Claude Makélélé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claude Makélélé
Claude Makelele, staff PSG.JPG
Dati biografici
Nome Claude Makélélé Sindà
Nazionalità Francia Francia
Altezza 170 cm
Peso 66 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Bastia Bastia
Ritirato 29 maggio 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
1989-1992 Brest Brest
Squadre di club1
1992-1997 Nantes Nantes 169 (9)
1997-1998 O. Marsiglia O. Marsiglia 32 (2)
1998-2000 Celta Vigo Celta Vigo 70 (3)
2000-2003 Real Madrid Real Madrid 93 (0)
2003-2008 Chelsea Chelsea 144 (2)
2008-2011 Paris SG Paris SG 98 (1)
Nazionale
1995-2008 Francia Francia 71 (0)
Carriera da allenatore
2011-2014 Paris SG Paris SG Assistente
2014- Bastia Bastia
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Germania 2006
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Spagna 1996
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 dicembre 2011

Claude Makélélé (Kinshasa, 18 febbraio 1973) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore francese, di ruolo mediano, tecnico del Bastia.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Mediano, era ritenuto tra i più forti in questo ruolo, pedina fondamentale nel centrocampo delle squadre in cui ha giocato.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Alex e Makélélé, ex compagni nel Chelsea

Nato nell'odierna Repubblica Democratica del Congo, in lingua lingala il suo nome significa "rumoroso"[2]. Nel 1977, all'età di 4 anni, si trasferì con la famiglia nel sobborgo parigino di Savigny-le-Temple. Suo padre André-Joseph ha giocato nella Nazionale del suo paese e nel campionato di calcio belga.

A 16 anni si stabilì a Brest, dove iniziò a giocare in una scuola calcio. Entrato a far parte del locale club calcistico, nel 1992 fu ingaggiato dal Nantes, dove restò fino al 1997. Con i francesi conquistò il campionato francese 1994-1995. Di lì a poco iniziò a giocare in Nazionale e nel 1997 passò all'Olympique Marsiglia, con cui disputò la stagione 1997-1998.

Trasferitosi al club spagnolo del Celta Vigo, vi rimase per due stagioni. Nel 2000 fu acquistato dal Real Madrid. Con i madrileni vinse per due volte la Liga, una UEFA Champions League, una Supercoppa di Spagna, una Supercoppa Europea e una Coppa Intercontinentale. Nel 2003 passò al Chelsea guidato da Claudio Ranieri per una cifra vicina ai 17 milioni di sterline. Con il club inglese ha vinto la Premier League, la Supercoppa e la Coppa di Lega nel 2005, replicando il successo in campionato nel 2006. Nel 2007 ha vinto un'altra Coppa di Lega.

Nel 2003 Makélélé e il Real Madrid dovettero affrontare la spinosa questione del rinnovo del contratto. Da un lato Makélélé era ben felice di restare, chiedendo un ritocco dell'ingaggio; Florentino Pérez, però, considerò Makélélé un giocatore non indispensabile e decise di non esaudire le sue richieste. I compagni di squadra di Makélélé, compresi il capitano Fernando Hierro e Zinédine Zidane, espressero tutta la loro solidarietà al giocatore francese, consci della sua importanza tattica. In effetti Makélélé fu uno degli artefici principali delle vittorie del Real Madrid, squadra al tempo formata da grandi talenti ma con poca attitudine difensiva. Makélélé fu per molto tempo la diga madridista in mezzo al campo, capace di conferire alla squadra quell'equilibrio che è visibilmente venuto a mancare dopo la sua cessione al Chelsea.

Makélélé con la maglia del Paris Saint-Germain nel 2010

Il 21 luglio 2008 viene ceduto a titolo gratuito al Paris Saint-Germain, dove diventa capitano.[3] Con i parigini segna il suo primo e unico gol il 16 dicembre 2009 nel pareggio per 1-1 contro il Lens. Finita la stagione calcistica 2010-2011 annuncia il proprio ritiro.[4] La sua ultima partita giocata è stata Saint-Étienne-PSG 1-1 del 29 maggio.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Pur essendo originario della Repubblica Democratica del Congo, ha deciso di giocare per la Nazionale francese, con la quale ha collezionato 71 presenze, prendendo parte ai Giochi olimpici del 1996, agli Europei under 21 del 1996, agli Europei del 2004 e del 2008 e ai Mondiali del 2002 e del 2006. Ha annunciato il suo ritiro dal calcio internazionale dopo la sconfitta per 2-0 contro l'Italia, ultima partita della Francia a Euro 2008.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro è stato consulente, osservatore e ambasciatore del club parigino[5] fino al 30 dicembre 2011, quando diventa assistente tecnico del nuovo allenatore Carlo Ancelotti[6].

Il 24 maggio 2014 viene nominato nuovo allenatore del Bastia.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Nantes: 1994-1995
Real Madrid: 2000-2001, 2002-2003
Real Madrid: 2001, 2003
Chelsea: 2004-2005, 2005-2006
Chelsea: 2004-2005, 2006-2007
Chelsea: 2006-2007
Chelsea: 2005
Paris SG: 2009-2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Real Madrid: 2001-2002
Real Madrid: 2002
Real Madrid: 2002

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La posizione alla Makelele, UEFA.com. URL consultato il 19 settembre 2012.
  2. ^ Chumvi Mtembezi, Swahili Stars, 2002. URL consultato il 30 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2004). [collegamento interrotto]
  3. ^ (FR) Claude Makelele présenté à la presse, psg.fr, 21 luglio 2008.
  4. ^ (FR) Ligue 1: le capitaine du PSG "Papy Claude" Makelele tire sa révérence, 27 maggio 2008.
  5. ^ PSG, Makelele farà l'osservatore, 11 giugno 2011.
  6. ^ Ancelotti ha firmato: Voglio portare Psg tra le grandi d'Europa, lapresse.it, 30 dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95343876