Thiago Motta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thiago Motta
Thiago motta SPA-ITA Euro 2012.jpg
Thiago Motta con la Nazionale italiana a Euro 2012
Dati biografici
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia (dal 2011)
Altezza 187 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Paris SG Paris SG
Carriera
Giovanili
1998-1999 Clube Atlético Juventus
Squadre di club1
1999-2001 Barcellona B Barcellona B 78 (11)
2001-2007 Barcellona Barcellona 96 (6)
2007-2008 Atletico Madrid Atlético Madrid 6 (0)
2008-2009 Genoa Genoa 26 (6)
2009-2012 Inter Inter 55 (11)
2012- Paris SG Paris SG 59 (6)
Nazionale
1999
2003
2011-
Brasile Brasile U-17
Brasile Brasile U-23
Italia Italia
3 (1)
8 (1)
23 (1)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 giugno 2014

Thiago Motta (São Bernardo do Campo, 28 agosto 1982) è un calciatore brasiliano naturalizzato italiano, centrocampista del Paris Saint-Germain e della Nazionale italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Thiago Motta possiede la cittadinanza italiana per discendenza; il suo bisnonno Fortunato Fogagnolo, agli inizi del 1900, partì per il Sudamerica da Polesella.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Giovanili e Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Motta incomincia la sua carriera nelle giovanili della squadra brasiliana del Juventude[2], poi nel 1999 viene ingaggiato dal Barcellona[2] su consiglio di Llorenç Serra Ferrer, allora direttore tecnico del club. Gioca le sue prime tre stagioni con la squadra B[2], facendo qualche apparizione nella prima squadra in amichevole. Thiago debutta al Camp Nou sotto gli ordini di Carles Rexach, il 3 ottobre 2001, contro il Maiorca, in un match vinto dai blaugrana per 3-0.

Dopo questa partita, il brasiliano diventa un pilastro del centrocampo del Barcellona[3], grazie alla sua polivalenza ed alla sua condizione di giocatore comunitario (il suo passaporto è italiano). Verso la fine della stagione 2002-2003, allenato da Radomir Antić, Motta si impone come uno dei giocatori più presenti nel club catalano, giocando 26 partite e segnando un gol, contro la Real Sociedad. La stagione 2004-2005 vede l'italo-brasiliano, l'11 settembre 2004, rompersi i legamenti del ginocchio destro durante una partita contro il Siviglia[2].

Atletico Madrid[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2007 passa all'Atlético Madrid[4]. Qui, dopo aver esordito, si rompe il menisco interno del ginocchio sinistro[2], compromettendo la stagione. A fine anno avrà giocato 6 sole partite, di cui quattro da titolare e due da subentrante, per un totale di soli 370 minuti giocati (e tre cartellini gialli guadagnati). La dirigenza madridista non gli rinnova allora il contratto annuale fattogli firmare l'estate precedente ed il giocatore a fine anno si ritrova svincolato[3].

Genoa[modifica | modifica sorgente]

Il 14 settembre 2008 firma un contratto quadriennale con il Genoa. L'annuncio ufficiale è stato dato dal presidente rossoblu Enrico Preziosi al termine della gara vinta 2-0 con il Milan[5]. Esordisce in Serie A con la maglia rossoblu il 19 ottobre in Genoa-Siena (1-0) entrando al 15', mentre 10 giorni dopo, il 29 ottobre, sigla la sua prima rete nel campionato italiano nella vittoria casalinga 2-1 sul Cagliari[6]. L'11 aprile segna la sua prima doppietta, contro la Juventus[7]. La stagione del Genoa, trascinato dalla regia di Thiago Motta e dai goal di Diego Milito, è stata di ottimo livello, tanto da permettere ai rossoblu di qualificarsi per l'Europa League mancando solo per il bilancio sfavorevole negli scontri diretti con la Fiorentina l'approdo in Champions League.

Inter[modifica | modifica sorgente]

Thiago Motta (primo da destra) in allenamento con l'Inter

Il 20 maggio 2009 il presidente del Genoa Enrico Preziosi annuncia la cessione di Motta e di Diego Milito all'Inter per la stagione 2009-2010.[8] Il 1º luglio viene ufficializzato l'acquisto di Motta per 14 milioni di euro e la firma di un contratto quinquennale da 3 milioni di euro netti a stagione.[9][10][11][12] Il suo trasferimento in maglia nerazzurra è stato al centro di un'inchiesta in quanto Preziosi, inibito, non poteva trattare la cessione in prima persona, cosa da lui dichiarata.[13]

