Hansi Müller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hansi Müller
Hansi Muller.jpg
Hansi Müller con la maglia dell'Inter (1984)
Dati biografici
Nome Hans-Peter Müller
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1975-1982 Stoccarda Stoccarda 186 (65)
1982-1984 Inter Inter 48 (9)
1984-1985 Como Como 17 (1)
1985-1986 SSW Innsbruck SSW Innsbruck 33 (16)
1986-1990 Swarovski Tirol Swarovski Tirol 70 (19)
Nazionale
1978-1982 Germania Ovest Germania Ovest 42 (5)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Spagna 1982
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Italia 1980
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Hansi Müller, all'anagrafe Hans-Peter Müller (Stoccarda, 27 luglio 1957), è un ex calciatore tedesco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cominciò la sua carriera da professionista nel 1977 con la maglia dello Stoccarda: vi rimase per cinque anni, segnando 65 reti in 168 incontri. L'ottima esperienza in patria gli valse l'attenzione dell'Inter, che lo acquistò nel 1982: al debutto nel campionato italiano segnò un gol, su calcio di punizione, contro il Verona al Bentegodi (l'Inter vinse per 2-1). La permanenza a Milano fu però resa difficile soprattutto dal suo rapporto con Evaristo Beccalossi, il "fantasista" della squadra. A tal proposito si cita una frase proprio di Beccalossi:

« È meglio giocare con una sedia che con Hansi Muller, perché con la sedia quando gli tiri la palla addosso ti torna indietro. »

Nel 1984, dopo 13 reti in 68 presenze, lasciò il club del nuovo presidente Ernesto Pellegrini per passare al Como: nell'unica stagione coi lariani (1984-1985) centrò la salvezza in Serie A.

Lasciata l'Italia Müller passò al club austriaco dell'Innsbruck, rimanendovi un solo anno, e in seguito giocò nello Swarovski Tirol: in tale squadra vinse gli unici trofei della sua carriera di club, conquistando due titoli nazionali (1989 e 1990) e una Coppa d'Austria (1989). Chiuse la sua carriera nel 1990, dopo aver vinto il secondo scudetto di fila.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordì con la Germania Ovest nel 1978, e due anni dopo fece parte della squadra che si laureò Campione d'Europa. Fu convocato anche per il campionato del mondo 1982 in cui i tedeschi si arresero all'Italia in finale. L'anno seguente giocò per l'ultima volta in Nazionale: il suo bottino è di 5 reti in 42 incontri.

Nel 1981 fu tra i convocati della Selezione Europea per un'amichevole contro l'Italia, disputata a Roma il 25 febbraio: la gara fu organizzata per raccogliere fondi a favore delle vittime del terremoto in Irpinia. Müller giocò per tutti i 90 minuti dell'incontro, vinto 3-0 dalla Selezione[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Tirol Innsbruck: 1988-1989, 1989-1990
Tirol Innsbruck: 1988-1989
Stoccarda: 1976-1977

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Italia 1980

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Stoccarda: 1980

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1984, Edizioni Panini Modena, pagina 464

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Hansi Müller in FussballDaten.de, Fussballdaten Verlags GmbH.

Controllo di autorità VIAF: 172057548