Sébastien Frey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sébastien Frey
Sebastien Frey 3-11-12.jpg
Dati biografici
Nome Sébastien Jacques André Frey
Nazionalità Francia Francia
Altezza 189 cm
Peso 90 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Bursaspor Bursaspor
Carriera
Giovanili
Cannes Cannes
Squadre di club1
1997-1998 Cannes Cannes 24 (-40)
1998-1999 Inter Inter 7 (-10)
1999-2000 Verona Verona 30 (-35)
2000-2001 Inter Inter 28 (-42)
2001-2005 Parma Parma 132 (-185)
2005-2011 Fiorentina Fiorentina 175 (-177)
2011-2013 Genoa Genoa 74 (-118)
2013- Bursaspor Bursaspor 27 (-39)
Nazionale
2001-2002
2007-2008
Francia Francia U-21
Francia Francia
4 (-?)
2 (-2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 marzo 2014

Sébastien Jacques André Frey (Thonon-les-Bains, 18 marzo 1980[1]) è un calciatore francese, portiere del Bursaspor.

Con la Nazionale francese ha partecipato all'Europeo 2008, che ha di fatto chiuso la sua esperienza con i Bleus.

Con oltre 400 incontri disputati, è il terzo straniero di sempre più presente in Serie A, alle spalle di Javier Zanetti e José Altafini.

Anche suo nonno André Frey, suo padre (arrivò fino alla seconda serie francese) e suo fratello Nicolas Frey sono o sono stati calciatori.[2]Fin da ragazzo è stato sempre forte soprattutto nelle parate alte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anche altri parenti di Sébastien Frey hanno giocato a calcio in passato: il nonno André ha giocato come difensore per Metz e Tolosa, indossando anche la maglia della Nazionale in sei occasioni, mentre il padre, anch'egli portiere, arrivò a giocare fino alla seconda divisione francese[3]. Il fratello Nicolas è un calciatore professionista e gioca dalla stagione 2008-2009 per il Chievo Verona dopo aver vestito la divisa del Modena.

Sébastien Frey è stato sposato con Roberta dalla quale ha avuto due figli: Daniel, nato il 27 febbraio 2002 ed Elsa, nata il 28 ottobre del 2004.[3]

È un grande amante dei motori e possiede due automobili particolari: una Ferrari Enzo di tiratura limitata e una Mini personalizzata.[4]

Frey è inoltre Buddista della scuola di Nichiren Daishonin, arrivato alla pratica grazie a Roberto Baggio.[5]

Deferito per i fatti di Genoa-Siena 1-4 del 2011/12 (pressioni da parte dei tifosi allo stadio con i giocatori che si dovettero togliere la maglia), il 6 ottobre 2012 la Procura federale ha chiesto 30 mila euro di multa per Frey e altri suoi 14 compagni di squadra.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e l'approdo in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Sébastien Frey cresce nella squadra francese del Cannes, con cui esordisce in Division 1 e nel calcio professionistico il 20 settembre 1997, giocando da titolare nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Rennes[7]. Alla fine della stagione 1997-1998 totalizza ventiquattro presenze in campionato, dopo aver sottratto il posto da titolare in squadra a Grégory Wimbée.

Segnalato dall'osservatore italiano Walter Zenga[8], nell'estate del 1998 passa all'Inter. Ad inizio stagione è il terzo portiere dietro a Gianluca Pagliuca ed Andrea Mazzantini. A gennaio, complice la cessione di Andrea Mazzantini al Perugia, viene promosso secondo portiere. L'esordio in Serie A avviene il 21 marzo 1999 a Genova, quando entra in campo nella partita contro la Sampdoria, entrando al posto di Pagliuca al 70' sul punteggio (poi finale) di 4-0. A fine stagione totalizzerà sette presenze in campionato con la maglia nerazzurra.

Dal Verona al Parma[modifica | modifica wikitesto]

Nel calciomercato estivo del 1999, l'Inter decide di girarlo in prestito al Verona, dove il francese gioca da titolare collezionando trenta presenze in campionato e conquistando la salvezza con la squadra.

L'anno successivo torna dal prestito per giocare nell'Inter, dove parte da titolare collezionando ventotto presenze. A causa però del campionato disputato sotto le attese dalla squadra, la società decide di rivoluzionare la rosa, e anche lui viene inserito nella lista dei cedibili.

Dalla stagione 2001-2002 passa quindi a titolo definitivo dai nerazzurri al Parma, per una cifra pari a dieci miliardi di lire più il cartellino di Sérgio Conceição[9]. A Parma arriva in sostituzione di Gianluigi Buffon, passato nel frattempo alla Juventus, dopo che Francesco Toldo aveva rifiutato l'offerta della squadra emiliana preferendo trasferirsi proprio all'Inter[10]. Con i gialloblù totalizza centotrentadue presenze in Serie A fino alla stagione 2004-2005, conquistando nel frattempo anche il suo primo trofeo: la coppa Italia del 2002, che comunque non lo vede mai scendere in campo durante lo svolgimento del torneo.

La Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Frey con la maglia della Fiorentina

Il 24 giugno 2005 Frey passa alla Fiorentina in prestito gratuito con decurtazione dell'ingaggio[11], fortemente voluto dal suo ex allenatore nelle file del Verona e del Parma Cesare Prandelli. Dopo una prima parte di stagione positiva per lui e la sua squadra, il 10 gennaio del 2006, nel corso di una partita di Coppa Italia contro la Juventus, riceve una botta dopo un contrasto con Zalayeta. Nello scontro il portiere francese si procura un trauma contusivo alla tibia che lo fa rimanere fuori dai campi di gioco per qualche mese[12], costringendo il direttore sportivo viola Pantaleo Corvino a tornare sul mercato per ingaggiare un sostituto, individuato poi in Bogdan Lobonţ. Nei mesi dell'infortunio Frey si avvicina al Buddhismo grazie anche ai contatti con un altro ex-calciatore viola divenuto buddhista: Roberto Baggio.

Il 15 maggio 2006 la Fiorentina ufficializza l'acquisto a titolo definitivo del portiere francese, pagando il suo cartellino per una cifra pari a 5 milioni e mezzo di euro[13]. Con la nuova stagione Frey riottiene il suo posto da titolare a difesa della porta viola, e dopo un'iniziale difficoltà fisiologica dovuta al lungo stop riacquisisce la forma fisica. La squadra viola a fine campionato risulta come la meno battuta, ed il portiere francese, che disputa tutte le partite della stagione, subisce meno di un gol a partita: trentuno in trentotto gare. Il 1º agosto 2008 la Fiorentina ufficializza il prolungamento del contratto fino al 2013, inserendo una clausola rescissoria pari a 18 milioni di euro.

Il 3 novembre 2010, durante un allenamento, subisce un grave infortunio al ginocchio (con sollecitazione al legamento crociato anteriore) che lo costringe a sottoporsi ad intervento chirurgico. Rimarrà fuori 5 mesi, tornando in campo nell'aprile del 2011.[14] Lo sostituisce così per tutta la stagione Artur Boruc.

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 luglio 2011 si trasferisce a titolo definitivo al Genoa, con il quale firma un contratto quinquennale.[15][16][17]

Resta il Liguria due stagioni nelle quali raggiunge altrettante importanti salvezze.

Bursaspor[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 luglio 2013 si trasferisce alla squadra turca del Bursaspor per 5 milioni di euro dove firma un contratto triennale, e quindi lascia la serie A dopo 15 anni e due stagioni in rossoblù[18][19].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo qualche partita nell'Under-21 e dopo qualche pre-convocazione, Frey viene incluso nella rosa della Nazionale francese per l'incontro amichevole fra Francia e Polonia il 17 novembre 2004, non venendo poi comunque schierato dal commissario tecnico Raymond Domenech. Disputa una partita con la Nazionale "B" il 21 agosto 2007, quando gioca da titolare nell'amichevole persa in casa della Nazionale 'B' slovacca[20]. L'esordio in Nazionale maggiore arriva poi il 21 novembre 2007, nell'incontro valevole per le qualificazioni ad Euro 2008 in trasferta contro l'Ucraina, terminato poi con il punteggio di 2-2, con il pareggio ucraino determinato da una sua papera[21].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Francia Cannes D1 24 -40 CF+CdL 0 -0 - - - - - - 24 -40
1998-1999 Italia Inter A 7 -10 CI 2 -1 UCL 0 -0 - - - 9 -11
1999-2000 Italia Verona A 30 -35 CI 1 -2 - - - - - - 31 -37
2000-2001 Italia Inter A 28 -42 CI 0 -0 UCL+CU 2[22]+8 -1[22] + -8 SI 0 -0 38 -51
Totale Inter 35 -52 2 -1 10 -9 0 -0 47 -62
2001-2002 Italia Parma A 29 -41 CI 0 -0 UCL+CU 2[22]+8 -2[22] + -4 - - 39 -47
2002-2003 A 34 -36 CI 0 -0 CU 4 -8 SI 1 -2 39 -46
2003-2004 A 33 -46 CI 2 -1 CU 5 -2 - - - 40 -49
2004-2005 A 36+2[23] -62 + -1[23] CI 0 -0 CU 3 -2 - - - 41 -65
Totale Parma 132+2 -185 + -1 2 -1 22 -18 1 -2 159 -207
2005-2006 Italia Fiorentina A 18 -18 CI 5 -7 - - - - - - 23 -25
2006-2007 A 38 -31 CI 2 -1 - - - - - - 40 -32
2007-2008 A 35 -35 CI 1 -2 CU 13 -9 - - - 49 -46
2008-2009 A 37 -37 CI 0 -0 UCL+CU 8[24]+2 -8[25] + -2 - - - 47 -47
2009-2010 A 36 -43 CI 3 -4 UCL 9[26] -12[27] - - - 48 -59
2010-2011 A 11 -13 CI 0 -0 - - - - - - 11 -13
Totale Fiorentina 175 -177 11 -14 32 -31 - - 218 -222
2011-2012 Italia Genoa A 38 -69 CI 1 -3 - - - - - - 39 -72
2012-2013 A 36 -49 CI 1 -1 - - - - - - 37 -50
Totale Genoa 74 -118 2 -4 - - - - 76 -122
2013-2014 Turchia Bursaspor SL 27 -39 TK 10 -12 UEL 2[22] -5[22] - - - 39 -56
2014-2015 SL 0 -0 TK 0 -0 UEL 0 -0 - - - 0 -0
Totale Bursaspor 27 -39 10 -12 2 -3 - - 39 -56
Totale carriera 496+2 -644 + -1 28 -34 67 -63 1 -2 594 -746

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Francia Francia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
21-11-2007 Kiev Ucraina Ucraina 2 – 2 Francia Francia Qual. Euro 2008 -2
27-5-2008 Grenoble Francia Francia 2 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole -
Totale Presenze 2 Reti -2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 2001-2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sebastien Frey - L'autobiografia, michelalanza.it. URL consultato il 21 giugno 2011.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 27 (2010-2011), Panini, 5 novembre 2012, p. 61.
  3. ^ a b Biography, www.sebastienfrey.it. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  4. ^ "Le macchine dei Viola" - Fiorentina.it
  5. ^ Frey e la svolta buddista 'Ora sono un uomo migliore' ricerca.repubblica.it
  6. ^ ma.gal., La Procura: 100 mila euro d'ammenda per Preziosi in La Gazzetta dello Sport, 6 ottobre 2012, p. 5.
  7. ^ (FR) Tabellino della partita Cannes-Rennes 1997-1998, Lfp.fr. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  8. ^ Walter Zenga: "Segnalai io Frey all'Inter, ero convinto fosse un grande...", Tuttomercatoweb.com, 14 ottobre 2007. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  9. ^ FREY AL PARMA, CONCEICAO E 10 MILIARDI ALL'INTER, Inter.it, 4 luglio 2001. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  10. ^ Un'estate da numeri 1, Raisport.rai.it, 3 agosto 2001. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  11. ^ Ufficiale Frey alla Fiorentina: arriva in prestito gratuito, Fiorentina.it, 24 giugno 2005. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  12. ^ Frey il comunicato ufficiale: operazione e 3 mesi fuori, Fiorentina.it, 11 gennaio 2006. URL consultato il 18 gennaio 2008.
  13. ^ Ansa batte acquisto Frey da parte della Fiorentina, Fiorentina.it, 15 maggio 2006. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  14. ^ Fiorentina, ancora piena emergenza: Frey saluta per 5 mesi, Montolivo si opera (torna nel 2011)
  15. ^ Frey sarà il nuovo portiere, Genoacfc.it, 29 luglio 2011. URL consultato il 29 luglio 2011.
  16. ^ Frey al Genoa violachannel.tv
  17. ^ Frey al Genoa: il portiere saluta Firenze a parametro zero fiorentina.it
  18. ^ Ufficiale: Frey ai turchi del Bursaspor
  19. ^ Ufficiale: Sebastien Frey è del Bursaspor
  20. ^ (EN) France 'B' Crash To Slovakia 'B', Options Narrowed, Goal.com, 21 agosto 2007. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  21. ^ Shevchenko blocca la Francia, it.uefa.com, 21 novembre 2007. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  22. ^ a b c d e f Terzo turno preliminare
  23. ^ a b Spareggio salvezza.
  24. ^ 2 presenze nel Terzo turno preliminare
  25. ^ 0 goal subiti nel Terzo turno preliminare.
  26. ^ 2 presenze nei play-off.
  27. ^ 3 goal subiti nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]