Paris Saint-Germain Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paris Saint-Germain F.C.
Calcio Football pictogram.svg
Campione di Francia in carica Campione di Francia in carica
Paris Saint-Germain 2013.svg
PSG
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Blu scuro con fascia verticale bianco rossa.png Blu Rosso Bianco
Inno Allez Paris Saint-Germain
Les Parisiens
Dati societari
Città Parigi
Paese Francia Francia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of France.svg FFF
Campionato Ligue 1
Fondazione 1970
Presidente Qatar Nasser Al-Khelaïfi
Allenatore Francia Laurent Blanc
Stadio Parco dei Principi
(44.283 posti)
Sito web www.psg.fr
Palmarès
Ligue1 trophy.svgLigue1 trophy.svgLigue1 trophy.svgLigue1 trophy.svg Coppacoppe.png UEFA - Intertoto.svg
Titoli di Francia 4
Trofei nazionali 8 Coppe di Francia
4 Coppe di Lega Francese
4 Supercoppe di Francia
Trofei internazionali 1 Coppe delle Coppe
1 Coppe Intertoto
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Paris Saint-Germain Football Club, noto soprattutto come Paris Saint-Germain o con la sigla PSG, è una società calcistica francese con sede a Parigi.

Dal 1974 disputa le sue gare interne al Parc des Princes. Il campo di allenamento invece, dallo stesso anno, è fissato al Camp des Loges. Lo stemma del club raffigura, su sfondo blu, una Torre Eiffel stilizzata e di colore rosso sotto cui posa un piccolo giglio, simbolo della monarchia transalpina.

Da questo emblema trasse ispirazione l'allora proprietario Daniel Hechter che, negli anni Ottanta, disegnò in prima persona una divisa da gara molto rappresentativa che sarebbe diventata poi un'icona per tutta Parigi: una maglia blu con una striscia rossa verticale bordata di bianco. Fortemente legata alla città, la squadra ha come motto Paris Est Magique mentre il suo inno è Allez Paris Saint-Germain, cantata dai Les Parisiens. Dal 1971 la squadra ha anche una sezione femminile e nel 1995 fondò anche un proprio club di rugby professionistico, il PSG Rugby League, che però venne sciolto appena due anni più tardi.

Il Paris Saint-Germain gode di un particolare seguito di tifosi, dal momento che risulta essere la principale squadra calcistica della capitale e una delle più titolate di Francia, avendo vinto quattro campionati francesi, otto Coppe nazionali, quattro Coppe di Lega e tre Supercoppe nazionali, nonché - in ambito internazionale - una Coppa delle Coppe e una Coppa Intertoto. I suoi tifosi si stimano nell'11% circa dell'intera popolazione francese, secondi solo ai sostenitori dell'Olympique Marsiglia, club con cui esiste la più accesa rivalità del calcio francese denominata Le Classique.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione e primi anni (1970-1974)[modifica | modifica wikitesto]

Il Paris Saint-Germain così come è conosciuto attualmente deriva dalla fusione, avvenuta nel 1970, dello Stade Saint-Germain (fondato nel 1904 a Saint-Germain-en-Laye, nei dintorni di Parigi) con il F.C. Paris, club nato per rinverdire i fasti del calcio parigino dopo la retrocessione sia del C.A. Paris che del Racing Club, due formazioni storiche della capitale francese. Il PSG giocò il campionato 1970-71 in seconda divisione, venendo promosso in massima serie. Dopo il primo campionato in Prima Divisione, nel maggio 1972, sotto la pressione del Consiglio della città di Parigi, la squadra si divise in Paris FC che rimase in prima divisione, mentre il Paris Saint-Germain passò in terza divisione, come squadra di dilettanti.

Primi trofei (1974-1990)[modifica | modifica wikitesto]

La squadra nel 1973 fu promossa in seconda divisione, grazie alla rinuncia alla partecipazione a questo campionato da parte dell'US Quevilly per ragioni economiche (costi eccessivi per rimodernare lo stadio e trasferte ritenute troppo lontane e costose per una squadra amatoriale[1]) e riconquistò così lo status di professionismo. In questi anni Daniel Hechter assunse la guida della società insieme ai suoi soci Jean-Paul Belmondo, Francis Borelli, Charles Talar e Bernard Brochand; la collaborazione fra Henri Patrelle e Daniel Hechter, iniziata il 15 giugno 1973 con la firma di un contratto tra il PSG ed Hechter (contratto che per evitare quanto successo in precedenza al PFC serviva per proteggere ufficialmente il nome ed i colori del club), durò meno di un anno.

La sede della società venne infatti trasferita nel sobborgo parigino di Saint-Germain-en-Laye, con Patrelle che conservò il suo titolo di presidente del club e Hechter che, pur essendo ufficialmente solo presidente del comitato di gestione, aveva di fatto un ruolo preminente nella guida della società: col trascorrere dei mesi si instaurò di fatto una lotta tra i due uomini per avere il pieno controllo della società. Nonostante queste vicissitudini interne nel giugno 1974 la squadra ottenne la promozione in massima serie in seguito ad un vittorioso spareggio contro il Valenciennes. Nella stessa stagione il Paris FC retrocedette in seconda divisione, consentendo così al PSG di iniziare a giocare al Parco dei Principi, dove disputa tuttora le sue partite casalinghe. A partire da questa stagione il Paris Saint Germain ha sempre giocato esclusivamente nella massima serie francese, senza più retrocedere nelle serie inferiori. All'indomani della promozione Hechter divenne ufficialmente presidente del club, ruolo che mantenne fino al 1978. Fra i calciatori più rappresentativi della squadra parigina di queste stagioni ci son Jean-Pierre Dogliani, Mustapha Dahleb e François M'Pelé; fra gli allenatori sono invece degni di nota Vélibor Vasovic e Jean-Michel Larqué.

Sempre in questi anni nacque la divisa "storica" del club, che pur con alcune modifiche è alla base anche di quella attualmente in uso; a disegnarla contribuì lo stesso Hechter, la cui presidenza fu tuttavia segnata da diversi problemi finanziari e terminò nel gennaio 1978 a causa di uno scandalo relativo alla doppia biglietteria del Parco dei Principi[2]. Il successore di Hechter fu Francis Borelli, che guidò il club per 13 anni. Sotto il suo controllo il PSG conquistò i suoi primi trofei. Nel 1982 arrivò il primo titolo, la Coppa di Francia, bissata poi l'anno successivo e seguita dal titolo nazionale nel 1986.

Anni d'oro e declino (1990-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Raí, campione del mondo nel 1994

Nel 1991 Borelli fu costretto a consegnare il controllo del club a Canal+, che investì molto nel PSG per poter competere con l'Olympique de Marseille, dando così inizio ad un'intensa rivalità tra i due club. Gli anni Novanta furono ricchi di soddisfazioni per i tifosi della principale squadra di Parigi, che vinse il titolo nazionale del 1994 e la Coppa delle Coppe nel 1996, perdendo in finale nella stessa competizione l'anno successivo. Il Paris Saint-Germain si affermò inoltre in Europa, con una serie di 5 semifinali consecutive conquistate in varie Coppe Europee tra il 1992 ed il 1997.

Negli ultimi anni della gestione Canal+ la squadra non ottenne risultati di grande rilievo, a parte due secondi posti in campionato nel 2000 e nel 2004, anno in cui conquistò anche la sua sesta Coppa di Francia. Durante la Champions League del 2005 la squadra totalizzò un'unica vittoria, contro il Porto, caratterizzata da uno splendido gol di Charles-Edouard Coridon, realizzato con il colpo dello scorpione.

Festeggiamenti per la vittoria della Coppa di Francia nel 2006

Durante questi tre lustri campioni del calibro di George Weah, Raí, Leonardo, Youri Djorkaeff, David Ginola e Bernard Lama vestirono la maglia rossoblu del PSG. Un altro grande calciatore a vestire la maglia del club parigino, fu l'asso del dribbling nigeriano Jay-Jay Okocha. Anche l'astro nascente Ronaldinho iniziò la sua carriera europea al Parco dei Principi.

