Prima Categoria 1913-1914

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prima Categoria 1913-1914
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 17ª
Organizzatore Comitati Regionali e FIGC
Date dal 12 ottobre 1913
al 12 luglio 1914
Luogo Italia Italia
Partecipanti 29 (Nord)
16 (Centro-Sud)
45 (totale)
Risultati
Vincitore Casale Casale
(1º titolo)
Secondo Lazio Lazio
Cronologia della competizione
Left arrow.svg ed. precedente ed. successiva Right arrow.svg

La Prima Categoria 1913-14 fu il diciassettesimo campionato italiano di calcio.

Antefatti[modifica | modifica sorgente]

Nel campionato italiano 1912-13, il primo in cui venne stabilita la retrocessione,[1] si qualificarono all'ultimo posto del rispettivo girone del campionato dell'Italia settentrionale, la Juventus (con 3 punti in 10 giornate nel girone piemontese), l'Internazionale Napoli nel girone meridionale (con zero punti), l'Alba Roma nel girone laziale (anch'essa a zero punti), il Pisa nel girone toscano (con 4 punti), il Racing Libertas nel girone lombardo-ligure (1 punto in 10 giornate) e il Modena nel girone veneto-emiliano (1 punto in 10 giornate). Tutte queste squadre sarebbero dovute retrocedere in Promozione ma, in seguito alle proteste di alcuni dei loro dirigenti e la negativa di nuove società sportive all'iscriversi al campionato di Promozione ma in quello di Prima Categoria, l'assemblea federale del 24 agosto 1913, con l'approvazione della proposta Baraldi-Malvano, decisse allargare il campionato dell'Italia settentrionale a tre gironi da dieci squadre ciascuno, annullando tutte le retrocessioni e ammettendo undici nuove società al massimo torneo.[2][1]

Elenco delle squadre iscritte alla Prima categoria 1913-14[3]

Entrando più nel dettaglio, all'Assemblea Federale del 24 agosto 1913 furono proposti due piani di riforma dei campionati: il progetto Minoli che proponeva l'allargamento di ogni girone eliminatorio da 6 a 8 squadre con l'aggregazione delle squadre piemontesi topograficamente più vicine alla Liguria al girone ligure, e il progetto Baraldi-Baruffini, che invece proponeva di allargare a 10 squadre ogni girone regionale, con le piemontesi aggregati alle liguri e le toscane aggregate alle emiliane. Tuttavia il problema di quest'ultimo progetto era che, unendo il Comitato Regionale Ligure a quello Piemontese (Comitato Regionale Piemontese-Ligure con sede a Torino), le squadre liguri, abbinate l'anno prima alle milanesi, avrebbero dovuto giocare nella stagione successiva con le piemontesi, saturando di fatto il girone subalpino, al quale Juventus e Novara, penultimo nel campionato, avrebbero dovuto essere iscritte. La soluzione arrivò dall'ingegner Malvano, ex giocatore ed ora arbitro e dirigente federale, e dal dirigente neroazzurro Francesco Mauro, fratello del Presidente del Comitato Regionale Lombardo della F.I.G.C. Avvocato Giovanni Mauro[4], che proposero di modificare il progetto Baraldi-Baruffini inserendo Juventus e Novara nel girone meneghino. I due progetti vennero quindi messi ai voti: il progetto Minoli, votato per primo, fu bocciato con 10 voti favorevoli, 28 contrari e 15 astenuti; fu quindi messo ai voti l'ordine del giorno Malvano-Baraldi, che venne infine approvato con 33 voti favorevoli, 7 contrari e 9 astenuti. Di conseguenza il Novara fu ammesso al girone lombardo mentre la Juventus fu ammessa in tale girone con una clausola particolare: essendo state promosse in I Categoria troppe squadre lombarde (Nazionale Lombardia, Juventus Italia, l'Associazione Milanese Calcio e, d'ufficio, il Como),[3] si decise di toglierne una lombarda (il Brescia, settima nel Campionato di Promozione 1912-13 e promossa d'ufficio nella massima categoria) spostandola nel raggruppamento veneto, lasciando libero un posto per la compagine torinese. Infine, il sistema di retrocessione non fu applicato neanche sulla fine del campionato 1913-14, per cui tutte le squadre che dovevano essere retrocesse in Promozione alla fine del torneo (Prato, Pro Roma, Liguria, Milanese ed Udinese) furono riammesse nella stagione successiva.

