Grisignana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grisignana
comune
(HR) Grožnjan
(IT) Grisignana
Grisignana – Stemma Grisignana – Bandiera
Grisignana – Veduta
Localizzazione
Stato Croazia Croazia
Regione Grb Istarske županije.svg Istria
Amministrazione
Sindaco Rino Duniš (Dieta Democratica Istriana) dal maggio 2009
Territorio
Coordinate 45°23′N 13°43′E / 45.383333°N 13.716667°E45.383333; 13.716667 (Grisignana)Coordinate: 45°23′N 13°43′E / 45.383333°N 13.716667°E45.383333; 13.716667 (Grisignana)
Altitudine 288 m s.l.m.
Superficie 69,14 km²
Abitanti 733 (31-03-2011)
Densità 10,6 ab./km²
Altre informazioni
Lingue italiano, croato
Cod. postale 52429
Prefisso 052
Fuso orario UTC+1
Targa PU
Nome abitanti Grisignanesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Grisignana
Sito istituzionale

Grisignana (in croato Grožnjan) è un comune croato di 733 abitanti, nella Regione Istriana; il suo nome antico era Graeciniana, derivante probabilmente dal colle roccioso sul quale è ubicata. Secondo i dati del censimento del 2001, la maggioranza della popolazione è "italiano di madrelingua italiana"[1].

Elementi geografici[modifica | modifica sorgente]

Grisignana si trova su un colle, staccata dalla strada principale. Ha delle fortificazioni risalenti al periodo veneziano. Nei pressi alcune cave oggi in disuso di pietra d'Istria. Si dice che una parte di Venezia fu costruita con la pietra estratta dalle cave locali. Era chiamata "castello", cinta da mura con due porte: la porta Maggiore è conservata molto bene con un ponte levatoio e lo stemma del capitano Pietro Dolfin.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Mappa di Venezia nel cinquecento.

Fu un'importante castelliere preistorico, e più tardi fortezza romana. Già nel 1100 apparvero alcune notizie di tale centro denominato Castrum Grisiniana. Cento anni più tardi farà parte del dominio di Pietrapelosa per rimanervi fino al 1339, anno di morte di Pietro di Pietrapelosa, da questo periodo in poi ritornerà sotto i patriarchi che la cederanno quale feudo ad alcuni nobili friulani. Popolata da popolazioni autoctone fin dai tempi dell'antica Roma (a Ponte Portòn, nei pressi del fiume Quieto, passava la via consolare romana Flavia), Grisignana, dopo alterne vicende, passò nel Trecento sotto il dominio della Repubblica di Venezia.Venezia controllò Grisignana dal 1358 fino al 1797. Nel 1359 il Dolfin trasferì la sua residenza ufficiale da Umago a Grisignana; tra il 1360 ed il 1367 la cittadina fu fortificata con possenti mura e venne costruito il palazzo ducale. Verso il 1445, le mura del borgo furono rinforzate per fronteggiare i Turchi. Dopo la peste del 1630 l'area di Grisignana rimase quasi spopolata. Allo scopo di rivitalizzarla Venezia vi trasferì famiglie venete e friulane, croati e morlacchi slavizzati. Dopo il 1797, in seguito al Trattato di Campoformio Grisignana passò all'Impero Austriaco fino al 1803. Nel 1803 fu occupata dai francesi; nel 1805, per decisione di Napoleone, Grisignana passò sotto il Regno d'Italia napoleonico. Dopo la sconfitta di Napoleone nel 1813 e la caduta del Regno Italico ritornò sotto il dominio dell'Impero Austriaco. Nel 1834 venne in parte ricostruita la chiesetta Santi Cosma e Damiano: interessante il piccolo campanile a vela senza campane. Nel 1770 fu rifatto il Duomo in stile barocco; un documento attesta la presenza del Duomo già nel 1310. È possibile ammirare oltre al Duomo e la chiesetta già citata, anche un altro luogo di culto cattolico, quello dedicato ai Santi Vito e Modesto, la Loggia veneta ed il Palazzo del Podestà. Grisignana fu un centro irredentista nell'Istria asburgica e festeggiò l'inserimento dell'Istria nel Regno d'Italia nel 1918.

Grisignana fece parte della zona "B" del Territorio Libero di Trieste; la popolazione italiana fu coinvolta nell'esodo dopo il 1945 ed il 1955. Nel censimento del 2001 circa il 52% della cittadinanza si è dichiarato di etnia italiana, mentre il 66% circa si è dichiarato di madrelingua italiana: tali dati fanno di Grisignana la sola cittadina nell'Istria croata con una maggioranza italiana, dove oltre i 2/3 dei cittadini parlano ancora l'italiano.

Lingua[modifica | modifica sorgente]

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Censimento Croazia 2001
29,17% madrelingua croata
66,11% madrelingua italiana
3,17% madrelingua slovena

Persone legate a Grisignana[modifica | modifica sorgente]

Località[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Grisignana comprende 12 insediamenti (naselja):

Evidenziato in rosso il comune di Grisignana

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ SAS Output

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]