Calcio di rigore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la sequenza di tiri che decide il vincitore al termine di un incontro ad eliminazione diretta, vedi tiri di rigore.

1leftarrow.pngVoce principale: Regole del gioco del calcio.

Il calcio di rigore è la ripresa di gioco utilizzata nel calcio quando un calciatore commette nei confronti di un avversario, nella propria area di rigore e con il pallone in gioco, un'infrazione punibile con un calcio di punizione diretto.[1] È disciplinato dalla Regola 14 del Regolamento del Gioco del Calcio.[2].

Il calcio di rigore non deve essere confuso con il tiro di rigore, regolamentato diversamente e che costituisce uno dei metodi per determinare la vincente di una gara terminata in parità. I tiri di rigore sono infatti disciplinati alla voce "Procedure per determinare la squadra vincente di una gara" del Regolamento del Gioco del Calcio,[3] e denominano la serie di cinque o più rigori calciata al termine di una gara che prevede necessariamente la vittoria di una squadra sull'altra.

Procedura[modifica | modifica sorgente]

Undici metri, "pena di morte" del calcio

L'ideazione del calcio di rigore - letterariamente definito dal Premio Nobel per la letteratura Camilo José Cela pena di morte del calcio - è attribuita al portiere nord-irlandese William McCrum - di famiglia benestante e proprietario di un mulino - che lo istituì ufficiosamente intorno al 1890 (la data è controversa e indicata in periodi differenti che vanno dal 1885 appunto al 1890).

McCrum decise di applicare la nuova regola del tiro libero dalla distanza di 10,89 metri con l'intento di condizionare l'irruenza dei suoi stessi compagni che affrontavano con troppa vigorìa gli avversari che si approssimavano alla porta da lui difesa.

Il primo calcio di rigore fu tirato durante un incontro sul campo di calcio del sobborgo di Milford, contea di Armagh, settanta chilometri ad ovest di Belfast, Irlanda del Nord[4]. La Irish Football Association avanzò all'International Football Association Board la proposta di adottarlo definitivamente e al termine di un lungo dibattito il board internazionale approvò l'innovazione al regolamento il 2 giugno 1891 (il provvedimento sarebbe entrato in vigore nella stagione 1891-1892).

Un calcio di rigore durante un incontro dei Campionati mondiali di Germania 2006

Secondo la cultura anglosassone, il calcio di rigore - penalty kick in lingua inglese - si chiamava originariamente the kick of death, il calcio della morte, poiché chiunque - in Irlanda del Nord - avesse sbagliato il tiro dal dischetto (spot in inglese) avrebbe potuto essere passibile di arresto senza processo per manifesta incapacità a calciare, considerata la facilità attribuita a questo tipo di tiro. Naturalmente - e per la fortuna di numerosi rigoristi poco abili o fortunati - la regola non fu mai adottata nel calcio moderno britannico inventato in una taverna di Londra nell'autunno del 1863.[senza fonte]
(Nell'immagine a centro-box: un calcio di rigore durante l'incontro Costa d'Avorio-Serbia-Montenegro al torneo FIFA World Cup 2006)

Al momento del calcio di rigore tutti i giocatori eccetto il portiere e il giocatore che lo batte devono essere dietro la linea del pallone e soprattutto non avanzare fin che il pallone non sia stato calciato verso la porta.

Il pallone è posto sul punto del calcio di rigore,[5] tracciato all'interno di ciascuna area di rigore a 11 metri dalla porta ed equidistante dai pali. L'incaricato di eseguire il tiro deve essere chiaramente identificato sia dall'arbitro, sia dal portiere e dai calciatori avversari.

Una volta che il pallone è stato posizionato, tutti i calciatori, eccetto l'incaricato e il portiere difendente, devono posizionarsi:

  • all'interno del terreno di gioco;
  • all'esterno dell'area di rigore;
  • dietro la linea del pallone[6];
  • all'esterno dell'arco dell'area di rigore (ovvero a non meno di 9,15 metri dal pallone).

Il portiere difendente dovrà invece rimanere sulla propria linea di porta nel tratto compreso tra i pali,[7] e fare fronte all'incaricato fino al momento in cui il pallone sarà in gioco. Egli potrà liberamente eseguire movimenti laterali, purché sempre sulla linea di porta nel tratto compreso tra i pali. L'arbitro dovrà invece essere posizionato all'interno dell'area di rigore, ad un'uguale distanza dalla porta e dal punto del calcio di rigore, avendo l'esecutore alla propria destra.[8] L'assistente dell'arbitro che opera nella metà del terreno di gioco su cui sta eseguendosi il calcio di rigore deve invece posizionarsi nel punto in cui la linea dell'area di rigore interseca la linea di porta, facendo fronte all'arbitro.[9]

Una volta che tutti i calciatori hanno preso posizione in conformità alla regola, l'arbitro emetterà il fischio che autorizzerà la ripresa di gioco; l'esecutore deve calciare il pallone in avanti, il quale, una volta calciato e mossosi in avanti, sarà tornato in gioco. È possibile segnare una rete direttamente su calcio di rigore, ma non un'autorete: in questo caso, il gioco riprenderebbe con un calcio d'angolo per la squadra avversaria, dopo l'annullamento dell'autorete.

