Patrasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patrasso
comune
Πάτρα
Patrasso – Veduta
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Grecia Occidentale
Unità periferica Acaia
Territorio
Coordinate 38°15′N 21°44′E / 38.25°N 21.733333°E38.25; 21.733333 (Patrasso)Coordinate: 38°15′N 21°44′E / 38.25°N 21.733333°E38.25; 21.733333 (Patrasso)
Altitudine 10 m s.l.m.
Superficie 335 km²
Abitanti 210 494 (2001)
Densità 628,34 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 26xxx
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Patrasso
Patrasso – Mappa
Sito istituzionale

Patrasso (in greco Πάτρα, Pátra; antico: Πάτραι, Pátrai; latino Patrae) è la terza città della Grecia, situata nella periferia della Grecia occidentale (unità periferica dell'Acaia) con 210.494 abitanti secondo i dati del censimento 2001[1].

A seguito della riforma amministrativa detta piano Kallikratis in vigore dal gennaio 2011[2] che ha abolito le prefetture e accorpato numerosi comuni, la superficie del comune è ora di 335 km² e la popolazione è passata da 163.446[3] a 210.494 abitanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Achei.

Patrasso, già colonia veneziana dal 1408, fu conquistata dai turchi nel 1458.

Nonostante numerosi tentativi di riconquista compiuta da veneziani e genovesi nel XV e XVI secolo, Patrasso fu riconquistata dalla Serenissima solo nel 1687 e mantenuta fino al 1715.

Fu a Patrasso che incominciò la Guerra d'indipendenza greca, ma i turchi asserragliati nella cittadella, resistettero fino al 1828. Il 7 ottobre di quell'anno Patrasso fu liberata dai francesi guidati dal generale Maison.

Espressioni idiomatiche[modifica | modifica wikitesto]

La città figura anche in un'antica quanto curiosa espressione idiomatica italiana, andare a Patrasso, che significa "morire". Questo modo di dire non ha però nulla a che vedere con la città greca, essendo una corruzione della frase latina ire ad patres ("andare ai padri", cioè ricongiungersi con i propri antenati).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Patrasso si trova nel nord-ovest del Peloponneso. Ha un'area metropolitana di oltre 200.000 abitanti ed è un importante centro commerciale interno nonché un porto trafficato, con regolari traghetti per Trieste, Venezia, Ancona, Bari e Brindisi.

Dista circa 215 km da Atene, 91 km da Pyrgo, 7 km da Rio, 134 km da Corinto, 77 km da Kalavryta e 144 km da Tripoli.

Porto[modifica | modifica wikitesto]

Il porto di Patrasso è situato nell'antico luogo dove si dice abbia avuto sede l'altare segreto della Dea Artemide; dove fu sacrificata Ifigenia la figlia di Agamennone, valoroso comandante Acheo. Ella fu salvata sull'orlo della morte da Artemide stessa, che la fece sua prima sacerdotessa.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio più importante della città è la Basilica di Sant'Andrea.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Patrasso è stata la Capitale europea della cultura nel 2006. Per l'occasione è stata pubblicata la versione ritradotta del Tergisefele a Patrasso.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la tradizione cristiana, a Patrasso riposano, nella chiesa a lui dedicata, le reliquie di Sant'Andrea.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 la città ha ospitato i Campionati Mondiali di Ginnastica Ritmica.Nella città si tiene un torneo ITF tennistico.

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Patrasso[modifica | modifica wikitesto]

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Patrasso è gemellata con le seguenti città:[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Popolazione comuni greci. URL consultato il 4 aprile 2011.
  2. ^ piano Kallikratis. URL consultato il 4 aprile 2011.
  3. ^ Censimento 2001. URL consultato il 4 aprile 2011.
  4. ^ Sito ufficiale: città gemellate. URL consultato il 18 agosto 2010.
  5. ^ città gemellate dal sito di Banja Luka. URL consultato il 10 novembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia