Djibril Cissé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Djibril Cissé
Djibril Cissé in Moscow.jpg
Djibril Cissé con la maglia dell'Olympique Marsiglia
Dati biografici
Nome Djibril Aruun Cissé
Nazionalità Francia Francia
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Bastia Bastia
Carriera
Giovanili
1989-1996
1996
1996-1998
Arles-Avignon Arles-Avignon
Nimes Nîmes
Auxerre Auxerre
Squadre di club1
1998-2004 Auxerre Auxerre 128 (70)
2004-2006 Liverpool Liverpool 49 (13)
2006-2008 O. Marsiglia O. Marsiglia 58 (24)
2008-2009 Sunderland Sunderland 35 (10)
2009-2011 Panathinaikos Panathinaikos 61 (47)
2011-2012 Lazio Lazio 18 (1)
2012-2013 QPR QPR 26 (9)
2013 Al-Gharafa Al-Gharafa 9 (1)
2013-2014 Kuban' Kuban' 15 (4)
2014- Bastia Bastia 11 (2)
Nazionale
1997



1998-2002
2002-2011
Francia Francia U-16
Francia Francia U-17
Francia Francia U-19
Francia Francia U-20
Francia Francia U-21
Francia Francia
13 (5)
2 (1)
5 (1)
5 (6)
4 (6)
41 (9)
Transparent.png Confederations Cup
Oro Francia 2003
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 febbraio 2014

Djibril Cissé (Arles, 12 agosto 1981) è un calciatore francese di origine ivoriana, attaccante del Bastia.

Dal 2005 è Lord of the Manor di Frodsham.[1] Cissé inizia a giocare a calcio nella squadra della sua città natale prima di passare alle giovanili del Nîmes e quelle dell'Auxerre, nella quale viene promosso in prima squadra nel 1998. Con l'Auxerre vince una Coppa di Francia e totalizza 90 gol in 166 apparizioni. Nel 2004 passa al Liverpool, dove rimane per due stagioni vincendo la Champions League e la Supercoppa UEFA nel 2005 e la FA Cup nel 2006. Termina la sua esperienza con i Reds collezionando 79 presenze e 24 marcature prima di passare in prestito all'Olympique Marsiglia: dopo la prima stagione i francesi decidono di acquistare definitivamente Cissé che veste la divisa dei Marseillais per un'altra stagione. Ceduto in prestito al Sunderland, dal 2009 veste le maglie di Panathinaikos, Lazio, QPR, Al-Gharafa e Kuban' con alterne fortune, conquistando due titoli marcatori (2009 e 2010), un double e il titolo di miglior straniero dell'anno (2010) in Grecia.

È l'unico giocatore ad essere stato capocannoniere sia della Division 1 sia della Ligue 1.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cissé è nato nella città provenzale di Arles da Mangué (1945-2009), ex calciatore della Nazionale ivoriana, e Karidjata Cissé, ultimo di sette figli[2]; i suoi genitori si erano trasferiti dalla Costa d'Avorio in Francia nel 1974.[3]

Dopo essersi trasferito al Liverpool, Cissé acquistò una casa a Frodsham, nel Cheshire, e ottenne così il titolo di Lord of the Manor di Frodsham nel 2005.[4] Poco dopo l'acquisto della casa, è stato criticato dalla stampa inglese per aver rifiutato di concedere il permesso al Cheshire Forest Hunt per la caccia alla volpe sul suo possedimento.[5] Nel giugno 2005 ha sposato Jude Littler, parrucchiera gallese di Anglesey. Il matrimonio ha avuto luogo nel Castello di Bodelwyddan, con ospiti come Shaun Wright-Phillips e alcuni compagni di squadra di Djibril della Nazionale francese, Louis Saha e Sylvain Wiltord.[6] Cissé ha indossato in tale occasione un abito rosso in onore della squadra dove giocava, il Liverpool.[6] Ad ottobre 2005, la coppia ha annunciato l'attesa del loro primo bambino.[7]

Ha avuto tre figli da Jude: Cassius Clay (nato il 6 marzo 2006), Prince Kobe (nato il 26 luglio del 2008) e Marley Jackson (nato il 20 febbraio 2010).[7] Cissé aveva avuto in precedenza una bambina di nome Ilona, nata nel 2001. Anche sua moglie Jude ha un figlio, Liam, da una precedente relazione.[8] Nel 2005 aggredisce un quindicenne.[9] Nel 2006 aggredisce la moglie incinta.[10] Il 1º aprile del 2009 viene arrestato con l'accusa d'aver aggredito una donna appena fuori da un locale di lap dance a Newcastle credendo di essere nel locale The Diamonds in Grey Street. In seguito è stato rilasciato dalla polizia su cauzione.[11]

Appare nel film Taxxi 4 interpretando se stesso.[12][13]

Nel gennaio 2013 ha lanciato sul mercato la sua fragranza etichettata da Lenoir.[14]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Cisse è un attaccante potente e forte fisicamente,[15] dotato di buona tecnica e grande potenza di tiro nonché una buona precisione.[15] Possiede inoltre un ottimo senso del gol.[15] Può giocare come ala su entrambe le fasce.

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori stilata da Don Balón.[16]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi: Auxerre[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la sua carriera nell'Arles-Avignon nel 1989, a 8 anni, rimanendo nelle giovanili della società fino al 1996, quando si trasferisce per un periodo di sei mesi al Nîmes. A 15 anni firma per l'Auxerre[17]. Con le giovanili nel 1999 vince la Coupe Gambardella, l'equivalente della FA Youth Cup.[18] società con la quale esordisce a 17 anni in Division 1 nella partita Auxerre-Paris Saint-Germain del 20 marzo 1999, subentrando nel secondo tempo a Thomas Deniaud.[19]

Nella stagione seguente Cissé gioca pochi incontri divenendo stabilmente titolare durante l'annata 2000-2001. Alla seconda giornata di campionato, entrato da pochi minuti al posto di Teemu Tainio, realizza la sua prima rete in campionato contro il Metz siglando il 2-1 decisivo al 90'.[20] Il 3 marzo 2001 risulta decisivo nell'incontro sul Monaco, mettendo a segno l'1-0 che consente all'Auxerre di battere i monegaschi.[21] In questa stagione esordisce nelle competizioni calcistiche europee giocando l'Intertoto: debutta il primo luglio del 2000 contro lo Stabæk (0-2), segnando un gol in quattro incontri. Al termine della stagione conta 15 gol tra campionato, coppa di Francia e coppa di lega su 35 presenze.

Il 27 luglio del 2001 apre il campionato realizzando quattro reti ai danni del Rennes (0-5).[22] Durante il torneo sigla l'1-0 al Lorient,[23] lo 0-1 al Bastia[24] e mette a segno due doppiette contro Sedan (3-3)[25] e Rennes (2-3)[26] terminando l'annata con 22 reti in 29 incontri di Division 1 che gli valgono il titolo di capocannoniere del torneo.

Nella stagione 2002-2003 si sblocca al secondo turno di campionato contro il Montpellier (2-0).[27] È decisivo contro Bordeaux (1-0),[28] LOSC Lille (2-2, doppietta),[29] Guingamp (0-2, doppietta),[30] e, nuovamente, Bordeaux (0-1).[31] In Europa gioca in UEFA Champions League: il 13 agosto esordisce contro i portoghesi del Boavista realizzando la rete decisiva (0-1).[32] Cissé salta tutta la fase a gironi del gruppo A (comprendente Arsenal, Borussia Dortmund e PSV) giocando solamente la partita vinta dai francesi contro il Borussia Dortmund (1-0).[33] L'Auxerre, giunto terzo alle spalle di Arsenal e Borussia Dortmund, retrocede in Coppa UEFA dove incontra ed elimina il Real Betis (2-1) prima di farsi escludere dal Liverpool (3-0): nel doppio confronto con gli inglesi Cissé gioca solo la partita di ritorno ad Anfield, incontro perso 2-0.[34] L'Auxerre conquista la Coupe de France 2002-2003 dopo aver eliminato Caen (1-2), Orne 1919 Amnéville-les-Thermes (0-3), Bourg-Péronnas (1-3), Angoulême (0-0, 2-4 ai rigori), Rennes (2-1) e in finale il PSG (2-1): Cissé realizza sei reti nella competizione incluse la doppietta contro il Rennes e la rete del parziale 1-1 nella finale di Saint-Denis. Conclude l'annata con 45 partite e 21 reti.

Nel campionato del 2004 si sblocca alla quinta giornata contro il Rennes (2-1),[35] realizzando altre reti importanti contro Bastia (4-1, doppietta),[36] LOSC Lille (3-0, tripletta),[37] Guingamp (3-0, doppietta),[38] Sochaux (3-2, doppietta),[39] Bordeaux (5-0, doppietta),[40] Tolosa (3-2, doppietta)[41] e Nantes (2-0, doppietta).[42] Gioca la Coppa UEFA 2003-2004 realizzando due reti contro l'Utrecht (4-0) il 27 novembre.[43] Termina la sua sesta e ultima stagione con l'Auxerre, che è anche la sua migliore, in termini realizzativi, della carriera, totalizzando 30 marcature in 53 partite.

A fine stagione conquista il suo secondo titolo di cannoniere della Ligue 1 con 26 reti e arriva al terzo posto per la Scarpa d'oro 2004. Chiude la sua avventura nell'Auxerre con 90 gol, grazie alle quali Cissé risulta essere il secondo miglior marcatore della storia del club,[44] in 169 incontri.

Liverpool[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 passa al Liverpool per 14 milioni di sterline[45], fortemente voluto da Gérard Houllier.[46] Segna all'esordio nella prima giornata di Premier League contro il Tottenham (1-1).[47] Il 30 ottobre 2004 gli viene provocata una doppia frattura (tibia e perone) della gamba sinistra in uno scontro con il difensore James McEveley[48] nella gara con il Blackburn Rovers, pareggiata 2-2.[49] Cissè ha rilevato in seguito che se non fosse stato per il pronto intervento dello staff presente allo stadio avrebbe rischiato di perdere la parte della gamba al di sotto del ginocchio.[50] Gli furono inseriti dei chiodi nella gamba e sembrava dovesse saltare tutta la stagione 2004-2005.[51][52] Nonostante ciò ritorna in campo il 13 aprile del 2005, nei quarti di Champions League contro la Juventus (0-0),[53] sostituendo Milan Baroš. Il 15 maggio realizza una doppietta ai danni dell'Aston Villa (2-1)[54], sua prima partita da titolare da quando è rientrato in campo dopo l'infortunio. Nella sua prima stagione in Inghilterra segna 4 gol in 16 partite di campionato. Con i Reds conquista la Champions League 2004-2005 e la Supercoppa UEFA, sempre nel 2005. Gioca la prima partita di Champions il 10 agosto contro il Grazer AK (2-0).[55] Il 15 settembre sigla una marcatura al Monaco (2-0)[56] e nella finale di Champions contro il Milan, Cissé subentra a fine secondo tempo e sarà uno dei rigoristi che segnando regalano il successo agli inglesi.

Nella Supercoppa si rende protagonista nella vittoria sul CSKA Mosca (3-1) grazie ad una doppietta e ad un assist per la terza segnatura di Luis García.

Dopo aver vinto la Supercoppa Cissé s'impegna in Champions League dove segna sia all'andata (1-3)[57] sia al ritorno (2-0)[58] contro i lituani del FBK Kaunas. Il 10 agosto gioca e segna contro il CSKA Sofia (1-3)[59] venendo bersagliato dagli insulti razzisti da parte dei tifosi bulgari.[60] La UEFA punisce la società bulgara con un'ammenda di 19.500 euro.[61]

Cissé in azione con la maglia dell'Olympique Marsiglia.

Il 24 settembre Cissè realizza la sua prima rete stagionale segnando contro il Birmingham City (2-2).[62] Il 15 ottobre sigla un gol decisivo contro il Blackburn Rovers (1-0)[63] e quattro giorni dopo firma l'1-0 contro l'Anderlecht in Champions League.[64] Il 26 aprile mette a segno una doppietta ai danni del West Ham (1-2).[65] A fine stagione vince la FA Cup con i Reds: il Liverpool elimina Luton Town (3-5), Portsmouth (1-2), Manchester United (1-0), Birmingham City (0-7, Cissé realizza un gol[66]), Chelsea (1-2) e il West Ham in finale (Cissé realizza il parziale 1-2 del 3-3 finale, il Liverpool s'impone ai rigori 3-1[67]).

Conclude la sua esperienza a Liverpool con 24 gol in 79 incontri.

Olympique Marsiglia e Sunderland[modifica | modifica sorgente]

Passa in prestito al Olympique Marsiglia. Esordisce il 9 dicembre 2006 contro il Monaco (2-1) entrando nella seconda frazione di gioco al posto di Toifilou Maoulida.[68] Alla prima partita da titolare si sblocca andando in rete contro il Saint-Étienne (2-1).[69] Nella prima stagione realizza 8 reti in 21 presenze.

La società transalpina lo acquista definitivamente nella il 7 luglio del 2007 per la cifra di 8 milioni.[70]

Alla quarta giornata Cissé firma la sua prima rete stagionale contro il Nancy (2-2),[71] segnando altre reti contro Valenciennes (3-1, doppietta),[72] Caen (6-1, tripletta)[73] e Strasburgo (4-3, doppietta).[74] Mette a segno un gol in Champions contro il Beşiktaş (2-0)[75] e due reti in Coppa UEFA contro lo Zenit (3-1).[76]

Dal suo arrivo sulle coste del Mediterraneo, Cissé ha ritrovato continuità giocando a fianco dell'attaccante Mamadou Niang, formando una coppia da 34 gol, la migliore della Ligue 1.

Cissé realizza 22 reti in 50 incontri, segnando in cinque competizioni diverse (campionato, coppa di Francia, coppa di lega, Champions League e Coppa UEFA).

Inizia la stagione 2008-2009 con la divisa dell'OM, giocando i primi due incontri di campionato e una sfida di Champions League contro il Brann (0-1)[77] prima di trasferirsi in prestito in Inghilterra.

Il 20 agosto 2008 il Marsiglia cede Cissé in prestito alla squadra inglese del Sunderland.[78] All'esordio con il Sunderland realizza la sua prima rete nella sfida contro il Tottenham (1-2).[79] Il 3 gennaio 2009 firma la sua unica marcatura stagionale in FA Cup contro il Bolton (2-1)[80] e il 18 aprile realizza l'1-0 contro l'Hull City.[81] Il 24 maggio il Sunderland conferma che non verrà rinnovato il contratto a Cissé, che deve fare ritorno a Marsiglia.[82]

Panathinaikos[modifica | modifica sorgente]

Cissé veste la casacca del Kuban' nel 2013.

