Valter Birsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valter Birsa
Valter Birsa 2009.jpg
Dati biografici
Nazionalità Slovenia Slovenia
Altezza 184[1] cm
Peso 83[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Milan Milan
Carriera
Giovanili
1991-2003
2003-2004
Bilje Bilje
Primorje Primorje
Squadre di club1
2003-2004 Primorje Primorje 1 (0)
2004-2006 Gorica Gorica 61 (26)
2006-2009 Sochaux Sochaux 66 (8)
2009-2011 Auxerre Auxerre 83 (9)
2011-2012 Genoa Genoa 9 (0)
2012-2013 Torino Torino 17 (2)
2013- Milan Milan 15 (2)
Nazionale
2002
2004-2005
2005-2006
2006-
Slovenia Slovenia U-17
Slovenia Slovenia U-19
Slovenia Slovenia U-21
Slovenia Slovenia
3 (1)
9 (3)
10 (3)
66 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 aprile 2014

Valter Birsa (San Pietro di Gorizia, 7 agosto 1986) è un calciatore sloveno, centrocampista del Milan e della Nazionale slovena.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il 6 maggio 2012, mentre era alla guida della sua Ferrari F430 per raggiungere la squadra in allenamento a Pegli, si è reso protagonista di un incidente stradale: perdendo il controllo dell'auto, si è scontrato contro la parete della galleria "Coronata" dell'autostrada A10 presso Cornigliano, danneggiando la vettura, ma senza riportare danni.[2]

Deferito per i fatti di Genoa-Siena 1-4 del 2011-2012 (pressioni da parte dei tifosi allo stadio con i giocatori che si dovettero togliere la maglia), il 6 ottobre 2012 la Procura federale ha chiesto 30 mila euro di multa per Birsa e altri suoi quattordici compagni di squadra.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Centrocampista mancino, di notevole duttilità e dotato di una possente struttura fisica, è in grado di ricoprire più ruoli dalla mediana in su; inizialmente veniva utilizzato come seconda punta o come regista, ma l'allenatore Alain Perrin, ai tempi del Sochaux, lo ha gradualmente spostato nel ruolo di trequartista, per sfruttare le sue spiccate qualità tecniche.[4] Sa disimpegnarsi anche in un centrocampo a 5 o da esterno offensivo su entrambe le fasce.[5] Dotato anche di un ottimo tiro dalla distanza, è un discreto rigorista.[6]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Nato a San Pietro, nel comune di San Pietro-Vertoiba, nella Slovenia occidentale vicino al confine con l'Italia, trascorre la sua infanzia a Nova Gorica, e a cinque anni inizia a giocare in un piccolo club vicino alla città, il NK Biljie. In seguito passa al Primorjie, con cui debutta ufficialmente nella Serie A slovena il 5 novembre 2003, a 17 anni, in occasione della partita contro il Maribor.[7]

Nel 2004 si trasferisce all'ND Gorica, e il 16 settembre fa già il suo esordio in Coppa UEFA, contro l'AEK Atene.[8] Il 22 settembre segna la sua prima rete in campionato contro l'Olimpia Lubiana, e quattro giorni dopo realizza la sua prima doppietta in carriera, nel 1-3 esterno contro l'NK Zagorje.[9] Conclude la stagione con 26 presenze e 7 reti, contribuendo alla vittoria del campionato.

La seconda stagione a Nova Gorica è in assoluto la più prolifica a livello realizzativo: realizzatore di quattro doppiette contro Primorjie, Maribor, Nafta Lendava e Domžale e di una tripletta contro il Drava Ptuj, vince per la seconda volta consecutiva in due anni la Prva Slovenska Liga, e si piazza al secondo posto della classifica dei capocannonieri della Prima divisione slovena, con 19 reti, preceduto soltanto dal suo compagno di squadra Miran Burgič (24). Ottiene inoltre il premio come miglior giocatore sloveno dell'anno.[10]

Sochaux[modifica | modifica sorgente]

