Pietro Arcari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro Arcari
Pietro Arcari.jpg
Dati biografici
Nome Sante Pietro Arcari
Nazionalità bandiera Regno d'Italia
Altezza 175 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1946
Carriera
Squadre di club1
1927-1929 Codogno Codogno  ? (?)
1930-1936 Milan Milan 186 (70)
1936-1939 Genova 1893 Genova 1893 72 (14)
1939-1942 Cremonese Cremonese 54 (22)
1942-1943 Napoli Napoli 6 (0)
1944 Vastese Vastese  ? (?)
1945-1946 Codogno Codogno 5 (?)
Nazionale
1934 Italia Italia 0 (0)
Carriera da allenatore
1947-1949 Codogno Codogno [1]
W.Cup2.svg Coppa Rimet
Oro Italia 1934
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Sante Pietro Arcari (Casalpusterlengo, 2 dicembre 1909Cremona, 8 febbraio 1988) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante. Campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 1934. Era detto Arcari III. Benché il suo primo nome fosse Sante, fu noto per tutta la sua carriera come Pietro.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Era molto stimato per la sua abilità nel gioco aereo [3] e per la sua rapidità sotto porta, che gli valse il soprannome di "lupo" [1].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Negli anni trenta fu un importante giocatore per il Milan e per il Genova 1893. In Serie A ha disputato 256 partite, segnando 83 reti giocando nel ruolo di ala destra.

Esordisce con la maglia milanista il 12 ottobre 1930, nella gara persa per 3-0 contro l'Alessandria [1]

Il suo nome è legato anche ad un curioso episodio accaduto nel marzo del 1937 con la maglia del Genova 1893 (vittoria dei liguri a Firenze per 2-1): quando il guardalinee gli segnalò un fuorigioco inesistente, l'arbitro Caironi non ebbe esitazioni e mandò negli spogliatoi il suo collaboratore, probabilmente sostituito da un primordiale quarto uomo.

Nella stagione 1936-1937 vinse con il Genova 1893 la Coppa Italia, giocò in Serie B nel Napoli, in C nella Cremonese e nel Codogno, squadra che poi allenò per due stagioni dal 1947 al 1949.

Nel 1944, in piena seconda guerra mondiale, militò nella Vastese, sodalizio con cui disputò il Campionato Abruzzese di Guerra.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 1934 vinse il campionato del mondo 1934 con la nazionale italiana, pur non avendo mai giocato un incontro con la selezione nazionale allora guidata da Vittorio Pozzo che tuttavia lo convocò in sei occasioni, in previsione di quei mondiali [4].

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Allena per due anni il Codogno, dal 1947 al 1949 [1].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1942-1943 Italia Napoli B 6 0 - - - - - - - - - 6 0
Totale Napoli 6 0 - - - - - - 6 0
Totale carriera  ?  ?  ?  ?  ?  ?  ?  ?  ?  ?

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Genoa: 1936-1937

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Italia 1934

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Pietro Sante Arcari III, magliarossonera.it. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  2. ^ Cfr. necrologi apparsi sul giornale La Provincia di Cremona del 9 febbraio 1988, pagina 10, in cui viene chiamato "Sante Pietro Arcari" o anche solo "Sante Arcari". Anche all'Agenzia delle Entrate è registrato come Sante Arcari.
  3. ^ Carlo Fontanelli, 1899-1999. Un secolo di Milan, GeoEdizioni, 2000.
  4. ^ Scheda del giocatore figc.it

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]