Morgan De Sanctis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Morgan De Sanctis
Morgan De Sanctis 2012.jpg
Morgan De Sanctis durante una conferenza stampa con la Nazionale Italiana
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 86 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Roma Roma
Carriera
Giovanili
Pescara Pescara
Squadre di club1
1994-1997 Pescara Pescara 74 (-103)
1997-1999 Juventus Juventus 3 (-2)
1999-2007 Udinese Udinese 194 (-237)
2007-2008 Siviglia Siviglia 8 (-7)
2008-2009 Galatasaray Galatasaray 31 (-35)
2009-2013 Napoli Napoli 147 (-156)
2013- Roma Roma 46 (-27)
Nazionale
1994-1995
1996-2000
2005-2013
Italia Italia U-18
Italia Italia U-21
Italia Italia
8 (-9)
7 (-3)
6 (-6)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Slovacchia 2000
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Argento Grecia 1995
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 novembre 2014

Morgan De Sanctis (Guardiagrele, 26 marzo 1977) è un calciatore italiano, portiere della Roma, vice-campione d'Europa con la Nazionale italiana agli Europei 2012.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Pescara[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto del vivaio del Pescara, rimase nel capoluogo adriatico per 3 stagioni dal 1994 al 1997. Ebbe un esordio fortunoso in Serie B, quando da terzo portiere del Pescara (giocava nella Primavera) fu costretto a debuttare per l'infortunio di entrambi i portieri della prima squadra e sul campo neutro di Francavilla al Mare parò un rigore a Christian Vieri, che a quel tempo militava nel Venezia.

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997, a 20 anni, viene acquistato dalla Juventus per 1,5 miliardi di lire[1]. Nella prima stagione non viene mai impiegato, chiuso da Peruzzi e Rampulla, mentre la squadra vince lo scudetto e arriva in finale di Champions League. Nel campionato seguente, il 6 dicembre 1998 debutta con la maglia bianconera ed in Serie A nella partita Juventus-Lazio (0-1).[2] Scende poi in campo altre 3 volte, 2 in campionato ed una in Coppa Italia. Nei due anni alla Juventus ha pertanto giocato 4 gare subendo 2 reti.

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 passò all'Udinese, collezionando 8 presenze il primo anno e 3 nel campionato successivo. Nell'estate del 2000 vinse la Coppa Intertoto. Nel 2001-02 giocò da titolare le ultime 10 partite stagionali, e a partire dal 2002, a 25 anni, si conquistò il ruolo di portiere titolare della squadra, subentrando a Luigi Turci. Con l'Udinese ha giocato 194 partite di Serie A in 8 stagioni, oltre ad alcuni incontri di Coppa UEFA e di Champions League.

All'estero[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2007 chiese d'ufficio la rescissione del contratto alla FIFA, avvalendosi della norma secondo cui un calciatore che ha superato i 29 anni può richiedere l'interruzione del contratto con una squadra pagando un indennizzo basso. Firmò poi con il Siviglia, dove è stato il portiere di riserva.

Il 31 luglio 2008 va in prestito al club turco del Galatasaray.[3] Il 17 agosto vince la Supercoppa di Turchia battendo 2-1 il Kayserispor, anche se non gioca la partita.[4] Nel resto del campionato è invece titolare.

Napoli[modifica | modifica wikitesto]

Rientrato al Siviglia al termine del prestito, il 24 luglio 2009, a 32 anni, viene acquistato a titolo definitivo dal Napoli con cui firma un contratto quadriennale.[5][6] Esordisce in maglia azzurra il 16 agosto 2009 nel match di Coppa Italia contro la Salernitana, terminato 3-0 per i partenopei.[7]. Lungo la stagione, dopo qualche piccola incertezza iniziale, si conferma un portiere molto affidabile, parando anche 3 rigori e mantenendo la porta inviolata per 588 minuti in 6 partite, perdendo l'imbattibilità per mano di Antonio Di Natale in Udinese-Napoli (3-1 per i padroni di casa).[8] Grazie anche al grande fair play dimostrato nel corso del campionato, vince il "Pallone d'Argento"[9][10]. Nella stagione successiva si conferma titolare affidabile, ottenendo anche il primato assoluto di imbattibilità casalinga della storia partenopea: fissato a 799 minuti, supera il precedente record di Luciano Castellini (763 minuti) che resisteva dal torneo 1981-1982.[11] L'imbattibilità casalinga del portiere azzurro viene interrotta il 20 marzo 2011 per mano di Acquafresca che realizza al 56' la rete del momentaneo 1-1 di Napoli-Cagliari, partita terminata col risultato di 2-1 per i padroni di casa.[12]