Torneo Peninsulare[modifica | modifica sorgente]

Partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Toscana[modifica | modifica sorgente]

Club Rosa Città Stadio stagione 1912-13
CS Firenze CS Firenze dettagli Firenze - -
Pisa Pisa dettagli Pisa - -
SPES Livorno SPES Livorno dettagli Livorno - -
Virtus Juventusque Virtus Juventusque dettagli Livorno - -
600px Bianco e Rosso (Strisce).png Itala F.C. dettagli Firenze - -
Libertas Firenze Libertas Firenze dettagli Firenze - -
600px Rosso e Nero (Strisce).png F.B.C. Lucca dettagli Lucca - -
Prato Prato dettagli Prato - -

Lazio[modifica | modifica sorgente]

Club Rosa Città Stadio stagione 1912-13
Fortitudo Fortitudo dettagli Roma - -
Amaranto.svg Audace Esperia dettagli Roma - -
Juventus Roma Juventus Roma dettagli Roma - -
Lazio Lazio dettagli Roma - -
Pro Roma Pro Roma dettagli Roma - -
FBC Roma FBC Roma dettagli Roma - -

Campania[modifica | modifica sorgente]

Club Rosa Città Stadio stagione 1912-13
Internazionale Napoli Internazionale Napoli dettagli Napoli - -
Naples Naples dettagli Napoli - -

Formula[modifica | modifica sorgente]

Il vincitore del torneo centro-meridionale doveva uscire dalla sfida fra la miglior squadra del Sud e la sua corrispondente del Centro Italia.
Questa seconda società doveva essere individuata fra i Campioni di Toscana (lo SPES Livorno) e i loro colleghi laziali.

Alla fine a vincere il torneo fu la Società Podistica Lazio che vinse tutte le 14 partite segnando in totale ben 65 reti e subendone solo 5.

Campionato toscano[modifica | modifica sorgente]

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
1rightarrow.png 1. SPES Livorno SPES Livorno 26 14 12 2 0 46 15
2. CS Firenze CS Firenze 20 14 9 2 3 36 17
3. Virtus Juventusque Virtus Juventusque 19 14 9 1 4 30 14
4. Libertas Firenze Libertas Firenze 16 14 7 2 5 21 16
5. 600px Bianco e Rosso (Strisce).png Itala FC 13 14 6 1 7 25 28
6. Pisa Pisa 8 14 3 2 9 14 19
7. Prato Prato 5 14 2 1 11 9 39
7. 600px Rosso e Nero (Strisce).png Lucca 5 14 2 1 11 13 46

Calendario[modifica | modifica sorgente]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (8ª)
9 nov. 0-4 Prato-Firenze 0-3 11 gen.
0-4 Lucca-Spes Livorno 1-5
1-5 Itala-Virtus Juv. 0-5
1-1 Libertas-Pisa 1-0 t.
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (9ª)
16 nov. 3-6 Lucca-Firenze 1-5 18 gen.
0-3 Prato-Virtus Juv. 0-2 t.
3-2 Libertas-Itala 2-1
1-0 t. Spes-Pisa 3-1


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (10ª)
23 nov. 0-2 Libertas-Firenze 2-1 25 gen.
2-3 Lucca-Prato 1-0
3-2 Spes-Itala 1-1
4-1 Virtus Juv.-Pisa 1-2
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (11ª)
30 nov. 2-0 Firenze-Virtus Juv. 1-2 1 feb.
0-1 t. Pisa-Lucca 2-0
1-3 Prato-Itala 0-2*
3-1 Spes-Libertas 3-1


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (12ª)
7 dic. 0-1 Libertas-Virtus Juv. 0-1 8 feb.
2-7 Lucca-Itala 0-2
0-1 t. Pisa-Firenze 1-1
9-1 Spes-Prato 2-1
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (13ª)
14 dic. 3-1 Firenze-Itala 3-1 15 feb.
1-4 Lucca-Libertas 0-4
3-1 Prato-Pisa 0-5
1-3 Virtus Juv.-Spes 1-3


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (14ª)
21 dic. 0-0 Prato-Libertas 0-2 t. 22 feb.
1-4 Lucca-Virtus Juv. 0-0
1-1 Firenze-Spes 3-5
0-1 t. Pisa-Itala 0-1 t.


  • Lo SPES Livorno vince il Campionato Toscano, ma perde la doppia Semifinale Italia Centrale contro la Lazio.