Il 25 giugno 2009 viene prelevato dal Panathinaikos, firmando un contratto quadriennale.[83] Il costo della trattativa è stimato attorno agli 8 milioni, il prezzo sale a 20 milioni considerando i vari bonus.[84]

Cissé mette a segno la prima rete greca all'esordio contro l'Ergotelis (0-3)[85], realizzando doppiette contro Larissa (4-0),[86] Panionios (2-1),[87] PAS Giannina (4-0),[88] Ergotelis (4-1),[89] Skoda Xanthi (1-2),[90] Larissa (0-3)[91] e Panionios (0-2).[92] Gioca la Champions League, andando a segno in UEFA Europa League contro Dinamo Bucarest (3-0, doppietta)[93] e Roma (2-3, doppietta).[94] Il Panathinaikos vince il campionato e la Coppa di Grecia, vinta dopo aver estromesso Eordaikos (0-3), Pierikos (2-1), Kallithea (2-0), PAS Giannina (3-1 nel doppio confronto, Cissé firma la sua unica rete nel torneo all'andata[95]) e in finale l'Aris Salonicco (0-1).

A fine stagione è capocannoniere del campionato greco con 23 reti in 29 incontri.

Apre la stagione seguente segnando la rete decisiva contro l'Aris Salonicco (0-1)[96] alla quale si aggiungono le diverse doppiette segnate contro AO Kavala (2-2),[97] Ergotelis (1-4),[98] Olympiakos (2-1),[99] Iraklis (4-2),[100] Kerkyra (0-2),[101] AO Kavala (4-2)[102] e AEK Atene (0-2).[103]

Il 19 febbraio 2011 l'Olympiakos sconfigge 2-1 il Panathinaikos:[104] dopo l'incontro Cissé dichiara di non voler più giocare in Grecia a causa degli arbitri.[105]

È di nuovo capocannoniere del campionato con 20 reti; a cui si aggiungono altre 4 realizzate nei play-off per l'accesso in Champions League. Gioca in Champions League senza andare a segno durante la competizione. Termina la sua esperienza in Grecia con 89 incontri e 55 gol, tra cui sedici doppiette.

Lazio, QPR, Al-Gharafa, Kuban' e Bastia[modifica | modifica sorgente]

Il 12 luglio 2011 viene acquistato a titolo definitivo dalla Lazio per 5,8 milioni[106][107], con cui firma un contratto quadriennale.[108][109]

Segna due reti il 18 agosto 2011, all'esordio con la maglia biancoceleste, nella partita di andata di Europa League contro il Rabotnički, terminata 6-0 per le Aquile.[110]

Il 9 settembre 2011, prima giornata del campionato di Serie A, segna il suo primo gol nel massimo campionato italiano nella partita fuori casa contro i campioni in carica del Milan (2-2).[111] A questa rete segue tuttavia un lungo periodo senza riuscire ad andare a segno in campionato, che si prolunga fino alla fine del 2011[112]. Segna il suo secondo e ultimo gol in Italia con la maglia biancoceleste di nuovo contro il Milan, questa volta nella sconfitta esterna per 3-1 in Coppa Italia.[113] Nei sei mesi a Roma viene spesso relegato al ruolo di esterno sinistro offensivo del 4-2-3-1 per lasciare spazio a Klose, ruolo non consono alle sue caratteristiche finalizzative. La poco felice esperienza in Italia si conclude il 31 gennaio 2012, quando torna in Premier League, firmando un contratto di due anni e mezzo con il Queens Park Rangers.[114] Il giorno successivo, nell'esordio con la nuova maglia, sigla la rete del vantaggio sul campo dell'Aston Villa dopo soli 12 minuti.[115] Il 4 febbraio si rende protagonista in negativo nella sfida contro il Wolverhampton (1-2):[116] al 34' Cissé afferra per la gola l'avversario Roger Johnson venendo squalificato per le successive tre giornate di campionato.[117] Ritornato dalla squalifica sigla un gol nella vittoria per 3-2 contro il Liverpool,[118] realizza il gol della bandiera nel 6-1 subito dal Chelsea[119] e firma la rete che decide l'incontro tra QPR e Stoke City (1-0).[120] Al termine della stagione totalizza 6 marcature in 8 presenze, aiutando i londinesi a salvarsi dalla retrocessione.

Nella sua seconda annata a Londra si sblocca alla decima giornata contro il Reading (1-1).[121] Gioca anche la FA Cup e la coppa di lega ma l'esperienza del QPR nelle due competizioni è breve (Cissé segna in coppa di lega contro il Reading[122]). Nel gennaio del 2013, dopo 21 presenze e 4 reti, la squadra inglese lo cede in prestito ai qatarioti dell'Al-Gharafa. Realizza una sola rete in campionato contro l'Al-Arabi (1-1),[123] siglando quattro reti nell'AFC Champions League, inclusa una doppietta al Sepahan (3-1).[124]

Il 28 giugno successivo, terminato il prestito, rescinde il contratto che lo legava al QPR.[125][126]

Il 4 luglio 2013 firma un contratto di un anno con opzione per il secondo con il Kuban', club russo militante in prima divisione.[127] Il 25 agosto Cissé sigla una doppietta contro l'Ural' (3-2)[128]. Gioca l'UEFA Europa League segnando al 93' su rigore l'1-1 della partita tra Kuban' e Swansea City.[129]

Il 31 dicembre 2013, dopo aver rescisso il contratto con il Kuban', firma un contratto con il Bastia della durata di diciotto mesi.[130]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate 2001 segna 6 gol nel Campionato mondiale Under-20, nel quale la Nazionale francese arriva ai quarti di finale.

Nel 2002, con la Nazionale Under-21, arriva alla finale dell'Europeo di categoria, e subito dopo gioca tre spezzoni di partita del campionato del mondo 2002, nel quale la Francia si ferma al primo turno.

Ha esordito in Nazionale maggiore il 18 maggio 2002.

Cissé subisce un secondo infortunio: convocato per il campionato del mondo 2006, durante un'amichevole contro la Cina disputata alla vigilia della partenza della Francia per la Germania, in uno scontro di gioco con il capitano cinese Zheng Zhi, viene sbilanciato e cade al suolo rompendosi la tibia e il perone, questa volta della gamba destra. Si vede così costretto a rinunciare alla rassegna mondiale, ed al suo posto viene chiamato Sidney Govou.

È stato inserito dal CT Raymond Domenech nella lista dei pre-convocati per l'Europeo di Austria e Svizzera 2008 per poi essere escluso dalla lista ufficiale; due anni più tardi il tecnico francese lo convoca per il Mondiale sudafricano, dopo la stagione in Grecia.

Torna a far parte della selezione francese in occasione del il doppio impegno contro Bosnia ed Albania valevole per le qualificazioni all'Europeo di Polonia ed Ucraina 2012, il 7 e l'11 ottobre 2011. Viene fatto scendere in campo dal CT transalpino Laurent Blanc in occasione della partita contro l'Albania conclusasi 3-0 in favore dei Galletti.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Cronologia presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 7 febbraio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1998-1999 Francia Auxerre D1 1 0 CF+CdL 0+0 0+0 - - - - - - 1 0
1999-2000 D1 2 0 CF+CdL 0+1 0+0 - - - - - - 3 0
2000-2001 D1 25 8 CF+CdL 4+2 5+1 Int 4 1 - - - 35 15
2001-2002 D1 29 22 CF+CdL 1+2 0+2 - - - - - - 32 24
2002-2003 L1 33 14 CF+CdL 6+0 6+0 UCL+CU 3+3 1+0 - - - 45 21
2003-2004 L1 38 26 CF+CdL 3+4 1+1 CU 7 2 SF 1 0 53 30
Totale Auxerre 128 70 23 16 17 4 1 0 169 90
2004-2005 Inghilterra Liverpool PL 16 4 FACup+CdL 0+0 0+0 UCL 9 1 - - - 25 5
2005-2006 PL 33 9 FACup+CdL 6+0 2+0 UCL 13 6 SU+Cmc 1+1 2+0 54 19
Totale Liverpool 49 13 6 2 22 7 2 2 79 24
2006-2007 Francia Olympique Marsiglia L1 21 8 CF+CdL 4+0 7+0 - - - - - - 25 15
2007-2008 L1 35 16 CF+CdL 3+2 2+1 UCL+CU 6+4 1+2 - - - 50 22
ago. 2008 L1 2 0 CF+CdL 0+0 0+0 UCL 1 0 - - - 3 0
Totale Olympique Marsiglia 58 24 9 10 11 3 - - 78 37
ago. 2008-2009 Inghilterra Sunderland PL 35 10 FACup+CdL 1+2 1+0 - - - - - - 38 11
2009-2010 Grecia Panathinaikos SL 28 23 CG 6 1 UCL+UEL 4+8 0+5 - - - 46 29
2010-2011 SL 27+6 20+4 CG 4 2 UCL 6 0 - - - 43 26
Totale Panathinaikos 61 47 10 3 18 5 - - 89 55
2011-gen. 2012 Italia Lazio A 18 1 CI 2 1 UEL 7 3 - - - 27 5
gen.-giu. 2012 Inghilterra QPR PL 8 6 FACup+CdL 0+0 0+0 - - - - - - 8 6
2012-gen. 2013 PL 18 3 FACup+CdL 1+2 0+1 - - - - - - 21 4
Totale QPR 26 9 3 1 - - - - 29 10
gen.-giu. 2013 Qatar Al-Gharafa QL 9 1 SJC 1 0 ACL 8 4 - - - 18 5
2013-gen. 2014 Russia Kuban' Krasnodar PL 15 4 CR 0 0 UEL 10 1 - - - 25 5
gen.-giu. 2014 Francia Bastia L1 11 2 CF+CdL 0+0 0+0 - - - - - - 11 2
Totale carriera 401 181 57 34 93 27 3 2 554 244

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Auxerre: 2002-2003
Liverpool: 2005-2006
Panathinaikos: 2009-2010
Panathinaikos: 2009-2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Liverpool: 2004-2005
Liverpool: 2005

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Frodsham History, Main Street Community Church, Frodsham. URL consultato il 12 gennaio 2009.
  2. ^ (EN) Djibril's life, Sportstar. URL consultato il 14 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2010).
  3. ^ (EN) Djibril's life, hinduonnet.com. (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2010).
  4. ^ (EN) A Brief History of Frodsham, mscch.org. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  5. ^ (EN) Ian Herbert, Football's lord of the manor bans hunting on his nine acres, The Independant., 19 maggio 2005. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  6. ^ a b (EN) Jude is latest footballer's wife, BBC, 18 giugno 2005. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  7. ^ a b (EN) Djibril Cissé, Internet Movie Database. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  8. ^ (EN) Baby joy for Djibril Cissé, Liverpool Echo, 28 luglio 2008. URL consultato il 12 ottobre 2008.
  9. ^ (EN) Star Cisse admits assaulting wife, BBC News, 27 gennaio 2006.
  10. ^ (EN) Cisse cautioned for assault in The Guardian (London), 27 gennaio 2006.
  11. ^ (EN) Striker in lap-dancing bar arrest, BBC, 1º aprile 2009. URL consultato il 19 aprile 2009.
  12. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 28 (2011-2012), Panini, 11 novembre 2012, p. 77.
  13. ^ (EN) Taxi 4, The Internet Movie Database. URL consultato il 19 aprile 2009.
  14. ^ (EN) Djibril Cissé launches his own fragrance, inside World Soccer, 9 gennaio 2013.
  15. ^ a b c Calciomercato Lazio: Cissé quasi biancoceleste
  16. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  17. ^ (EN) Djibril Cissé, ESPNsoccernet. URL consultato il 14 settembre 2008.
  18. ^ (EN) Giles, The Premiership Summer of 2004 Top 10 (1 to 5), Sports Interactive, 9 agosto 2004. URL consultato il 6 ottobre 2008. [collegamento interrotto]
  19. ^ Auxerre 0-1 PSG, Transfermarkt.it, 20 marzo 1999. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  20. ^ Metz 1-2 Auxerre, Transfermarkt.it, 5 agosto 2000. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  21. ^ Auxerre 1-0 Monaco, Transfermarkt.it, 3 marzo 2001. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  22. ^ Rennes 0-5 Auxerre, Transfermarkt.it, 27 luglio 2001. URL consultato il 29 settembre 2013.
  23. ^ Lorient 0-1 Auxerre, Transfermarkt.it, 12 agosto 2001. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  24. ^ Auxerre 1-0 Bastia, Transfermarkt.it, 30 gennaio 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  25. ^ Sedan 3-3 Auxerre, Transfermarkt.it, 21 aprile 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  26. ^ Auxerre 2-3 Rennes, Transfermarkt.it, 4 maggio 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  27. ^ Auxerre 2-0 Montpellier, Transfermarkt.it, 8 agosto 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  28. ^ Auxerre 1-0 Bordeaux, Transfermarkt.it, 1º dicembre 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  29. ^ LOSC Lilla 2-2 Auxerre, Transfermarkt.it, 4 dicembre 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  30. ^ EA Guingamp 0-2 Auxerre, Transfermarkt.it, 15 gennaio 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  31. ^ Bordeaux 0-1 Auxerre, Transfermarkt.it, 3 maggio 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  32. ^ Advantage Auxerre as Cissé strikes, UEFA.com, 14 agosto 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  33. ^ Mwaruwari magic lifts Auxerre, UEFA.com, 12 novembre 2002. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  34. ^ Owen strike sets up Celtic clash, UEFA.com, 28 febbraio 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  35. ^ Auxerre 2-1 Rennes, Transfermarkt.it, 30 agosto 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  36. ^ Auxerre 4-1 Bastia, Transfermarkt.it, 20 settembre 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  37. ^ Auxerre 3-0 LOSC Lilla, Transfermarkt.it, 4 ottobre 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  38. ^ Auxerre 3-0 Guingamp, Transfermarkt.it, 9 novembre 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  39. ^ Sochaux 3-2 Auxerre, Transfermarkt.it, 30 novembre 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  40. ^ Auxerre 5-0 Bordeaux, Transfermarkt.it, 31 gennaio 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  41. ^ Auxerre 3-2 Tolosa, Transfermarkt.it, 28 marzo 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  42. ^ Auxerre 2-0 Nantes, Transfermarkt.it, 15 maggio 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  43. ^ Auxerre 4-0 Utrecht, UEFA.com, 27 novembre 2003. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  44. ^ Djibril Cissé, una storia infinita
  45. ^ (EN) Liverpool legare Cissé affare in BBC Sport, 26 maggio 2005. URL consultato il 14 settembre 2008.
