Samir Handanovič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samir Handanovič
Samir Handanovic (2012).jpg
Dati biografici
Nazionalità Slovenia Slovenia
Altezza 193[1] cm
Peso 89[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Inter Inter
Carriera
Giovanili
2002-2003 Domzale Domžale
Squadre di club1
2003-2004 Domzale Domžale 7 (-4)
2004-2005 Udinese Udinese 3 (-2)
2005-2006 Treviso Treviso 3 (-6)
2006 Lazio Lazio 1 (-0)
2006-2007 Rimini Rimini 39 (-36)
2007-2012 Udinese Udinese 179 (-221)
2012- Inter Inter 71 (-85)
Nazionale
2002-2003
2004-2006
2004-
Slovenia Slovenia U-19
Slovenia Slovenia U-21
Slovenia Slovenia
6 (-?)
7 (-5)
69 (-71)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 maggio 2014

Samir Handanovič (Lubiana, 14 luglio 1984) è un calciatore sloveno, portiere dell'Inter e della Nazionale slovena.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il cugino Jasmin, anche lui portiere, gioca nel Maribor dopo un passato nella Serie B italiana, ed anch'egli è nel giro della Nazionale slovena.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Considerato uno dei migliori portieri del mondo grazie alla sua agilità e ai suoi riflessi prontissimi, è un ottimo portiere para-rigori.[2] Handanovič in Italia ha parato 21 rigori su 51, nel 2011-2012 ha mantenuto la porta inviolata in occasione di 5 rigori su 7, tre di questi furono però sbagliati da Mutu (traversa), Pazzini e Gómez (entrambi fuori).[3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Domžale e Udinese[modifica | modifica sorgente]

2003-2004[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera calcistica entrando nelle giovanili del Domžale squadra in cui esordirà in campionato nella stagione 2003-2004, giocando 7 incontri e subendo 4 reti.

2004-2005[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004, a 20 anni, viene acquistato dall'Udinese.[4] Esordisce con l'Udinese in Coppa Italia nella partita Lecce-Udinese (4-5). Fa il suo esordio in Serie A con la maglia bianconera il 15 maggio 2005 in Udinese-Sampdoria (1-1): entrando sullo 0-1 al 28' per l'infortunio del portiere titolare Morgan De Sanctis, mantiene la propria porta inviolata sia in questa partita sia nelle ultime due giornate di campionato che separano la società bianconera dal termine della stagione 2004-2005.

In prestito al Treviso e alla Lazio[modifica | modifica sorgente]

2005-2006[modifica | modifica sorgente]

La stagione successiva si presenta come titolare fisso nel neopromosso Treviso[5][6][7] ma un negativo inizio di campionato gli costa il posto dopo tre giornate a favore di Adriano Zancopè.[8] A gennaio, il Treviso riesce ad ottenere uno scambio tra Handanovič e il portiere Matteo Sereni e finisce alla Lazio, dove giocherà una sola gara contro il Parma, peraltro senza subire reti e con un voto Gazzetta 6.[9]

Rimini[modifica | modifica sorgente]

2006-2007[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2006-2007 viene ceduto in prestito dall'Udinese al Rimini, in Serie B: dopo un inizio stagionale non esaltante[10] si riscatta dimostrandosi un eccellente portiere[11] e contribuendo a mantenere i romagnoli a lungo candidati per la promozione; nei confronti diretti con la Juventus il portiere permetterà ai suoi di pareggiare con numerosi interventi decisivi, 1-1 all'andata a Rimini e 0-0 nel ritorno a Torino, gara quest'ultima in cui i quotidiani nazionali gli attribuiranno voti in pagella dal 7 all'8.[12] Le prestazioni di Handanovič sono tali da fargli ottenere il riconoscimento di secondo miglior portiere della Serie B, dopo Gianluigi Buffon.[13] È questa una stagione cruciale per il portiere, che dall'anno successivo giocherà in Serie A. Così ottiene con il Rimini 41 presenze subendo 38 goal.