Se un calcio di rigore è accordato allo scadere di ciascuno dei due tempi regolamentari, o dei tempi supplementari, la gara non potrà terminare fino a che il calcio di rigore non sia stato eseguito e non abbia prodotto il proprio effetto, ovvero fino a che una rete non sia stata segnata, il pallone non sia stato bloccato dal portiere avversario, sia uscito dal terreno di gioco o abbia terminato la propria corsa dopo aver colpito un palo, la traversa o il portiere stesso.

Poiché il segnare direttamente su calcio di rigore è una possibilità, è anche possibile eseguire il calcio di rigore passando il pallone ad un compagno di squadra, purché il pallone venga passato in avanti rispetto al punto del calcio di rigore, e il calciatore al quale viene passato il pallone non entri in area di rigore prima che lo stesso sia in gioco. È possibile per il calciatore che effettua il tiro eseguire delle finte durante la ricorsa (per esesempio, variando la velocità della stessa); egli però non può interromperla né fare finta di tirare una volta che il calciatore abbia terminato la rincorsa.[10] In questo caso, il calciatore sarà ammonito per comportamento antisportivo, e il gioco riprenderà in conformità alla regola che disciplina le infrazioni su calcio di rigore.

Infrazioni e sanzioni[modifica | modifica sorgente]

Solitamente, infrazioni al Regolamento commesse a pallone non in gioco non producono effetti tecnici, se non la ripetizione della relativa ripresa di gioco: il calcio di rigore fa però eccezione, stilando diverse casistiche per le infrazioni commesse prima dell'esecuzione del calcio di rigore e, quindi, prima che il pallone fosse in gioco.

Infrazioni commesse prima che il pallone sia in gioco[modifica | modifica sorgente]

Se al momento del fischio dell'arbitro tutti i calciatori sono posizionati correttamente, ma prima che il pallone sia in gioco uno o più calciatori infrangono la regola stessa (ad esempio, invadendo l'area di rigore o avvicinandosi a meno di 9,15 metri dal pallone), il gioco dovrà proseguire o essere interrotto, e in tal caso ripreso, in base ai seguenti due punti, che fungono da discriminanti:

  • esito del calcio di rigore;
  • squadra alla quale appartiene il calciatore reo dell'infrazione.

La seguente tabella riassume le possibili situazioni; le varie righe indicano chi commette l'infrazione, le diverse colonne indicano se il pallone è entrato o meno in porta a seguito dell'esecuzione del calcio di rigore stesso. La tabella deve essere seguita anche quando i calciatori in questione commettano, prima che il pallone sia in gioco, altre scorrettezze o generiche infrazioni alle regole, piuttosto che al semplice posizionamento su calcio di rigore:

Infrazione commessa da Il pallone entra Il pallone non entra
Incaricato del tiro (o un suo compagno) Ripetizione del tiro Calcio di punizione indiretto, in favore della squadra avversaria, dal punto in cui è stata commessa l'infrazione
Il portiere difendente (o un suo compagno) Rete valida Ripetizione del tiro
Uno o più calciatori di entrambe le squadre Ripetizione del tiro Ripetizione del tiro

Poiché il Regolamento stabilisce che il calcio di rigore deve essere eseguito in avanti, calciare il pallone all'indietro costituisce un'infrazione alla procedura, che, come da tabella, risulta in un calcio di punizione indiretto, in favore della squadra avversaria, dal punto del calcio di rigore; tale calcio di punizione viene assegnato anche se il pallone non è mai entrato in gioco proprio in virtù delle particolarità della Regola 14.

Infrazioni commesse dopo che il pallone è entrato in gioco[modifica | modifica sorgente]

Dopo l'esecuzione del calcio di rigore, il calciatore che lo ha effettuato non deve toccare nuovamente il pallone prima che questo venga toccato da qualsiasi altro calciatore: se ciò accade, un calcio di punizione indiretto sarà assegnato alla squadra avversaria nel punto in cui è avvenuta l'infrazione. Se il secondo contatto avviene con le mani, l'arbitro punirà l'infrazione più grave, assegnando un calcio di punizione diretto alla squadra avversaria. Se il calcio di rigore è stato eseguito dal portiere, un calcio di punizione indiretto sarà accordato anche se il secondo tocco avvenisse con le mani, purché unicamente all'interno della propria area di rigore. Qualora il rigore venisse calciato sul palo o sulla traversa (senza deviazione del portiere) e ritornasse in gioco, l'esecutore non potrà più toccare il pallone finché lo stesso non verrà rigiocato da un altro calciatore.

Se dopo che il pallone è stato calciato e si è mosso in avanti, ma prima che tocchi un palo, la traversa o il portiere avversario e ricada sul terreno di gioco, esso entra in contatto con un agente estraneo, il gioco sarà interrotto, ma non sarà ripreso con una rimessa da parte dell'arbitro come per tutti gli altri casi di contatto con un agente estraneo; bensì, il calcio di rigore sarà ripetuto. Se il contatto avviene dopo che il pallone è ricaduto sul terreno di gioco dopo aver toccato un palo, una traversa o il portiere avversario il gioco riprenderà regolarmente con una rimessa effettuata dal direttore di gara nel punto in cui si trovava il pallone al momento del contatto con l'oggetto esterno.

Polemiche sulla regola[modifica | modifica sorgente]

Sin dalla sua introduzione ufficiale, il calcio di rigore è stato sempre oggetto di forti critiche per via del fatto che, secondo molti, questa punizione influisce in maniera eccessiva sul risultato finale di una gara e affida una responsabilità ingiustificata e molto elevata agli arbitri, che decidono se assegnare o meno un calcio di rigore. Soprattutto negli ultimi anni, con l'avvento delle moviole, è stato possibile notare come moltissimi calciatori, in maniera assolutamente anti-sportiva, cerchino di ingannare l'arbitro fingendo di aver subito un fallo e questa tendenza continua a crescere con il passare degli anni.

Tuttavia, nonostante il fenomeno delle simulazioni secondo le statistiche si sia abbassato rispetto ad alcuni anni fa, sono stati introdotti due giudici di porta (situati sulla linea di fondo adiacente alle rispettive porte) con il compito esclusivo di rilevare quanto accade all'interno dell'area di rigore.

Dato che a detta di molti non esiste un rimedio a questo problema, è stata addirittura proposta da alcuni membri della FIFA l'abolizione totale della regola riguardante i calci di rigore. In pratica, nel campo regolamentare l'area di rigore non esisterebbe più come discriminante fra un calcio di punizione e un calcio di rigore, limitandosi quindi a segnare esclusivamente l'area nella quale un portiere possa regolarmente toccare il pallone con le mani, e un qualsiasi fallo nei pressi della porta verrebbe sanzionato con la classica "punizione dal limite". Tale proposta, almeno per il momento, non è stata mai ufficialmente presa in considerazione.

Altri sport nei quali è previsto il calcio (o tiro) di rigore[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Un gruppo di ricercatori inglesi è riuscito a trovare la formula per il "rigore perfetto", che assicura la realizzazione al 100%, calcolando velocità, passi da eseguire e angolazione di tiro.[11]
  • Il noto calciatore olandese dell'Ajax Johann Cruyff, nella partita disputata contro l'Helmond Sport il 5 dicembre 1982, si esibì in quello che è passato alla storia come "rigore a due": invece di tirare direttamente in porta, toccò la palla all'accorrente Jesper Olsen, che ripassò a sua volta la sfera a Cruyff, il quale insaccò definitivamente a portiere battuto.[12] Un analogo schema è stato tentato, con scarso successo, da Robert Pires e Thierry Henry nella partita tra Arsenal e Manchester City del 22 ottobre 2005. Si tratta di una delle prime applicazioni della regola secondo la quale non è necessario che una rete sia segnata direttamente su calcio di rigore, purché il pallone sia calciato e si muova in avanti.
  • Il calciatore argentino Martín Palermo detiene il record, negativo, di rigori sbagliati in una sola partita: tre. Il record fu stabilito nel 1999, durante un incontro tra Argentina e Colombia valido per la Copa América.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dare o tentare di dare un calcio ad un avversario; fare o tentare di fare uno sgambetto ad un avversario; saltare su un avversario; caricare un avversario; colpire o tentare di colpire un avversario; spingere un avversario; effettuare un tackle su un avversario; trattenere un avversario; sputare contro un avversario; toccare volontariamente il pallone con le mani (ad eccezione del portiere nella propria area di rigore).
  2. ^ Regola 14 - Il calcio di rigore ( Regolamento del Gioco del Calcio, FIGC. )
  3. ^ Procedure per determinate la squadra vincente di una gara, "Tiri di rigore" ( Regolamento del Gioco del Calcio, FIGC, pp. 183-186. )
  4. ^ Fonti: Daily Telegraph Monday, 9 aprile 2007 pag. 5 (Telegraph online) e Il Secolo XIX, 10 aprile 2007 pag. 34
  5. ^ La terminologia comune per riferirsi al suddetto segno tracciato sul terreno è "dischetto".
  6. ^ Per "linea del pallone" si intende la linea immaginaria passante per il pallone e parallela alla linea di porta.
  7. ^ La precisazione è necessaria perché il Regolamento indica come linea di porta l'intera linea che congiunge le bandierine d'angolo nel tratto più breve del rettangolo di gioco.
  8. ^ Regola 5, "Posizionamento dell'arbitro su calci da fermo" ( Regolamento del Gioco del Calcio, FIGC, p. 59. )
  9. ^ Regola 6, "Posizionamento dell'assistente e cooperazione con l'arbitro" ( Regolamento del Gioco del Calcio, FIGC, p. 76. )
  10. ^ Circolare n° 1 - 2010/2011 - pag. 5
  11. ^ Portieri attenzione! Scoperta la formula del rigore perfetto! Ilportiere.com
  12. ^ Il calcio di rigore della storia

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio