Aleksandrs Starkovs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandrs Starkovs
Aleksandrs Starkovs.jpg
Dati biografici
Nazionalità URSS URSS
Lettonia Lettonia (dal 1991)
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Lettonia Lettonia
Carriera
Squadre di club1
1973-1975 RPI Madona  ? (?)
1975-1977 Daugava Riga Daugava Rīga  ? (?)
1977-1978 Dinamo Mosca Dinamo Mosca 0 (0)
1978-1987 Daugava Riga Daugava Rīga 303 (110)
Carriera da allenatore
1990-1993 Daugava Riga Daugava Rīga
1992-1994 Lettonia Lettonia U-21
1993-2004 Skonto Skonto
1995-2001 Lettonia Lettonia Vice
2001-2004 Lettonia Lettonia
2004-2006 Spartak Mosca Spartak Mosca
2007-2013 Lettonia Lettonia
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 giugno 2007

Aleksandrs Starkovs (in russo: Александр Петрович Старков?; Madona, 26 luglio 1955) è un ex calciatore e allenatore di calcio lettone, attuale CT della Lettonia.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nella sua carriera Starkovs ha allenato lo Skonto Riga (dal 1993 al 2004) e la Lettonia (dal 2001 al 2004). Rilevò la panchina della nazionale lettone dopo la disastrosa performance alle qualificazioni per i Mondiali 2002 e condusse la squadra al più importante successo di sempre, la qualificazione a Euro 2004 con una vittoria ai play-off sulla terza classificata ai Mondiali 2002, la Turchia. Dopo questo successo come CT, fu ingaggiato dallo Spartak Mosca. Nell'aprile 2006 è stato costretto a dimettersi a causa dell'ostracismo totale da parte dei tifosi. Quasi un anno dopo le dimissioni dalla squadra russa, Starkovs è tornato sulla panchina della Lettonia.

Prima di allenare, Starkovs aveva giocato come attaccante, trascorrendo quasi tutta la sua carriera al Daugava Rīga. Per il Daugava mise a segno 110 gol in 301 partite.

Golden Player[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre 2003, nei festeggiamenti per il 50º anniversario della UEFA, fu nominato Golden Player dalla federazione calcistica del suo paese come più forte giocatore lettone degli ultimi 50 anni.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.uefa.com/uefa/news/Kind=256/newsId=130150.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]