Umago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Umago
città
(HR) Umag
(IT) Umago
Umago – Stemma Umago – Bandiera
Santa Maria Maggiore e Santo Pellegrino
Santa Maria Maggiore e Santo Pellegrino
Localizzazione
Stato Croazia Croazia
Regione Grb Istarske županije.svg Istria
Amministrazione
Sindaco Vili Bassanese
Territorio
Coordinate 45°26′N 13°31′E / 45.433333°N 13.516667°E45.433333; 13.516667 (Umago)Coordinate: 45°26′N 13°31′E / 45.433333°N 13.516667°E45.433333; 13.516667 (Umago)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 83,53 km²
Abitanti 13 594 (31 marzo 2011, censimento 2011)
Densità 162,74 ab./km²
Altre informazioni
Lingue italiano, croato
Cod. postale 52470
Prefisso 052
Fuso orario UTC+1
Targa PU
Nome abitanti umaghesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Umago
confini comunali rispetto alla regione
confini comunali rispetto alla regione
Sito istituzionale

Umago (in croato Umag) è una città di 13.594 abitanti della Croazia nella Regione Istriana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Popolata da istriani autoctoni fin dai tempi dell'antica Roma (era chiamata in latino Humagum), Umago è stata città autonoma durante il medioevo, venendo annessa successivamente nel 1358 alla Repubblica di Venezia sotto la quale rimase per cinque secoli fino alla sua caduta avvenuta nel 1797.

Per sei anni, dal 1797 al 1803, fece parte dell'Impero austriaco in seguito al Trattato di Campoformio. Nel 1803 fu occupata dai francesi e posta sotto il governo di Trieste. Nel 1805, per decisione di Napoleone, passò sotto il Regno d'Italia, tornando di nuovo sotto l'Impero austriaco dopo la sconfitta di Napoleone nel 1813. Fu centro irredentista italiano nell'Istria sottoposta al dominio asburgico: festeggiò l'annessione dell'Istria al Regno d'Italia nel 1918 in seguito alla vittoria italiana nella prima guerra mondiale.

Umago fece parte della provincia di Pola e fu oggetto di notevoli interventi di sviluppo, di conservazione ed abbellimento durante il periodo fascista.

Subì le conseguenze della seconda guerra mondiale.

Nel 1947 entrò a far parte della zona B del TLT, seguendone le sorti fino alla sua incorporazione nella Jugoslavia. In questo periodo, fino al 1955, si ebbe un forte decremento della popolazione cittadina, dovuto all'esodo verso l'Italia della stragrande maggioranza dei suoi abitanti di etnia italiana. A Umago è comunque ancora presente una numerosa comunità italofona, pari a circa il 20% dell'intera popolazione urbana.

Nella frazione di Materada, appartenente al comune di Umago, nacque lo scrittore Fulvio Tomizza.

Attualmente le lingue ufficiali della città e del comune sono l'italiano ed il croato.

A pochi chilometri a nord della città si trovano le rovine dell'antica Sipar.

Umago è il comune più occidentale della Croazia. La città è gemellata con il comune italiano di Mussolente, in provincia di Vicenza.

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Censimento Croazia 2001
72,87% madrelingua croata
20,70% madrelingua italiana
2,12% madrelingua slovena
1,29% madrelingua albanese
0,72% madrelingua serba

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Umago è un centro turistico diviso in 23 insediamenti:

  • Babici (Babići)
  • Bassania (Bašanija)
  • Cattoro (Katoro)
  • Cipiani (Čepljani)
  • Cresine (Križine)
  • Finida
  • Giubba (Đuba)
  • Giurizzani (Juricani)
  • Madonna del Carso (Sveta Marija na Krasu)
  • Matterada (Materada)
  • Metti (Kmeti)
  • Monterol
  • Monterosso (Crveni Vrh)
  • Morno [Morino] (Murine)
  • Petrovia (Petrovija)
  • Salvore (Savudrija)
  • San Lorenzo (Lovrečica)
  • Seghetto (Seget)
  • Umago (Umag), sede comunale
  • Valizza (Valica)
  • Vardizza (Vardica)
  • Villania (Vilanija)
  • Zambrattia (Zambratija)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Alberi, Istria, storia, arte, cultura, Lint Editoriale Trieste
  • Fabio Amodeo, TuttoIstria, Lint Editoriale Trieste


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]