L'11 aprile 2006 Canal+ annunciò la vendita del club ad un consorzio formato da Colony Capital, Butler Capital Partners e Morgan Stanley per 41 milioni di euro, dopo che il club aveva contratto numerosi debiti sotto la direzione di Canal+. La vendita divenne effettiva il 20 giugno 2006. Dopo questo, Alain Cayzac (pubblicitario, cofondatore della Euro RSCG) divenne il nuovo presidente del PSG. Tuttavia il 21 aprile 2008 Cayzac si dimette e (dopo un breve periodo sotto Simon Tahar) subentra Charles Villeneuve.

Ritorno alla lotta per il vertice (2008-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'ennesima stagione nell'oblio con una salvezza sofferta il PSG sembrerebbe ora intenzionato a tornare ai vecchi fasti: terminata l'era di Pauleta, ritiratosi dal calcio agonistico, l'estate 2008 ha visto il PSG protagonista nel mercato con gli acquisti di giocatori esperti come Ludovic Giuly e Claude Makelele, e di giovani di ottime prospettive come Stéphane Sessegnon dal Le Mans per 8 milioni di euro. Nel corso della stagione il PSG, dopo una falsa partenza, riuscì a lottare per il titolo nel girone di ritorno, per poi finire sesto, non riuscendo così a qualificarsi per una coppa europea. La Colony Capital acquistò poi tutte le azioni di Morgan Stanley, controllando così il 95% del club. La stagione 2009-10 (all'inizio della quale fu acquistato l'ennesimo giocatore esperto: Grégory Coupet) fu la prima nella storia del calcio francese in cui sia la squadra femminile sia quella maschile vinsero la coppa nazionale. Infatti il PSG vinse la Coppa di Francia, mentre la sezione femminile il Challenge de France.

Era Qatar Investment Authority (2011-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Zlatan Ibrahimović nel giorno della presentazione al Parco dei Principi

Alla fine della stagione la Qatar Investment Authority ha acquistato il club parigino, permettendo l'aumento del budget in vista della finestra estiva del calciomercato. Al contempo il ritiro di Coupet e di Makelele e la cessione al Monaco di Giuly sanciscono la fine del progetto portato avanti nell'era Colony Capital che prevedeva di basare la squadra su giocatori molto esperti. Tra le prime mosse della nuova dirigenza da sottolineare l'ingaggio di Leonardo come direttore sportivo.

L'ex allenatore interista, già giocatore, dirigente e allenatore del Milan, è riuscito a portare con sé in Francia diversi giocatori del campionato italiano come il trequartista francese Jeremy Menez dalla Roma, il portiere Salvatore Sirigu dal Palermo, il centrocampista maliano Mohamed Sissoko dalla Juventus ed il fantasista argentino Javier Pastore, sempre dal Palermo, che è stato pagato 43 milioni di euro, rendendolo così il trasferimento più costoso della storia della squadra, dell'intero calcio francese e il diciassettesimo in assoluto. Vengono inoltre acquistati il portiere Nicolas Douchez dal Rennes, il difensore Milan Biševac dal Valenciennes, il centrocampista Blaise Matuidi dal Saint-Étienne, l'attaccante Kevin Gameiro dal Lorient e il difensore Diego Lugano dal Fenerbahçe. Il 4 novembre 2011, il club nomina come nuovo direttore generale Jean-Claude Blanc, dimissionario da consigliere di amministrazione della Juventus.

Dopo la conclusione del girone di andata la squadra si trova al primo posto, e nonostante ciò l'allenatore Antoine Kombouaré il 30 dicembre viene esonerato, per assumere l'italiano Carlo Ancelotti, già vincitore di vari trofei tra cui due Champions League, una Serie A e una Premier League. Durante la sessione invernale di calciomercato la squadra si rafforza ulteriormente: il 12 gennaio 2012 viene ufficializzato l'acquisto del difensore brasiliano Maxwell dal Barcellona e il 27 gennaio 2012 quello di Alex dal Chelsea a parametro zero che firma un contratto fino a giugno 2014, e nell'ultimo giorno del calciomercato acquista Thiago Motta dall'Inter. Alla fine della stagione la squadra si deve però accontentare del secondo posto in campionato: nel girone di ritorno, infatti, il PSG perde tutto il suo vantaggio sul Montpellier fino a farsi superare dalla squadra allenata da René Girard, che andrà poi a vincere la Ligue 1.

Edinson Cavani, acquistato dal Napoli per 64 milioni di euro, ha contribuito alla vittoria del quarto titolo nazionale segnando di 16 reti in 30 presenze

La campagna di rafforzamento per la stagione successiva è faraonica: vengono acquistati dal Napoli l'attaccante della Nazionale argentina Ezequiel Lavezzi[3] e dal Pescara il giovane centrocampista italiano, già nazionale Under-21, Marco Verratti,[4] rispettivamente per 31 e 12 milioni di euro. Inoltre al Parc des Princes, per un esborso complessivo di 62 milioni di euro versati nelle casse del Milan,[5] arrivano prima il capitano della Nazionale brasiliana Thiago Silva,[6] che sigla un accordo quinquennale fino al 30 giugno 2017,[7] e successivamente il fuoriclasse della Nazionale svedese Zlatan Ibrahimović,[8] il quale invece firma un contratto triennale[9] a circa 14 milioni di euro a stagione,[10] diventando il calciatore più pagato della Ligue 1 e il secondo in assoluto dopo Samuel Eto'o.

Il 9 agosto 2012, viene annunciato l'ingaggio del giovane centrocampista brasiliano del San Paolo Lucas. Il giocatore sarà a disposizione del club parigino a partire dal gennaio 2013.[11]Il 30 gennaio viene acquistato David Beckham. Quest'ultimo non percepirà lo stipendio per i 5 mesi che starà nel club parigino per devolverlo in beneficenza a un'associazione che si occupa di bambini in difficoltà. Il PSG viene eliminato ai quarti di finale della Champions League 2012-2013 dal Barcellona con un doppio pareggio per via della regola dei gol fuori casa, 2-2 a Parigi 1-1 a Barcellona.

Il 12 maggio 2013 il PSG vince il suo terzo titolo nazionale vincendo per 1-0 in trasferta contro il Lione con gol di Jérémy Ménez. Il 16 luglio 2013 viene acquistato dal Napoli Edinson Cavani per la cifra record di 64 milioni di euro, firmando un contratto quinquennale. Il PSG per il secondo anno consecutivo viene eliminato ai quarti di finale dalla Champions League, nell'edizione 2013-2014 viene eliminato dal Chelsea, che ribalta la sconfitta per 3-1 del match di andata vincendo per 2-0 al ritorno a Londra. I parigini bissano il successo in Ligue 1 dell'anno precedente, vincendo il 4º titolo nazionale della loro storia e con due giornate d'anticipo sulla fine del torneo.

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Il Parco dei Principi durante un match del PSG

Dal 1904, anno della fondazione, al 1974, il Paris FC disputò le proprie partite interne allo Stade Georges Lefèvre, situato a Saint-Germain-en-Laye. Inizialmente noto come Camp des Loges, mutò denominazione nel 1945, in memoria di un giocatore del PFC (appunto, Georges Lefèvre) morto al fronte durante la Seconda guerra mondiale. Tuttora lo stadio è in funzione, e ospita le partite delle selezioni minori del PSG.

Nella sua storia (specialmente nei primi anni Settanta) il Paris SG ha giocato alcune partite nello stadio Jean-Bouin di Parigi, in quello di Saint-Ouen e nello Stadio Olimpico Yves-du-Manoir di Colombes. Dal luglio 1974, mutato il nome della società in quello attuale, lo stadio principale è il Parco dei Principi (Parc des Princes). Inaugurato il 25 maggio 1972 dopo la ristrutturazione, fu utilizzato per la prima volta il 10 novembre 1973.

