Turku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il genere musicale tradizionale turco, vedi Türkü.
Turku
comune
Turun kaupunki
Åbo stad
Turku – Stemma
Turku – Veduta
Dati amministrativi
Stato Finlandia Finlandia
Provincia Länsi-Suomen läänin vaakuna.svg Finlandia occidentale
Regione Varsinais-Suomen.vaakuna.svg Varsinais-Suomi
Distretto Turku
Sindaco Mikko Pukkinen
Data di istituzione 1229
accorpamenti: Maaria (1967), Kakskerta (1968), Paattinen (1973)
Territorio
Coordinate 60°27′05″N 22°16′00″E / 60.451389°N 22.266667°E60.451389; 22.266667 (Turku)Coordinate: 60°27′05″N 22°16′00″E / 60.451389°N 22.266667°E60.451389; 22.266667 (Turku)
Superficie 306,4 km²
Acque interne 63 km² (20,56%)
Abitanti 178 784[1] (31.01.2012)
Densità 583,5 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Localizzazione

Turku – Localizzazione

Sito istituzionale

Turku (che significa "mercato") o Åbo (ascolta[?·info] in svedese, Aboa in latino, che significa "porto sul fiume") è una città di 286.765 abitanti della Finlandia sud-occidentale, situata nella regione del Varsinais-Suomi. Turku sorge alla foce del fiume Aurajoki e per la sua storia e la sua posizione geografica fa registrare una percentuale superiore al 5% di parlanti svedese. Riguardo l'anno esatto della fondazione non c'è certezza, ma tradizionalmente la si fa risalire al 1229.

È la quinta città finlandese per popolazione. Se si guarda all'area metropolitana, la regione di Turku rappresenta la seconda maggiore area urbana del paese dopo l'area di Helsinki.

La città è bilingue. Il finlandese e lo svedese sono gli idiomi ufficiali. Nel suo cantiere navale Wartsilia fu costruita la Danny F II, nave da carico affondata nel 2009 nel Mare Mediterraneo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I primi insediamenti umani nella zona risalgono alla preistoria. Benché la prima citazione della città risalga al 1154 gli storici fanno risalire la fondazione al 1229 quando a Koroinen, nei pressi dell'attuale centrocittà, venne fondato un insediamento cattolico e la città venne nominata sede vescovile, nella stessa epoca iniziarono i lavori per la costruzione del castello e della chiesa che fu consacrata nel 1300. Per un lungo periodo Turku fu la capitale politica e il primario centro culturale del paese. Nel 1640 fu fondata l'università. Fino al 1812 Turku fu la capitale della Finlandia, parte del regno di Svezia. Quando questo territorio fu conquistato dalla Russia, i russi spostarono la capitale a Helsinki dove è rimasta fino ad oggi. Nel 1827 la città venne devastata da un incendio, la ricostruzione iniziò l'anno successivo ad opera dell'architetto Carl Ludwig Engel. Lo spostamento dell'università a Helsinki pose fine al periodo di splendore della città. Nel 1918 vi fu fondata l'università in lingua svedese, la Åbo Akademi e due anni dopo fu fondata l'università in lingua finlandese. Oggi Turku è sede dell'Arcivescovado della Finlandia. La cattedrale, risalente al XIV secolo è uno dei tre edifici in muratura della città risalente a quei tempi ancora esistenti. Il Castello di Turku, fondato nel XIII secolo, costruito su un'isola a guardia della foce del fiume, è stato, nel corso dei secoli, assimilato alla terraferma.

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Turku fu la sede della Regia accademia di Turku (in svedese Åbo Kungliga Akademi - Academia Aboensis) dal 1640 al 1827 quando, in seguito ad incendio disastroso che distrusse la maggior parte dell'università, fu trasferita nella nuova capitale, Helsinki. Oggi la città conta quattro istituti universitari:

È da segnalare che il Politecnico di Turku è il maggior politecnico della Finlandia e la Turku school of Economics è il secondo istituto di scienze economiche più prestigioso del paese.

Da visitare[modifica | modifica sorgente]

Il palazzo comunale di Turku

Il centro della città si sviluppa lungo le rive del fiume Aurajoki a breve distanza dal porto.

  • Il castello: situato nei pressi del terminal dei traghetti è uno degli edifici storici più importanti del paese. Ha subìto ampliamenti successivi. All'interno del castello si trova il museo storico che ripercorre le vicende dell'edificio e della città, posizionandola nel contesto evolutivo degli usi, delle tradizioni e dei costumi del Paese nel corso dei secoli.
  • La cattedrale.
  • La chiesa ortodossa.
  • Il caratteristico kauppahalli, mercato coperto molto caratteristico e diffuso in gran parte delle città finlandesi.
  • Le navi museo.
  • I musei Aboa Vetus e Ars Nova, entrambi ospitati nello stesso edificio; l'Ars Nova è un museo di arte contemporanea mentre l'Aboa Vetus è il museo archeologico che ricomprende lo scavo di un insediamento risalente al XIV secolo.
  • Il Casa Qwensel che ospita il museo della farmacia.
  • Il museo di Sibelius.
  • Il museo d'arte di Wäinö Aaltonen.
  • L'osservatorio.
  • L'isola di Ruissalo, situata appena fuori l'area urbana e facente parte dell'arcipelago di Turku, area scarsamente abitata e paesaggisticamente incantevole.
  • La sinagoga di Turku, costruita nel 1912 in stile art nouveau, una delle due sinagoghe monumentali della Finlandia

Economia[modifica | modifica sorgente]

In Turku ha sede la Hesburger, la più grande catena di fast food della Finlandia.

Sport[modifica | modifica sorgente]

La città è sede delle squadre calcistiche Inter Turku e Turun Palloseura, entrambe giocano le proprie partite casalinghe al Veritas Stadion. Lo sport più popolare è tuttavia, come in tutta la Finlandia, l'hockey su ghiaccio. La squadra locale è il TPS Turku, militante attualmente nella massima divisione nazionale.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

La città ospita la "Scuola di Turku", un movimento d'opinione importante nei giochi di ruolo, in particolar modo per quelli dal vivo.[2] Inoltre Turku è stata nominata Capitale europea della cultura del 2011, assieme alla capitale estone Tallinn.

Persone legate a Turku[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Popolazione comuni finlandesi
  2. ^ "La scuola di Turku", articolo dal libro "Larp Graffiti". URL consultato il 17 marzo 2011.
  3. ^ Città gemellate con Bratislava dal suo sito ufficiale. URL consultato il 26 luglio 2010.
  4. ^ città gemellate dal sito di Costanza. URL consultato il 25 luglio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Finlandia Portale Finlandia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Finlandia