Missolungi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Missolungi
comune
Μεσολόγγι / Mesologgi
Missolungi – Veduta
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Grecia Occidentale
Unità periferica Etolia-Acarnania
Amministrazione
Sindaco Panos Katsoulis
Territorio
Coordinate 38°23′N 21°26′E / 38.383333°N 21.433333°E38.383333; 21.433333 (Missolungi)Coordinate: 38°23′N 21°26′E / 38.383333°N 21.433333°E38.383333; 21.433333 (Missolungi)
Superficie 680 km²
Abitanti 12 225 (2001)
Densità 17,98 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 302 00
Prefisso 26310
Fuso orario UTC+2
Targa ME, AI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Missolungi
Missolungi – Mappa
Sito istituzionale

Missolungi (in greco Μεσολόγγι, formalmente Iera Poli Mesolongiou, Città sacra di Missolungi) è un comune della Grecia situato nella periferia della Grecia occidentale (unità periferica dell'Etolia-Acarnania) con 12.225 abitanti secondo i dati del censimento 2001[1].

A seguito della riforma amministrativa detta piano Kallikratis in vigore dal gennaio 2011[2] che ha abolito le prefetture e accorpato numerosi comuni, la superficie del comune è ora di 680 km² e la popolazione è passata da 17.988[3] a 35.805 abitanti.

A Missolungi morì di meningite, il 19 aprile 1824, George Gordon Byron, meglio conosciuto come Lord Byron.

Missolungi è la città principale della zona che si estende di fronte a Patrasso ma che solo dall'agosto del 2004 è raggiungibile direttamente dal Peloponneso (grazie al ponte Rion Antirion di recente costruzione) e senza dover passare dall'istmo di Corinto. Per questo tutt'oggi gli abitanti di Missolungi sono chiamati dagli abitanti di Patrasso apekeini, che significa quelli dell'aldilà.

A Missolungi per la prima volta, grazie ad un recente decreto del governo greco ed insieme a pochi altri comuni greci, viene insegnato l'italiano nelle scuole pubbliche.[senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Popolazione comuni greci. URL consultato il 4 aprile 2011.
  2. ^ piano Kallikratis. URL consultato il 4 aprile 2011.
  3. ^ Censimento 2001. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia