica Francese (Parigi, 2009).

Soprannominata la "Pantera di Goro", faceva parte del terzetto delle grandi voci femminili degli anni sessanta, con Mina, detta la "Tigre di Cremona", Iva Zanicchi, l'"Aquila di Ligonchio". È anche nota, grazie ai suoi capelli, come "La Rossa" (che è anche il titolo di una famosa canzone per lei scritta da Enzo Jannacci, al quale dedicò l'omonimo album La rossa nel 1980). Il colore caratterizza anche la sua fede politica di sinistra, rivendicata sempre con orgoglio in numerose esternazioni[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Milva e Mario Piave nel gennaio 1970, agli inizi del loro flirt

I suoi genitori volevano battezzarla Milva, ma il parroco li fece optare per il nome di Maria Ilva, poiché altrimenti la bambina non avrebbe avuto alcuna santa protettrice per l'onomastico. Inizia giovanissima a cantare nelle balere del basso ferrarese con il nome d'arte Sabrina, e lì viene notata per la sua grinta e la sua straordinaria voce. Dopo aver trionfato in un concorso di voci nuove della RAI nel 1959, arrivando prima su ben 7600 partecipanti con le canzoni Acque amare di Carla Boni e Dicembre m'ha portato una canzone di Nilla Pizzi, comincia ad incidere per la Cetra, la casa discografica di stato, partecipando al Festival di Sanremo nel 1961, dove arriva terza con Il mare nel cassetto. A giugno dello stesso anno partecipa alla manifestazione canora napoletana Giugno della canzone napoletana, dove vince il primo premio con Credere, in coppia con Nunzio Gallo, ed il secondo premio con Mare verde, in coppia con Mario Trevi.[3]

L'anno dopo è seconda con Tango italiano. In questo periodo sono tantissimi i 45 giri incisi, tra i quali si ricordano due successi come Flamenco Rock (1960) e Blue spanish eyes (1966). Milva conquista immediatamente un'enorme popolarità, e per la linea melodica e tradizionale che caratterizza le sue canzoni, viene fin dall'inizio contrapposta dalla stampa a quella che per molti anni verrà identificata come la sua storica rivale, e cioè Mina. La rivalità, in realtà, non è mai esistita ed è stata più volte smentita dalla stessa Milva.

Nel 1961 sposa il regista Maurizio Corgnati, dal quale nel 1963 ha anche una figlia, Martina Corgnati, curatrice e critica d'arte. Milva ha definito Corgnati l'uomo più importante della sua vita anche se sarà lei a lasciarlo nel 1969. Di fatto, attraverso il marito, Milva viene a contatto con una dimensione culturale che le permetterà di evolversi artisticamente in maniera esponenziale. Nel tempo avrà una relazione sentimentale con l'attore Mario Piave, in seguito con il paroliere Massimo Gallerani e poi con un altro attore, Luigi Pistilli.

Dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo 1962, dove presenta Tango italiano (2º posto) e Stanotte al luna park, Bruno Coquatrix, storico patron dell'Olympia di Parigi, la chiama per un eccezionale debutto oltralpe. Verso la metà del decennio si avvicina ad un repertorio più ricercato, attraverso gli LP Le canzoni del Tabarin - Canzoni da cortile (1963) e Canti della libertà (1965), dove incide la prima versione di Bella ciao, una delle sue più famose interpretazioni, che alcuni anni dopo Milva riproporrà in una puntata di Canzonissima.

La recitazione e il successo[modifica | modifica wikitesto]

Ma, soprattutto, si avvicina alla recitazione, lavorando nel teatro leggero con Gino Bramieri e David Riondino, per poi passare a Giorgio Strehler, che diventa una figura-chiave per la crescita artistica di Milva, che in pochi anni diventa una delle più importanti attrici teatrali italiane. In particolare, si specializza nella rappresentazione del repertorio brechtiano, diventandone la maggiore interprete italiana, nonché una delle più apprezzate in assoluto in ambito internazionale. Alle canzoni di Bertolt Brecht Milva ha dedicato ben quattro progetti discografici e innumerevoli recital teatrali (i famosi Milva canta Brecht).

Milva alla Bussoladomani a Lido di Camaiore

Famosissima la sua interpretazione di Jenny dei Pirati nell'allestimento de L'Opera da tre soldi (1973). Parallelamente continua la sua carriera come cantante attraverso l'incisione di importanti album, ai quali collaborano Ennio Morricone (che la omaggia con un intero LP), Francis Lai, Mikis Theodorakis, fino a Vangelis, Enzo Jannacci e Franco Battiato (siamo già negli anni ottanta).

Come cantante, Milva sembra proporsi al pubblico sotto due aspetti fondamentali: uno, più tradizionale, che comprende la pubblicazione di numerosissimi singoli di tipo abbastanza convenzionale e il relativo presenzialismo televisivo attraverso la partecipazione a popolarissime gare canore. L'altro, quello più impegnato, vede la riproposizione di un repertorio colto, importante, secondo un accordo con la casa discografica Ricordi (dove incide dal 1966 al 1993), grazie alla quale Milva può permettersi la pubblicazione di lavori di grande spessore, impegnandosi però a presentarsi annualmente al Festival di Sanremo e a lavorare parallelamente su una produzione più popolare.

Nella prima metà degli anni settanta escono, dunque, i suoi primi due LP dedicati al mondo brechtiano e curati da Giorgio Strehler: Milva canta Brecht (1971) e Milva Brecht (1975). Sempre nel 1975 esce l'LP Libertà, dieci anni dopo Canti della libertà, col quale Milva aveva coraggiosamente dato una svolta alla propria carriera senza per altro voler sfuggire ad una ben precisa connotazione politica.

I successi musicali di Milva rimasti maggiormente impressi nell'immaginario collettivo sono, invece: Milord, che incide per la prima volta nel 1960 ed è tratta dal repertorio di Edith Piaf, al quale la cantante dedica un intero LP con le sue canzoni tradotte in lingua italiana, diventandone così una delle eredi più significative, con molti trionfi all'Olympia di Parigi; La filanda, cover della più grande cantante portoghese Amália Rodrigues (interprete del "fado") e che nel 1972 ottiene la prestigiosa "Gondola d'Oro" per le vendite del 45 giri alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia; Alexander Platz, scritta da Franco Battiato, come tutto l'album Milva e dintorni (1982), primo di una fortunata trilogia; Canzone, di Don Backy, presentata al Festival di Sanremo 1968, dove si classificò terza; Da troppo tempo, una delle sue più grandi interpretazioni, che ha conquistato un altro terzo posto al Festival di Sanremo 1973.

Alda Merini e Milva durante la serata al Teatro Strehler di Milano del 2004.

Dal 1973 al 1980, sotto la guida dell'impresario Elio Gigante, realizza molte tournée internazionali, che la portano al grande successo discografico in Francia e soprattutto Germania, dove vince numerosi dischi di platino, grazie anche all'incisione di molti suoi lavori in lingua tedesca. Nel 1985 Milva fa una svolta incidendo il singolo italo dance Marinero incluso nell'album Corpo a corpo sempre con sonorità più elettroniche. Il singolo ottiene un buon successo anche all'estero.

Nel 1989, all'interno dell'album Svegliando l'amante che dorme, include la cover di Atmosfera, brano di Giuni Russo e scritto da Franco Battiato. Nel 1999 realizza in duetto con Al Bano una nuova versione della canzone Io di notte conosciuta in Germania anche con il titolo Zuviele Nächte ohne dich.

Sviluppi recenti[modifica | modifica wikitesto]

Dagli anni ottanta in poi, il suo curriculum si arricchisce considerevolmente, grazie ad altre prestigiose collaborazioni, che ne esaltano le capacità artistiche: Luciano Berio (del quale interpreta La vera storia); Astor Piazzolla, che la elegge come sua interprete favorita e le dedica l'opera da lei interpretata Maria de Buenos Aires; Alda Merini, per la quale realizza un intero album con le liriche della grande poetessa musicate da Giovanni Nuti; Giorgio Faletti, che le ha scritto un altro album (In territorio nemico), presentato al Festival di Sanremo 2007 tramite il brano The Show Must Go On. E poi, ancora, con gli scrittori Umberto Eco, Andrea Zanzotto, Gian Ruggero Manzoni ed Emilio Villa.

Insignita l'anno precedente del titolo di Cavaliere della Legion d'Onore, nel 2010, dopo cinquantun anni di carriera, pubblica il terzo album scritto e prodotto per lei da Franco Battiato (dopo Milva e dintorni del 1982 e Svegliando l'amante che dorme del 1989), intitolato Non conosco nessun Patrizio e balzato immediatamente nella top 20 dei dischi più venduti in Italia.[4] Contemporaneamente annuncia sul suo sito web una sorta di ritiro dalle scene, in pratica la cessazione della sua attività negli spettacoli dal vivo, in seguito a problemi di salute che ultimamente l'avevano costretta ad annullare diversi concerti.

Con queste parole Milva spiega le ragioni della propria scelta: "Ritengo che proprio questa speciale combinazione di capacità, versatilità e passione sia stato il mio dono più prezioso e memorabile al pubblico e alla musica che ho interpretato e per quello voglio essere ricordata. Oggi questa magica e difficile combinazione forse non mi è più accessibile: per questo, dato qualche sbalzo di pressione, una sciatalgia a volte assai dolorosa, qualche affanno metabolico; e, soprattutto, dati gli inevitabili veli che l'età dispiega sia sulle corde vocali sia sulla prontezza di riflessi, l'energia e la capacità di resistenza e di fatica, ho deciso di abbandonare definitivamente le scene e fare un passo indietro in direzione della sala d'incisione, da dove posso continuare ad offrire ancora un contributo pregevole e sofisticato".[5]

Tra l'inverno e la primavera del 2011, malgrado l'annuncio di un addio all'attività live, Milva ritorna in teatro nello spettacolo, già portato in scena dal 2008, La variante di Lüneburg, tratto dal libro di Paolo Maurensig con musiche di Valter Sivilotti.

Discografia italiana[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1959 - Le rififi/Vivrò/Nel blu dipinto di blu/Due croci (inciso come Sabrina) (Cetra, ME 0163)
  • 1960 - Non è follia/Piangeva tra la folla (Cetra, SP 872)
  • 1960 - Senza il tuo amore/Crudele tango (Cetra, SP 873)
  • 1960 - Flamenco Rock/Da solo a sola (Cetra, SP 886)
  • 1960 - Flamenco Rock/Forse son pazza/Uno a te,uno a me/La mia felicità (Cetra, EPE 3135)
  • 1960 - Uno a te, uno a me/La mia felicità (Cetra, SP 925)
  • 1960 - Les enfants du pireè/Hassapico nostalgique (Cetra, SP 925)
  • 1960 - Milord/Una storia così (Cetra, SP 926)
  • 1960 - Io sono l'amore/El colombo venezian (Carla Boni e Gino Latilla) (Cetra, SP 928)
  • 1960 - Forse sono pazza/Io vivo (Cetra, SP 938)
  • 1960 - Arlecchino gitano/Tentazione (Cetra, SP 953)
  • 1960 - Estate/Ti credo (Cetra, SP 956)
  • 1961 - Arlecchino gitano/Milord/Tentazione/Estate (Cetra, EPE 3148)
  • 1961 - Il mare nel cassetto/Io amo tu ami (Cetra, SP 977)
  • 1961 - Al di là/Lady Luna (Cetra, SP 983)
  • 1961 - Io amo tu ami/Il mare nel cassetto/Lady luna/Al di là (Cetra, EPE 3142)
  • 1961 - Da solo a sola/Crudele tango (Cetra, SP 995)
  • 1961 - Il mare nel cassetto/Lady Luna (Cetra, SP 999)
  • 1961 - Amore senza amore/Un amore senza storia (Cetra, SP 1006)
  • 1961 - Roman love/Ritorna amore (Cetra, SP 1009)
  • 1961 - Exodus/Delirio (Cetra, SP 1010)
  • 1961 - Tango della gelosia/Romantic cha cha cha (Cetra, SP 1011)
  • 1961 - Roman love/Canzoncella di casa mia (Claudio Villa) (Cetra, SP 1012)
  • 1961 - Io vivo/Flamenco rock (Cetra, SP 1016)
  • 1961 - Ballata del fiume/Anche la fine (Cetra, SP 1017)
  • 1961 - Nulla rimpiangerò/Liebelei (Cetra, SP 1019)
  • 1961 - Le cinque della sera/Mon homme (Cetra, SP 1020)
  • 1961 - Mare verde/Credere (Cetra, SP 1046)
  • 1961 - L'amore che fa amare/Mare scuro (Cetra, SP 1048)
  • 1961 - Mon Dieu/L'amore per l'amore (Cetra, SP 1049)
  • 1961 - Islas Canarias/Con le mani sugli occhi (Cetra, SP 1050)
  • 1961 - Mare scuro/Il primo mattino del mondo (Cetra, SP 1068)
  • 1961 - Verrò/Vicino al ciel (coro F. Potenza) (Cetra, SP 1071)
  • 1961 - Venise que j'aime/Les voyageurs sans étoile (Cetra, SP 1072)
  • 1961 - Arlecchino gitano/Milord/Tentazione/Estate (Cetra, EPE 3148)
  • 1961 - Flamenco rock/Milord/Estate/Una storia così (Cetra, EPE 3149)
  • 1961 - Ballata del fiume/Tango della gelosia/Romantic cha cha cha/Anche la fine (Cetra, EPE 3151)
  • 1961 - Nulla rimpiangerò/Mon homme/Liebelei/Cielo e terra (Cetra, EPE 3153)
  • 1961 - Il primo mattino del mondo/Venezia t'amo (Cetra, SP 1076)
  • 1961 - Il primo mattino del mondo/L'amore per l'amore/Exodus/Mon dieu (Cetra, EPE 3155)
  • 1961 - Senza stelle/Eclisse di sole (Cetra, SP 1077)
  • 1961 - Violino tzigano/Gringo (Cetra, SP 1080)
  • 1961 - Et maintenant/Blessée (Cetra, SP 1095)
  • 1961 - Che mai farò/Sinfonia d'amore (Cetra, SP 10986)
  • 1962 - Tango italiano/Vita (Cetra, SP 1101)
  • 1962 - Stanotte al luna park/Tu non esisti (Cetra, SP 1102)
  • 1962 - Tango italiano/Vita/Stanotte al luna park/Che mai farò (Cetra, EPE 3162)
  • 1962 - Ore perdute/Invano (Cetra, SP 1112)
  • 1962 - La tua stagione/Quattro vestiti (Cetra, SP 1113)
  • 1962 - La tua stagione/Ore perdute/Quattro vestiti/Invano (Cetra, EPE 3164)
  • 1962 - La ragazza del fiume/Quattro vestiti (Cetra, SP 1113)
  • 1962 - Tre sassi bianchi/Ferita (Cetra, SP 1123)
  • 1962 - La risposta della novia/Napule ca se sceta (Cetra, SP 1128)
  • 1962 - Chiudi gli occhi e sogna/La tua stagione (Cetra, SP 1129)
  • 1962 - Abat-jour/Tu vita (Cetra, SP 1130)
  • 1962 - La risposta della novia/Chiudi gli occhi e sogna/Tu vita/Abat-jour (Cetra, EPE 3167)
  • 1962 - Non ci sono lacrime/La verde età (Cetra, SP 1135)
  • 1962 - Non ci sono lacrime/Ricominciar (Cetra, SP 1135)
  • 1962 - Guarda che luna/Cielo dei bar (Cetra, SP 1140)
  • 1962 - Cleo dalle cinque alle sette/La verde eta (Cetra, SP 1145)
  • 1962 - Goody goody/Il cielo ha capito (Cetra, SP 1151)
  • 1962 - Goody goody/Vitalità (Cetra, SP 1154)
  • 1963 - Ricorda/Sia per sempre (Cetra, SP 1160)
  • 1963 - Non sapevo/Non pensarmi più (Cetra, SP 1161)
  • 1962 - Ricorda/Non sapevo/Sia per sempre/Non pensarmi più (Cetra, EPE 3168)
  • 1963 - Cleo dalle cinque alle sette/Goody doody/La verde età/Il cielo ha capito (Cetra, EPE 3171)
  • 1963 - Mattinata (C.Villa)/Serenata francese (Cetra, SP 1173)
  • 1963 - Chi vorra incontrar l'amore/Malinconia (Cetra, SP 1175)
  • 1963 - Tutto va bene/Lord's prayer (Cetra, SP 1178)
  • 1963 - Mamaluk/Il sole tra le braccia (Cetra, SP 1180)
  • 1963 - Se credi/Incendio (Cetra, SP 1190)
  • 1963 - Core, amore und du/Deine Hand und meine Hand (Cetra, SP 1191)
  • 1963 - Notturno in blue/Merci Paris (Cetra, SP 1198)
  • 1963 - Io non ti amo/Il nostro amore (Cetra, SP 1201)
  • 1963 - Voglio bene al mondo/Il mio Norman (Cetra, SP 1203)
  • 1963 - L'unica ragione/Come sempre (Cetra, SP 1206)
  • 1963 - Im boot der liebe/Blue boy (Cetra, SP 1208)
  • 1964 - L'unica ragione/Notturno in blu/Mamaluk/Il mio Norman (Cetra, EPE 3172)
  • 1964 - L'ultimo tram/Sfere impazzite (Cetra, SP 1220)
  • 1964 - Balocchi e profumi/Spazzacamino (Cetra, SP 1228)
  • 1964 - Miniera/Lucciole vagabonde (Cetra, SP 1229)
  • 1964 - Aria di festa/Quando le rose rosse (Cetra, SP 1230)
  • 1964 - Quando parto per il mare/Vai con lui (Cetra, SP 1231)
  • 1964 - Vai con lui/Concerto a Granada (Cetra, SP 1234)
  • 1964 - Tango delle capinere/Finestra chiusa (Cetra, SP 1247)
  • 1964 - Creola/Ladra (Cetra, SP 1248)
  • 1964 - Re di cuori/Le rose rosse (Cetra, SP 1254)
  • 1964 - Gastone/Scettico blues (Cetra, SP 1255)
  • 1965 - Quando parto per il mare/Vai con lui/Concerto a Granada/Quando le rose rosse (Cetra, EPE 3178)
  • 1965 - Vieni con noi/Forse ti amo (Cetra, SP 1268)
  • 1965 - Quando sarai più grande/Per sempre per sempre (Cetra, SP 1273)
  • 1965 - Come puoi lasciarmi/Devi decidere (Cetra, SP 1282)
  • 1965 - Bella ciao/Non mi va (Cetra, SP 1283)
  • 1965 - Ho ritrovato la felicità/Se ne andranno tutti (Cetra, SP 1293)
  • 1966 - Nessuno di voi/Pigramente (Cetra, SP 1295)
  • 1966 - Simone/Johnny (Cetra, SP 1299)
  • 1966 - Lungo la strada/Fischia il vento (Cetra, SP 1303)
  • 1966 - Blue Spanish Eyes (Occhi spagnoli)/Una campana (Cetra, SP 1304)
  • 1966 - Ninnolo/La java rossa (Cetra, SP 1308)
  • 1966 - Blue Spanish Eyes (Occhi spagnoli)/Pigramente (Cetra, SP 1319)
  • 1966 - Inno a Oberdan/Addio Lugano bella (Cetra, SP 1378)
  • 1966 - Voi non sapete/Perché io? (Ricordi, SRL 10431)
  • 1966 - Little man/Parigi sorride (Ricordi, SRL 10446)
  • 1966 - Uno come noi/Tamburino, ciao (Ricordi, SRL 10449)
  • 1967 - Dipingi un mondo per me/Io non so cos'è (Ricordi, SRL 10462)
  • 1968 - Se ritornerai/Come ci vedono loro (Ricordi, SRL 10489) (fuori commercio, pubblicato per il settimanale "Bella")
  • 1968 - Canzone/La luna (Ricordi, SRL 10490)
  • 1968 - Cuando sali de Cuba/M'ama non m'ama (Ricordi, SRL 10501)
  • 1969 - Un sorriso/Amore tenero (Ricordi, SRL 10521)
  • 1969 - La donna del buono a nulla/All'osteria (Ricordi, SRL 10539)
  • 1969 - Primo amore/Quella rosa (Ricordi, SRL 10541)
  • 1969 - Diego Cao/Nel buio/Juana (Ricordi, SRL 10554)
  • 1969 - Se piangere dovrò/Aveva un cuore grande (Ricordi, SRL 10562)
  • 1970 - Iptissam/Io lo farei (Ricordi, SRL 10571)
  • 1970 - Qualcosa di mio/È amore quando (Ricordi, SRL 10572)
  • 1971 - Sola/Surabaya Johnny (Ricordi, SRL 10617)
  • 1971 - La pianura/La nostra storia d'amore (Ricordi, SRL 10641)
  • 1971 - La filanda/Un uomo in meno (Ricordi, SRL 10651)
  • 1972 - Mediterraneo/Se puoi parlare (Ricordi, SRL 10660)
  • 1972 - E per colpa tua.../Va bene, ballerò (Ricordi, SRL 10670)
  • 1973 - Da troppo tempo/I tetti rossi di casa mia (Ricordi, SRL 10687)
  • 1974 - Monica delle bambole/Domenica, domenica (Ricordi, SRL 10717)
  • 1974 - L'uomo questo mascalzone/Senza te (Ricordi, SRL 10733)
  • 1975 - La cucaracha/Simon Bolivar (Ricordi, SRL 10776)
  • 1977 - Non piangere più Argentina/Un'altra stagione (Ricordi, SRL 10834)
  • 1980 - La rossa/Quando il sipario (Ricordi, SRL 10922)
  • 1983 - Cantare e vai/Poggibonsi (Ricordi, SRL 10978)
  • 1985 - Marinero/Duel (Ricordi, – J.B. 297)
  • 1993 - Uomini addosso/E ti amo veramente (Ricordi, SRL 11128)

