Claudio Marchisio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Claudio Marchisio
Claudio Marchisio BGR-ITA 2012.jpg
Marchisio con la maglia dell'Italia nel 2012
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179[1] cm
Peso 76[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Juventus Juventus
Carriera
Giovanili
1993-2006 Juventus Juventus
Squadre di club1
2006-2007 Juventus Juventus 25 (0)
2007-2008 Empoli Empoli 26 (0)
2008- Juventus Juventus 178 (29)
Nazionale
2002-2003
2003-2004
2004-2005
2005-2006
2006-2007
2007-2008
2008
2009-
Italia Italia U-16
Italia Italia U-17
Italia Italia U-18
Italia Italia U-19
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia Olimpica
Italia Italia
7 (3)
7 (1)
4 (0)
1 (1)
3 (0)
14 (1)
4 (1)
47 (4)
Palmarès
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Argento Polonia-Ucraina 2012
 Confederations Cup
Bronzo Brasile 2013
 Torneo di Tolone
Oro Tolone 2008
 Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 giugno 2014

Claudio Marchisio (Torino, 19 gennaio 1986) è un calciatore italiano, centrocampista della Juventus e della Nazionale italiana.

Con la Juventus ha vinto lo scudetto nelle stagioni 2011-2012, 2012-2013 e 2013-2014. Ha fatto parte della Nazionale olimpica, con cui nel 2008 ha dapprima vinto il Torneo di Tolone e poi partecipato ai Giochi di Pechino. È stato semifinalista nell'Europeo Under-21 del 2009 e finalista all'Europeo del 2012. È stato inoltre inserito per due anni consecutivi (2011 e 2012) nella squadra dell'anno AIC.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È nato a Torino. Si è sposato con Roberta Sinopoli l'8 giugno 2008, ha 2 figli: Davide, nato il 31 agosto 2009, e Leonardo, nato il 12 marzo del 2012.[3][4]

Inizialmente soprannominato Piccolo Lord da Federico Balzaretti, è stato successivamente indicato come Principino per il suo modo di vestire e il comportamento in campo.[5] Nel 2013 è stato scelto come testimonial del videogioco FIFA, comparendo nella copertina dell'edizione italiana insieme a Lionel Messi.[6] Al di fuori dell'attività calcistica, è proprietario di un ristorante a Chieri.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

« Claudio è uno dei centrocampisti italiani più forti in assoluto. Ha tutto: forza fisica, inserimento, tiro da fuori, tocco sotto, grande intelligenza dentro e fuori dal campo. Tecnicamente è anche più forte di Tardelli. »
(Luigi Cagni[7])

È considerato uno dei centrocampisti centrali più forti d'Europa[8] e uno dei migliori calciatori italiani dell'ultima generazione.[9][10][11]

È forte fisicamente, dotato di visione di gioco e personalità che lo rendono sovente decisivo in campo.[12][13] I suoi punti di forza sono il tiro dalla lunga distanza,[14][15][16][17] la capacità di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo,[18][19] il recupero e la successiva distribuzione del pallone,[20][21] oltre a una buona tecnica individuale e dribbling nello stretto.

Viene spesso paragonato a Marco Tardelli per la sua capacità di inserirsi e di andare a rete.[22][23][24] Sotto la guida di Antonio Conte, sfruttando le sue diverse qualità tecniche, è stato utilizzato con buoni risultati anche in diverse posizioni del campo, più avanzate come trequartista e seconda punta,[25] oppure più arretrate come regista basso davanti alla difesa.[26]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Marchisio nel 2005, nella formazione Primavera della Juventus, alla Wojtyła Cup.

Nel 1993, a sette anni, Marchisio entra a far parte del settore giovanile della Juventus, dove matura nella Primavera bianconera vincendo numerosi trofei e indossando la fascia di capitano. Il 27 gennaio 2005, nelle fase eliminatorie Torneo di Viareggio, realizza un gol nella partita vinta 3 a 0 contro il Catanzaro;[27] il 7 febbraio successivo scende in campo da titolare nella finale del torneo viareggino contro il Genoa, vinta 2 a 0 dai bianconeri. Nel 2005-2006 viene spesso convocato nella prima squadra dall'allenatore Fabio Capello, senza però mai scendere in campo.

Juventus[modifica | modifica sorgente]

2006-2007: esordio con la Juventus[modifica | modifica sorgente]

Con la retrocessione d'ufficio dei bianconeri in Serie B, viene inserito nella prima squadra a disposizione del tecnico Didier Deschamps. Il 29 ottobre 2006, a 20 anni, debutta tra i professionisti nella gara di campionato Juventus-Frosinone (1-0), per poi giocare tre giorni dopo il 1º novembre, contro il Brescia, la sua prima gara da titolare.[28] Le sue buone prestazioni inducono Deschamps a schierarlo in campo con continuità; diventa così una delle prime scelte per il centrocampo, e nelle ultime partite della stagione viene spesso schierato in campo dal primo minuto. Con 25 presenze totali, contribuisce alla vittoria del campionato e al ritorno della Juventus in Serie A.