Campionato laziale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
1. Lazio 20 10 10 0 0 52 5
2. Roman 15 10 7 1 2 26 9
3. Juventus Roma 9 10 4 1 5 12 21
4. Fortitudo 6 10 2 2 6 13 35
4. Audace Esperia 6 10 3 0 7 9 29
6. Pro Roma 4 10 2 0 8 19 32

Calendario[modifica | modifica sorgente]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (6ª)
9 nov. 1-6 Pro Roma-Lazio 0-9 14 dic.
1-0 Juventus-Fortitudo 2-2
3-0 Roman-Audace 1-0
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (7ª)
16 nov. 0-7 Fortitudo-Lazio 0-9 21 dic.
0-4 Juventus-Roman 1-3
1-0 Audace-Pro Roma 1-10


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (8ª)
23 nov. 2-1 Pro Roma-Fortitudo 4-5 11 gen.
2-3 Roman-Lazio 1-3
2-0 Juventus-Audace 2-3
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (9ª)
30 nov. 1-6 Juventus-Lazio 0-2 18 gen.
4-2 Fortitudo-Audace 0-2
0-2 Pro Roma-Roman 1-4


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (10ª)
7 dic. 1-2 Pro Roma-Juventus 0-1 25 gen.
0-4 Audace-Lazio 0-3
5-0 Roman-Fortitudo 1-1


  • La Lazio vince il Campionato regionale del lazio.

Fase finale[modifica | modifica sorgente]

  • Semifinale Italia Centrale
Livorno
19 aprile 1914
SPES Livorno SPES Livorno 0 – 3 Lazio Lazio
Arbitro Calì (Genova)

Roma
26 aprile 1914
Lazio Lazio 1 – 0 SPES Livorno SPES Livorno
Arbitro Scamoni (Torino)


  • Semifinale Italia Meridionale
Napoli
26 gennaio 1914
Andata
Naples Naples 1 – 1 Internazionale Napoli Internazionale Napoli Terme di Agnano
Arbitro Torrazzi

Napoli
2 febbraio 1914
Ritorno
Internazionale Napoli Internazionale Napoli 2 – 1 Naples Naples Poligono di Agnano
Arbitro Torrazzi

  • Finale Centro-meridionale
domenica 3 maggio 1914 Lazio 1 - 0 Internazionale NA Sede: Roma
Arbitro: Bellucci
Di Napoli


domenica 10 maggio 1914 Internazionale NA 0 - 8 Lazio Sede: Napoli
Arbitro: Torrazzi
Saraceni (3)
Consiglio (3)
Faccani (2)

Torneo maggiore[modifica | modifica sorgente]

Formula[modifica | modifica sorgente]

Gironi regionali o interregionali che assegnano ciascuno due posti per il girone nazionale, il cui vincitore deve ratificare il titolo con una finalissima.

Profili[modifica | modifica sorgente]

Liguria-Piemonte[modifica | modifica sorgente]

Comitato Regionale Piemontese-Ligure avente sede a Torino.

Club Rosa Città Stadio stagione 1912-13
Andrea Doria Andrea Doria dettagli Genova - 4° in Prima Categoria lombardo-ligure
600px Bianco e Verde (Strisce).png Liguria F.B.C. dettagli Genova - In Promozione
Savona Savona dettagli Savona - In Promozione
Genoa Genoa dettagli Genova - 2° in Prima Categoria
Alessandria Alessandria dettagli Alessandria - In Promozione
Vigor Vigor dettagli Torino - In Promozione
Torino Torino dettagli Torino - 3° in Prima Categoria Sezione Piemontese
Pro Vercelli Pro Vercelli dettagli Vercelli - Campione d'Italia'.
Piemonte Piemonte dettagli Torino - 4° in Prima Categoria Piemontese
Casale Casale dettagli Casale Monferrato Campo Priocco 4° in finale di Prima Categoria

Lombardia[modifica | modifica sorgente]

Comitato Regionale Lombardo avente sede a Milano.

Club Rosa Città Stadio stagione 1912-13
600px Azzurro con croce Bianca e scudo rosso crociato.png Como F.B.C. dettagli Como c. via dei Mille (55x100) In Promozione
Inter Inter dettagli Milano Ripa Ticinese, poi, dal 1º gennaio passa al
Campo di via Goldoni
3° nel girone lombardo di 1ª Categoria
Juventus Juventus dettagli Torino - 6° nel girone piemontese di 1ª Categoria
Juventus Italia Juventus Italia dettagli Milano - 2° nella Promozione lombarda
Milan Milan dettagli Milano - 3° in Prima Categoria
AMC Milanese AMC Milanese dettagli Milano - In Promozione
US Milanese US Milanese dettagli Milano - 5° in 1ª Categoria lombardo-ligure
Naz. Lombardia Naz. Lombardia dettagli Milano - In Promozione
Novara Novara dettagli Novara - 5° in 1ª Categoria Piemontese
Racing Libertas Racing Libertas dettagli Milano - 6° in 1ª Categoria lombardo-ligure

Veneto-Emilia[modifica | modifica sorgente]

Comitato Regionale Veneto-Emiliano avente sede a Venezia.

Club Rosa Città Stadio stagione 1912-13
Bologna Bologna dettagli Bologna - 5° nella 1ª Categoria veneto-emiliana
Brescia Brescia dettagli Brescia - In Promozione
Hellas Hellas dettagli Verona - 6° in finale di 1ª Categoria
Modena Modena dettagli Modena - 6° nella 1ª Categoria veneto-emiliana
Petrarca Petrarca dettagli Padova - In Promozione
Udine Udine dettagli Udine - In Promozione
Venezia Venezia dettagli Venezia Campo Sant'Elena 3° nella 1ª Categoria veneto-emiliana
600px Bianco e Rosso (Strisce).png Vicenza dettagli Vicenza - 5° in finale di 1ª Categoria
600px Nero e Bianco (Quadrati).png F.C. Volontari dettagli Venezia - 4° nella 1ª Categoria veneto-emiliana

Eliminatorie[modifica | modifica sorgente]

Piemonte e Liguria[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
1rightarrow.png 1. Casale Casale 31 18 15 1 2 65 11
1rightarrow.png 2. Genoa Genoa 31 18 14 3 1 49 19
3. Pro Vercelli Pro Vercelli 30 18 13 4 1 58 8
4. Torino Torino 26 18 12 2 4 74 21
5. Alessandria Alessandria 19 18 8 3 7 41 25
6. Andrea Doria Andrea Doria 14 18 6 2 10 24 48
7. 600px Azzurro e Rosso (Strisce).png Piemonte 10 18 4 2 12 24 64
8. Savona Savona 9 18 3 3 12 27 57
9. 600px Bianco e Blu (Strisce Orizzontali).png Vigor Torino 8 18 3 2 13 28 55
10. 600px Bianco e Verde (Strisce).png Liguria 2 18 0 2 16 11 93
Verdetti[modifica | modifica sorgente]
  • Casale e Genoa qualificate alle finali nazionali.
Calendario[modifica | modifica sorgente]
Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (10ª)
12 ott. 3-3 Genoa-Torino 2-1 21 dic.
4-0 Casale-Savona 3-0
1-1 Alessandria-Pro Vercelli 0-2
1-2* Vigor Torino-A.Doria 0-1
4-1 Piemonte-Liguria 3-3
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (11ª)
19 ott. 4-0 Casale-Torino 2-1 1 mar.
1-0 Genoa-Liguria 4-0 8 mar.
0-0 Alessandria-Vigor Torino 4-3 28 dic.
3-0 Piemonte-A.Doria 1-4 19 apr.
1-5 Savona-Pro Vercelli 0-6 28 dic.


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (12ª)
2 nov. 0-1 A.Doria-Pro Vercelli 2-4 1 mar.
7-0 Alessandria-Liguria 5-0 18 gen.
4-1 Casale-Vigor Torino 5-0 8 mar.
2-7 Piemonte-Genoa 1-4 18 gen.
6-0 Torino-Savona 4-0
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (13ª)
9 nov. 2-1 Torino-Vigor Torino 6-0 25 gen.
0-1 A.Doria-Genoa 3-5
1-0 Casale-Alessandria 3-1
7-0 Savona-Liguria 4-1
2-0 Pro Vercelli-Piemonte 2-0 15 mar.


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (14ª)
16 nov. 1-2 Alessandria-Torino 2-4 1 feb.
1-2 Vigor Torino-Genoa 1-4
2-0 Pro Vercelli-Casale 0-0
2-1 A.Doria-Liguria 4-2
2-4 Savona-Piemonte 2-2
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (15ª)
23 nov. 2-2 Torino-Pro Vercelli 0-2 tav 8 mar.
1-3 Alessandria-Genoa 0-3 8 feb.
1 mar. 1-1 Liguria-Vigor Torino 1-7
15 mar. 0-0 Savona-A.Doria 0-2
23 nov. 4-0 Casale-Piemonte 9-0


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (16ª)
30 nov. 0-7 Liguria-Torino 0-6 15 feb.
0-0 Pro Vercelli-Genoa 0-1
0-1 A.Doria-Casale 1-7
6-2 Vigor Torino-Savona 2-6
0-3 Piemonte-Alessandria 0-3
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (17ª)
7 dic. 0-6 A.Doria-Torino 1-9 22 feb.
0-3 Savona-Alessandria 1-4 1 mar.
2-0 Casale-Genoa 2-5 22 feb.
1-2 Vigor Torino-Piemonte 2-1
11-0 Pro Vercelli-Liguria 6-0


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (18ª)
14 dic. 8-0 Pro Vercelli-Vigor Torino 4-1 4 gen.
8 mar. 4-0 Alessandria-A.Doria 2-2
14 dic. 0-11 Piemonte-Torino 1-4
1-1 Savona-Genoa 1-3
0-6 Liguria-Casale 0-8

* Vigor Torino-Andrea Doria 6-1 annullata e ripetuta per posizione irregolare di un giocatore.
Ripetizione: Vigor Torino-Andrea Doria 1-2.

Classifica in divenire[modifica | modifica sorgente]
 
Squadre 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª Rec.
Casale 2 4 6 8 8 10 12 14 16 18 18 20 20 22 23 25 27 27 31
Genoa 1 3 5 7 9 11 12 12 13 15 15 17 19 21 23 25 27 29 31
Pro Vercelli 1 3 5 7 9 10 11 13 15 17 19 21 21 21 22 22 22 24 30
Torino 1 1 3 5 7 8 10 12 14 14 14 16 18 20 22 22 24 26 26
Alessandria 1 2 4 4 4 4 6 8 8 8 10 11 13 13 13 13 15 15 19
Doria 2 2 2 2 4 4 4 4 4 6 6 7 7 7 9 11 11 11 14
Piemonte 2 4 4 4 6 6 6 8 8 9 9 9 9 9 10 10 10 10 10
Savona 0 0 0 2 2 2 2 2 3 3 3 3 3 5 6 6 8 8 9
Vigor 0 1 1 1 1 1 3 3 3 3 3 3 3 3 3 5 5 7 8
Liguria 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2

Lombardia[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
1rightarrow.png 1. Inter Inter 31 18 15 1 2 91 25
1rightarrow.png 2. Juventus Juventus 28 18 13 2 3 67 24
3. Milan Milan 26 18 11 4 3 58 19
4. US Milanese US Milanese 21 18 8 5 5 32 23
5. Novara Novara 19 18 9 1 8 43 32
6. Naz. Lombardia Naz. Lombardia 18 18 8 2 8 45 53
7. Racing Libertas Racing Libertas 14 18 6 2 10 26 58
8. Juventus Italia Juventus Italia 11 18 4 3 11 14 48
9. Como Como 7 18 2 3 13 17 58
10. AMC Milanese AMC Milanese 5 18 1 3 14 23 76
Verdetti[modifica | modifica sorgente]
  • Inter e Juventus qualificate alle finali nazionali.
Risultati[modifica | modifica sorgente]
Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (10ª)
12 ott. 0-4 Novara-Milan 0-2 t. 8 mar.
1-5 Como-Inter 1-5
1-1 Nazionale L.-Juventus Ita. 4-1 21 dic.
3-1 Juventus-R.Libertas 5-0
0-8 A.Milanese-US Milanese 0-1 (*) 8 mar.
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (11ª)
19 ott. 4-0 Milan-Como 4-0 28 dic.
3-1 US Milanese-Novara 1-1
9-1 Inter-Nazionale L. 8-0
1-2 Juventus Italia-Juventus 0-6
2-1 R.Libertas-A.Milanese 3-0


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (12ª)
2 nov. 3-1 Milan-Juventus 1-2 25 gen.
3-0 Novara-Nazionale Lomb. 0-2* 15 mar.
0-2 Como-US Milanese 0-0 25 gen.
15-0 Inter-A.Milanese 1-1
2-0 Juventus Italia-R.Libertas 0-2
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (13ª)
9 nov. 1-6 A.Milanese-Milan 1-6 1 feb.
1-3 Juventus-Novara 8-2
3-1 Nazionale L.-Como 3-2
3-8 R.Libertas-Inter 2-5
1-0 Juventus Italia-US Milanese 1-6


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (14ª)
16 nov. 1-1 Milan-R.Libertas 7-1 8 feb.
5-2 Novara-A.Milanese 3-0 22 mar.
1-3 Como-Juventus 0-9 8 feb.
2-3 Nazionale L.-US Milanese 1-2
5-0 Inter-Juventus Italia 4-0
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (15ª)
23 nov. 0-6 Juventus Italia-Milan 1-3 15 feb.
2-1 R.Libertas-Novara 0-7
8-3 A.Milanese-Como 1-2
5-0 Juventus-Nazionale L. 3-2
0-5 US Milanese-Inter 1-3


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (16ª)
30 nov. 0-1 Milan-Inter 2-5 22 feb.
5-0 Novara-Juventus Italia 1-2
1-1 Como-R.Libertas 2-3
6-2 Nazionale L-A.Milanese C. 5-3
4-0 Juventus-US Milanese 0-0
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (17ª)
7 dic. 1-1 US Milanese-Milan 1-1 1 mar.
1-3 Inter-Novara 3-2
1-1 Juventus Italia-Como 0-1
1 mar. 2-9 R.Libertas-Nazionale L. 1-3 7 dic.
7 dic. 1-1 A.Milanese-Juventus 1-6 1 mar.


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (18ª)
14 dic. 1-5 Nazionale L.-Milan 2-2 4 gen.
0-3 Como-Novara 1-3
7-2 Juventus-Inter 1-6
1-1 A.Milanese-Juventus Italia 0-2
2-0 US Milanese-R.Libertas 1-2

* U.S. Milanese-A.Milanese C. 2-0 annullata e ripetuta per posizione irregolare di un giocatore.
Ripetizione: U.S. Milanese-A.Milanese C. 1-0
Novara-Inter 2-3: secondo La Stampa del 2 marzo, p. 4 finì 1-3.
Le partite del 18 gennaio furono rinviate di una settimana per condizioni meteorologiche avverse, facendo slittare le altre giornate e il termine del campionato di una settimana.

Classifica in divenire[modifica | modifica sorgente]
 
Squadre 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª Rec.
Inter 2 4 6 8 10 12 14 14 14 14 16 18 19 21 23 25 27 29 31
Juventus 2 4 4 4 6 8 10 11 13 15 17 17 19 21 23 25 26 28 28
Milan 2 4 6 8 9 11 11 12 14 14 16 17 17 19 21 23 23 24 26
USM 2 4 6 6 8 8 8 9 11 13 14 14 15 17 19 19 20 21 21
Novara 0 0 2 4 6 6 8 10 12 12 13 15 15 15 15 17 17 17 19
Nazionale Lombardia 1 1 1 3 3 3 5 7 7 9 9 10 10 12 12 12 14 16 18
Libertas 0 2 4 4 5 7 8 8 8 8 10 12 12 12 12 12 14 14 14
Juve Italia 1 1 3 3 3 3 3 4 6 6 6 7 9 9 9 9 11 11 11
Como 0 0 0 0 0 0 1 2 2 2 2 2 3 3 3 5 5 7 7
AMC 0 0 0 0 0 2 2 3 3 3 3 4 5 5 5 5 5 5 5

Veneto e Emilia[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
1rightarrow.png 1. 600px Bianco e Rosso (Strisce).png Vicenza 27 16 12 3 1 59 6
1rightarrow.png 2. Hellas Hellas 27 16 13 1 2 52 18
3. Modena Modena 19 16 9 1 6 28 36
4. Venezia Venezia 18 16 7 4 5 44 19
5. Bologna Bologna 16 16 6 4 6 29 35
6. Arancione e Blu.svg Brescia 14 16 6 2 8 33 40
7. Petrarca Petrarca 13 16 5 3 8 27 39
8. 600px Nero e Bianco (Quadrati).png F.C. Volontari 6 16 3 0 13 19 66
9. Udine Udine 4 16 1 2 13 21 53
Verdetti[modifica | modifica sorgente]
  • Vicenza e Hellas qualificate alle finali nazionali.
Risultati[modifica | modifica sorgente]
Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (10ª)
12 ott. 5-0 Vicenza-Udine 1-1 21 dic.
2-0 Modena-Venezia 0-10
2-2 Petrarca-Bologna 0-3
4-0 Hellas-Brescia 5-2
Riposa: Volontari
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (11ª)
19 ott. 4-0 Vicenza-Modena 4-0 28 dic.
4-3 Petrarca-Venezia 1-1
1-5 Volontari-Brescia 0-7
8-2 Hellas-Bologna 1-3
Riposa: Udine


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (12ª)
1 nov. 0-7 Udine-Venezia 0-5 18 gen.
6-0 Vicenza-Bologna 2-0 8 mar.
2-3 Volontari-Modena 0-2 tav 1 mar.
2-4 Petrarca-Hellas 1-3 18 gen.
Riposa: Brescia
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (13ª)
8 nov. 0-2 Udine-Petrarca 3-6 1 mar.
0-5 Volontari-Vicenza 0-6 25 gen.
3-4 Brescia-Modena 2-4 8 mar.
1-1 Hellas-Venezia 1-0 25 gen.
Riposa: Bologna


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (14ª)
25 nov. 4-5 Udine-Volontari 1-2 1 feb.
6-0 Vicenza-Brescia 4-0
1-2 Modena-Hellas 0-3
4-1 Venezia-Bologna 0-2*
Riposa: Petrarca
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (15ª)
23 nov. 2-1 Brescia-Udine 1-5 8 feb.
4-0 Vicenza-Hellas 1-3
1-1 Bologna-Modena 0-2 15 mar.
6-1 Volontari-Petrarca 1-4 8 feb.
Riposa: Venezia


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (16ª)
30 nov. 0-2 Udine-Hellas 1-3 15 feb.
2-0 Venezia-Volontari 6-0
1-1 Bologna-Brescia 1-3
0-4 Petrarca-Vicenza 0-5
Riposa: Modena
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (17ª)
7 dic. 2-2 Udine-Bologna 1-3 22 feb.
2-1 Modena-Petrarca 0-2
1 mar. 2-0* Venezia-Brescia 1-5
7 dic. 10-0 Hellas-Volontari 2-0
Riposa: Vicenza


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (18ª)
14 dic. 1-2 Udine-Modena 1-5 4 gen.
1-1 Venezia-Vicenza 1-1
1-2 Petrarca-Brescia 0-0
3-0 Bologna-Volontari 5-2
Riposa: Hellas

Secondo La Stampa, il Venezia espugnò Modena 2-0 alla prima giornata: risultato cambiato a tavolino ?.

Classifica in divenire[modifica | modifica sorgente]
 
Squadre 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª Rec.
Vicenza 2 4 6 8 10 12 14 14 15 16 18 19 19 21 23 23 25 25 27
Hellas 2 4 6 7 9 9 11 13 13 15 15 15 17 19 21 23 25 27 27
Modena 2 2 4 6 6 7 7 9 11 11 11 13 13 13 13 13 13 13 19
Venezia 0 0 2 3 5 5 7 7 8 10 11 12 14 14 14 14 16 16 18
Bologna 1 1 1 1 1 2 3 4 6 8 10 12 12 12 14 14 14 16 16
Brescia 0 2 2 2 4 4 5 5 7 7 9 10 10 10 10 10 12 14 14
Petrarca 1 3 3 5 5 5 5 5 5 5 6 7 7 7 7 9 9 11 13
Volontari 0 0 0 0 2 4 4 4 4 4 4 4 4 4 6 6 6 6 6
Udine 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 2 2 2 2 2 4 4 4 4

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1909, all'Istituto Tecnico di Casale Monferrato, si tenne un'infuocata assemblea. Il professor Raffaele Jaffe interpretò la rabbia dei casalesi per la seconda vittoria consecutiva che la Pro Vercelli aveva appena ottenuto in campionato il 28 aprile. Le due città erano divise da ataviche rivalità di origine medievale, e i casalesi non potevano tollerare di vedere questa continua serie di successi vercellesi. Fu così che si decise di fondare una squadra con l'esplicito intento di fermare i bianchi Leoni. La scelta del colore delle maglie fu ovvia: in contrapposizione alla Pro, il Casale sarebbe stato nero.
Finalmente, dopo una continua serie di rafforzamenti, nel 1913 i nerostellati ottennero ciò per cui erano nati. Nel girone ligure-piemontese la lotta fu durissima, complice l'inserimento del Genoa nella contesa, ma alla fine i casalesi riuscirono per un solo punto ad eliminare la Pro, che così perdeva il titolo dopo tre anni consecutivi di egemonia, e sei finali di fila.
Dato però che l'appetito vien mangiando, i nerostellati a questo punto provarono a dare l'assalto al titolo. Nel girone finale, tolta la solita irrilevante presenza delle compagini venete, ci si trovò di fronte anche l'Inter e la rinata Juve, che avevano a loro volta messo fuori il Milan, che pagava l'ennesima defezione, quella di Renzo De Vecchi verso il Genoa. Erano tuttavia due formazioni convalescenti dopo gli insuccessi degli ultimi anni, che non poterono dare fastidio al Casale che, con due vittorie contro i genoani, riuscì ad ottenere uno storico, incredibile scudetto, confermato contro la sempre malcapitata Lazio. Casale Monferrato divenne così, ad esclusione delle intricate vicende del 1922, la più piccola città d'Italia a vincere un regolare campionato di calcio.

Risultati nazionali[modifica | modifica sorgente]

Note

  • Vicenza-Casale venne rinviata per maltempo e spostata al 28 giugno. Divenuta irrilevante per l'esito della classifica venne disertata dal Casale che per comportamento antisportivo subì una pesante multa dalla federazione.
  • la partita di ritorno tra Genoa e Vicenza, da disputare sul campo neutro di Brescia per squalifica di un mese al campo bianco-rosso, non venne disputata per rinuncia del Vicenza.


Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (6ª)
15 mar. 1-2 Genoa-Casale 0-2 10 mag.
4-1 Inter-Vicenza 5-4
1-4 Hellas-Juventus 1-4
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (7ª)
22 mar. 2-0 Casale-Vicenza 0-2 tav. 28 giu.
1-0 Juventus-Inter 2-2 24 mag.
3-0 Genoa-Hellas 2-1


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (8ª)
19 apr. 1-2 Hellas-Casale 0-2 31 mag.
2-2 Inter-Genoa 1-1
2-1 Vicenza-Juventus 2-2
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (9ª)
26 apr. 2-0 Casale-Juventus 0-1 7 giu.
5-1 Inter-Hellas 2-1
3-0 Genoa-Vicenza 2-0 tav.


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (10ª)
3 mag. 1-0 Casale-Inter 2-1 14 giu.
2-4 Juventus-Genoa 1-4
2-0 Vicenza-Hellas 2-0

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
Scudetto.svg 1. Casale Casale 16 10 8 0 2 15 6
2. Genoa Genoa 14 10 6 2 2 22 11
3. Inter Inter 11 10 4 3 3 22 16
4. Juventus Juventus 10 10 4 2 4 18 18
5. 600px Bianco e Rosso (Strisce).png Vicenza 9 10 4 1 5 15 19
6. Hellas Hellas 0 10 0 0 10 6 28

Classifica in divenire[modifica | modifica sorgente]

 
Squadre 10ª Rec.
Casale 2 4 6 8 10 12 12 14 14 16 16
Genoa 0 2 3 5 7 7 9 10 12 14 14
Inter 2 2 3 5 5 7 8 9 11 11 11
Juventus 2 4 4 4 4 6 7 8 10 10 10
Vicenza 0 0 2 2 4 4 4 5 5 7 9
Verona 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Finalissima[modifica | modifica sorgente]

Risultati Città e data
Casale 7 - 1 Lazio Casale Monferrato, 5 luglio 1914
Lazio 0 - 2 Casale Roma, 12 luglio 1914



Casale Monferrato
5 luglio 1914
Casale Casale 7 – 1 Lazio Lazio Campo Priocco
Arbitro Scamoni (Torino)

Roma
12 luglio 1914, ore 17:15
Lazio Lazio 0 – 2 Casale Casale
Arbitro Cattaneo (Milano)

Verdetto[modifica | modifica sorgente]

Scudetto.svg Casale Campione d'Italia 1913-14

Squadra campione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Casale Foot Ball Club 1913-1914.
I nerostellati dello storico scudetto del 1914

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Cfr. quanto scritto da Davide Rota e Silvio Brognara nel libro, Football dal 1902 – la storia della Biellese, edizioni del giornale "Il Biellese", 1996.
  2. ^ Chiesa, pp. 53-54.
  3. ^ a b Almanacco dello Sport: La vita sportiva dell'Italia e dell'estero in tutte le Sue manifestazioni, Anno I (1914), Firenze: R. Bemporad e Figlio, 1914, p.359. Consultabile presso la Biblioteca digitale dello Sport, del CONI. URL consultato il 19 marzo 2009.
  4. ^ La decisione circa l'iscrizione alla Prima Categoria avvenne durante l'Assemblea Federale dell'estate 1913 a Torino, togliendo il Brescia dal girone lombardo (essendo state ammesse troppe squadre lombarde).
    Dall'Annuario Italiano del Football stagione 1913-14 di Guido Baccani edito dalla De Agostini di Novara, conservato presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e dalla Biblioteca Universitaria Estense di Modena che cita Malvano a pag. 96 (Juventus F.B. Club nella commissione sportiva: Umberto Malvano) e a pag. 105 (seguito di pag. 102 elenco Arbitri Ufficiali) arbitri di Torino: Malvano Ing. Umberto - Corso Umberto, 57.
    Dal bollettino ufficiale della F.I.G.C. Il Calcio del 1914 (elenco riviste digitalizzate della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze) a pag. 1 del comunicato n. 1 del 15 ottobre 1914 Malvano risulta essere il Vice Presidente della F.I.G.C..
    Malvano e Mauro erano i rappresentanti della Juventus e dell'Internazionale, entrambi componenti dell'Associazione Italiana Arbitri, delegati all'Assemblea Federale del 1913 in cui si discusse la composizione dei gironi della stagione 1913-14.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Guido Baccani, Annuario Italiano del Football, Roma, Guido Baccani Editore, I volume 1913-1914.
  • Carlo F. Chiesa, La grande storia del calcio italiano, pp. 49–64 (Guerin Sportivo #7, 2012).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]