Al termine del campionato 2010-2011, conclusosi con la qualificazione del Napoli in Champions League, fa registrare un altro record: è l'unico calciatore della Serie A ad essere stato sempre presente in campo sia nella stagione appena conclusa che in quella precedente, disputando nella fattispecie 76 partite consecutive da titolare senza mai essere sostituito.[13]

Il 7 giugno 2011 vince il Trofeo Rocky Marciano, il titolo di miglior sportivo abruzzese dell'anno[14].

In Champions League contribuisce alla qualificazione per gli ottavi di finale del Napoli. In Napoli-Bayern Monaco del 18 ottobre 2011, finita 1-1, para un rigore a Gómez.

Il 20 maggio 2012 vince la Coppa Italia col Napoli.

Ceduto alla Roma, il 26 luglio 2013 acquista una pagina sul Corriere dello Sport per salutare i tifosi napoletani e testimoniare il suo legame con Napoli[15].

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 luglio 2013 passa a titolo definitivo alla Roma per 500 mila euro, firmando un contratto fino al 2015.[16] Il 25 agosto seguente fa il suo esordio coi giallorossi nella gara di campionato Livorno-Roma (0-2).[17]

Con la Roma riesce a battere il record di 9 vittorie consecutive ad inizio stagione subendo appena una rete contro il Parma migliorando il record a 10 vittorie consecutive, ed inoltre la Roma ha una media di una rete subita ogni 161 minuti e la miglior difesa d'Europa

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Gianluigi Buffon e Morgan De Sanctis durante un riscaldamento della Nazionale

Il 30 marzo 2005, a 28 anni, esordisce in Nazionale nella partita amichevole Italia-Islanda (0-0) disputata a Padova.

Nel 2006 il c.t. Marcello Lippi lo inserisce nella lista delle 4 riserve per i Mondiali.

Nella gestione di Roberto Donadoni diventa il terzo portiere alle spalle di Buffon e Amelia, e viene convocato per l'Europeo 2008. Viene quindi confermato da Lippi che lo convoca, sempre come terzo portiere, per la Confederations Cup 2009 e per il Mondiale 2010.[18]

Dopo un anno di assenza, torna in Nazionale il 4 agosto 2011, quando riceve la prima convocazione della gestione di Cesare Prandelli in occasione dell'amichevole di Bari contro la Spagna,[19] tornando poi in campo l'11 ottobre 2011 nella partita di Pescara contro l'Irlanda del Nord, a quasi tre anni dall'ultima presenza in azzurro.

Infine, a 35 anni, viene convocato per l'Europeo 2012, questa volta come secondo portiere.[20] La Nazionale Italiana riesce ad arrivare in finale ma il 1º luglio perde 4-0 contro la Spagna.

Il 26 marzo 2013, giorno del suo 36º compleanno, annuncia l'addio alla maglia azzurra in occasione della partita contro Malta.[21]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 22 novembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994-1995 Italia Pescara B 30 -49 CI 0 -0 - - - - - - 30 -49
1995-1996 B 18 -31 CI 2 -4 - - - - - - 20 -35
1996-1997 B 26 -23 CI 3 -3 - - - - - - 29 -26
Totale Pescara 74 -103 5 -7 - - - - 79 -110
1997-1998 Italia Juventus A 0 -0 CI 0 -0 UCL 0 -0 SI 0 -0 0 -0
1998-1999 A 3 -2 CI 1 -0 UCL 0 -0 SI 0 -0 4 -2
Totale Juventus 3 -2 1 -0 - - - - 4 -2
1999-2000 Italia Udinese A 7 -10 CI 1 -3 CU 2 -2 - - - 10 -15
2000-2001 A 3 -6 CI 2 -3 - - - - - - 5 -9
2001-2002 A 10 -13 CI 4 -2 - - - - - - 14 -15
2002-2003 A 34 -35 CI 0 -0 - - - - - - 34 -35
2003-2004 A 34 -40 CI 0 -0 CU 2 -2 - - - 36 -42
2004-2005 A 36 -38 CI 4 -9 CU 2 -3 - - - 42 -50
2005-2006 A 34 -45 CI 4 -5 UCL+CU 8+4 -14 + -3 - - - 50 -67
2006-2007 A 36 -50 CI 3 -2 - - - - - - 39 -52
Totale Udinese 194 -237 18 -24 18 -24 - - 230 -285
2007-2008 Spagna Siviglia PD 8 -7 CR 4 -5 UCL 1 -0 SS+SU 0 -0 13 -12
2008-2009 Turchia Galatasaray SL 31 -35 TK 0 -0 CU 10 -12 ST 0 -0 41 -47
2009-2010 Italia Napoli A 38 -43 CI 1 -0 - - - - - - 39 -43
2010-2011 A 38 -39 CI 1 -0 UEL 10[22] -11[23] - - - 49 -50
2011-2012 A 37 -46 CI 4 -2 UCL 8 -11 - - - 49 -59
2012-2013 A 34 -28 CI 1 -2 UEL 2 -5 SI 1 -4 38 -39
Totale Napoli 147 -156 7 -4 20 -27 1 -4 175 -191
2013-2014 Italia Roma A 36 -23 CI 3 -5 - - - - - - 39 -28
2014-2015 A 10 -4 CI 0 -0 UCL 2 -8 - - - 12 -12
Totale Roma 46 -27 3 -5 2 -8 - - 51 -40
Totale carriera 503 -567 38 -45 51 -71 1 -4 593 -687

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
30/03/2005 Padova Italia Italia 0 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Ingresso al 45’ 45’
12/10/2005 Lecce Italia Italia 2 – 1 Moldavia Moldavia Qual. Mondiali 2006 -1
19/11/2008 Atene Grecia Grecia 1 – 1 Italia Italia Amichevole -1
11/10/2011 Pescara Italia Italia 3 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2012 -
01/06/2012 Zurigo Italia Italia 0 – 3 Russia Russia Amichevole -3 Ingresso al 45’ 45’
16/10/2012 Milano Italia Italia 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2014 -1
Totale Presenze 6 Reti -6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1997-1998
Siviglia: 2007
Galatasaray: 2008
Napoli: 2011-2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Udinese: 2000

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Slovacchia 2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 14 (1997-1998), Panini, 6 agosto 2012, p. 10.
  2. ^ Morgan De Sanctis sport.sky.it
  3. ^ De Sanctis al Galatasaray corrieredellosport.it
  4. ^ TFF Süper Kupa Şampiyonu Galatasaray tff.org
  5. ^ (ES) El Siviglia traspasa al Napoles a Morgan De Sanctis, sevillafc.es
  6. ^ Ufficializzato De Sanctis, il portiere è arrivato in ritiro, sscnapoli.it
  7. ^ Napoli-Salernitana 3-0, sscnapoli.it
  8. ^ De Sanctis il para rigori, ma è un primato amaro resport.it
  9. ^ De Sanctis vince il pallone d'Argento
  10. ^ A Morgan De Sanctis il 'Pallone d'Argento'
  11. ^ Il Napoli a -3 dal Milan! Cavani, doppietta storica, corrieredellosport.it
  12. ^ Napoli-Cagliari 2-1: Tabellino | Altre notizie | Calciomercato.com
  13. ^ Tutti i record del Napoli 2010/2011, i grandi numeri di una splendida stagione, sscnapoli.it
  14. ^ A Morgan De Sanctis il premio "Marciano" - migliore atleta dell'anno
  15. ^ Morgan De Sanctis compra una pagina per salutare Napoli
  16. ^ Comunicato ufficiale, asroma.it
  17. ^ Livorno 0-2 Roma, Legaseriea.it, 25 agosto 2013. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  18. ^ De Sanctis, Maggio e Quagliarella ai Mondiali, sscnapoli.it
  19. ^ De Sanctis: Torno in Nazionale grazie a Prandelli e a due splendidi anni con il Napoli, sscnapoli.it
  20. ^ Consegnata all'UEFA la lista dei 23 giocatori convocati per gli Europei, figc.it
  21. ^ De Sanctis chiude una storia azzurra: "È la mia ultima con la Nazionale", gazzetta.it
  22. ^ 2 presenze nei play-off.
  23. ^ 0 reti subite nei play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]