Empoli[modifica | modifica sorgente]

2007-2008: esordio in Serie A[modifica | modifica sorgente]

Terminata la stagione di B con la Juventus, il 24 luglio 2007 passa in prestito all'Empoli (assieme al suo compagno di giovanili Sebastian Giovinco). Esordisce in Serie A il 26 agosto 2007, a 21 anni, nella partita Fiorentina-Empoli (3-1) disputata allo stadio Franchi. Il 20 settembre dello stesso anno esordisce anche in Coppa UEFA, nel "debutto" europeo della squadra toscana contro lo Zurigo.[29][30] Il 31 ottobre 2007 gioca contro la Juventus, schierato in campo da titolare. Termina il suo anno in Toscana con 26 presenze in campionato, 1 in Coppa Italia e 2 in Coppa UEFA, per un totale di 29 partite stagionali. La squadra empolese retrocede in Serie B.

Il ritorno alla Juventus[modifica | modifica sorgente]

2008-2009: debutto in Champions League[modifica | modifica sorgente]

Nel luglio del 2008 fa ritorno alla Juventus e disputa la prima gara ufficiale, da titolare, il 26 agosto nel ritorno del terzo turno preliminare della Champions League 2008-2009, giocata a Bratislava contro l'Artmedia e pareggiata 1-1.[31] Il 24 gennaio 2009 segna il suo primo gol in Serie A con la maglia della Juventus, decisivo ai fini della vittoria sulla Fiorentina (1-0), e cinque giorni dopo, il 29 gennaio, prolunga il contratto fino al 2014.[32][33] Arriva il suo secondo gol il 28 febbraio contro il Napoli nella partita vinta 1 a 0, con un tiro deviato su assist di Poulsen.[34][35] Alla luce delle prestazioni nella stagione 2008-09, il sito uefa.com lo inserisce tra i dieci giovani che si stanno mettendo in luce alla loro prima esperienza nella massima competizione continentale,[36] mentre il sito del quotidiano The Times, in gennaio, lo inserisce al decimo posto, e miglior italiano, nella lista dei 50 "astri nascenti" del calcio internazionale.[37] Chiude pertanto la sua seconda stagione in maglia Juve con 24 presenze e 3 gol in campionato, 2 presenze in Coppa Italia e 6 presenze in Champions League per un totale di 32 presenze e 3 gol.

2009-2010[modifica | modifica sorgente]
Marchisio mentre calcia dalla distanza nella gara d'andata contro il Bari nella stagione 2009-2010

Il 10 ottobre 2009 si opera al menisco, subito dopo aver raggiunto la Nazionale. Ritorna a calcare ufficialmente i terreni di gioco il 25 novembre successivo in Champions League giocando gli ultimi minuti di Bordeaux-Juventus (2-0),[38] mentre torna da titolare il 29 novembre in casa del Cagliari (2-0). Segna il suo primo gol del campionato 2009-2010 contro il Livorno (2-0) il 19 settembre,[39] ripetendosi anche il 5 dicembre a Torino nel derby d'Italia contro l'Inter.[40][41][42] L'11 marzo, a 24 anni, indossa per la prima volta la fascia di capitano dopo l'uscita dal campo di David Trezeguet nell'andata degli ottavi di Europa League contro il Fulham (partita vinta 3-1).[43] Meno di due mesi dopo, il 2 maggio, realizza quindi la sua terza e ultima rete stagionale nell'1-1 in trasferta contro il Catania.[44][45] Termina la sua terza stagione in bianconero con 28 presenze e 3 gol in campionato e 7 presenze nelle coppe europee (4 in Champions League e 3 in Europa League) per un totale di 35 presenze e 3 gol.[46]

2010-2011[modifica | modifica sorgente]
Marchisio in azione nel 2010, durante la trasferta di Europa League contro il Lech Poznań.

Il primo gol della stagione 2010-2011 arriva il 12 settembre in occasione della partita casalinga contro la Sampdoria, quando è autore della rete del momentaneo 1-1 (la partita terminerà 3-3) su assist di Miloš Krasić. Il 19 settembre raggiunge le 100 presenze con la maglia bianconera e corona l'avvenimento segnando un gol contro l'Udinese, ancora su assist di Miloš Krasić, nella partita vinta per 4-0 a Udine e servendo anche un assist per il gol finale di Vincenzo Iaquinta.[47][48] Nella stessa stagione arrivano altre due reti, una il 30 gennaio 2011 contro l'Udinese in semi-rovesciata e l'altra subito dopo il 2 febbraio nella trasferta contro il Palermo di sinistro (raggiungendo così 10 gol con la maglia bianconera e nei campionati italiani superando il suo record personale di 3 gol), tuttavia inutili ai fini del risultato visto che in entrambe le occasioni la Juventus perde per 2-1.[49][50][51] Il 26 febbraio, nella partita casalinga persa contro il Bologna (0-2), raggiunge quota 100 presenze nei campionati italiani (75 in Serie A e 25 in Serie B). Nella trasferta vinta contro la Roma (0-2) del 3 aprile, viste la contemporanea assenza di Alessandro Del Piero, Gianluigi Buffon e Giorgio Chiellini, indossa per la prima volta la fascia di capitano da titolare.[52] Il 17 maggio, prolunga il suo contratto con la società torinese fino al 2016; percepirà 2.5 milioni di euro più premi legati ad eventuali vittorie.[53] Conclude la stagione con 32 presenze e 4 gol in campionato, una presenza in Coppa Italia e 8 presenze in Europa League per un totale di 41 presenze e 4 gol.[54]