  46. ^ (EN) Cisse on fast track to stardom, World Cup Japan Korea. URL consultato il 17 settembre 2008.
  47. ^ Tottenham 1-1 Liverpool, Transfermarkt.it, 14 agosto 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  48. ^ (EN) Phil Harlow, Cissé 'faces anxious injury wait', BBC Sport, 1º novembre 2004. URL consultato il 14 settembre 2008.
  49. ^ Blackburn 2-2 Liverpool, Transfermarkt.it, 31 ottobre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  50. ^ (EN) Cissé ‘could have lost leg’ after horror injury, Irish Examiner, 2 dicembre 2004. URL consultato il 14 settembre 2008.
  51. ^ (EN) Injury puts Cissé out for season, BBC Sport, 31 ottobre 2005. URL consultato il 14 settembre 2008.
  52. ^ (EN) Quick recovery expected for Cissé, BBC News, 8 giugno 2006. URL consultato il 9 giugno 2006.
  53. ^ Juventus 0-0 Liverpool, Transfermarkt.it, 13 aprile 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  54. ^ Liverpool 2-1 Aston Villa, Transfermarkt.it, 15 maggio 2005. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  55. ^ Grazer AC 0-2 Liverpool, Transfermarkt.it, 10 agosto 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  56. ^ Liverpool 2-0 Monaco, Transfermarkt.it, 15 settembre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  57. ^ FBK Kaunas 1-3 Liverpool, Transfermarkt.it, 26 luglio 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  58. ^ Liverpool 2-0 FBK Kaunas, Transfermarkt.it, 2 agosto 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  59. ^ CSKA Sofia 1-3 Liverpool, Transfermarkt.it, 10 agosto 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  60. ^ Sofia, cori razzisti contro Cissé Indagine Uefa contro il Cska in Il Corriere della Sera, 12 agosto 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  61. ^ Steaua get racism stadium ban as CSKA escape in ESPN, 10 settembre 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  62. ^ Birmingham City 2-2 Liverpool, Transfermarkt.it, 24 settembre 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  63. ^ Liverpool 1-0 Blackburn, Transfermarkt.it, 15 ottobre 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  64. ^ Anderlecht 0-1 Liverpool, Transfermarkt.it, 19 ottobre 2005. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  65. ^ West Ham 1-2 Liverpool, Transfermarkt.it, 26 aprile 2006. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  66. ^ Birmingham City 0-7 Liverpool, Transfermarkt.it, 21 marzo 2006. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  67. ^ Liverpool 6-4 c.d.r. West Ham, Transfermarkt.it, 13 maggio 2006. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  68. ^ Marsiglia 2-1 Monaco, Transfermarkt.it, 9 dicembre 2006. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  69. ^ Marsiglia 2-1 Saint-Etienne, Transfermarkt.it, 22 dicembre 2006. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  70. ^ (EN) Cissé seals switch to Marseille, BBC Sport, 7 luglio 2007. URL consultato il 15 settembre 2008.
  71. ^ Marsiglia 2-2 Nancy, Transfermarkt.it, 19 agosto 2007. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  72. ^ Marsiglia 3-1 Valenciennes, Transfermarkt.it, 19 gennaio 2008. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  73. ^ Marsiglia 6-1 Caen, Transfermarkt.it, 26 gennaio 2008. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  74. ^ Marsiglia 4-3 Strasburgo, Transfermarkt.it, 17 maggio 2008. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  75. ^ Marsiglia 2-0 Besiktas, Transfermarkt.it, 18 settembre 2007. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  76. ^ Marsiglia 3-1 Zenit, Transfermarkt.it, 6 marzo 2008. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  77. ^ Brann 0-1 Marsiglia, Transfermarkt.it, 13 agosto 2008. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  78. ^ Cissé completes Sunderland switch, BBC Sport, 21 agosto 2008. URL consultato il 15 settembre 2008.
  79. ^ Tottenham 1-2 Sunderland, Transfermarkt.it, 23 agosto 2008. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  80. ^ Sunderland 2-1 Bolton, Transfermarkt.it, 3 gennaio 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  81. ^ Sunderland 1-0 Hull City, Transfermarkt.it, 18 aprile 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  82. ^ (EN) Striker Cisse leaves Sunderland, BBC Sport, 25 maggio 2009. URL consultato il 27 maggio 2009.
  83. ^ (EN) Panathinaikos sign Cisse and Katsouranis, Reuters, 26 giugno 2009. URL consultato il 10 agosto 2009.
  84. ^ (EN) Cisse joins Panathinaikos in RTÉ Sport, 26 giugno 2009. URL consultato il 10 agosto 2009.