Album[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1966 - Milva (Cetra)
  • 1972 - Milva (Cetra)
  • 1975 - Milva (Cetra)
  • 1976 - Special 3000 (Fonit Cetra)
  • 1976 - I successi di Milva (Ricordi)
  • 1976 - I grandi successi di Milva (Fonit Cetra)
  • 1982 - Hit parade international (Curcio)
  • 1982 - Profili musicali (Ricordi)
  • 1983 - Milva Vol. 2 (Fonit Cetra)
  • 1983 - Milva Vol. 3 (Fonit Cetra)
  • 1987 - Grandi scelte (Fonit Cetra)
  • 1991 - I successi di Milva (Ricordi)
  • 1991 - I successi di Milva (Replay Music)
  • 1992 - Mon amour...sono canzoni d'amore (Ricordi, SMRL 6453)
  • 1992 - Quattro vestiti (Joker)
  • 1992 - I grandi successi di Milva (Lotus)
  • 1993 - Milva (serie "Golden Age - Original Recordings") (Fremus)
  • 1993 - Collezione (Rainbow)
  • 1993 - I successi (TDM)
  • 1993 - I grandi successi (Alpha Record Time)
  • 1994 - Il meglio - Occhi spagnoli (D.V. More Record)
  • 1994 - Il meglio di Milva vol.2 (Duck Record)
  • 1994 - On stage - The classic collection (Fremus)
  • 1995 - Hit parade '66-'67 (Ricordi)
  • 1995 - I successi di Milva (BMG)
  • 1995 - I successi (Ricordi)
  • 1995 - Milva (serie "Le Signore Della Canzone") (Il Giornale)
  • 1996 - All the best (Ricordi)
  • 1997 - Gli anni d'oro (BMG/Ricordi)
  • 1997 - I grandi successi (Ricordi)
  • 1997 - Tango della gelosia (Joker)
  • 1997 - Live and more (Club Micc)
  • 1999 - La favolosa Milva (Warner Fonit)
  • 1999 - Milva canta le sue più belle canzoni (Warner Fonit)
  • 1999 - 13 CD box set (BMG)
  • 2000 - Milva (serie "Flashback - I Grandi Successi Originali") (BMG/Ricordi)
  • 2000 - Il fascino della voce (Warner Fonit)
  • 2000 - Milva (serie "Masterpiece") (Warner Fonit)
  • 2001 - Tango italiano (Mazur Media/Delta Video)
  • 2005 - Le più belle canzoni di Milva (Warner Music)
  • 2005 - Fischia il vento (serie "Lospecchiodelrock") (Sonotec/Saar)
  • 2007 - Le grandi canzoni di Milva (BMG/Sony Music)
  • 2007 - Tutto Milva - La rossa (Rhino Records/Warner Music)
  • 2007 - Le più belle di... (BMG/Sony Music)
  • 2008 - Milord (Venus)
  • 2009 - I grandi successi (Rhino Records/Warner Music)
  • 2009 - Milva (serie "La Mia Musica - I Grandi Successi Storici Originali") (BMG/Sony Music)
  • 2009 - Milva (serie "Flashback - I Grandi Successi Originali") (Sony Music/Ricordi)
  • 2011 - Una storia così (Halidon)
  • 2011 - L'immensità (serie "Le Più Belle Di Sempre") (Errepi Media S.r.l./Az Distribuzione)
  • 2011 - Milord (serie "Versioni Imperdibili") (Warner Bros)

Discografia estera[modifica | modifica wikitesto]

GERMANIA

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1962 - Tango italiano/Liebelei/Temptation/Flamenco rock
  • 1962 - Tango italiano/Stanotte al luna park/Addio addio (Claudio Villa)/La novia (Claudio Villa)
  • 1962 - Tango italiano/Gondola, gondoli (Tonina Torrielli)
  • 1963 - Ricorda/Goody goody
  • 1963 - Core, amore und du/Deine Hand und meine Hand
  • 1963 - Moonlight Guitar/Ein Haus voller Glück
  • 1963 - Im Boot der Liebe/Blue Boy
  • 1969 - Niemand hat meine Tränen gesehn/Morgen früh
  • 1969 - Laß das Lieben Legionär/Wo ist der Mann
  • 1972 - Die Liebe auf den ersten Blick/Was ich heut' fühle
  • 1972 - Die verpasste Gelegenheit/Ein paar Takte Zärtlichkeit
  • 1973 - È per colpa tua/Ich suche Liebe
  • 1975 - E per colpa tua/La filanda
  • 1977 - Non piangere più Argentina/Un'altra stagione
  • 1978 - Zusammenleben/Du bist so klein
  • 1978 - Von Tag zu Tag/Freiheit, Gleichheit und so weiter
  • 1979 - Typisch Mann/Mutter
  • 1979 - Liberta/Wir müssen wach sein
  • 1981 - Ich hab' keine Angst/Christine
  • 1981 - Du hast es gut/Der Morgen danach
  • 1982 - Poggibonsi/Alexanderplatz
  • 1982 - Immer mehr/Er stand da und weinte
  • 1982 - Wieder mal/Alexanderplatz
  • 1983 - Du bist sehr müde, Liebling/Musste ich nicht damit rechnen
  • 1983 - Hurra, wir leben noch/Auch der Mensch
  • 1983 - Vielleicht war es Liebe/Eva
  • 1985 - Die Kraft unserer Liebe/Du bist ein Freund
  • 1985 - Nein, ich ergeb' mich nicht/Rosa
  • 1985 - Marinero/Storia da dancing
  • 1986 - Du gibst mir mehr/Etwas mehr
  • 1986 - Deine Frau/Arie
  • 1988 - Wenn der Wind sich dreht/Gemeinsam
  • 1988 - Komm zurück zu mir/Solang sich diese Erde dreht
  • 1989 - Potemkin (promozionale)
  • 1989 - Una storia inventata (promozionale)
  • 1990 - Ein kommen und gehen/Die Nacht mit dir
  • 1990 - Ich bin ganz ich/Ich tät es wieder
  • 1991 - Welt aus Stein/Gefühl und Verstand
  • 1992 - Ich weiss es selber nicht genau/Zusammenleben
  • 1992 - Mein Weg mit dir/Komm zurück zu mir

CD singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1988 - Wenn der Wind sich dreht/Gemeinsam/Alexanderplatz
  • 1989 - Una storia inventata/Potemkin/Le vittime del cuore
  • 1990 - Ein kommen und gehen/In Gedanken/Die Nacht mit dir
  • 1990 - Ich bin ganz ich/Ich tät' es wieder/Woher kommen wir, wo gehen wir hin
  • 1991 - C'est ça, c'est la vie
  • 1991 - Welt aus Stein/Gefühl und Verstand/Mein Gott, ich lieb dich
  • 1992 - Ich weiss es selber nicht genau/Zusammenleben/Johnny, wenn du Geburstag hast
  • 1992 - Mein weg mit dir/Komm zurück zu mir/Die letzte Carmen
  • 1993 - Uomini addosso/Mon amour/La notte dei miracoli
  • 1994 - Immer und ewig/Dein ist mein ganzes Herz/Les pécheurs de perles
  • 1995 - Tausendundeine Nacht/Frühlingserwachen/Sag ihr die Wahrheit
  • 1995 - Flauten und Stürme/Wärst du doch hier /Du kennst dich aus
  • 1997 - Night at the Opera: Hurra, wir leben noch/Freiheit in meiner Sprache/Die Gedanken sind frei/Moritat von Mackie Messer
  • 1999 - Stark sein (radiomix)/Stark sein (karaokeversion)
  • 2000 - Nach all der Zeit/Keiner war so zärtlich
  • 2000 - Ave Maria/Aria
  • 2002 - Weitergehn
  • 2002 - Du liebst nicht mit dem Herzen
  • 2005 - Piedi adorati (Milva & Giovanni Nuti)/Le osterie (Giovanni Nuti)/Tumbalalaika (Giovanni Nuti)
  • 2012 - Der mensch, der dich liebt.../Wie die möwe Jonathan

Album[modifica | modifica wikitesto]

GIAPPONE

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1962 - Tango italiano/Al di la (Giacomo Rondinella)
  • 1963 - Ricorda/Non sapevo
  • 1964 - Flamenco rock/La risposta della novia
  • 1964 - Ricorda/Tango italiano
  • 1964 - L'unica ragione/Venezia,t'amo
  • 1964 - L'ultimo tram/Passo su passo (Claudio Villa)
  • 1964 - Voglio bene al mondo/Abat jour
  • 1964 - Una sera di Tokyo/Non sapevo
  • 1964 - Come quel giorno/Vai con lui
  • 1964 - La novia/Abat jour
  • 1965 - Vieni con noi/Mare verde
  • 1965 - Come puoi lasciarmi/Ciao bella ciao
  • 1965 - Una sera di Tokyo/Ricorda/La novia (Claudio Villa)/Amor,mon amour,my love (Claudio Villa)
  • 1965 - Tango italiano/Come quel giorno (Aria di festa)/Non sapevo/Vai con lui
  • 1966 - Nessuno di voi/Per sempre,per sempre
  • 1966 - La stella per noi/Nessuno di voi
  • 1966 - Stella mia/La risposta
  • 1967 - Uno come noi/E allora dai (Remo Germani)
  • 1967 - L'immensita/Io di notte
  • 1967 - Una sera di Tokyo/Stella per noi/Nessuno di voi/Non sapevo
  • 1968 - Finale d'amore/Le temps est loin
  • 1968 - Canzone/Segui il vento
  • 1968 - Cuando sali de Cuba/Io non so cos'è
  • 1968 - Ho capito che ti amo/Io per amore/Vi non sapete/Giovane amore
  • 1968 - Ricorda/Tango italiano/Nessuno di voi/Non sapevo
  • 1968 - Canzone/L'immensita/Little man/Io di notte
  • 1969 - Cuando Sali de Cuba/Finale d'amore/Io che non vivo/Il mondo
  • 1969 - Finale d'amore/Le temps est loin
  • 1969 - Un sorriso/Zingara (Bobby Solo)
  • 1969 - Zingara (Bobby Solo)/Un sorriso (Milva)/Zucchero (Rita Pavone)/Un'ora fa (Tony del Monaco)
  • 1970 - La stella per noi/Una sera di Tokyo
  • 1970 - Aveva un cuore grande/Se piangere dovrò
  • 1970 - Un sorriso/L'immensità
  • 1970 - Canzone/Quando l'amore diventa poesia
  • 1970 - Qualcosa di mio/È amore quando
  • 1970 - Finale d'amore/Quella rosa
  • 1970 - Nessuno di voi/Io che non vivo
  • 1970 - Iptissam/Io lo farei
  • 1970 - Una sera di Tokyo/Non sapevo/La novia/Milord
  • 1971 - Milord/Mon Dieu
  • 1971 - Sola/Surabaya Johnny
  • 1972 - La nostra storia d'amore/La pianura
  • 1972 - Ningyo no ie/Sakariba blues
  • 1972 - Omoide o keshite/Oh kamisama
  • 1972 - Una lacrima sul viso (Bobby Solo)/Mes amis, mes copains (Catherine Spaak)/Violino tzigano (Emilio Pericoli)/Dio, come ti amo (Patrizia Gorgatti)/Il cielo in una stanza (Gino Paoli)/Nessuno di voi (Milva)
  • 1972 - Finale d'amore/Io che non vivo/Canzone/Ningyo no ie/Nessuno di voi/L'immensita
  • 1972 - Finale d'amore (Milva)/Lontano dagli occhi (Franco Say)/Ricorda (Ornella Vanoni)/Zingara (Bobby Solo)/Quando l'amore diventa poesia (Orietta Berti)/Non ho l'età (Wilma Goich)
  • 1973 - E per colpa tua/Va bene, ballerò
  • 1974 - Tango italiano/Milord
  • 1979 - Da troppo tempo/Ho capito che ti amo
  • 1979 - Uno dei tanti/Olikaesi kanasimi yuki
  • 1986 - Marinero/Amo chi siamo

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1972 - Max 20
  • 1972 - Love feeling in Japan
  • 1972 - Milva canta Brecht
  • 1972 - Perfect collections
  • 1972 - Mediterraneo - Milva golden hits
  • 1972 - Milva
  • 1972 - Teruhiko Saigo recital special big guest Milva
  • 1973 - Perfect collections Vol.2
  • 1973 - The best of Milva
  • 1974 - Portrait of Milva
  • 1974 - The best of Milva de luxe
  • 1974 - Milva & Francis Lai - Sognavo, amore mio
  • 1974 - The history of Milva
  • 1974 - Dedicato a Milva da Ennio Morricone
  • 1975 - Tango italiano - Canzone best star best album
  • 1975 - Sono matta da legare
  • 1976 - Golden best album
  • 1975 - Libertà
  • 1976 - Evergreens
  • 1977 - Golden de luxe
  • 1977 - Best of Milva
  • 1978 - Songs of love from Milva
  • 1978 - Golden double de luxe
  • 1978 - Da troppo tempo
  • 1978 - Canzoni tra le due guerre
  • 1979 - Canzone best library
  • 1979 - Milva
  • 1979 - Gold super disc
  • 1980 - Non pianger più Argentina
  • 1983 - Le prime donne
  • 1983 - Ich hab' keine Angst
  • 1986 - Milva and Astor Piazzolla - Live at the Bouffes du Nord
  • 1986 - Corpo a corpo
  • 1986 - Milva / Villa - Live in Japan
  • 1987 - Ninna nanna della traviata - Milva canta della giapponesi
  • 1987 - I successi di Milva
  • 1987 - Canzone Best 20
  • 1987 - Tra due sogni
  • 1988 - Unterwegs nach Morgen
  • 1989 - Milva best hits
  • 1990 - Svegliando l'amante che dorme
  • 1990 - Milva best hits / Best artists collection
  • 1990 - Milva - Brecht
  • 1990 - Die sieben Todsünden der Kleinbürger - The seven deadly sins - Les sept péchés capitaux
  • 1991 - Artist best selection - Milva best hits
  • 1992 - Milva history 1960-1990 - 72 successi di Milva
  • 1992 - Milva dramatic recital '92 - Canzoni tra le due guerre (Al Tokyo Metropolitan Art Space)
  • 1992 - Canzoni fra le due guerre - Special digest for promotion
  • 1992 - Artist best selection - Milva best hits
  • 1993 - Uomini addosso
  • 1994 - Milva oggi
  • 1994 - Inno all'amore / Milva recital '94 Japan / A Edith Piaf con amore
  • 1995 - Milva/James Last - Dein ist mein ganzes Herz
  • 1995 - Vento d'amore
  • 1996 - Fammi luce - Milva ha incontrato Shinjiìì
  • 1996 - La mia età - Musiche di Mikis Theodorakis
  • 1996 - Milva dramatic recital '96 - From the Mediterranean to Orient
  • 1996 - Milva canta un nuovo Brecht
  • 1996 - Tutto Milva - Promotional special digest
  • 1998 - Mia bella Napoli
  • 1998 - Auf den flügeln bunter Träume
  • 1998 - Milva best album
  • 1999 - Lili Marleen - Milva best live in Japan
  • 1999 - El tango de Astor Piazzolla - Live in Japan
  • 1999 - Lili Marleen
  • 2000 - Stark sein
  • 2002 - Best collection
  • 2006 - Classics
  • 2009 - Milva & Astor Piazzolla live in Tokyo 1988

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989 - Canzoni tra le due guerre (VHS, Ricordi)
  • 1992 - Alta classe (VHS, Video Rai)
  • 2005 - Milva canta live Merini (DVD, Nar International)
  • 2008 - Milva canta Brecht (DVD, Nar International)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni al Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

Con 15 presenze Milva detiene il record di partecipazioni al Festival insieme a Peppino Di Capri e Toto Cutugno. Sono un record assoluto inoltre le 9 partecipazioni consecutive dal 1961 al 1969.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere della Legion d'onore della Repubblica Francese - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Legion d'onore della Repubblica Francese
— Parigi, 2009.
Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— Roma, 2 giugno 2007[6]
Croce al Merito di I classe dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Merito di I classe dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania
— Berlino, 2006.
Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres
— Parigi, 1995.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Milva - Voci Divine - Articoli - La Repubblica 1985/1993
  2. ^ Milva tifa per Nichi Vendola | GayPrider
  3. ^ TV Sorrisi e Canzoni n°28, 9 luglio 1961. Articolo di Maso Biggero
  4. ^ Non conosco nessun Patrizio! su italiancharts.com. URL consultato il 20 marzo 2012.
  5. ^ Comunicati di Milva sul sito ufficiale. URL consultato il 20 marzo 2012.
  6. ^ [1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 10109520 LCCN: n91109323