Fino al febbraio 1998, quando fu inaugurato nel sobborgo parigino di Saint-Denis il modernissimo Stade de France, il Parco dei Principi ha ospitato anche le gare della nazionale francese di rugby a 15. Del 1998 è pure la nuova colorazione dei seggiolini: non più gialli, rossi e blu, ma solo rossi e blu. Il Parco dei Principi ha una caratteristica rara nel mondo calcistico, infatti entrambe le curve dello stadio sono occupate da frange diverse di tifosi locali, spesso però non in ottimi rapporti tra loro. Pertanto i tifosi avversari occupano altri settori dello stadio.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Paris Saint Germain Football Club




Stagione Divisione CF CL SC Europa Spettatori Capocannoniere
Divisione Pos G V P S GF GS DR Pts Nome Goal
1970-71 D2 30 17 11 2 52 23 29 45 R64 3.019 Francia Jean-Claude Bras
Francia Michel Prost
10
1971-72 D1 16° 38 10 10 18 51 67 16 30 R64 10.030 Francia Jean-Claude Bras
Francia Michel Prost
12
1972-73 CN 30 17 8 5 67 28 39 42 R64 675 Francia Christian André 26
1973-74 D2 34 19 6 9 70 42 28 57 QF 4.087 Francia Jean-Pierre Dogliani 16
1974-75 D1 15° 38 12 12 14 57 65 8 37 SF 17.167 Rep. del Congo François M'Pelé 31
1975-76 D1 14° 38 13 11 14 63 60 3 39 QF 17.269 Rep. del Congo François M'Pelé 18
1976-77 D1 38 17 8 13 65 55 10 42 R16 22.410 Algeria Mustapha Dahleb 26
1977-78 D1 11° 38 14 8 16 75 66 9 36 R32 21.754 Argentina Carlos Bianchi 39
1978-79 D1 13° 38 14 8 16 59 66 7 36 R32 18.590 Argentina Carlos Bianchi 32
1979-80 D1 38 15 10 13 59 52 7 40 R32 21.361 Francia Jean-François Beltramini 14
1980-81 D1 38 17 12 9 62 50 12 46 R32 23.329 Francia Dominique Rocheteau 18
1981-82 D1 38 17 9 12 58 45 13 43 W 24.082 Francia Dominique Rocheteau 16
1982-83 D1 38 20 7 11 66 49 17 47 W Coppa delle Coppe QF 23.928 Paesi Bassi Kees Kist 17
1983-84 D1 38 18 11 9 56 37 19 47 R64 Coppa delle Coppe R2 23.840 Senegal Michel N'Gom 11
1984-85 D1 13° 38 13 7 18 58 73 15 33 RU Coppa UEFA R2 16.255 Francia Dominique Rocheteau 21
1985-86 D1 38 23 9 6 66 33 33 55 SF RU 24.572 Francia Dominique Rocheteau 20
1986-87 D1 38 14 13 11 35 33 2 41 R32 Coppa dei Campioni R1 19.775 Jugoslavia Vahid Halilhodžić 9
1987-88 D1 15° 38 12 10 16 36 45 9 34 R32 19.775 Senegal Oumar Sène 6
1988-89 D1 38 19 13 6 45 26 19 70 R16 17.319 Francia Daniel Xuereb 17