2011-2012: la conquista dello Scudetto[modifica | modifica sorgente]

Inizia la stagione 2011-2012 debuttando nel nuovo stadio della Juventus segnando contro il Parma il gol del 4-0 con uno splendido tocco volante d'esterno su assist di Andrea Pirlo (partita terminata 4-1).[55][56] Alla 5ª giornata sigla la sua prima doppietta con la maglia bianconera nei minuti finali (42' e 47' minuto del secondo tempo) nel 2-0 dei bianconeri sul Milan.[57][58][59][60] Risulta poi decisivo nella trasferta contro l'Inter del 29 ottobre 2011, dove sigla il gol del definitivo 1-2, che regalerà la vittoria del derby d'Italia alla Juve.[61][62][63] Il 20 novembre 2011 segna il suo quinto gol in campionato contro il Palermo.[64][65] Il 4 dicembre nella partita vinta 2 a 0 contro il Cesena arriva il sesto gol, raggiungendo Alessandro Matri nella classifica dei cannonieri stagionali della Juventus.[66][67] Il settimo gol arriva nella partita Juventus-Bologna di Coppa Italia, vittoria per 2-1 per i bianconeri,il suo gol permette alla Juventus di qualificarsi per i quarti di finale e giunge nei tempi supplementari.[68][69] Va a segno anche nella vittoria esterna per 0 a 5 contro la Fiorentina realizzando il momentaneo 0-3 e contro la Roma in casa il 22 aprile (4-0) siglando l'ultimo gol.[70][71] Il 6 maggio 2012 conquista lo scudetto con la maglia bianconera con una giornata d'anticipo nella partita giocata in campo neutro di Trieste contro il Cagliari vinta 2 a 0, favorevole anche la vittoria dell'Inter contro il Milan per 4 a 2.[72][73][74] Dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia contro il Napoli conclude la stagione con 39 presenze e 10 gol (36 presenze e 9 gol in campionato; 3 presenze e 1 gol in Coppa Italia).[75]

2012-2013: Supercoppa e secondo Scudetto[modifica | modifica sorgente]

La stagione 2012-2013 inizia con la vittoria della Supercoppa italiana allo Stadio Nazionale di Pechino, grazie al punteggio di 4-2 sul Napoli l'11 agosto;[76][77][78] è la prima Supercoppa nazionale vinta da Marchisio (che aveva già conquistato la Supercoppa Primavera 2006 con la formazione giovanile della Juventus).[79] Gioca da titolare la partita del ritorno in Champions League della Juventus, contro il Chelsea allo Stamford Bridge, dove fornisce l'assist del 2-2 finale a Fabio Quagliarella.[80] Il 7 ottobre realizza la sua prima rete stagionale nella vittoria esterna di campionato per 2-1 in casa del Siena.[81]

Il 7 novembre realizza la sua prima rete in UEFA Champions League nella sfida contro il Nordsjælland su assist di Mauricio Isla (4-0).[82] Il 1º dicembre successivo nel derby della Mole mette a segno una doppietta. La prima rete è su assist di Sebastian Giovinco, mentre la seconda, che firma il 3-0 finale, avviene su assist di Mirko Vučinić.[83] Nella gara di andata degli ottavi di Champions League del 13 febbraio 2013 contro il Celtic, si rende protagonista di un'ottima gara realizzando la rete del 2-0 e servendo l'assist per il terzo gol a Vučinić.[84] Il 5 maggio seguente, grazie alla vittoria casalinga per 1-0 sul Palermo, vince – con tre giornate d'anticipo – il secondo scudetto consecutivo.[85]

2013-2014[modifica | modifica sorgente]
Marchisio nel 2013, nel match di Champions League in casa del Galatasaray.

Il 18 agosto 2013, al primo incontro ufficiale della stagione, s'infortuna nel corso della finale di Supercoppa italiana contro la Lazio: la lesione al legamento del ginocchio destro lo costringe a saltare l'inizio dell'annata.[86] Una volta ristabilitosi, incontra difficoltà nel ritrovare un posto da titolare in squadra – anche a fronte della crescita esponenziale mostrata dal giovane compagno di reparto Paul Pogba,[87] che già nella seconda parte del precedente torneo aveva iniziato a rubar spazio (e presenze) al centrocampista italiano.[88]

Col nuovo anno, sfruttando i vari impegni della Juventus tra campionato e coppe, torna ad avere un buon minutaggio in maglia bianconera, facendo di necessità virtù e ben comportandosi anche in ruoli differenti da quelli ricoperti fin qui in carriera, come trequartista dietro alle punte o regista basso davanti alla difesa.[26][88] Il 12 gennaio 2014 segna il suo primo gol stagionale a Cagliari, siglando il vantaggio bianconero nella sfida poi vinta 4-1 dal club torinese.[89]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nazionali giovanili[modifica | modifica sorgente]

Il 1º giugno 2007 esordisce nella Nazionale Under-21 di Pierluigi Casiraghi, con la quale è un titolare a centrocampo nel biennio 2007-2009. Nel 2008 partecipa con la Nazionale olimpica al Torneo di Tolone, manifestazione amichevole durante la quale, in Italia-Turchia (2-1) del 23 maggio, realizza il suo primo gol con gli Azzurrini,[90] e ai Giochi di Pechino; durante la rassegna olimpica gioca nel secondo tempo della prima partita contro l'Honduras,[91] ma un infortunio muscolare lo costringe ad abbandonare il torneo dopo la seconda partita del girone e ad essere sostituito da Andrea Russotto.[92]

È poi tra i convocati per l'Europeo Under-21 2009 in Svezia,[93] ma deve saltare per squalifica la semifinale nella quale l'Italia viene eliminata dalla Germania.[94][95]

Nazionale maggiore[modifica | modifica sorgente]

Marchisio, in maglia azzurra, contrasta in scivolata Andrés Iniesta nel corso della finale di Euro 2012 tra Spagna e Italia.

Il 12 agosto 2009, a 23 anni, esordisce in Nazionale con il CT Marcello Lippi, giocando titolare nella partita amichevole Svizzera-Italia (0-0).[96]

Viene convocato per il Mondiale 2010 in Sudafrica, dove l'Italia viene eliminata al primo turno. Marchisio disputa da titolare le prime due partite del girone contro il Paraguay e la Nuova Zelanda, venendo sostituito in entrambe le occasioni.[97][98][99]

Realizza il suo primo gol in Nazionale il 7 ottobre 2011, nella partita Serbia-Italia (1-1) disputata a Belgrado e valevole per le qualificazioni all'Europeo 2012 con un inserimento alle spalle dei difensore e spiazzando il portiere.[100][101]

Diventato titolare nella gestione del CT Cesare Prandelli, prende parte all'Europeo 2012.[102][103] Esordisce a Danzica il 10 giugno nella partita pareggiata 1-1 contro la Spagna.[104][105] Il Castrol EDGE Index dell'UEFA, che monitora a livello statistico le prestazioni dei giocatori dell'Europeo, gli assegna il maggior punteggio della partita (9.15); il centrocampista italiano primeggia (9.26) anche nella successiva gara pareggiata dagli Azzurri 1-1 contro la Croazia.[106] La Nazionale Italiana riesce ad arrivare in finale dopo aver battuto la Germania[107][108] ma il 1º luglio perde 4-0 contro la Spagna la finale di Kiev.[109][110] Insieme ad Andrea Pirlo e a Gianluigi Buffon non è mai stato sostituito e non è mai subentrato dalla panchina.

Il 16 maggio 2013 viene inserito da Prandelli in una lista di 31 giocatori da cui uscirà la rosa per la Confederations Cup,[111] venendo confermato in essa nella lista ufficiale consegnata il 3 giugno.[112] Il 19 giugno, nella seconda partita del torneo, serve l'assist per il gol di Giovinco nella vittoria per 4-3 sul Giappone, che permette agli azzurri di vincere la partita.[113]

Il 1º giugno 2014 viene convocato per partecipare al Mondiale brasiliano.[114] Il 14 dello stesso mese, nella gara d'esordio dell'Italia contro l'Inghilterra, segna la prima rete azzurra del torneo sbloccando il risultato (la partita finirà poi 2-1 per gli italiani).[115] L'Italia, però, viene eliminata al primo turno dall'Uruguay in una partita arbitrata in modo controverso dal fischietto messicano Marco Rodríguez, che espelle proprio Marchisio per un fallo su Egidio Arévalo, alimentando numerose polemiche.[116]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 18 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Italia Juventus B 25 0 CI 1 0 - - - - - - 26 0
2007-2008 Italia Empoli A 26 0 CI 1 0 CU 2 0 - - - 29 0
2008-2009 Italia Juventus A 24 3 CI 2 0 UCL 6[117] 0 - - - 32 3
2009-2010 A 28 3 CI 0 0 UCL+UEL 4+3 0 - - - 35 3
2010-2011 A 32 4 CI 1 0 UEL 8[118] 0 - - - 41 4
2011-2012 A 36 9 CI 3 1 - - - - - - 39 10
2012-2013 A 29 6 CI 2 0 UCL 8 2 SI 1 0 40 8
2013-2014 A 29 4 CI 2 0 UCL+UEL 4+7 0 SI 1 0 43 4
Totale Juventus 203 29 11 1 40 2 2 0 257 32
Totale carriera 229 29 12 1 42 2 2 0 286 32

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-8-2009 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 0 Italia Italia Amichevole - Uscita al 73’ 73’
9-9-2009 Torino Italia Italia 2 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 72’ 72’
3-3-2010 Monaco Italia Italia 0 – 0 Camerun Camerun Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
3-6-2010 Bruxelles Italia Italia 1 – 2 Messico Messico Amichevole - Ammonizione al 32’ 32’
14-6-2010 Città del Capo Italia Italia 1 – 1 Paraguay Paraguay Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 59’ 59’
20-6-2010 Nelspruit Italia Italia 1 – 1 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 67’ 67’
10-8-2010 Londra Italia Italia 0 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Ingresso al 74’ 74’
8-10-2010 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 79’ 79’
12-10-2010 Genova Italia Italia 3 – 0 tav Serbia Serbia Qual. Euro 2012 -
25-3-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 87’ 87’
29-3-2011 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Uscita al 89’ 89’
3-6-2011 Modena Italia Italia 3 – 0 Estonia Estonia Qual. Euro 2012 -
7-6-2011 Liegi Italia Italia 0 – 2 Irlanda Irlanda Amichevole -
10-8-2011 Bari Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 47’ 47’
6-9-2011 Firenze Italia Italia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 46’ 46’
7-10-2011 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 1 Uscita al 70’ 70’
11-11-2011 Breslavia Polonia Polonia 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Uscita al 64’ 64’
15-11-2011 Roma Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole - Uscita al 82’ 82’
29-2-2012 Genova Italia Italia 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 72’ 72’
1-6-2012 Zurigo Italia Italia 0 – 3 Russia Russia Amichevole -
10-6-2012 Danzica Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Euro 2012 - 1º turno -
14-6-2012 Poznań Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Euro 2012 - 1º turno -
18-6-2012 Poznań Italia Italia 2 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 - 1º turno -
24-6-2012 Kiev Inghilterra Inghilterra 0 – 0 dts
(2-4 dcr)
Italia Italia Euro 2012 - Quarti -
28-6-2012 Varsavia Germania Germania 1 – 2 Italia Italia Euro 2012 - Semifinale -
1-7-2012 Kiev Spagna Spagna 4 – 0 Italia Italia Euro 2012 - Finale -
7-9-2012 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Modena Italia Italia 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Yerevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Milano Italia Italia 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2012 Parma Italia Italia 1 – 2 Francia Francia Amichevole - Uscita al 50’ 50’
26-3-2013 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Italia 2 – 2 Haiti Haiti Amichevole 1 Ingresso al 72’ 72’
16-6-2013 Rio de Janeiro Messico Messico 1 – 2 Italia Italia Conf. Cup 2013 - 1º turno - Uscita al 68’ 68’
19-6-2013 Recife Italia Italia 4 – 3 Giappone Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno - Ingresso al 68’ 68’
22-6-2013 Salvador de Bahia Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno - Ammonizione al 40’ 40’
27-6-2013 Fortaleza Spagna Spagna 0 – 0 dts
(7-6 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale - Uscita al 79’ 79’
14-8-2013 Roma Italia Italia 1 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 46’ 46’
11-10-2013 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 68’ 68’
15-11-2013 Milano Italia Italia 1 – 1 Germania Germania Amichevole - Ammonizione al 71’ 71’
5-3-2014 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
31-5-2014 Londra Italia Italia 0 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole -
4-6-2014 Perugia Italia Italia 1 – 1 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole 1 Uscita al 86’ 86’
15-6-2014 Manaus Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Italia Italia Mondiali 2014 - 1º Turno 1
20-6-2014 Recife Italia Italia 0 – 1 Costa Rica Costa Rica Mondiali 2014 - 1º Turno - Uscita al 69’ 69’
24-06-2014 Natal Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - 1º Turno - Red card.svg 59’
Totale Presenze 47 Reti 4

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Claudio Marchisio, juventus.com. URL consultato il 3 settembre 2012.
  2. ^ LA TOP 11 DELL’AIC SFILA AL “GRAN GALÀ”, figc.it, 24 gennaio 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.
  3. ^ JUVE, MARCHISIO PAPÀ PER LA SECONDA VOLTA, sportmediaset.it, 12 marzo 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.
  4. ^ Marchisio papà bis, è nato Leonardo, La Gazzetta dello Sport, 12 marzo 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.
  5. ^ a b MARCHISIO A STYLE: "Mi sento 50% principe e 50% fabbro. Il Napoli mi suscita antipatia, quando li incontro scatta qualcosa...", tuttomercatoweb.com, 10 gennaio 2013. URL consultato il 10 gennaio 2013.
  6. ^ Giuseppe Genga, FIFA 13: Marchisio con Messi sulla cover italiana in Mondoxbox.com, 24 luglio 2012. URL consultato il 1º agosto 2012.
  7. ^ Cagni su Marchisio: "Tecnicamente più forte di Tardelli., tuttojuve.com, 25 luglio 2011. URL consultato il 25 luglio 2011.
  8. ^ Italia, super Marchisio: è il re del centrocampo in Tuttosport.com, 11 giugno 2012. URL consultato il 1º agosto 2012.
  9. ^ Times-Claudio Marchisio in Tuttosport, 13 gennaio 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  10. ^ Valerio Clari, Stelle nascenti in La Gazzetta dello Sport, 14 gennaio 2009, p. 19. URL consultato il 12 giugno 2010.
  11. ^ (EN) Tom Dart, Football's top 50 rising stars in The Times, 12 gennaio 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  12. ^ Luca Curino, La Juve dà le chiavi a Marchisio in La Gazzetta dello Sport, 28 giugno 2009, p. 14. URL consultato il 12 giugno 2010.
  13. ^ Intervista a Marcello Lippi in Tuttosport, 12 agosto 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  14. ^ Riccardo Pratesi, Napoli-Juventus in La Gazzetta dello Sport, 28 febbraio 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  15. ^ 7a giornata di Serie A - ritorno in la Repubblica, 2 marzo 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  16. ^ Juventus-Napoli 1-0, decide Marchisio in Tuttosport, 28 febbraio 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  17. ^ Alessandro Ruta, Siviglia-Juve 1-2 in La Gazzetta dello Sport, 24 luglio 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  18. ^ Francesco Cherchi, Intervista a Claudio Marchisio, tuttomercatoweb.com, 21 luglio 2009. URL consultato il 12 giugno 2010.
  19. ^ Emanuele Gamba, Il progetto giovani in la Repubblica, 16 dicembre 2008, p. 50. URL consultato il 12 giugno 2010.
  20. ^ Emanuele Gamba, Palermo-Juventus 2-1 in la Repubblica, 12 gennaio 2009, p. 43. URL consultato il 12 giugno 2010.
  21. ^ Giuseppe Calabrese, Juventus-Fiorentina 1-0 in la Repubblica, 1º settembre 2008, p. 44. URL consultato il 12 giugno 2010.
  22. ^ Massimiliano Nerozzi, Intervista a Marchisio in La Stampa, 16 dicembre 2008. URL consultato il 12 giugno 2010.
  23. ^ Giampiero Timossi, Intervista a Marchisio in La Gazzetta dello Sport, 16 dicembre 2008, pp. 8-9. URL consultato il 12 giugno 2010.
  24. ^ Stefano Borgonovo, Marchisio come Tardelli in La Gazzetta dello Sport, 28 novembre 2008, p. 12. URL consultato il 12 giugno 2010.
  25. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, col nuovo modulo difesa imbattuta. E dopo il Bayern 3 vittorie in gazzetta.it, 29 aprile 2013.
  26. ^ a b Alberto Mauro, Juventus, Marchisio si scopre multiuso. E così torna titolare in gazzetta.it, 1º marzo 2014.
  27. ^ 57° TORNEO MONDIALE GIOVANILE DI CALCIO COPPA CARNEVALE 2005, paracasport.it, 7 febbraio 2005. URL consultato il 1º luglio 2012.
  28. ^ Juventus-Brescia 2-0, transfermark.it, 1º novembre 2006. URL consultato il 1º luglio 2012.
  29. ^ Empoli, esordio europeo ok Battuto lo Zurigo: 2-1, 20 settembre 2007. URL consultato il 3 novembre 2011.
  30. ^ Buona la prima per l'Empoli, Zurigo ko, 20 settembre 2007. URL consultato il 3 novembre 2011.
  31. ^ Juventus-Artmedia Bratislava 4-0: Del Piero-show all'Olimpico, calcioblog.it, 26 agosto 2008. URL consultato il 1º luglio 2012.
  32. ^ Stefano Sica, Ufficiale: Marchisio-Juventus fino al 2014, tuttomercatoweb.com, 29 gennaio 2009. URL consultato il 14 giugno 2010.
  33. ^ Marchisio bianconero fino al 2014, juventus.it, 29 gennaio 2009. URL consultato il 14 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2009).
  34. ^ Juve, Marchisio da tre punti Bianconeri a -6 dall'Inter, gazzetta.it, 28 febbraio 2009.
  35. ^ Juve-Napoli, emozionecalcio.it, 28 febbraio 2009. URL consultato il 1º luglio 2012.
  36. ^ Dieci talenti crescono, UEFA.com, 9 marzo 2009.
  37. ^ Valerio Spinella, Il n.1 dei giovani si chiama Hernanes. Marchisio è decimo, sport.sky.it, 14 gennaio 2009. URL consultato il 14 giugno 2010.
  38. ^ tuttosport.it, 25 novembre 2009, http://www.tuttosport.com/calcio/serie_a/juventus/2009/11/25-46673/Bordeaux-Juventus+0-0%3A+Del+Piero+parte+titolare. URL consultato il 1º luglio 2012.
  39. ^ Juventus-Livorno 2-0: solite firme bianconere... Iaquinta, Marchisio, goal.com, 19 settembre 2009. URL consultato il 30 giugno 2012.
  40. ^ Marchisio salva la Juve
  41. ^ Marchisio, un gol magico La Juve batte l'Inter 2-1, La Gazzetta dello Sport, 5 dicembre 2009.
  42. ^ Juve-Inter 2-1, transfermark.it, 5 dicembre 2009. URL consultato il 12 giugno 2012.
  43. ^ La Juve europea convince Battuto il Fulham: è 3-1, La Gazzetta dello Sport, 11 marzo 2010.
  44. ^ Pareggio Juve, eurosport.com, 2 maggio 2010. URL consultato il 12 giugno 2012.
  45. ^ Catania-Juventus 1-1, 36esima giornata Serie A, sportlive.it, 2 maggio 2010. URL consultato il 12 giugno 2012.
  46. ^ Marchisio - 2009-2010, transfermark.it, 20 maggio 2010. URL consultato il 12 giugno 2012.
  47. ^ 100 volte Juve juventus.com
  48. ^ Castagna d'Oro a Marchisio
  49. ^ Juventus-Udinese 1-2 Legaseriea.it
  50. ^ Palermo-Juventus 2-1 Legaseriea.it
  51. ^ Chievo fatale al Napoli La Roma non vince, Juve ancora ko, sky.it, 2 febbraio 2011.
  52. ^ Un'ottima Juve stende la Roma all'Olimpico: 2-0 Ilsalvagente.it
  53. ^ Juventus, Marchisio ha firmato il rinnovo calciosport24.it
  54. ^ Claudio Marchisio Stagione 2010/2011 sky.it
  55. ^ Pirlo è geniale, Juve da urlo, Parma spazzato via, La Gazzetta dello Sport, 11 settembre 2011. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  56. ^ Juve, l'esordio dei sogni nella nuova casa: 4-1 al Parma, sky.it, 11 settembre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  57. ^ Conte:"Vittoria di squadra", La Gazzetta dello Sport, 2 ottobre 2011. URL consultato il 5 giugno 2012.
  58. ^ Tanta Juve, doppio Marchisio Il Milan soffre, poi affonda, La Gazzetta dello Sport, 2 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  59. ^ SERIE A: MARCHISIO GELA IL MILAN Doppietta del centrocampista: 2-0 Juve, sportmediaset.it, 2 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  60. ^ Serie A - Doppietta di Marchisio: la Juve domina il Milan, eurosport.it, 2 ottobre 2011. URL consultato il 5 giugno 2012.
  61. ^ La Juve spedisce l'Inter all'inferno, eurosport.yahoo.it, 29 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  62. ^ Marchisio, un gol magico La Juve batte l'Inter 2-1, La Gazzetta dello Sport, 29 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  63. ^ Vucinic-Marchisio, la Juve vola in vetta. Inter all'inferno, sky.it, 29 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  64. ^ JUVENTUS, TRE GOL AL PALERMO, sportmediaset.it, 20 novembre 2011. URL consultato il 22 novembre 2011.
  65. ^ Juventus schiacciasassi 3-0 al Palermo, è prima, La Gazzetta dello Sport, 20 novembre 2011. URL consultato il 22 novembre 2011.
  66. ^ Marchisio è il bomber Juve: «Tre punti importanti», corrieredellosport.it, 4 dicembre 2011. URL consultato il 4 dicembre 2011.
  67. ^ Juventus-Cesena 2-0: Alla Signora non piace proprio lasciare la vetta agli altri... Marchisio e Vidal l'accontentano, goal.com, 4 dicembre 2011. URL consultato il 5 giugno 2012.
  68. ^ Coppa Italia, ci pensa Marchisio, lastampa.it, 9 dicembre 2011. URL consultato il 9 dicembre 2011.
  69. ^ La Gazzetta dello Sport, dicembre 2011, http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Juventus/08-12-2011/juve-avanti-ma-che-fatica-coppa-decide-marchisio-803980530187.shtml. URL consultato il 9 dicembre 2011.
  70. ^ Juve show! 5-0 a Firenze. E il Milan rosicone non scappa, tuttosport.com, 18 febbraio 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.
  71. ^ Juventus vs Roma 4 a 0., goal.com, 22 aprile 2012. URL consultato il 5 giugno 2012.
  72. ^ Juve Campione d'Italia, 2-0 al Cagliari. Milan ko, tuttosport.com, 6 maggio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  73. ^ Vucinic e autogol, delirio Juve Per i bianconeri è il 28° scudetto, La Gazzetta dello Sport, 6 maggio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  74. ^ LA JUVENTUS È CAMPIONE D'ITALIA, sportmediaset.it, 6 maggio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  75. ^ Marchisio 2011-2012, sport.it, 20 maggio 2012. URL consultato l'11 giugno 2012.
  76. ^ La Supercoppa è della Juve, Napoli ko 4-2 tra le polemiche in Sport.sky.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 14 agosto 2012.
  77. ^ Supercoppa, la Juve travolge il Napoli. E gli azzurri disertano la premiazione in Lastampa.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 14 agosto 2012.
  78. ^ Supercoppa alla Juve, Napoli battuto 4-2 in Ansa.it, 11 agosto 2012. URL consultato l'11 agosto 2012.
  79. ^ SUPERCOPPA PRIMAVERA 2006 in Campionatoprimavera.com. URL consultato il 12 agosto 2012.
  80. ^ Riccardo Pratesi, Grande Juve: pari in rimonta a Londra - Contro il Chelsea finisce 2-2 in La Gazzetta dello Sport, 19 settembre 2012. URL consultato il 22 settembre 2012.
  81. ^ La Juve fatica ma vince a Siena 2-1. Gol di Pirlo, Calaiò e Marchisio, ilmessaggero.it, 7 ottobre 2012. URL consultato l'11 novembre 2012.
  82. ^ Riccardo Pratesi, Juve feroce, riscatto in Coppa - Nordsjaelland preso a pallonate in La Gazzetta dello Sport, 7 novembre 2012. URL consultato l'8 novembre 2012.
  83. ^ Riccardo Pratesi, Follia Glik: il Toro resta in 10 - E la Juve dilaga nel derby in La Gazzetta dello Sport, 1º dicembre 2012. URL consultato il 2 dicembre 2012.
  84. ^ Champions, Celtic-Juventus 0-3. Matri-Marchisio-Vucinic: quarti a un passo in La Gazzetta dello Sport, 13 febbraio 2013. URL consultato il 7 marzo 2013.
  85. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo. Conte sale ancora sul tetto della Serie A in La Gazzetta dello Sport, 5 maggio 2013. URL consultato il 6 maggio 2013.
  86. ^ Timothy Ormezzano, Juventus, tegola per Conte: Marchisio ko, fuori un mese in repubblica.it, 19 agosto 2013.
  87. ^ Guido Vaciago, Juve: per superare Pogba, Marchisio deve fare il Pogba in tuttosport.com, 15 febbraio 2014.
  88. ^ a b Adam Digby, Il numero 8 dei leader silenziosi: Marchisio, il nuovo Conte dell'era Conte in fourfourtwo.com, 5 marzo 2014.
  89. ^ G.B. Olivero, Cagliari-Juventus 1-4. Gol di Pinilla, doppio Llorente, Marchisio e Lichtsteiner in gazzetta.it, 12 gennaio 2014.
  90. ^ L'Olimpica sa solo vincere gazzetta.it
  91. ^ Calcio, Italia-Honduras 3-0, excite.it, 7 agosto 2008. URL consultato il 3 novembre 2011.
  92. ^ Antonio Gaito, Nazionale Olimpica: dopo Rocchi va ko anche Marchisio, arriva Russotto, tuttonapoli.net, 12 agosto 2008. URL consultato il 14 giugno 2010.
  93. ^ Luca Taidelli, Europeo: ecco i 23 di Casiraghi in La Gazzetta dello Sport, 1º giugno 2009. URL consultato il 14 giugno 2010.
  94. ^ Europei Under 21: Italia, che sfortuna! Germania in finale, tuttosport.com, 26 giugno 2009. URL consultato il 3 novembre 2011.
  95. ^ Italia U21-Germania U21 0-1: Gli azzurri vincono ai punti, ma la finale è tedesca!, goal.com, 26 giugno 2009. URL consultato il 2 luglio 2012.
  96. ^ Nazionale: c'è Marchisio. Fuori Toni e Montolivo in La Gazzetta dello Sport, 8 agosto 2009. URL consultato il 14 giugno 2010.
  97. ^ Italy 1:1 (0:1) Paragway Fifa.com
  98. ^ Italy 1:1 (1:1) New Zealand, fifa.com, 20 giugno 2010. URL consultato il 5 giugno 2012.
  99. ^ L'Italia continua a deludere. Solo 1-1 con la Nuova Zelanda, La Gazzetta dello Sport, 20 giugno 2010. URL consultato il 5 giugno 2012.
  100. ^ Sempre più Marchisio:Dopo la Juve anche la Nazionale gazzetta.it
  101. ^ Lampo Marchisio poi Ivanovic Italia, buon pari in Serbia, La Gazzetta dello Sport, 8 ottobre 2011.
  102. ^ Trentadue Azzurri selezionati da Prandelli: molte le novità Figc.it
  103. ^ Consegnata all'UEFA la lista dei 23 giocatori convocati per gli Europei Figc.it
  104. ^ Italia-Spagna: azzurri col cuore, finisce 1-1, corriere.it, 10 giugno 2012. URL consultato l'11 giugno 2012.
  105. ^ Euro 2012: Italia-Spagna 1-1, ansa.it, 10 giugno 2012. URL consultato l'11 giugno 2012.
  106. ^ Italia, super Marchisio: è il re del centrocampo, tuttosport.it, 11 giugno 2012. URL consultato il 27 giugno 2012.
  107. ^ Germania battuta. Grande Italia in finale, La Gazzetta dello Sport, 28 giugno 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  108. ^ Doppio Balotelli, l'Italia stende la Germania, corriere.it, 28 giugno 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  109. ^ L'Italia crolla in finale. Spagna campione d'Europa, tuttosport.it. URL consultato il 2 luglio 2012.
  110. ^ Spagna campione, è suo il 'triplete' storico. Debacle per azzurri, 'Non c'è stata partita', ansa.it, 1º luglio 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  111. ^ Due giorni di raduno a Coverciano: tra i convocati Agazzi, Bonaventura e Sau Figc.it
  112. ^ Inviata alla FIFA la lista per la Confederations Cup: c'è anche Barzagli Figc.it
  113. ^ Giovinco porta l'Italia in semifinale uefa.com
  114. ^ Nazionale, ecco i 23 di Prandelli: niente Brasile per Giuseppe Rossi, gazzetta.it, 1º maggio 2014. URL consultato il 1º giugno 2014.
  115. ^ Inghilterra-Italia 1-2: gol di Marchisio, Sturridge e Balotelli, gazzetta.it, 15 giugno 2014. URL consultato il 15 giugno 2014.
  116. ^ Mondiali, Italia-Uruguay 0-1: gol decisivo di Godin, espulso Marchisio, gazzetta.it, 24 giugno 2014. URL consultato il 30 giugno 2014.
  117. ^ Una presenza nel Terzo turno preliminare
  118. ^ 3 presenze nei Turni preliminari.
  119. ^ Pechino 2008. Tutto facile per l´Italia di Casiraghi contro l´Honduras: esordio ok (3-0), resport.it, 7 agosto 2008. URL consultato il 5 giugno 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]