Marko Livaja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marko Livaja
Marko Livaja.jpg
Marko Livaja firma autografi ai tifosi
Dati biografici
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 182 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Rubin Kazan' Rubin Kazan'
Carriera
Giovanili
 ????-20??
20??-2011
2011
2011-2012
Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria
Hajduk Spalato Hajduk Spalato
Lugano Lugano
Inter Inter
Squadre di club1
2010-2011 Hajduk Spalato Hajduk Spalato 1 (0)
2011-2012 Cesena Cesena 3 (0)
2012-2013 Inter Inter 6 (0)
2013-2014 Atalanta Atalanta 31 (4)
2014- Rubin Kazan' Rubin Kazan' 2 (0)
Nazionale
2008
2008-2010
2008-2010
2010
2010-2012
2013
2012-
Croazia Croazia U-15
Croazia Croazia U-16
Croazia Croazia U-17
Croazia Croazia U-18
Croazia Croazia U-19
Croazia Croazia U-20
Croazia Croazia U-21
4 (4)
7 (6)
20 (7)
4 (1)
7 (2)
3 (1)
2 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014

Marko Livaja (Spalato, 26 agosto 1993) è un calciatore croato, attaccante del Rubin Kazan'.

Ha anche un fratello Mirko, anch'egli calciatore, militante nella Primavera del Catania.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Hajduk Spalato, Lugano e Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una presenza in campionato con l'Hajduk Spalato, a gennaio 2011 si trasferisce al Lugano. Il 31 agosto 2011 passa alla società italiana del Cesena.[1] Il 16 ottobre 2011 esordisce con la maglia del Cesena nella gara pareggiata 0-0 contro la Fiorentina[2].

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2012 passa in compartecipazione all'Inter in cambio della metà del cartellino di Thomas Pedrabissi, attaccante degli Allievi "A" che resta in prestito ai nerazzurri.[3]

Livaja viene aggregato alla formazione Primavera dell'Inter. Con la Primavera conquista il primo posto nel girone, ottenendo la qualificazione diretta alle fasi finali del campionato di categoria. Il 9 giugno 2012, nella finale contro la Lazio, segna la rete del momentaneo 1-0. La partita si è chiusa con il punteggio di 3-2 per la squadra nerazzurra, che conquista il Campionato Primavera 2011-2012. Con l'Inter vince anche la prima edizione della NextGen Series, giocando tutte le partite del torneo giovanile e partendo come titolare nella finale vinta contro l'Ajax.

Il 31 marzo 2012, in vista della gara interna con il Genoa, viene convocato per la prima volta in prima squadra dal nuovo allenatore Andrea Stramaccioni, sedendosi in panchina con la maglia numero 88.

Il 22 giugno Inter e Cesena si accordano per il rinnovo della compartecipazione.[4].

Il 2 agosto esordisce nel terzo turno preliminare di Europa League nella vittoria per 3-0 contro l'Hajduk Spalato, mentre il 26 agosto (giorno del suo diciannovesimo compleanno) esordisce in campionato con la maglia dell'Inter nella gara vinta fuori casa per 0-3 contro il Pescara.[5] Segna il suo primo gol con la maglia nerazzurra il 20 settembre 2012 nella partita di Europa League contro il Rubin Kazan', dove parte da titolare dal primo minuto.[6] Il 4 ottobre parte ancora da titolare e segna il suo secondo gol in Europa League, nella trasferta giocata contro gli azeri del Neftchi Baku. Il 6 dicembre, segna la sua prima doppietta con la maglia dell'Inter nell'ultima giornata del girone di Europa League contro il Neftchi Baku.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 gennaio 2013 il giocatore si trasferisce all'Atalanta in compartecipazione nell'operazione che ha portato Ezequiel Schelotto all'Inter.[7][8] Il 24 febbraio 2013, alla sua terza presenza con la squadra orobica (la prima da titolare), segna il suo primo gol (e la sua prima doppietta) in Serie A nella partita casalinga contro la Roma, terminata 2-3[9]. L'8 maggio 2013, durante un allenamento, colpisce con un pugno il compagno di squadra Ivan Radovanović dopo uno scontro di gioco: in seguito a questo episodio la società lo sospende, decidendo di non convocarlo per la seguente partita.[10] Torna tra i convocati per l'ultima partita di campionato contro il Chievo (2-2), nella quale scende anche in campo; chiude la sua prima stagione con la formazione bergamasca con 11 presenze e 2 reti.

Il 20 giugno Inter e Atalanta rinnovano la compartecipazione per la stagione successiva.[11] Nella prima partita ufficiale della nuova stagione, il 18 agosto 2013, segna una doppietta contro il Bari, in Coppa Italia. Segna il suo primo gol in campionato in Parma-Atalanta (4-3); il 10 novembre realizza il gol della vittoria contro il Bologna (2-1), al terzo minuto di recupero. Chiude la stagione con 2 reti in 20 presenze in campionato e 2 gol in 3 presenze in Coppa Italia; il suo bilancio totale con la maglia dell'Atalanta nell'arco del suo anno e mezzo di permanenza è quindi di 6 gol in 34 presenze in partite ufficiali.