1989-90 D1 38 18 9 14 50 48 2 42 R64 Coppa UEFA R2 16.923 Jugoslavia Zlatko Vujović 11
1990-91 D1 38 13 12 13 40 42 2 38 R16 14.454 Jugoslavia Zlatko Vujović
Jugoslavia Safet Sušić
11
1991-92 D1 38 15 17 8 43 27 16 47 R32 26.606 Francia Christian Perez 13
1992-93 D1 38 20 11 7 61 29 32 51 W Coppa UEFA SF 26.704 Liberia George Weah 24
1993-94 D1 38 24 11 3 54 22 32 59 QF Coppa delle Coppe SF 28.370 Francia David Ginola 20
1994-95 D1 38 20 7 11 58 41 17 67 W W W UEFA Champions League SF 34.700 Liberia George Weah 18
1995-96 D1 38 19 11 8 65 36 29 68 R16 R32 Coppa delle Coppe W 37.353 Francia Youri Djorkaeff 20
Supercoppa UEFA RU
1996-97 D1 38 18 13 7 57 31 26 67 R16 R32 Coppa delle Coppe RU 35.582 Francia Patrice Loko 20
1997-98 D1 34 14 8 12 43 35 8 50 W W UEFA Champions League GS 36.713 Italia Marco Simone 22
1998-99 D1 34 10 9 15 34 35 1 39 R32 QF W Coppa delle Coppe R1 41.125 Italia Marco Simone 10
1999-00 D1 34 16 10 8 54 40 14 58 R16 RU 43.185 Brasile Christian 19
2000-01 D1 34 12 8 14 44 45 1 44 R32 R32 UEFA Champions League 2GS 42.759 Francia Laurent Robert 18
Coppa Intertoto W
2001-02 D1 34 15 13 6 43 24 19 58 QF SF Coppa UEFA R3 41.040 Brasile Ronaldinho 13
2002-03 L1 11° 38 14 12 12 47 36 11 54 RU R32 Coppa UEFA R3 38.481 Brasile Ronaldinho 12
2003-04 L1 38 22 10 6 50 28 22 76 W R32 RU 38.810 Portogallo Pauleta 23
2004-05 L1 38 12 15 11 40 41 1 51 R16 R16 UEFA Champions League GS 37.367 Portogallo Pauleta 19
2005-06 L1 38 13 13 12 44 38 6 52 W R16 RU 40.486 Portogallo Pauleta 29
2006-07 L1 15° 38 12 12 14 42 42 0 48 QF R16 Coppa UEFA R16 36.271 Portogallo Pauleta 24
2007-08 L1 16° 38 10 13 15 37 45 8 43 RU W 36,946 Portogallo Pauleta
Costa d'Avorio Amara Diané
15
2008-09 L1 38 19 7 12 49 38 11 47 R16 SF Coppa UEFA QF 40.902 Francia Guillaume Hoarau 20
2009-10 L1 13° 38 12 11 15 50 46 4 64 W R8 RU UEFA Europa League R16 33.022 Turchia Mevlüt Erdinç 19
2010-11 L1 38 15 15 8 56 41 15 60 RU SF UEFA Europa League R8 28.736 Francia Guillaume Hoarau
Brasile Nenê
20
2011-12 L1 38 23 10 5 75 41 34 79 QF R8 UEFA Europa League GS 41.779 Brasile Nenê 28
2012-13 L1 38 25 8 5 69 23 46 83 QF QF UEFA Champions League QF Svezia Zlatan Ibrahimović 35
2013-14 L1 38 27 8 3 84 23 61 89 R16 W W UEFA Champions League QF 45.306 Svezia Zlatan Ibrahimović 41

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 2 settembre 2014.[12]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Paris Saint-Germain Football Club 2014-2015.
N. Ruolo Giocatore
1 Francia P Nicolas Douchez
2 Brasile D Thiago Silva (capitano)
4 Francia C Yohan Cabaye
5 Brasile D Marquinhos
6 Francia D Zoumana Camara
7 Brasile C Lucas
8 Italia C Thiago Motta (vice-capitano)
9 Uruguay A Edinson Cavani
10 Svezia A Zlatan Ibrahimović
14 Francia C Blaise Matuidi
15 Francia A Jean-Christophe Bahebeck
N. Ruolo Giocatore 600px Blu scuro con fascia verticale bianco rossa.png
17 Brasile D Maxwell
19 Costa d'Avorio D Serge Aurier
20 Francia C Clément Chantôme
21 Francia D Lucas Digne
22 Argentina A Ezequiel Lavezzi
23 Paesi Bassi D Gregory van der Wiel
24 Italia C Marco Verratti
25 Francia C Adrien Rabiot
27 Argentina C Javier Pastore
30 Italia P Salvatore Sirigu
32 Brasile D David Luiz

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Paris Saint-Germain 2013.svg
Staff dell'area sportiva


Rose anni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione della divisa[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1970-1973
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1973-1981, 1994-2000, 2005-2006
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1981-1990
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2002-2005
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2009–2010
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2010–2011
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2011–2012
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2012-2013
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2013-2014
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2014-2015

[modifica | modifica wikitesto]

[modifica | modifica wikitesto]

Sponsor ufficiali
Fornitori tecnici


Giocatori celebri[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori del Paris Saint-Germain F.C..

Campioni del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Campioni d'Europa[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1985-1986, 1993-1994, 2012-2013, 2013-2014
1981-1982, 1982-1983, 1992-1993, 1994-1995, 1997-1998, 2003-2004, 2005-2006, 2009-2010
1994-1995, 1996-1997, 2007-2008, 2013-2014
1995, 1998, 2013, 2014

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1995-1996
2001

Altri trofei[modifica | modifica wikitesto]

1971
  • Championnat DH Paris: 1
1991
1980, 1981, 1984, 1986, 1989, 1992, 1993
2009
  • Torneo Internazionale di Troyes: 1
1980
  • Torneo Internazionale di Sedan: 1
1992
  • Trofeo Palma di Maiorca: 1
1982
  • Trofeo Ceramiche di Villareal: 1
2001

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Campionato Francese
Secondo posto: 1988-1989, 1992-1993, 1995-1996, 1996-1997, 1999-2000, 2003-2004, 2011-2012
  • Coppa di Francia
Finalista: 1984-1985, 2002-2003, 2007-2008, 2010-2011
  • Coppa di Lega francese
Finalista: 1999-2000
  • Supercoppa francese
Finalista: 1986, 2004, 2006, 2010
  • Coppa delle Coppe
Finalista: 1996-1997
  • Supercoppa UEFA
Finalista: 1996

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Allenatori del Paris Saint-Germain F.C..
Carlo Ancelotti, allenatore del club dal 2011 al 2013

Di seguito, la lista degli allenatori del Paris Saint-Germain dal 1970 ad oggi:

Paris Saint-Germain 2013.svg
Allenatori


Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Nasser Al-Khelaïfi, attuale presidente del club

Di seguito, la lista dei presidenti del Paris Saint-Germain dal 1970 ad oggi:

Paris Saint-Germain 2013.svg
Presidenti


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ André Boëda, Union Sportive Quevillaise «Un siècle de Football» 1902-2002, Editions Bertout, p. 166
  2. ^ France Football, n. 1657 del 10 gennaio 1978, La semaine qui fait vaciller Paris, articolo a pagina intera di Gérard Ernault, p. 6.
  3. ^ Lavezzi à Paris!, psg.fr. URL consultato il 9 agosto 2012.
  4. ^ Marco Verratti au Paris Saint-Germain, psg.fr. URL consultato il 18 luglio 2012.
  5. ^ Milan e la tentazione Psg 62 milioni per Ibra+Thiago, gazzetta.it, 11 luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  6. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 14 luglio 2012. URL consultato il 14 luglio 2012.
  7. ^ (FR) Thiago Silva au Paris Saint-Germain, psg.fr, 14 luglio 2012. URL consultato il 14 luglio 2012.
  8. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 18 luglio 2012. URL consultato il 18 luglio 2012.
  9. ^ (FR) Zlatan Ibrahimovic' 3 ans au PSG !, psg.fr, 18 luglio 2012. URL consultato il 18 luglio 2012.
  10. ^ Ibrahimovic è del Psg: per lui 14 milioni a stagione, Libero, 17 luglio 2012. URL consultato il 18 luglio 2012.
  11. ^ Lucas Moura au PSG en janvier 2013, psg.fr, 8 agosto 2012. URL consultato l'8 agosto 2012.
  12. ^ http://www.psg.fr/fr/News/300001/Effectif-Staff

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]