Esordisce nella Supercoppa italiana persa contro la Lazio per 1-2. Il 23 agosto seguente arriva anche il suo esordio in campionato contro il Bari, incontro poi finito 1-1; sei giorni dopo, durante il derby di Milano terminato 4-0, segna il suo primo gol in maglia nerazzurra. Il 3 aprile 2010 realizza la prima doppietta nella gara interna contro il Bologna. Il 5 maggio arriva il suo primo trofeo in Italia: è la Coppa Italia vinta in finale, allo Stadio Olimpico contro la Roma. Il 16 maggio vince lo scudetto conquistato dopo la gara contro il Siena.[14]

Il 28 aprile, durante la semifinale di Champions League contro il Barcellona, viene espulso per una manata[15]: l'Inter è costretta a giocare il resto della partita in inferiorità numerica, ma riesce a qualificarsi ugualmente per la finale. Il 22 maggio 2010 infine, pur con la squalifica rimediata in semifinale contro il Barcellona che non gli permette di scendere in campo, arriva la tripletta, con la Champions League vinta contro il Bayern Monaco. Chiude il 2010 con la vittoria nel Mondiale per club. Il 29 maggio 2011, dopo una stagione costellata da numerosi infortuni, vince la Coppa Italia battendo in finale il Palermo per 3-1. Con la maglia nerazzurra ha raccolto 83 presenze ufficiali, realizzando 12 gol e vincendo 6 titoli: 1 scudetto, 1 Champions League, 1 Mondiale per Club, 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa italiana.[16]

Paris Saint-Germain[modifica | modifica sorgente]

Motta con la maglia del PSG

Il 31 gennaio 2012 viene ceduto al Paris Saint-Germain[17] per 11,5 milioni di euro pagabili in due anni. Thiago Motta ha firmato con i parigini un contratto fino al 30 giugno 2015 a 4,5 milioni a stagione.[18] Durante la presentazione ufficiale ha ammesso che la sua è stata una scelta personale e professionale dettata da un bisogno di cambiamento, ribadendo anche la sua decisione, comunicata al presidente Massimo Moratti, di voler essere ceduto.[19]

In seguito il suo agente Dario Canovi ha dichiarato che l'allenatore nerazzurro Claudio Ranieri ha cercato di opporsi fino all'ultimo giorno ma la volontà del giocatore di andarsene è stata decisiva e che anche Moratti dovette cedere alla fine dopo che una sera il giocatore stesso gli aveva scritto un sms in cui lo pregava di lasciarlo andare. Canovi ha poi svelato che il giocatore avrebbe dovuto trasferirsi a Parigi solamente a giugno ma che, dopo aver concluso le visite mediche a Milano con lo staff medico del club francese, ha voluto a tutti i costi anticipare il suo trasferimento.[20]

Esordisce nel campionato francese il 4 febbraio, contro l'Evian TG: il 22 aprile segna il suo primo gol, nella partita contro il Sochaux. Nella stagione 2012-13, sotto la guida di Carlo Ancelotti, fatica a trovare spazio: a centrocampo, il tecnico italiano gli preferisce spesso un trio formato da Javier Pastore, Blaise Matuidi e Marco Verratti. Vince comunque il campionato, pur collezionando solo 15 presenze.

L'anno seguente ritrova un posto da titolare grazie agli schemi di gioco adottati da Laurent Blanc: in agosto vince la Supercoppa di Francia mentre il 17 settembre segna la sua prima doppietta in Champions League, sul campo dell'Olympiakos. Il 21 febbraio 2014 rinnova il proprio contratto con il PSG fino al 2016[21] e al termine della stagione conquista il suo secondo scudetto consecutivo.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Motta, assistito dallo staff medico della nazionale, mentre esce dal campo durante la finale persa con la Spagna

Thiago Motta non è mai stato convocato dalla Nazionale maggiore brasiliana, ma ha fatto parte della rappresentativa Under-17[22] e può vantare presenze ed un gol nella rappresentativa Under-23 che ha preso parte, come squadra invitata, alla CONCACAF Gold Cup 2003 piazzandosi al secondo posto.

Dopo il suo trasferimento al Genoa e le sue ottime prestazioni in campionato, è stata ipotizzata la sua convocazione, alla quale il giocatore si è dichiarato disponibile[23], nella Nazionale italiana per la quale sarebbe convocabile data la doppia nazionalità. Il 6 febbraio 2011 viene convocato in Nazionale da Cesare Prandelli per l'amichevole in programma contro con la Germania[24]. Era stata messa in dubbio la sua disponibilità a vestire la maglia azzurra a causa del suo impiego nella CONCACAF Gold Cup 2003 con l'Under-23 brasiliana.