Rubin Kazan'[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 maggio 2014 il Rubin Kazan' annuncia il suo acquisto[12]. Fa il suo esordio con la nuova maglia il 1º agosto 2014 nella partita di campionato persa in casa per 4-0 dalla sua squadra contro lo Spartak Mosca[13].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato nella Nazionale croata nel maggio 2008 con i ragazzi dell'Under-15 (4 presenze e 4 gol). La progressione racchiude sia la selezione Under-16 (6 presenze e 6 gol) sia l'Under-17 (20 presenze e 7 gol) per poi giocare con l'Under-18. Il 10 novembre 2011 esordisce con l'Under-19 nella partita contro i pari età della Finlandia, nella partita conclusasi 4-2 per la formazione croata. L'esordio con l'Under-21 avviene, in amichevole, il 5 febbraio 2013 contro i pari età dell'Olanda[14]. Il 23 marzo dello stesso anno segna il suo primo gol in Under-21 nella partita vinta per 3-0 contro i pari età della Serbia. A giugno 2013 partecipa ai Mondiali Under-20, in Turchia; gioca da titolare nella prima partita del torneo, vinta per 1-0 contro l'Uruguay, venendo sostituito da Kruno Ivančić al 71'. Nella seconda giornata della fase a gironi, giocata contro l'Uzbekistan, al 65' mette a segno il gol del definitivo 1-1: si tratta del suo primo gol assoluto con la maglia dell'Under-20[15]. Dopo essere rimasto in panchina nella terza ed ultima partita della fase a gironi, gioca da titolare nella partita persa per 2-0 contro il Cile negli ottavi di finale, che determina l'eliminazione della sua squadra dalla competizione.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Croazia Hajduk Spalato 1. HNL 1 0 CC 0 0 - - - - - - 1 0
2011-gen. 2012 Italia Cesena A 3 0 CI 0 0 - - - - - - 3 0
gen.-giu. 2012 Italia Inter A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI - - 0 0
2012-gen. 2013 A 6 0 CI 0 0 UEL 7[16] 4 - - - 13 4
Totale Inter 6 0 0 0 7 4 13 4
gen.-giu. 2013 Italia Atalanta A 11 2 CI - - - - - - - - 11 2
2013-2014 A 20 2 CI 3 2 - - - - - - 23 4
Totale Atalanta 31 4 3 2 34 6
Totale carriera 41 4 3 2 7 4 51 10

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Croazia Croazia Under-19
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-11-2011 Gendt Croazia Under-19 Croazia 4 – 2 Finlandia Finlandia Under-19 Qual. Euro 2012 U-19 2
12-11-2011 Doetinchem Moldavia Under-19 Moldavia 0 – 4 Croazia Croazia Under-19 Qual. Euro 2012 U-19 -
15-11-2011 Gendt Croazia Under-19 Croazia 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Under-19 Qual. Euro 2012 U-19 -
25-5-2011 Zaprešić Croazia Under-19 Croazia 2 – 2 Austria Austria Under-19 Qual. Euro 2012 U-19 -
30-5-2011 Zagabria Croazia Under-19 Croazia 2 – 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Under-19 Qual. Euro 2012 U-19 -
Totale Presenze 5 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2011-2012
Inter: 2011-2012

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Hajduk Spalato: 2009-2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ufficiale: Cesena, tesserato il croato Marko Livaja tuttomercatoweb.com, 31 agosto 2011
  2. ^ Cesena 0-0 Fiorentina Repubblica.it 16 ottobre 2011
  3. ^ Ufficiale: scambio di giovani attaccanti fra Inter e Cesena, tuttomercatoweb.com, 26 gennaio 2012
  4. ^ Mercato: Samuele Longo, è tutto dell'Inter, inter.it, 22 giugno 2012. URL consultato il 22 giugno 2012.
  5. ^ Pescara 0-3 Inter, Lega Calcio. URL consultato il 26 agosto 2012.
  6. ^ Inter 2-2 Rubin Kazan', Soccerway.com. URL consultato il 27 settembre 2012.
  7. ^ Riepilogo acquisti e cessioni Atalanta.it
  8. ^ Mercato: entrata e uscita, tutte le operazioni. URL consultato il 1 febbraio 2013.
  9. ^ Referto Legaseriea.it
  10. ^ [1] Tuttomercatoweb
  11. ^ MERCATO, LE 20 SOLUZIONI DELLE COMPROPRIETÀ, inter.it, 20 giugno 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  12. ^ [2] rubin-kazan.ru
  13. ^ Referto partita Soccerway.com
  14. ^ Tabellino CroaziaU21-OlandaU21 transfermarkt.it, 5 febbraio 2013
  15. ^ Referto Soccerway.com
  16. ^ 1 presenza nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]