Ritorno all'Udinese[modifica | modifica sorgente]

2007-2008[modifica | modifica sorgente]

A luglio 2007 rientra all'Udinese e il 10 agosto 2007 rinnova il contratto con la società friulana fino al 2012.[14] Dopo la cessione di Morgan De Sanctis al Siviglia, inizia il campionato come riserva di Antonio Chimenti, e alla terza giornata, in Juventus-Udinese (0-1), viene promosso nel ruolo di portiere titolare. Il 4 maggio in Empoli-Udinese (0-1) para il rigore di Sebastian Giovinco[15] e due settimane più tardi si ripete, questa volta a San Siro contro il Milan, partita terminata 4-1 per i rossoneri dove Handanovič para il rigore di Kaká che avrebbe potuto segnare la rete del momentaneo 3-1.

Handanovič ai tempi dell'Udinese
2008-2009[modifica | modifica sorgente]

Nella nuova stagione si rende subito protagonista in partite importanti in campionato, come Juventus-Udinese (1-0)[16]

Il 2 ottobre 2008, nella gara di ritorno per l'ingresso ai gironi della Coppa UEFA Udinese-Borussia Dortmund, para il primo e il quarto rigore dopo che la partita si è protratta ai supplementari.[17] Il 21 novembre 2008 l'Udinese esce dalla Coppa Italia sconfitta ai rigori dalla Sampdoria.[18] In Coppa UEFA l'Udinese arriva ai quarti di finale venendo eliminata dal Werder Brema che vincerà l'incontro d'andata per 3-1 anche grazie al fatto che l'Udinese non disponeva dell'infortunato Handanovič[19] e pareggiano 3-3 a Udine concludendo l'avventura in Europa.

2009-2010[modifica | modifica sorgente]

Rimarrà nella società friulana anche nella stagione 2009-2010[20] sempre considerato come uno dei migliori portieri delle Zebrette negli ultimi anni.[21] Nel 2009 è stato premiato come tredicesimo portiere al mondo dall'IFFHS.[22][23]

2010-2011[modifica | modifica sorgente]

Nel campionato 2010-2011 ha mostrato un'ottima capacità nel parare i calci di rigore nella prima parte della stagione parandone 4 su 4: ha respinto i tiri dal dischetto di Samuel Eto'o[24], Paulo Vitor Barreto[25], David Di Michele[26] e Marek Hamšík.[27] La sua striscia positiva finisce il 5 dicembre, quando non riesce a parare il rigore di Hernán Crespo[28] e successivamente anche Francesco Totti, il 9 aprile, batterà lo sloveno dagli undici metri in Udinese-Roma (1-2);[29] si ripeterà nelle successive giornate parando un rigore a Edinson Cavani nei minuti finali di Napoli-Udinese (1-2)[30] e a Mauro Zárate in Udinese-Lazio (2-1) stabilendo il nuovo record di 6 rigori parati in una sola stagione in Serie A.

2011-2012[modifica | modifica sorgente]

Dal 5 febbraio 2011 al 20 marzo mantiene la rete inviolata per 7 sfide consecutive stabilendo il record della Serie A 2010-2011 di 704 minuti. Il 2 agosto 2011 prolunga il contratto che lo lega con la società friulana rinnovandolo fino al 30 giugno 2016.[31]

In totale gioca con l'Udinese 212 partite, subendo 258 goal.

Inter[modifica | modifica sorgente]

2012-2013[modifica | modifica sorgente]

Il 9 luglio 2012 passa all'Inter[32] firmando un contratto quadriennale con un ingaggio da 1,75 milioni di euro.[33] Lo sloveno viene acquistato in compartecipazione per 11 milioni di euro più la metà del cartellino di Marco Faraoni[34]. Debutta con i nuovi compagni il 2 agosto seguente nella partita di Europa League vinta fuori casa contro il Hajduk Spalato per 0-3.[35]

Pochi giorni dopo si è infortunato al ginocchio, restando fuori venti giorni.[36] Tornato in campo, debutta in campionato con l'Inter nella vittoria in trasferta per 0-2 contro il Torino.[37] Il 20 settembre, nella sfida di Europa League contro il Rubin Kazan, para il suo primo rigore in maglia nerazzurra all'israeliano Natcho. Il 9 dicembre in occasione di Inter-Napoli 2-1 tocca quota 200 presenze in Serie A tra Udinese, Treviso, Lazio e Inter.[38]. Conclude la stagione con 48 presenze e 70 gol subiti.

