Qatar Airways

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Qatar Airways
Qatar Airways Logo.png
Qatar airway A330 landing at the runway 34 of Zurich airport.jpg
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATA QR
Codice ICAO QTR
Identificativo di chiamata QATARI
Inizio operazioni di volo 20 gennaio 1994
Descrizione
Hub Doha
Programma frequent flyer Qmiles
Airport lounge Qatar Airways Premium
Alleanza oneworld
Flotta 151 (+247 ordini)
Destinazioni 115
Controllate Qatar Executive
Azienda
Tipo azienda Società per azioni
Fondazione 22 novembre 1993 a Doha
Stato Qatar Qatar
Sede Doha
Persone chiave Akbar Al Baker (Amministratore Delegato)
Slogan World's 5-star airline
Sito web www.qatarairways.com
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
Un Bombardier Global 5000 di Qatar Executive parcheggiato all'Aeroporto di Lussemburgo-Findel

La Qatar Airways Company Q.C.S.C. (in lingua araba: القطرية, Al Qatariyah), o più semplicemente Qatar Airways, è la compagnia aerea di bandiera del Qatar. Opera principalmente dall'Aeroporto Internazionale di Doha, dove ha il proprio quartier generale, all'interno della Qatar Airways Tower[1].

La Qatar Airways opera in Africa, Asia Centrale, Europa, Estremo Oriente, Asia meridionale, Medio Oriente, Nord America, Sud America e Oceania, attualmente è membro della Arab Air Carriers Organization (Organizzazione Araba dei Trasporti Aerei).

La compagnia offre lavoro a più di 20000 persone, di queste: 14000 persone impiegate direttamente e altre 6000 tramite società controllate.[2]

Dal 30 ottobre 2013, la compagnia è a tutti gli effetti un membro dell'alleanza Oneworld.[3]

Skytrax assegna dal 2009 il rating massimo di 5 stelle alla compagnia[4] ed è stata insignita sia nel 2011 che nel 2012 del Airline of the Year Awards - Premio per la Compagnia dell’anno.[5]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Un Airbus A330-200 con la vecchia livrea in atterraggio.
Un Boeing 777-300ER durante un atterraggio.

La flotta di Qatar Airways a novembre 2014 ha i seguenti aerei in flotta:

Flotta di Qatar Airways[6]
Aereo In flotta Ordini Opzioni Passeggeri Note
F J Y Totale
Airbus A319-100 2 8 102 110
Airbus A320-200 40 1 12 132 144
Airbus A321-200 8 12 165 177
Airbus A320neo 80 TBA Consegne dal 2016
Airbus A321neo 14 TBA Consegne dal 2016
Airbus A330-200 16 12 18 208 238
24 248 272
Airbus A330-300 13 12 24 223 259
30 275 305
Airbus A340-600 4 8 42 216 266
Airbus A350-900 43 TBA Consegne da novembre 2014[7] (cliente di lancio)
Airbus A350-1000 37 TBA Consegne dal 2017
Airbus A380-800 1 12 3 8 52 457 517 Consegne da settembre 2014
Boeing 777-200LR 9 42 217 259
Boeing 777-300ER 27 42 293 335
24 356 380
Boeing 787-8 14 46 30 22 232 254
Bombardier Challenger 605 3 Qatar Executive
Bombardier Global 5000 3 Qatar Executive
Bombardier Global Express XRS 1 Qatar Executive
Flotta di Qatar Airways Cargo
Airbus A330-200F 3 13 8 65 t
Boeing 777-200F 7 1 103 t
Un Bombardier Challenger 605 di Qatar Executive in fase di atterraggio all'Aeroporto di Mosca-Vnukovo

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Destinazioni di Qatar Airways.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La Qatar Airways è stata più volte avvicinata al nome della ACF Fiorentina nell'ambito di una possibile acquisizione della società di calcio italiana, ma per ora senza successo. Dalla stagione calcistica 2013/2014 è lo sponsor del FC Barcelona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Qatar Airways, Qatar Airways – Legal Information.
  2. ^ Qatar Airways, Qatar Airways Fact Sheet, novembre 2012.
  3. ^ Carlo Dedoni, Qatar Airways entra ufficialmente in oneworld, 30 ottobre 2013.
  4. ^ Skytrax, The World's 5-Star Airlines Official 5-Star Airlines.
  5. ^ PR Newswire, Qatar Airways Named Airline five star of the Year at Skytrax World Airline Awards 2011, 22 giugno 2011.
  6. ^ Qatar Airways Fleet Details and History - Planespotters.net Just Aviation
  7. ^ Qatar Airways report A350 delivery is on time

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]