Mendoza (Argentina)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mendoza
città
Mendoza – Bandiera
Mendoza – Veduta
Localizzazione
Stato Argentina Argentina
Provincia Bandera de la Provincia de Mendoza.svg Mendoza
Dipartimento Mendoza
Amministrazione
Sindaco Víctor Fayad
Territorio
Coordinate 32°53′S 68°50′W / 32.883333°S 68.833333°W-32.883333; -68.833333 (Mendoza)Coordinate: 32°53′S 68°50′W / 32.883333°S 68.833333°W-32.883333; -68.833333 (Mendoza)
Altitudine 824 m s.l.m.
Abitanti 115 041[1] (cens. 2010)
Altre informazioni
Cod. postale M5500
Prefisso 261
Fuso orario UTC-3
Nome abitanti mendocino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
Mendoza
Sito istituzionale
Entrata del Parque General San Martín
Monumento dedicato all'Esercito delle Ande, sulla cima del Cerro de la Gloria.

Mendoza è una città dell'Argentina centro-occidentale, capoluogo e la maggiore città dell'omonima provincia; essa è inoltre capoluogo ed unica città del Departamento Capital. La popolazione è di circa 1.100.000 abitanti nell'area metropolitana costituendo la quarta maggiore conurbazione del paese.

Mendoza è situata su una delle più importanti vie di comunicazioni fra Argentina e Cile. È una sosta frequente per gli scalatori diretti sull'Aconcagua (la vetta più alta del continente americano). In inverno, molti sciatori alloggiano a Mendoza in virtù della sua vicinanza alle Ande.

A Mendoza risiede una grossa comunità di origine piemontese e veneta. Importante la produzione di vino e di olio d'oliva.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Mendoza fu fondata nel 1561 da Pedro del Castillo. In questa città José de San Martín organizzò l'esercito con il quale ottenne l'indipendenza del Cile e del Perù. Nel 1861 un violento terremoto distrusse la città provocando quasi 5.000 vittime. La città fu ricostruita in un'altra posizione, a qualche isolato da quella originaria.

Festività[modifica | modifica sorgente]

A Mendoza si celebra una volta all'anno la Festa della Vendimia, in "onore" del vino, dove si incorona la "Principessa del vino".

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Struttura urbanistica[modifica | modifica sorgente]

La città è caratterizzata dagli ampi viali alberati, lungo i quali sono posti canali d'irrigazione particolarmente profondi. Il centro è costituito da Plaza Independencia. Come per buona parte delle città argentine, la città è organizzata secondo un reticolo di vie rettilinee che si incrociano perpendicolarmente.

Numerosi sono i parchi cittadini, il maggiore dei quali è il notevole Parque San Martín, situato nella parte occidentale della città. Fu progettato dall'architetto di fama mondiale Carlos Thays. Al suo interno si trovano lo zoo, l'Università del Cuyo e un monumento che commemora l'attraversamento delle Ande da parte dell'esercito di San Martín. Un panorama della città è visibile dal colle Cerro de la Gloria.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Mendoza ha estati molto calde e inverni freschi ma non rigidi. Le temperature medie di gennaio (estate) sono di circa 25 °C (media delle temperature massime di 32 °C e delle minime di 18 °C). Nel mese di luglio (inverno), le temperature medie si aggirano attorno ai 7,5 gradi (media delle massime di circa 12 °C e delle minime di circa 3 °C). Scarse le precipitazioni, generalmente comprese fra i 150 e i 250 mm annui di pioggia [3].

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Mendoza si trova a 1.037 chilometri da Buenos Aires (14 ore in autobus, lungo la Ruta 7) e a 380 chilometri da Santiago del Cile (6 ore in autobus, sempre lungo la Ruta 7, in direzione opposta, attraverso il tunnel transandino che collega Argentina e Cile). Mendoza possiede inoltre un aeroporto internazionale, a meno di 2 ore di volo da Buenos Aires e a 1 ora di volo da Santiago.

Persone legate a Mendoza[modifica | modifica sorgente]

  • Verónica Cangemi, soprano
  • Joaquín Salvador Lavado, più conosciuto come Quino autore del fumetto Mafalda.
  • Mario Luis Rodriguez Cobos, fondatore del movimento umanista.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ES) Provincia de Mendoza. Población total y variación intercensal absoluta y relativa por departamento. Años 2001-2010. URL consultato il 21 marzo 2012.
  2. ^ Dinámica de la población en el pasado
  3. ^ Da Hong Kong Observatory

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Climogramma di Mendoza
Dipartimenti della provincia di Mendoza
Mendoza province COA.png

Capital • General Alvear • Godoy Cruz • Guaymallén • Junín • La Paz • Las Heras • Lavalle • Luján de Cuyo • Maipú • Malargüe • Rivadavia • San Carlos • San Martín • San Rafael • Santa Rosa • Tunuyán • Tupungato