2013-2014[modifica | modifica sorgente]

Il 19 giugno 2013 è interamente riscattato dall'Inter.[39] In Torino-Inter del 20 ottobre, riceve la prima espulsione della sua carriera per un fallo su Alessio Cerci: torna in campo a Bergamo, in Atalanta-Inter, ma esce nell'intervallo per un dolore al fianco destro. Il 15 dicembre, nella sconfitta per 4-2 a Napoli para un rigore a Goran Pandev (ex nerazzurro) nei minuti di recupero: nel mese di aprile, si ripete in due gare consecutive contro Sampdoria e Parma parando i tiri dal dischetto di Maxi López e Antonio Cassano.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Fa parte della Nazionale slovena dal 2004 quando esordì il 17 novembre in Slovacchia-Slovenia.[40] Ha partecipato ai Mondiali 2010,[41] competizione in cui ha giocato tutte e tre le partite della sua Nazionale.


Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 10 maggio 2014.[42]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003 Slovenia Slovan Marica C 0 -0 - - - - - - - - - 0 -0
ago. 2003 Slovenia NK Zagorje 2. SNL 11 -? CS  ?  ? - - - - - - 11 -?
2003-2004 Slovenia Domžale A 7 -4 CS  ?  ? - - - - - - 7 -4
2004-2005 Italia Udinese A 3 -2 CI 2 -4 CU 0 -0 - - - 5 -6
2005-gen. 2006 Italia Treviso A 3 -6 CI 0 -0 - - - - - - 3 -6
gen.-giu. 2006 Italia Lazio A 1 -0 CI 0 -0 - - - - - - 1 -0
2006-2007 Italia Rimini B 39 -36 CI 2 -2 - - - - - - 41 -38
2007-2008 Italia Udinese A 35 -45 CI 1 -0 - - - - - - 36 -45
2008-2009 A 34 -45 CI 1 -1 CU 10 -13 - - - 45 -59
2009-2010 A 37 -56 CI 3 -2 - - - - - 40 -58
2010-2011 A 35 -40 CI 0 -0 - - - - - 35 -40
2011-2012 A 38 -35 CI 1 -2 UCL+UEL 2[43]+10 (-3)+(-10) - - - 51 -50
Totale Udinese 182 -223 8 -9 22 -26 212 -258
2012-2013 Italia Inter A 35 -53 CI 3 -7 UEL 10[44] -10 - - - 48 -70
2013-2014 A 36 -32 CI 1 -0 - - - - - - 37 -32
Totale Inter 71 -85 4 -7 10 -10 85 -102
Totale carriera 314 -354 14 -18 32 -36 360 -408

