Hakan Şükür

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hakan Şükür
Hakan.jpg
Dati biografici
Nazionalità Turchia Turchia
Altezza 191 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2008
Carriera
Squadre di club1
1987-1990 Sakaryaspor Sakaryaspor 39 (10)
1990-1992 Bursaspor Bursaspor 54 (11)
1992-1995 Galatasaray Galatasaray 90 (54)
1995 Torino Torino 5 (1)
1995-2000 Galatasaray Galatasaray 156 (119)
2000-2001 Inter Inter 24 (5)
2001-2002 Parma Parma 15 (3)
2002-2003 Blackburn Blackburn 9 (2)
2003-2008 Galatasaray Galatasaray 146 (55)
Nazionale
1987-1988
1988-1990
1990-1993
1991-1993
1993-2008
Turchia Turchia U-16
Turchia Turchia U-18
Turchia Turchia U-21
Turchia Turchia Olimpica
Turchia Turchia
6 (2)
13 (1)
16 (5)
5 (4)
112 (51)
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Bronzo Corea del Sud-Giappone 2002
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 settembre 2009

Hakan Şükür (Adapazarı, 1º settembre 1971) è un politico ed ex calciatore turco, di ruolo attaccante.

Con 51 gol in 112 partite è il record-man di reti della Nazionale turca. Dopo il ritiro calcistico, si è candidato per il Partito per la giustizia e lo sviluppo (in turco Adalet ve Kalkınma Partisi, abbreviato AKP), il partito islamico-conservatore turco.[1]


Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi e Galatasaray[modifica | modifica sorgente]

Cresce calcisticamente nel Sakaryaspor, squadra con cui nel 1987, a 16 anni, debutta in Süper Lig (la prima divisione turca).

Nel 1990 passa al Bursaspor e nel 1992 passa al Galatasaray, vincendo campionato, coppa nazionale e Supercoppa di Lega.

Il successo in campionato si ripete nella stagione successiva e nell'estate 1995 passa al Torino per 5 miliardi di lire[2]. Dopo cinque presenze e un gol, in ottobre è di ritorno al Galatasaray, nella cui panchina si è intanto accomodato Fatih Terim. Col nuovo tecnico Şükür vince quattro titoli consecutivi (dal 1997 al 2001), tre coppe nazionali e due supercoppe di lega. Dalla stagione 1996-1997 a quella 1998-1999 si laurea per tre volte consecutive capocannoniere del campionato.

Nel 1999-2000 vince la Coppa UEFA battendo l'Arsenal in finale: l'attaccante realizza nella stagione europea 11 gol in 17 presenze tra Coppa UEFA e Champions League, da cui i turchi erano partiti per poi giungere terzi nel proprio girone al primo turno (comprendente Chelsea, Hertha Berlino e Milan).

Dall'esperienza italiana al ritorno in patria[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2000, dopo la buona prestazione agli Europei, Hakan Şükür viene acquistato dall'Inter. Esordisce con i nerazzurri in occasione della Supercoppa persa 4-3 contro la Lazio. Segna il suo primo gol alla quarta giornata di campionato, nella gara vinta 2-0 contro la Roma. Quattro giorni dopo va ancora in gol, siglando la rete del 2-2 contro l'Hellas Verona. Negli ottavi di finale di Coppa UEFA realizza il gol decisivo per la vittoria contro l'Hertha Berlino, marcando il 2-1 a due minuti dal termine. Segna poi altri tre gol in campionato: nel derby pareggiato 2-2 contro il Milan, nella partita vinta 2-0 contro l'Hellas Verona e nel 4-2 inflitto alla Fiorentina. Chiude la sua unica stagione in nerazzurro con 34 presenze totali e 6 reti.

Prima della stagione 2001-2002 viene ceduto al Parma, con cui collezionerà 15 presenze e 3 reti. L'anno seguente gioca con gli inglesi del Blackburn Rovers dove segna 2 gol in 9 partite. Nel 2003 torna al Galatasaray, dove chiuderà la sua carriera al termine della stagione 2007-08 stabilendo il record per il maggior numero di gol segnati nella Super Lig: 249.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate 2000 partecipa agli Europei in Belgio e Olanda con la Nazionale allenata da Mustafa Denizli. Già nel 1996 Şükür aveva preso parte alla spedizione europea della sua Nazionale. Dopo la sconfitta nella gara d'esordio con l'Italia (1-2), i turchi pareggiano con la Svezia (0-0) e quindi battono il Belgio padrone di casa 2-0, con doppietta proprio di Şükür. L'avventura turca finisce ai quarti, contro il Portogallo di Rui Costa (0-2).

Gioca ai Mondiali 2002. La Turchia si classifica terza, battendo i padroni di casa della Corea del Sud il 29 giugno 2002 con un gol di Şükür, l'unico ai Mondiali, dopo 10,8 secondi di gara: è la rete più veloce della storia della competizione.

Nel 2008 non viene convocato per gli Europei di Austria e Svizzera. Con la Nazionale diventa il maggior realizzatore di sempre (50 gol in 107 presenze), dopo aver conseguito nell'incontro di andata contro l'Ucraina (durante le qualificazioni per il mondiale 2006) la centesima presenza in Nazionale.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

  • Dal 1987-1988 al 1989-1990 39 presenze e 10 gol con il Sakaryaspor;
  • Dal 1990-1991 al 1991-1992 54 presenze e 11 gol con il Bursaspor;
  • Dal 1992-1993 al 1994-1995 90 presenze e 54 gol in Süper Lig e 27 presenze e 7 gol nelle Coppe europee con il Galatasaray;
  • Da agosto a ottobre 1995 5 presenze e 1 gol con il Torino;
  • Dal 1995-1996 al 1999-2000 conta 156 presenze e 119 gol in Süper Lig e 35 presenze e 21 gol nelle Coppe europee con il Galatasaray;
  • Nella stagione 2000-2001 24 presenze e 5 gol in Serie A e 7 presenze e 1 gol in Coppa UEFA con l'Inter;
  • Nella stagione 2001-2002 15 presenze e 3 gol con il Parma;
  • Nella stagione 2002-2003 9 presenze e 2 gol con il Blackburn Rovers;
  • Nella stagione 2003-2004 28 presenze e 12 gol con il Galatasaray;
  • Nella stagione 2004-2005 33 presenze e 18 gol con il Galatasaray;
  • Nella stagione 2005-2006 31 presenze e 10 gol con il Galatasaray;
  • Nella stagione 2006-2007 25 presenze e 4 gol con il Galatasaray;
  • Nella stagione 2007-2008 28 presenze e 11 gol con il Galatasaray;
  • 112 presenze e 51 gol con la Nazionale turca.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Galatasaray: 1992-1993, 1993-1994, 1996-1997, 1997-1998, 1998-1999, 1999-2000, 2005-2006, 2007-2008
Sakaryaspor: 1987-1988
Galatasaray: 1992-1993, 1995-1996, 1998-1999, 1999-2000, 2004-2005
Galatasaray: 1992-1993, 1995-1996, 1996-1997
Bursaspor: 1991-1992
Galatasaray: 1994-1995
Galatasaray: 1992-1993, 1997-1998, 1998-1999, 1999-2000
Parma: 2001-2002

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Galatasaray: 1999-2000

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1996-1997 (38 gol), 1997-1998 (32 gol), 1998-1999 (19 gol)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Turchia: la nuova vita di Hakan Sukur in Ansa, 10 marzo 2012. URL consultato il 10 marzo 2012.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 12 (1995-1996), Panini, 23 luglio 2012, p. 10.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]