Ludovic Giuly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ludovic Giuly
FC Lorient - january 3rd 2013 training - Ludovic Giuly2.JPG
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Altezza 164 cm
Peso 62 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Giallo Rosso e Nero.svg Monts d'Or Azergues
Carriera
Giovanili
Giallo Rosso e Nero.svg Monts d'Or Azergues
O. Lione O. Lione
Squadre di club1
1994-1998 O. Lione O. Lione 100 (21)
1998-2004 Monaco Monaco 183 (47)
2004-2007 Barcellona Barcellona 86 (19)
2007-2008 Roma Roma 32 (6)
2008-2011 Paris SG Paris SG 103 (17)
2011-2012 Monaco Monaco 17 (4)
2012-2013 Lorient Lorient 17 (1)
2013- Giallo Rosso e Nero.svg Monts d'Or Azergues 9 (3)
Nazionale
2000-2005 Francia Francia
17 (3)
Transparent.png Confederations Cup
Oro Francia 2003
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 maggio 2013

Ludovic Giuly (Lione, 10 luglio 1976) è un calciatore francese, centrocampista del Monts d'Or Azergues.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Lione e Monaco[modifica | modifica sorgente]

Comincia la sua carriera nelle file della società di casa, il Lione, debuttando in Ligue 1 il 21 gennaio 1995 contro il Cannes, partita vinta dal Lione per 3-1. Nella squadra della sua città Giuly gioca per 4 anni, prima di passare al Monaco, durante il calciomercato invernale del 1998 per 6.4 milioni di euro.

Nel Principato Giuly vince il campionato nel 2000 e trascina la squadra in finale di Champions League nel 2004, segnando un gol di tacco nella gara di ritorno dei quarti di finale contro il Real Madrid. In finale, però, è costretto ad uscire per infortunio nel corso del primo tempo e la sua squadra è poi sconfitta per 3-0 dal Porto.

Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2004 le sue qualità ormai fanno gola a molti club, ma il Barcellona anticipa tutti gli altri e lo porta in Spagna per 7 milioni di euro. Giuly si affianca al brasiliano Ronaldinho e al camerunense Samuel Eto'o nell'attacco del Barça.

I successi arrivano subito con la vittoria del campionato spagnolo e la supercoppa di lega, quindi arriva l'eliminazione negli ottavi di Champions League da parte del Chelsea. L'annata 2005-2006 regala sia il titolo di campione spagnolo che quello della Champions, non prima di essersi presi la rivincita con il Chelsea sempre agli ottavi e dopo aver sconfitto in finale l'Arsenal. In semifinale Giuly è stato decisivo nella sfida di San Siro, segnando il gol che ha sconfitto per 1-0 il Milan. Nella Liga il giocatore francese ha segnato in totale 19 gol, di cui 11 nel primo anno. Con il Barcellona ha collezionato anche 22 presenze e 4 gol in Champions League.

Roma[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2007 viene acquistato dalla Roma per 3,2 milioni di euro. In aggiunta, la squadra giallorossa corrisponderà al Barcellona un'ulteriore somma di 400 000 euro per ciascuna delle successive tre stagioni in cui la stessa Roma acquisirà il diritto a partecipare alla Champions League.

Le sue caratteristiche tattiche hanno permesso alla Roma di impiegarlo in diversi ruoli nello scacchiere d'attacco studiato da Spalletti, che lo ha fatto agire sia da esterno che da trequartista alle spalle di Totti.

Ha segnato il suo primo gol con la maglia giallorossa contro il Siena alla seconda giornata del campionato italiano 2007/08; l'ultimo, a Udine contro l'Udinese nella 33ª giornata. Determinante il gol al Milan alla 28ª giornata; con la squadra sotto per 0-1, entra a metà del secondo tempo e segna il pareggio; la partita finirà poi 2-1 per i giallorossi grazie al successivo gol di Mirko Vučinić.

In totale il francese realizza nella stagione 32 presenze (1.598 minuti) e 6 gol in Serie A.

Realizza inoltre 6 presenze e una rete in Coppa Italia, il gol è firmato nel 4-0 casalingo inflitto dalla Roma al Torino nella partita di ritorno degli ottavi di Coppa Italia (dove ha inoltre servito due assist).

In Champions League colleziona 9 presenze con un gol nella fase a gironi, nella vittoriosa trasferta di Kiev contro la Dinamo (4-1 il risultato finale in favore dei giallorossi).

Paris Saint-Germain[modifica | modifica sorgente]

Nonostante il discreto numero di presenze in giallorosso, il suo procuratore fornisce come motivazione la scarsa considerazione rilevata dal giocatore nella società, e le esigue presenze in campionato[1][2], visto che nel luglio 2008 firma un contratto triennale con il Paris Saint-Germain.[3] Il club francese versa alla Roma 2,5 milioni di euro più un corrispettivo eventuale di 800.000,00 euro nel caso in cui riesca ad acquisire il diritto a partecipare alla Champions League due volte nelle prossime tre stagioni (fino al 2010-2011).[senza fonte]

Ultimi anni[modifica | modifica sorgente]

Il 9 agosto 2011, dopo essersi svincolato dal Paris Saint-Germain, firma un biennale con la squadra che lo aveva lanciato sul palcoscenico internazionale, il Monaco. Il 27 luglio 2012 rescinde il suo contratto.

il 31 luglio 2012 viene ingaggiato dal Lorient, firmando un anno di contratto.[4] A fine stagione annuncia il suo ritiro dal calcio professionistico.[5]

In seguito firma con il Monts d'Or Azergues, squadra dilettantistica nella quale aveva mosso i suoi primi passi. Grazie anche a un suo gol, questa squadra batte l'Istres e passa ai sedicesimi di Coppa di Francia 2013-2014.[6]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

In Nazionale per Giuly non sono arrivate le stesse soddisfazioni che sono arrivate con i vari club, perché ha giocato solo molto raramente. In Francia dicono che sia stato escluso dal Mondiale di Germania 2006 per un sms inviato alla giornalista Estelle Denis, compagna del ct francese Raymond Domenech.[7] Al di là di questo episodio, la cui veridicità è tutta da appurare, il feeling con la maglia della Nazionale (indossata solo 17 volte con 3 gol segnati) non è mai nato come dimostra l'infortunio subito nel 2004 che gli ha impedito di essere convocato per gli Europei 2004[8].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Francia Francia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29/03/2000 Glasgow Scozia Scozia 0 – 2 Francia Francia Amichevole -
04/10/2000 Saint-Denis Francia Francia 1 – 1 Camerun Camerun Amichevole -
07/10/2000 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 0 – 0 Francia Francia Amichevole -
20/11/2002 Saint-Denis Francia Francia 3 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
22/06/2003 Saint-Denis Francia Francia 5 – 0 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Conf. Cup 2003 - 1º Turno 1
26/06/2003 Saint-Denis Francia Francia 3 – 2 Turchia Turchia Conf. Cup 2003 - Semifinale -
29/06/2003 Saint-Denis Camerun Camerun 0 – 1 dts Francia Francia Conf. Cup 2003 - Finale - 2º Titolo
20/08/2003 Ginevra Svizzera Svizzera 0 – 2 Francia Francia Amichevole -
11/10/2003 Saint-Denis Francia Francia 3 – 0 Israele Israele Qual. Euro 2004 -
31/03/2004 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Francia Francia Amichevole -
04/09/2004 Saint-Denis Francia Francia 0 – 0 Israele Israele Qual. Mondiali 2006 -
08/09/2004 Tórshavn Fær Øer Fær Øer 0 – 2 Francia Francia Qual. Mondiali 2006 1
17/11/2004 Saint-Denis Francia Francia 0 – 0 Polonia Polonia Amichevole -
09/02/2005 Saint-Denis Francia Francia 1 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
26/03/2005 Saint-Denis Francia Francia 0 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2006 -
31/05/2005 Metz Francia Francia 2 – 1 Ungheria Ungheria Amichevole -
12/10/2005 Saint-Denis Francia Francia 4 – 0 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2006 1
Totale Presenze 17 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Lione: 1997
Barcellona: 2005-2006

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

2003

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'agente di Giuly: Ludovic va via perché è stanco di giocare poco
  2. ^ Alain Migliaccio: «Giuly partira»
  3. ^ (FR) Ludovic Giuly: «Je suis super heureux», psg.fr, 18 luglio 2008.
  4. ^ UFFICIALE Ex Roma Giuly: Firma per il Lorient, calciomercato.com, 31 agosto 2012.
  5. ^ (ES) Ludovic Giuly dice 'adieu' al fútbol, mundodeportivo.com, 27 maggio 2013.
  6. ^ (FR) Victoire 32e de finale de la Coupe de France, mdafoot.fr, 5 gennaio 2013. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  7. ^ Giuly e Domenech, quando la gelosia fa le convocazioni, Corriere.it
  8. ^ "I volti nuovi della serie A: Ludovic Giuly" - RealSoccer.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44617493