Il 10 luglio 2006 viene acquistato dal club francese del Sochaux, con cui sottoscrive un contratto quadriennale.[11] Fa il suo esordio con i Les Lionceaux il 5 agosto nella vittoria in trasferta contro il Saint-Étienne[12] e una settimana dopo segna il suo primo gol con la nuova maglia nel pareggio per 1-1 contro l'Auxerre.[13] Termina la stagione con 31 partite disputate e 3 reti, che contribuiscono al conseguimento del settimo posto finale, e conseguente qualificazione in Coppa UEFA. Il 28 luglio realizza il gol del vantaggio del Sochaux contro l'Olympique Lione nella Supercoppa di Francia, persa poi per 2-1.[14]

La stagione successiva inizia con il preliminare di Coppa UEFA contro il Panionios, che segna subito l'eliminazione della squadra dalla competizione. Complici numerosi infortuni,[senza fonte] Birsa gioca 22 gare e segna tre reti, in una stagione che vede il Sochaux classificarsi in 14ª posizione.

Auxerre[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver giocato 13 partite nella prima parte di stagione, il 2 febbraio 2009, ultimo giorno del mercato invernale, passa ufficialmente in prestito con diritto di riscatto all'Auxerre.[15][16] Quattro giorni dopo scende in campo con la nuova squadra, entrando al 90' della gara interna vinta per 2-0 contro il Nancy.[17]

Il 29 maggio 2009 il club riscatta il cartellino del giocatore dal Sochaux,[18] firmando un contratto di due anni. Nella Ligue 1 2009-2010 scende in campo 35 volte, con 3 gol, e il club raggiunge la terza posizione nel torneo, qualificandosi per i preliminari della Champions League.

Il 23 dicembre 2009, in occasione della partita contro l'Auxerre, si è reso protagonista di un gesto di fair play: in un contrasto di gioco con Bakari Koné, quest'ultimo era stato accusato dall'arbitro di aver procurato una gomitata allo sloveno ed era stato espulso. Birsa ha spiegato però al direttore di gara la totale involontarietà del gesto dell'avversario, determinando l'annullamento del cartellino rosso.[19]

Il debutto nella competizione europea avviene dunque il 17 agosto 2010, contro lo Zenit San Pietroburgo,[20] e il 25 agosto è ancora protagonista nella gara di ritorno con la squadra russa, vinta per 2-0. Il 19 ottobre, nella fase a gironi, segna su punizione la rete dell'1-2 contro l'Ajax.[21] Il 2 febbraio 2011, essendo in scadenza di contratto, firma un preaccordo con il Genoa, che prevede l'acquisizione del giocatore a parametro zero il 30 giugno 2011.[22] Conclude comunque la sua stagione all'Auxerre, totalizzando 33 presenze e 5 reti.

Genoa[modifica | modifica sorgente]

A fine stagione viene dunque ufficializzato il suo passaggio a titolo definitivo al Genoa, con cui firma un contratto quadriennale.[23][24] Sotto la guida di Alberto Malesani, esordisce in Serie A l'11 settembre 2011, nel pareggio interno per 2-2 contro l'Atalanta.[25] Con la maglia del grifone trova poco spazio, trovando maggior continuità in Coppa Italia, dove riesce a segnare due reti contro Bari e Inter. A fine anno sono 9 le presenze in campionato più 3 in Coppa Italia.

Torino[modifica | modifica sorgente]

Il 31 agosto 2012, ultimo giorno di calciomercato, passa in prestito con diritto di riscatto al Torino,[26][27] neopromosso in Serie A. Il 28 ottobre esordisce in maglia granata nella sconfitta interna per 3-1 contro il Parma,[28] e il 25 novembre realizza la sua prima rete in Serie A, firmando il secondo gol nel match contro la Fiorentina.[29] Il 17 febbraio 2013 segna il gol decisivo al minuto 87' nella partita casalinga finita 2-1 contro l'Atalanta.

Dopo 17 presenze e 2 gol in campionato fa ritorno al Genoa a fine stagione.

Milan[modifica | modifica sorgente]

Il 31 agosto 2013 passa a titolo definitivo al Milan nell'ambito dell'operazione che porta il terzino Luca Antonini sotto la Lanterna.[30] Il calciatore sloveno firma un contratto triennale valido fino al 30 giugno 2016 e sceglie di indossare la maglia numero 14.[1] Esordisce con la casacca rossonera il 14 settembre seguente, in occasione della trasferta dell'Olimpico pareggiata per 2-2 contro il Torino (sua ex squadra)[31][32] e il 28 dello stesso mese mette a segno il suo primo gol con la società milanese, decidendo la partita di San Siro contro la Sampdoria.[33]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Fin da giovanissimo convocato nelle rappresentative giovanili nazionali, il 28 febbraio 2006 ha debuttato con la Nazionale maggiore contro Cipro. Ha segnato il suo primo gol in Nazionale il 9 settembre 2009 nelle qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2010 contro la Polonia, terminata 3-0 per gli sloveni.[34]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 7 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004 Slovenia Primorje 1. SNL 1 0 CS 0 0 - - - - - - 1 0
2004-2005 Slovenia Gorica 1. SNL 26 7 CS 0 0 CU 2 0 - - - 28 7
2005-2006 1. SNL 35 19 CS 0 0 UCL 2 1 - - - 37 20
Totale Gorica 61 26 0 0 4 1 - - 65 27
2006-2007 Francia Sochaux L1 31 3 CF+CdL 3+0 0 - - - - - - 34 3
2007-2008 L1 22 3 CF+CdL 6+0 1+0 CU 2 0 - - - 30 4
2008-2009 L1 13 2 CF+CdL 1+2 0 - - - - - - 16 2
Totale Sochaux 66 8 12 1 2 0 - - 80 9
gen.-giu. 2009 Francia Auxerre L1 15 1 CF+CdL 1+0 0 - - - - - - 16 1
2009-2010 L1 35 3 CF+CdL 4+0 0 - - - - - - 39 3
2010-2011 L1 33 5 CF+CdL 0+2 0 UCL 7 1 - - - 42 6
Totale Auxerre 83 9 7 0 7 1 - - 97 10
2011-2012 Italia Genoa A 9 0 CI 3 2 - - - - - - 12 2
2012-2013 Italia Torino A 17 2 CI 1 0 - - - - - - 18 2
ago. 2013 Italia Genoa A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Genoa 9 0 3 2 0 0 - - 12 2
ago. 2013-2014 Italia Milan A 15 2 CI 2 0 UCL 4 0 - - - 21 2
Totale carriera 252 47 25 3 17 2 - - 294 52

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

ND Gorica: 2004-2005, 2005-2006
Sochaux: 2006-2007

Individuale[modifica | modifica sorgente]

  • Calciatore sloveno dell'anno: 1
2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Valter Birsa, acmilan.com. URL consultato il 1º settembre 2013.
  2. ^ Genoa in silenzio stampa. Incidente per Birsa, La Gazzetta dello Sport, 6 maggio 2012. URL consultato il 31 agosto 2012.
  3. ^ ma.gal., La Procura: 100 mila euro d'ammenda per Preziosi in La Gazzetta dello Sport, 6 ottobre 2012, p. 5.
  4. ^ Alla scoperta di…Valter Birsa, fantasia e classe al servizio del Grifone, Soccermagazine.it, 27 settembre 2011. URL consultato il 31 agosto 2012.
  5. ^ Valter Birsa, Transfermarkt.it, 27 settembre 2011. URL consultato il 27 settembre 2011.
  6. ^ Fantacalcio Genoa, conosciamo Birsa: fantasista doc alla corte di Malesani, Fantamania.blogosfere.it, 25 luglio 2011. URL consultato il 31 agosto 2012.
  7. ^ NK Primorje-NK Maribor 0-0, Transfermarkt.it, 5 novembre 2003. URL consultato il 31 agosto 2012.
  8. ^ ND Gorica-AEK Atene 1-1, Transfermarkt.it, 16 settembre 2004. URL consultato il 31 agosto 2012.
  9. ^ NK Zagorje-ND Gorica 1-3, Transfermarkt.it, 26 settembre 2004. URL consultato il 31 agosto 2012.
  10. ^ Alla Roma piace Birsa, Fastweb.it, 26 settembre 2009. URL consultato il 2 settembre 2012.
  11. ^ Ufficiale: Birsa al Sochaux, Tuttomercatoweb.com, 10 luglio 2006. URL consultato il 31 agosto 2012.
  12. ^ Saint-Étienne-Sochaux 1-2, Transfermarkt.it, 5 agosto 2006. URL consultato il 31 agosto 2012.
  13. ^ Sochaux-Auxerre 1-1, Transfermarkt.it, 12 agosto 2006. URL consultato il 31 agosto 2012.
  14. ^ Il Lione vince la Supercoppa di Francia, Tuttomercatoweb.com, 28 luglio 2007. URL consultato il 31 agosto 2012.
  15. ^ (FR) Valter Birsa prêté à Auxerre, FC Sochaux-Montbéliard. URL consultato il 31 gennaio 2009.
  16. ^ Ufficiale: Auxerre, arriva Birsa, Tuttomercatoweb.com. URL consultato il 31 agosto 2012.
  17. ^ Nancy-Auxerre 0-2, Transfermarkt.it, 7 febbraio 2009. URL consultato il 31 agosto 2012.
  18. ^ Ufficiale: l'Auxerre riscatta Birsa, Tuttomercatoweb.com. URL consultato il 31 agosto 2012.
  19. ^ (FR) Birsa, la grande classe, Eurosport.fr., 24 dicembre 2009.
  20. ^ Zenit-Auxerre 1-0, Transfermarkt.it, 17 agosto 2010. URL consultato il 31 agosto 2012.
  21. ^ AFC Ajax-Auxerre 2-1, Transfermarkt.it, 19 ottobre 2010. URL consultato il 31 agosto 2012.
  22. ^ Genoa, visite mediche e firma per Birsa. Preziosi: "È fortissimo", Tuttomercatoweb.com. URL consultato il 31 agosto 2012.
  23. ^ (SL) Birsa štiri leta v Genovi, nogomania.com, 3 febbraio 2011.
  24. ^ Genoa, altro colpo: Arriva Valter Birsa, Calciomercato.com. URL consultato il 31 agosto 2012.
  25. ^ Genoa-Atalanta 2-2, Transfermarkt.it, 11 settembre 2011. URL consultato il 31 agosto 2012.
  26. ^ Birsa al Toro, Torinofc.it, 31 agosto 2012. URL consultato il 31 agosto 2012.
  27. ^ Ufficiale: Torino,Birsa in prestito, Tuttomercatoweb.com, 31 agosto 2012. URL consultato il 31 agosto 2012.
  28. ^ Torino-Parma 1-3, Transfermarkt.it, 28 ottobre 2012. URL consultato il 26 novembre 2012.
  29. ^ TorinoFC-Fiorentina 2-2, Torinofc.it, 25 novembre 2012. URL consultato il 26 novembre 2012.
  30. ^ Antonini al Genoa, Birsa al Milan, genoacfc.it, 31 agosto 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.
  31. ^ Max Cristina, Milan rocambolesco: col Torino da 0-2 a 2-2 al 95', Sport Mediaset, 14 settembre 2013. URL consultato il 14 settembre 2013.
  32. ^ Torino 2 - 2 Milan, legaseriea.it, 14 settembre 2013. URL consultato il 14 settembre 2013.
  33. ^ Max Cristina, Serie A: Milan-Sampdoria 1-0, decide Birsa, Sport Mediaset, 28 settembre 2013. URL consultato il 28 settembre 2013.
  34. ^ Fifa.com.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]