Rubén Sosa Ardaiz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rubén Sosa
Ruben Sosa.jpg
Rubén Sosa con la maglia della Lazio.
Dati biografici
Nome Rubén Sosa Ardaiz
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 175 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Nacional Nacional
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1982-1985 Danubio Danubio 83 (29)
1985-1988 Real Saragozza Real Saragozza 108 (33)
1988-1992 Lazio Lazio 123 (40)
1992-1995 Inter Inter 76 (44)
1995-1996 Bor. Dortmund Borussia Dortmund 17 (3)
1996-1997 CD Logrones CD Logroñés 35 (7)
1997-2001 Nacional Nacional 69 (12)
2002 Shanghai Shenhua Shanghai Shenhua 13 (1)
2003-2004 Nacional Nacional 15 (1)
2005 Racing Montevideo Racing Montevideo 2 (0)
Nazionale
1983
1984-1995
Uruguay Uruguay U-20
Uruguay Uruguay
1 (1)
46 (19)
Carriera da allenatore
2009- Nacional Nacional Coll. Tecnico
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Brasile 1989
Oro Argentina 1987
Oro Uruguay 1995
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Rubén Sosa Ardaiz (Montevideo, 25 aprile 1966) è un allenatore di calcio ed ex calciatore uruguaiano, di ruolo attaccante.

Ha giocato nel campionato italiano con Lazio (dal 1988 al 1992) ed Inter (dal 1992 al 1995), vincendo con i nerazzurri la Coppa UEFA nel 1994. Con la Nazionale uruguagia ha invece conquistato due Coppe America nel 1987 e 1995.

Era soprannominato El Principito (Il Principino) dai tifosi uruguaiani.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era una seconda punta mancina, veloce e potente.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sosa ai tempi dell'Inter

Approdò in Italia nel 1988, proveniente dal Real Saragozza: acquistato dalla Lazio, esordì in A il 9 ottobre nel pareggio (0-0) dei biancocelesti a Cesena. In quattro stagioni alla Lazio ha disputato 140 incontri (di cui 123 in Serie A) segnando 47 reti tra campionato e Coppa Italia. Passato all'Inter per 2 miliardi e mezzo di lire[2], nella stagione 1992-93 forma la coppia offensiva con Salvatore Schillaci: con 20 gol contribuì al secondo posto dei milanesi in campionato. L'anno seguente, il suo compagno di reparto fu l'olandese Dennis Bergkamp con cui ebbe varie discussioni (sia in allenamento sia durante le partite): in Inter-Parma del 31 ottobre 1993 realizzò una decisiva tripletta (l'Inter vinse 3-2, dopo essere passata in svantaggio), segnando il secondo e terzo gol con calci di punizione da circa 35 metri. Nel maggio 1994 vince la Coppa UEFA, contro gli austriaci del Casino Salisburgo: suo, nella gara di ritorno a Milano, l'assist a Wim Jonk per la rete della vittoria.

Nel corso della sua esperienza italiana, Sosa ha segnato 84 gol risultando l'uruguaiano più prolifico nella storia della Serie A: il primato è stato battuto il 16 settembre 2012 da Edinson Cavani, a segno su rigore in Napoli-Parma[3]. Ha giocato anche nel campionato tedesco (vincendo con il Borussia Dortmund il titolo nel 1996) prima di ritornare in Spagna, tra le fila del Logrones. Negli ultimi anni di carriera ha vestito le maglie di Nacional (aggiudicandosi tre campionati, tra il 1998 e il 2001), Shanghai Shenhua (squadra del campionato cinese) e Racing Montevideo: si è ritirato nel 2005.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A livello giovanile, è stato presente al campionato mondiale Under-20 del 1983 in cui ha segnato una rete. In Nazionale maggiore, dal 1984 al 1995, ha preso parte a quattro edizioni della Copa América vincendo la prima (1987) e l'ultima (1995): tutte le sue reti in questa competizione furono realizzate nel 1989, quando andò a segno in quattro occasioni (l'Uruguay fu battuto in finale dal Brasile).

Il CT Óscar Tabárez lo convocò anche per il campionato del mondo 1990, tenutosi in Italia, in cui giocò tutti e quattro gli incontri della sua Nazionale.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2009 è il collaboratore tecnico di Gerardo Pelusso, allenatore del Nacional.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Real Saragoza: 1986
Borussia Dortmund: 1995-1996
Nacional: 1998, 2000, 2001
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Inter: 1993-1994

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay: 1987, 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ricordate Ruben Sosa? Noi vi diciamo come vive Corrieredellosport.it
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 9 (1992-1993), Panini, 2 luglio 2012, p. 10.
  3. ^ (ES) Golazo: superó a "Sosita", ovaciondigital.com.uy, 16 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]