L'autorizzazione definitiva è arrivata dalla FIFA poco prima della convocazione dopo aver visionato l'articolo 18 dello Statuto della Federazione Internazionale[25][26][27]. Ha quindi esordito con la maglia dell'Italia il 9 febbraio 2011, a 28 anni, nella partita pareggiata 1-1 contro la Germania svoltasi a Dortmund[28]. Il 25 marzo ha realizzato la sua prima rete in Nazionale, decisiva per la vittoria (1-0) contro la Slovenia in una gara valevole per le qualificazioni all'Europeo 2012[29]. La Nazionale Italiana riesce ad arrivare in finale nella quale, il 1º luglio, perde 4-0 contro la Spagna, Thiago Motta entrato nella ripresa, deve uscire dal campo dopo solo 3 minuti di gioco, a causa di uno stiramento muscolare, lasciando l'Italia in 10 uomini per tutto il secondo tempo della partita. Thiago Motta è stato il giocatore rimasto in campo per meno tempo in una finale di un europeo di calcio.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 17 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Spagna Barcellona B SDB 33 2 - - - - - - - - - 33 2
2000-2001 SDB 29 5 - - - - - - - - - 29 5
2001-gen. 2002 SDB 16 4 - - - - - - - - - 16 4
Totale Barcellona B 78 11 78 11
gen.-giu. 2002 Spagna Barcellona PD 18 1 CR 1 0 UCL 7 0 - - - 26 1
2002-2003 PD 21 3 CR 1 0 UCL 13 2 - - - 35 5
2003-2004 PD 20 1 CR 1 0 CU 5 1 - - - 26 2
2004-2005 PD 8 0 CR 0 0 UCL 0 0 - - - 8 0
2005-2006 PD 15 1 CR 1 1 UCL 7 0 SS 0 0 23 2
2006-2007 PD 14 0 CR 4 0 UCL 6 0 SS+SU+Cmc 2+1+2 0 29 0
Totale Barcellona 96 6 8 1 38 3 5 0 147 10
2007-2008 Spagna Atlético Madrid PD 6 0 CR 2 0 CU 2 0 - - - 10 0
2008-2009 Italia Genoa A 27 6 CI 0 0 - - - - - - 27 6
2009-2010 Italia Inter A 26 4 CI 5 0 UCL 8 0 SI 1 0 40 4
2010-2011 A 19 4 CI 3 0 UCL 5 1 SI+SU+Cmc 0+0+2 0 29 5
2011-gen. 2012 A 10 3 CI 1 0 UCL 2 0 SI 1 0 14 3
Totale Inter 55 11 9 0 15 1 4 0 83 12
gen.-giu. 2012 L1 14 2 CF+CdLF 2+0 0 - - - - - - 16 2
2012-2013 L1 12 1 CF+CdLF 1+0 0 UCL 2 0 - - - 15 1
2013-2014 L1 32 3 CF+CdLF 2+3 1+0 UCL 9 2 SF 1 0 47 6
2014-2015
rowspan="3" |Francia Paris Saint-Germain
L11 0 CF+CdLF 0+0 0+0 UCL 0 0 SF 1 0 2 0
Totale Paris Saint-Germain 59 6 8 1 11 2 1 0 80 9
Totale carriera 314 40 24 2 65 7 11 0 413 48

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-2-2011 Dortmund Germania Germania 1 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 81’ 81’
25-3-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 1
10-8-2011 Bari Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
2-9-2011 Tórshavn Fær Øer Fær Øer 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Uscita al 73’ 73’
6-9-2011 Firenze Italia Italia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Uscita al 46’ 46’
11-11-2011 Breslavia Polonia Polonia 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
29-2-2012 Genova Italia Italia 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 59’ 59’
1-6-2012 Zurigo Italia Italia 0 – 3 Russia Russia Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
10-6-2012 Danzica Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Euro 2012 - 1º turno - Uscita al 90’ 90’
14-6-2012 Poznań Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Euro 2012 - 1º turno - Uscita al 62’ 62’
18-6-2012 Poznań Italia Italia 2 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 - 1º turno -
28-6-2012 Varsavia Germania Germania 1 – 2 Italia Italia Euro 2012 - Semifinale - Ingresso al 63’ 63’
1-7-2012 Kiev Spagna Spagna 4 – 0 Italia Italia Euro 2012 - Finale - Ingresso al 57’ 57’
6-9-2013 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2014 -
10-9-2013 Torino Italia Italia 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 86’ 86’
11-10-2013 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2013 Milano Italia Italia 1 – 1 Germania Germania Amichevole - Ammonizione al 80’ 80’
18-11-2013 Londra Italia Italia 2 – 2 Nigeria Nigeria Amichevole - Uscita al 53’ 53’
5-3-2014 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole - Uscita al 62’ 62’
31-5-2014 Londra Italia Italia 0 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole - Uscita al 62’ 62’
14-6-2014 Manaus Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Italia Italia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 57’ 57’
20-6-2014 Recife Italia Italia 0 – 1 Costa Rica Costa Rica Mondiali 2014 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
24-6-2014 Natal Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 75’ 75’
Totale Presenze 23 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Barcellona: 2004-2005, 2005-2006
Barcellona: 2005, 2006
Inter: 2009-2010
Inter: 2009-2010, 2010-2011
Inter: 2010
Paris Saint-Germain: 2012-2013, 2013-2014
Paris Saint-Germain: 2013, 2014
Paris Saint-Germain: 2013-2014

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Barcellona: 2005-2006
Inter: 2009-2010
Inter: 2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 27 (2010-2011), Panini, 5 novembre 2012, p. 5.
  2. ^ a b c d e Biografia. URL consultato il 10 febbraio 2011. Thiago Motta.com
  3. ^ a b La favola bella di Thiago Motta, carioca che stasera indossa la maglia azzurra. URL consultato il 10 febbraio 2011. Il Sole 24 ore
  4. ^ UFFICIALE: Thiago Motta all'Atletico Madrid Tuttomercatoweb
  5. ^ UFFICIALE: Thiago Motta al Genoa Tuttomercatoweb
  6. ^ Genoa cinque meraviglie Tuttomercatoweb
  7. ^ Genoa corsaro, 3-2 alla Juventus Tuttomercatoweb
  8. ^ Milito e Motta all'Inter Al Genoa Acquafresca, 20 maggio 2009. URL consultato il 20 maggio 2009.
  9. ^ (EN) transfermarkt.co - Thiago Motta (Transfer data). URL consultato il 28 agosto 2009.
  10. ^ Inter.it:«Mercato: Thiago Motta all'Inter sino al 2013», 1º luglio 2009.
  11. ^ Genoacfc.it:«Mercato: I botti del primo giorno», 1º luglio 2009.
  12. ^ Milito e Thiago Siamo ai dettagli in gazzetta.it, 20 maggio 2009. URL consultato il 5 gennaio 2010.
  13. ^ Moratti deferito per Milito-Motta. Trattò con l'inibito Preziosi Gazzetta.it
  14. ^ Inter, scudetto numero 18 Milito-gol per il tricolore, gazzetta.it, 16 maggio 2010.
  15. ^ Rosso, Manata a Busquets, Thiago Motta espulso al 28’, corriere.it, 7 febbraio 2011.
  16. ^ Mercato: Thiago Motta al Paris Saint-Germain, inter.it, 31 gennaio 2012. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  17. ^ Mercato: Thiago Motta al Paris Saint-Germain, inter.it, 31 gennaio 2012. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  18. ^ Motta, sono 11,5 i milioni incassati da Moratti, Tuttomercatoweb.com, 1º febbraio 2012. URL consultato il 1º febbraio 2012.
  19. ^ T. Motta:"Psg scelta professionale". Il centrocampista si presenta a Parigi, sportmediaset.mediaset.it, 1º febbraio 2012.
  20. ^ "Motta è scappato via dall'Inter" - L'agente: "Pregò Moratti con un sms", sportmediaset.mediaset.it, 7 febbraio 2012.
  21. ^ Psg, Thiago Motta prolunga fino al 2016 gazzetta.it, 21 febbraio 2014
  22. ^ Mirko Graziano, Thiago Motta «Il mio è sangue italiano, ecco perché oggi fra Italia e Brasile sceglierei Lippi...» in La Gazzetta dello Sport, 18 agosto 2009, p. 12. URL consultato il 7 febbraio 2011.
  23. ^ Genoa, Thiago Motta: "Giocare con l'Italia? Sarebbe un sogno" in TuttoMercatoWeb, 26 febbraio 2009. URL consultato il 7 aprile 2009.
  24. ^ Italia: per Prandelli ci sono Matri e Thiago Motta, calcioline.com, 6 febbraio 2011. URL consultato il 12 maggio 2014.
  25. ^ Inter, Thiago Motta in Azzurro: la FIFA dà l'ok, calcio.fanpage.it
  26. ^ Ottimismo Thiago Motta: la risposta positiva dalla FIFA entro tre giorni, tuttomercatoweb.com
  27. ^ Thiago Motta e Matri in azzurro, sportmediaset.mediaset.it
  28. ^ Germania-Italia 1-1: Non male questi azzurri! Pepito Rossi rovina la festa di Löw Goal.com
  29. ^ Italia, basta Thiago Motta Che colpo in Slovenia! corrieredellosport.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]