  85. ^ Ergotelis 0-3 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 22 agosto 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  86. ^ Panathinaikos 4-0 Larissa, Transfermarkt.it, 5 ottobre 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  87. ^ Panathinaikos 2-1 Panionios, Transfermarkt.it, 1º novembre 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  88. ^ Panathinaikos 4-0 PAS Giannina, Transfermarkt.it, 19 dicembre 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  89. ^ Panathinaikos 4-1 Ergotelis, Transfermarkt.it, 6 gennaio 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  90. ^ Skoda Xanthi 1-2 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 9 gennaio 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  91. ^ Larissa 0-3 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 7 febbraio 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  92. ^ Panionios 0-2 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 28 febbraio 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  93. ^ Panathinaikos 3-0 Dinamo Bucarest, Transfermarkt.it, 16 dicembre 2009. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  94. ^ Roma 2-3 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 25 febbraio 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  95. ^ Panathinaikos 3-1 PAS Giannina, Transfermarkt.it, 24 marzo 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  96. ^ Aris Salonicco 0-1 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 11 settembre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  97. ^ AO Kavala 2-2 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 18 settembre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  98. ^ Ergotelis 1-4 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 3 ottobre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  99. ^ Panathinaikos 2-1 Olympiacos, Transfermarkt.it, 30 ottobre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  100. ^ Panathinaikos 4-2 Iraklis, Transfermarkt.it, 20 novembre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  101. ^ Kerkyra 0-2 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 28 novembre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  102. ^ Panathinaikos 4-2 AO Kavala, Transfermarkt.it, 16 gennaio 2011. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  103. ^ AEK Atene 0-2 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 25 maggio 2011. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  104. ^ Olympiakos 2-1 Panathinaikos, Transfermarkt.it, 19 febbraio 2011. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  105. ^ (EN) Cissé ready to quit Greek soccer, ekathimerini.com, 21 febbraio 2011. URL consultato il 21 febbraio 2011.
  106. ^ (EN) Cissé signing adds to Lazio's attacking options, UEFA, 12 luglio 2011. URL consultato il 10 settembre 2011.
  107. ^ (EN) Cisse signs for Lazio, Stankevicius joy, ESPNsoccernet, 12 luglio 2011. URL consultato il 10 settembre 2011.
  108. ^ Djibril Cissè, la nuova punta della SS Lazio, Sito ufficiale della Lazio, 12 luglio 2011. URL consultato il 13 luglio 2011.
  109. ^ Cissé è della Lazio, UEFA, 12 luglio 2011. URL consultato il 13 luglio 2011.
  110. ^ Doppio Cissé, la Lazio ne fa 6. L'Europa League è una certezza, Gazzetta.it, 18 agosto 2011. URL consultato il 30 agosto 2011.
  111. ^ Milan 2-2 Lazio Legaseriea.it
  112. ^ Cissé: «Resto per dimostrare il mio valore» Iltempo.it
  113. ^ Coppa Italia: Milan 3-1 Lazio, soccerway.com. URL consultato il 1º maggio 2012.
  114. ^ EXCLUSIVE: R'S CLINCH CISSE COUP, qpr.co.uk
  115. ^ Aston Villa 2-2 QPR, soccerway.com. URL consultato il 1º maggio 2012.
  116. ^ QPR 1-2 Wolverhampton, Transfermarkt.it, 4 febbraio 2012. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  117. ^ (EN) Paul Doyle, Kevin Doyle gives Wolves victory after QPR's Djibril Cissé sees red in The Guardian (London), 4 febbraio 2012. URL consultato il 5 febbraio 2012.
  118. ^ QPR 3-2 Liverpool, Transfermarkt.it, 21 marzo 2012. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  119. ^ Chelsea 6-1 QPR, Transfermarkt.it, 29 aprile 2012. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  120. ^ QPR 1-0 Stoke City, Transfermarkt.it, 6 maggio 2012. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  121. ^ QPR 1-1 Reading, Transfermarkt.it, 4 novembre 2012. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  122. ^ QPR 2-3 Reading, Transfermarkt.it, 26 settembre 2012. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  123. ^ Al-Arabi 1-1 Al-Gharafa, Transfermarkt.it, 27 gennaio 2013. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  124. ^ Al-Gharafa 3-1 Sepahan, Transfermarkt.it, 13 marzo 2013. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  125. ^ (EN) Cisse departs, qpr.co.uk. URL consultato il 28 giugno 2013.
  126. ^ (EN) Djibril Cisse leaves Queens Park Rangers by mutual consent, BBC Sport, 28 giugno 2013. URL consultato il 30 giugno 2013.
  127. ^ (RU) СИССЕ СТАЛ ИГРОКОМ «КУБАНИ» in Fckuban.ru, 3 luglio 2013. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  128. ^ Kuban' 3-2 Ural', Transfermarkt.it, 25 agosto 2013. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  129. ^ Swansea 1-1 Kuban', Transfermarkt.it, 24 ottobre 2013. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  130. ^ Djibril Cissé au Sporting Club de Bastia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 29840407 LCCN: no2005023207