Mohamed Sissoko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mohamed Sissoko
Mohamed Sissoko.jpg
Sissoko nel 2012
Dati biografici
Nome Mohamed Lamine Sissoko Gillan
Nazionalità Mali Mali
Altezza 191 cm
Peso 86 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Levante Levante
Carriera
Giovanili
1995-1998
1998-2003
Troyes Troyes
Auxerre Auxerre
Squadre di club1
2003-2005 Valencia Valencia 45 (0)
2005-2008 Liverpool Liverpool 51 (1)
2008-2011 Juventus Juventus 71 (3)
2011-2013 Paris SG Paris Saint-Germain 28 (2)
2013 Fiorentina Fiorentina 5 (0)
2014- Levante Levante 10 (0)
Nazionale
2003- Mali Mali 34 (2)
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Bronzo Gabon-Guinea Eq. 2012
Bronzo Sudafrica 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2013

Mohamed Lamine Sissoko Gillan, in in arabo: محمد سيسوكو – detto Momo – (Mont-Saint-Aignan, 22 gennaio 1985), è un calciatore maliano, centrocampista del Levante e della Nazionale maliana.

È soprannominato la Piovra Nera per la sua grande abilità nel recuperare palloni in mezzo al campo.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Francia da genitori del Mali, Fatou e Mohamed, è l'ottavo di 15 fratelli, due dei quali sono anch'essi calciatori professionisti: Ibrahim e Abdoul Sissoko.[2][3] È anche nipote di Salif Keïta, presidente della federcalcio maliana, e cugino di Seydou Keita, centrocampista che ha militato anche nel Barcellona e cugino di Oumar Sissoko. Si è diplomato in economia ed è sposato con Sokona, dalla quale ha avuto due figlie, Aicha e Sasia, e un figlio, Ismael. Musulmano praticante, in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport il 24 settembre 2008, in seguito all'opaca prestazione della domenica precedente contro il Cagliari, ha dichiarato che durante il periodo del Ramadan è sempre molto stanco a causa del digiuno che la sua religione gli impone dall'alba al tramonto.[4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Può giocare come mediano davanti alla difesa o come interno di centrocampo.[5][6] All'inizio della carriera nell'Auxerre ricoprì il ruolo di attaccante, ma arrivato in Spagna al Valencia mister Rafael Benítez ne capisce subito le potenzialità e lo inizia a far giocare nel ruolo in cui farà carriera, il centrocampista. È dotato di buona forza fisica, duro e combattivo sul terreno di gioco,[7] grazie alle sue lunghe leve è molto abile nel recuperare il pallone in mezzo al campo;[8][9][10] oltre a saper saltare in velocità gli avversari, è dotato anche di un tiro potente.[11][12] Contrariamente a quanto si pensi è dotato di una discreta tecnica che gli permette di dare il via alle azioni della squadra;[13] tutte queste caratteristiche lo portano ad essere considerato uno dei migliori interditori in circolazione. Ai tempi del Liverpool è stato accostato a Patrick Vieira per il fisico potente, il ruolo e la grande generosità in campo.[14]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Auxerre[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nel 2002 a 17 anni all'Auxerre, nella cui squadra giovanile realizza 50 gol in due stagioni.[15] Non esordisce però nella prima squadra.

Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003, a 18 anni, si trasferisce in Spagna al Valencia dove rimane due anni e vince una Coppa UEFA, giocando 9 partite e realizzando anche una rete, una Supercoppa europea, durante la quale rimane però in panchina, e la Primera División nel 2004, con 21 presenze. In totale in partite ufficiali realizza 63 presenze e una rete. Di fatto esplode in terra valenciana anche grazie al sostegno dell'allenatore di allora, Rafael Benítez.

Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

Sissoko con la maglia del Liverpool

Nel 2006 approda al Liverpool dove ritrova l'allenatore che ha creduto in lui, Benítez. Anche nei reds si mette in evidenza per le sue doti atletiche e agonistiche e, nonostante qualche cartellino giallo di troppo per i suoi tackle, diventa subito un beniamino del pubblico che spesso sventola bandiere del Mali in suo onore. Nella prima stagione riesce a trovare molto spazio, giocando anche nelle due finali di Supercoppa Europea e di Coppa Intercontinentale. A fine anno totalizza 45 presenze. Nel secondo anno in Inghilterra trova però meno spazio e conclude l'anno con 28 presenze. Nel febbraio del 2006, durante la gara di Champions League tra Liverpool e Benfica, in un'azione di gioco riceve un calcio sull'occhio destro dal portoghese Beto e viene portato fuori in barella: la retina è danneggiata e nei mesi seguenti si susseguono notizie incerte sul suo stato e si parla addirittura di perdita della vista dell'occhio colpito ma, per sua fortuna, dopo numerose operazioni si riprende completamente.[16] L'inizio della stagione 2007/08 è molto travagliato, anche per l'arrivo in mezzo al campo di Javier Mascherano e di Lucas Leiva che lo superano nelle preferenze di Benítez. Nonostante questo riesce comunque a segnare il suo primo e unico gol con la maglia dei reds, il 25 agosto 2007 nella gara di Premier League vinta per 2 a 0 contro il Sunderland, portando la squadra in vantaggio. Finisce i primi sei mesi della stagione con 10 presenze e una rete.