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Squadra dell'anno: 2011, 2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Handanovic Samir, inter.it. URL consultato l'11 agosto 2012.
  2. ^ Handanovic lo spauracchio dei rigoristi sportmediaset.mediaset.it
  3. ^ Matteo dalla Vite, Handa-Julio intreccio lungo 11 metri in La Gazzetta dello Sport, 25 aprile 2012, p. 17.
  4. ^ Francesco Velluzzi, Ora l' Udinese vale 100 milioni in più in gazzetta.it, 15 febbraio 2011. URL consultato il 18 febbraio 2011.
  5. ^ Tommaso Veneri, Treviso, è fatta per il bomber Beghetto in tuttomercatoweb.com, 8 luglio 2005. URL consultato il 28 novembre 2010.
  6. ^ Marcello Mastrocola, Udinese: Handanovic e Goitom verso Treviso in tuttomercatoweb.com, 21 luglio 2005. URL consultato il 28 novembre 2010.
  7. ^ Alessio Calfapietra, La rosa del Treviso a due giorni dalla chiusura del mercato in tuttomercatoweb.com, 7 settembre 2005. URL consultato il 28 novembre 2010.
  8. ^ Marcello Mastrocola, Udinese: Handanovic potrebbe tornare in Friuli in tuttomercatoweb.com, 26 settembre 2005. URL consultato il 28 novembre 2010.
  9. ^ Matteo Dalla Vite, Toh, Handanovic in La Gazzetta dello Sport, 14 dicembre 2012, p. 8.
  10. ^ Alessio Calfapietra, Handanovic già bocciato dal Rimini in tuttomercatoweb.com, 16 agosto 2006. URL consultato il 28 novembre 2010.
  11. ^ Marcello Mastrocola, Rimini: Handanovic partirà a fine campionato in tuttomercatoweb.com, 8 maggio 2007. URL consultato il 28 novembre 2010.
  12. ^ frama, Torino: Handanovic per sostituire Abbiati? in tuttomercatoweb.com, 25 giugno 2007. URL consultato il 28 novembre 2010.
  13. ^ Massimo Meroi, Udinese, gli sloveni alle porte in gazzetta.it, 15 novembre 2008. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  14. ^ Marcello Mastrocola, Ufficiale: Quagliarella e Handanovic rinnovano con l'Udinese in tuttomercatoweb.com, 10 agosto 2007. URL consultato il 28 novembre 2010.
  15. ^ Germano D'Ambrosio, TMW a caldo - Udinese, Handanovic: "Non vedo motivi per andarmene" in tuttomercatoweb.com, 4 maggio 2008. URL consultato il 28 novembre 2010.
  16. ^ Paolo D'Abramo, TMW a caldo - Juventus-Udinese, la voce dei protagonisti in tuttomercatoweb.com, 15 settembre 2008. URL consultato il 28 novembre 2010.
  17. ^ Monica Valendino, TMW a caldo - Udinese-Borussia, la voce dei protagonisti in tuttomercatoweb.com, 3 ottobre 2008. URL consultato il 28 novembre 2010.
  18. ^ Monica Valendino, TMW a caldo - Udinese-Sampdoria, la voce dei protagonisti in tuttomercatoweb.com, 21 novembre 2010. URL consultato il 28 novembre 2010.
  19. ^ Fabrizio Zorzoli, Udinese, operazione per Handanovic in tuttomercatoweb.com, 24 marzo 2009. URL consultato il 28 novembre 2010.
  20. ^ Redazione TMW, Raduno Udinese: tutti i nomi di Marino in tuttomercatoweb.com, 6 luglio 2009. URL consultato il 29 novembre 2010.
  21. ^ Redazione TMW, Graziano Battistini: Udinese, aspetto l'esplosione di Inler in tuttomercatoweb.com, 19 agosto 2009. URL consultato il 29 novembre 2010.
  22. ^ Top of the World 2009 in il portiere.com, 12 gennaio 2010. URL consultato il 27 novembre 2010.
  23. ^ È Casillas il più forte Portiere del Mondo in il portiere.com, 12 gennaio 2010. URL consultato il 27 novembre 2010.
  24. ^ Inter 2-1 Udinese in legaseriea.it, 11 settembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  25. ^ Bari 0-2 Udinese in legaseriea.it, 31 ottobre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  26. ^ Udinese 4-0 Lecce in legaseriea.it, 14 novembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  27. ^ Udinese 3-1 Napoli in legaseriea.it, 28 novembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  28. ^ Parma 2-1 Udinese in legaseriea.it, 5 dicembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  29. ^ Udinese 1-2 Roma Legaseriea.it
  30. ^ Napoli 1-2 Udinese Legaseriea.it
  31. ^ Handanovic e l'Udinese insieme fino al 2016!
  32. ^ Mercato: Samir Handanovic è dell'Inter, inter.it. URL consultato il 9 luglio 2012.
  33. ^ Rivoluzione ingaggi: la lista attuale e il tetto futuro, che taglio dei costi!, tuttomercatoweb.com. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  34. ^ Handanovic all'Inter: 11 mln più metà Faraoni, it.eurosport.yahoo.com. URL consultato il 9 luglio 2012.
  35. ^ Hajduk Spalato 0-3 Inter, Soccerway.com. URL consultato il 3 agosto 2012.
  36. ^ Handanovic: "Il Toro gioca bene. Infortunio smaltito", fcInternews.it. URL consultato il 17 settembre 2012.
  37. ^ Torino 0-2 Inter, Soccerway.com. URL consultato il 17 settembre 2012.
  38. ^ Sebastiano Vernazza, 200 le presenze in La Gazzetta dello Sport, 10 dicembre 2012, p. 5.
  39. ^ Handanovic resta nerazzurro, Faraoni bianconero udinese.it, 19 giugno 2013
  40. ^ 1 Samir Handanovič in fifa.com. URL consultato il 29 novembre 2010.
  41. ^ Gasport, Ecco i 736 protagonisti. Le liste delle 32 squadre in gazzetta.it, 1° giugno 2010. URL consultato il 28 novembre 2010.
  42. ^ Football:Samir Handanovic Footballdatabase.eu
  43. ^ nei turni play-off.
  44. ^ 2 presenze nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]