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

A inizio 2008 dichiara di voler giocare con maggiore frequenza e viene messo sul mercato dalla società con il benestare di Benítez, destando l'interesse di numerose squadre europee fra cui Atlético Madrid e, soprattutto, Juventus. E infatti proprio quest'ultima (forte della presenza di Claudio Ranieri, allenatore che lo ha lanciato dopo Rafael Benítez) lo ingaggia ufficialmente per 11 milioni di euro il 29 gennaio[17] con un contratto di 2,5 milioni di euro all'anno per il giocatore fino al 2012 con opzione per la stagione successiva.[18] L'esordio in Serie A con i bianconeri arriva il 3 febbraio nella partita contro il Cagliari. Ha segnato il suo primo gol in bianconero, con una rovesciata, nella partita del 2 marzo contro la Fiorentina, poi terminata 2-3. Ha rimediato il suo primo cartellino rosso contro la Sampdoria, durante l'ultima giornata. Termina la stagione 2007-2008 con 15 presenze e una rete, e con un posto da titolare nella formazione di Claudio Ranieri.

Nella seconda stagione in bianconero esordisce in Champions League con i torinesi, il 13 agosto 2009 nella gara di andata del terzo turno preliminare, vinta 4-0 contro l'Artmedia Bratislava. Mette a segno il suo primo gol stagionale in campionato contro il Cagliari il 1º febbraio, ripetendosi il 22 febbraio nella partita vinta 2-0 contro il Palermo, segnando un gol partendo da centrocampo. Una frattura al quinto metatarso del piede sinistro, procurata durante il derby della Mole contro il Torino il 7 marzo,[19] subentrando a Christian Poulsen al 39' del secondo tempo[20], lo costringe però a chiudere anticipatamente la stagione.[21] Colleziona dunque 21 presenze e 2 gol in campionato, 3 presenze in Coppa Italia ed 8 presenze in Champions per un totale di 32 presenze e 2 gol.

Dopo sette mesi di stop viene convocato per la prima volta, nella stagione successiva, per la partita di campionato Juventus-Fiorentina del 17 ottobre[22], ma un altro infortunio lo tiene lontano dai campi di gioco fino al 22 novembre quando rientra nell'incontro casalingo contro l'Udinese (1-0). Colleziona dunque 17 presenze in campionato, 6 nelle coppe europee (4 in Champions League e 2 in Europa League) ed una in Coppa Italia per un totale di 24 presenze.

Nella stagione 2010-11, decide di vestire la maglia numero 5, lasciata vacante da Fabio Cannavaro. In questa stagione trova meno spazio rispetto agli anni precedenti, venendo spesso utilizzato dal nuovo tecnico Luigi Delneri solo a partita in corso, preferendogli spesso come titolare il brasiliano Felipe Melo. Il 1º marzo 2011 è stato sottoposto ad intervento artroscopico di regolarizzazione della cartilagine del ginocchio sinistro, riportando così uno stop di circa tre mesi e finendo di conseguenza la sua quarta stagione in bianconero.[23] Colleziona dunque 18 presenze in campionato, 10 in Europa League ed una in Coppa Italia per un totale di 29 presenze.

Paris Saint Germain[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 luglio 2011 passa al Paris Saint-Germain firmando un contratto triennale. Alla Juventus vanno 8 milioni di euro.[24]

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2013, ultimo giorno di calciomercato, si trasferisce alla Fiorentina con la formula del prestito con diritto di riscatto,[25] fissato a 3,5 milioni di euro.[26] Esordisce in maglia viola il 17 febbraio nella gara di campionato Fiorentina-Inter 4-1 entrando al 69' al posto di David Pizarro.[27] Esordisce dal primo minuto il 13 aprile contro l' Atalanta.

Scaduto il prestito, fa ritorno al PSG, ma, vedendosi fuori dai piani societari, rescinde il suo contratto con la squadra rimanendo svincolato.

Levante[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 gennaio 2014 viene ingaggiato dal Levante, club militante nella Liga, firmando un contratto fino a fine stagione.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

È nato in Francia ma, grazie alle origini maliane della sua famiglia, ha scelto di far parte della nazionale di quest'ultimo Paese, debuttando a livello di Nazionale maggiore il 19 novembre 2003 in un'amichevole contro il Marocco.

È stato uno dei giocatori chiave della nazionale che ha raggiunto le semifinali della Coppa d'Africa 2004, giocando tutte e cinque le partite e segnando un gol. Ha inoltre fatto parte della squadra olimpica alle Olimpiadi di Atene 2004, che è uscita ai quarti eliminata dall'Italia.

Il suo Mali ha partecipato alla Coppa d'Africa 2008 ed è stato eliminato alla prima fase dalla Costa d' Avorio; questo gli ha permesso di esordire prima con la nuova maglia bianconera.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º luglio 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Francia Auxerre L1 0 0 CF+CdF 0+0 0+0 CU 0 0 - - 0 0
2003-2004 Spagna Valencia PD 21 0 CR 4 0 CU 9 1 - - 34 1
2004-2005 PD 24 0 CR 0 0 UCL+CU 4+1 0+0 SS+SE 0+1 0+0 30 0
Totale Valencia 45 0 4 0 14 1 1 0 64 1
2005-2006 Inghilterra Liverpool PL 26 0 FACup+CdL 6+0 0+0 UCL 10[28] 0 SE+Cmc 1+2 0+0 45 0
2006-2007 PL 16 0 FACup+CdL 0+2 0+0 UCL 9[29] 0 CS 1 0 28 0
2007-gen. 2008 PL 9 1 FACup+CdL 0+2 0+0 UCL 3[29] 0 - - 14 1
Totale Liverpool 51 1 10 0 22 0 4 0 87 1
gen.-giu. 2008 Italia Juventus A 15 1 CI 0 0 - - - - 15 1
2008-2009 A 21 2 CI 3 0 UCL 8[29] 0 - - 32 2
2009-2010 A 17 0 CI 1 0 UCL+UEL 2+4 0+0 - - 24 0
2010-2011 A 18 0 CI 1 0 UEL 10[30] 0 - - 29 0
Totale Juventus 71 3 5 0 24 0 100 3
2011-2012 Francia Paris Saint-Germain L1 25 2 CF+CdlL 2+0 0+0 UEL 3 0 - - 30 2
2012-gen. 2013 L1 3 0 CF+CdlL 0+1 0+0 UCL 3 0 - - 7 0
gen.-giu. 2013 Italia Fiorentina A 5 0 CI - - - - - - 5 0
2013-2014 Francia Paris Saint-Germain L1 0 0 CF+CdlL 0 0 UCL 0 0 - - 0 0
Totale PSG 28 2 3 0 6 0 37 2
Totale carriera 200 6 22 0 66 1 5 0 293 7

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Mali Mali
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
19/11/2003 Marocco Marocco Marocco 0 – 1 Mali Mali Amichevole -
26/01/2004 Bizerte Mali Mali 3 – 1 Kenya Kenya Coppa d'Africa 2004 1
30/01/2004 Tunisi Mali Mali 3 – 1 Burkina Faso Burkina Faso Coppa d'Africa 2004 -
02/02/2004 Tunisi Mali Mali 1 – 1 Senegal Senegal Coppa d'Africa 2004 -
07/02/2004 Tunisi Mali Mali 2 – 1 Guinea Guinea Coppa d'Africa 2004 -
13/02/2004 Monastir Mali Mali 1 – 2 Nigeria Nigeria Coppa d'Africa 2004 -
28/04/2004 Tunisi Tunisia Tunisia 1 – 0 Mali Mali Amichevole -
06/06/2004 Monrovia Liberia Liberia 1 – 0 Mali Mali Qual. Mondiali 2006 -
19/06/2004 Bamako Mali Mali 1 – 1 Zambia Zambia Qual. Mondiali 2006 -
05/09/2004 Bamako Mali Mali 2 – 2 Senegal Senegal Qual. Mondiali 2006 -
10/10/2004 Lome Togo Togo 1 – 0 Mali Mali Qual. Mondiali 2006 -
27/03/2005 Bamako Mali Mali 1 – 2 Togo Togo Qual. Mondiali 2006 -
03/09/2005 Bamako Mali Mali 2 – 0 Rep. del Congo Rep. del Congo Qual. Mondiali 2006 1
08/10/2005 Dakar Senegal Senegal 3 – 0 Mali Mali Qual. Mondiali 2006 -
25/01/2008 Sekondi-Takoradi Nigeria Nigeria 0 – 0 Mali Mali Coppa d'Africa 2008 -
01/06/2008 Bamako Mali Mali 4 – 2 Rep. del Congo Rep. del Congo Qual. Mondiali 2010 -
19/08/2008 Parigi Gabon Gabon 1 – 0 Mali Mali Amichevole -
07/09/2008 Brazzaville Rep. del Congo Rep. del Congo 1 – 0 Mali Mali Qual. Mondiali 2010 -
11/10/2008 Bamako Mali Mali 2 – 1 Ciad Ciad Qual. Mondiali 2010 -
Totale Presenze 19 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 2003-2004
Liverpool: 2005-2006
Liverpool: 2006
Paris Saint-Germain: 2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 2003-2004
Valencia: 2004
Liverpool: 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La "Piovra Nera" prepara le valigie tuttomercatoweb.com
  2. ^ (EN) Sissoko: Pressure is positive, fifa.com. URL consultato il 31 gennaio 2013.
  3. ^ (EN) PSG take winter honours with victory, fifa.com. URL consultato il 31 gennaio 2013.
  4. ^ Giampiero Timossi, Sissoko, effetto Ramadan "Sono molto stanco" in gazzetta.it, 24 settembre 2008. URL consultato il 05-10-08.
  5. ^ Casotti (Sportitalia) a Fi.it: "Sissoko colpo con pro e contro perché..." fiorentina.it
  6. ^ Cauet: Sissoko ottimo per stare accanto a Borja, Aquilani o Pizarro fiorentina.it
  7. ^ L'indispendabile Sissoko, gazzetta.it. URL consultato il 29-07-2009.
  8. ^ Sissoko, la piovra, gazzetta.it. URL consultato il 29-07-2009.
  9. ^ Chiamatemi La Piovra, tuttomercatoweb.com. URL consultato il 29-07-2009.
  10. ^ Juventus-Zenit 1-0, repubblica.it. URL consultato il 29-07-2009.
  11. ^ Palermo-Juventus 0-2, gazzetta.it. URL consultato il 29-07-2009.
  12. ^ Juventus: C'è Sissoko, il nuovo Vieira
  13. ^ http://www.juventinologo.com/2009/04/mohamed-lamine-sissoko-scheda-tecnica.html
  14. ^ Rafa: Sissoko is my Vieira
  15. ^ (EN) Scheda-Mohamed Lamine Sissoko, footballdatabase.com. URL consultato il 23-05-2008 (archiviato dall'url originale il 03-01-2010).
  16. ^ Fabio Vergnano, Sissoko: "Così bloccherò Kakà" in lastampa.it, 09 aprile 2008. URL consultato il 16-11-08.
  17. ^ Fabio Vergnano, Juve, Sissoko è ufficiale in gazzetta.it, 29 gennaio 2008. URL consultato il 22-05-08.
  18. ^ Bocci Alessandro, La Juve cambia: è fatta per Sissoko in corrieredellasera.it, 24 gennaio 2008. URL consultato il 18-05-09.
  19. ^ Frattura del piede, Sissoko fuori due mesi in www.tuttosport.com, 08 marzo 2009. URL consultato il 18-10-2009.
  20. ^ Tabellino Torino-Juventus derby della Mole 7 marzo 2009 | Sportlive.it - Sport, News, risultati, classifiche
  21. ^ Sissoko, piede rotto e stagione finita Stop per Marchionni in ricerca.repubblica.it, 09 marzo 2009. URL consultato il 18-10-2009.
  22. ^ Ferrara: il pari non mi basta in www.sportmediaset.mediaset.it, 17 ottobre 2009. URL consultato il 18-10-2009.
  23. ^ Juve, stagione finita per Sissoko. Brazzo e Grosso ko in www.tuttosport.com, 1 marzo 2011. URL consultato il 27 luglio 2011.
  24. ^ Accordo con il Paris Saint-German per la cessione del calciatore Mohamed Sissoko, Juventus.com. URL consultato il 28 luglio 2011.
  25. ^ Sissoko è della Fiorentina, it.violachannel.tv. URL consultato il 31 gennaio 2013.
  26. ^ Sissoko oggi sarà ufficialmente viola. Lunedì potrebbe essere a Firenze Fiorentina.it
  27. ^ Stagione 2012-13 - 25ª Giornata legaseriea.it
  28. ^ 4 presenze nei turni preliminari
  29. ^ a b c 2 presenze nel Terzo Turno Preliminare
  30. ^ 4 presenze nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]