Dino Sani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dino Sani
Dino Sani 01.jpg
Dati biografici
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 174[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex mezzala destra)
Carriera
Giovanili
1945-1953 Palmeiras Palmeiras
Squadre di club1
1953 Palmeiras Palmeiras 15 (5)
1954-1955 Comercial-SP Comercial-SP  ? (?)
1956-1961 San Paolo San Paolo 322 (108)
1961 Boca Juniors Boca Juniors 14 (4)
1961-1964 Milan Milan 62 (14)
1964-1966 Corinthians Corinthians 115 (32)
Nazionale
1957-1966 Brasile Brasile 15 (1)
Carriera da allenatore
1971-1973 Internacional Internacional
1974 Goias Goiás
1975 Palmeiras Palmeiras
1976 Coritiba Coritiba
1981 Flamengo Flamengo
1982 Fluminense Fluminense
1983-1984 Internacional Internacional
1984 Boca Juniors Boca Juniors
1989-1990 Qatar Qatar
1991 Gremio Grêmio
Palmarès
W.Cup2.svg  Coppa Rimet
Oro Svezia 1958
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Dino Sani (San Paolo, 23 maggio 1932) è un ex calciatore brasiliano nel ruolo di centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Mezz'ala destra e regista, Sani fu un vero faro del centrocampo, essendo dotato di una notevole visione di gioco, frutto del suo innato istinto, che gli permetteva di individuare sempre l'uomo meglio piazzato per indirizzare i suoi lanci smarcanti[2]. In possesso di un grande controllo di palla, era particolarmente abile negli scambi veloci e sullo stretto, sopperendo così ad una certa lentezza di base[3]. Tutt'altro che individualista, fu un vero uomo squadra[2].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Dino Sani ai tempi del Boca Juniors

Oriundo (entrambi i genitori, Gaetano Sani e Maria Gabrielli, erano italiani), dopo aver debuttato col Palmeiras nel 1950 passò al Parque Antártica, ma trovando poco spazio venne prestato al XV de Jaú. Tornato al precedente club fu ceduto al Comercial da Capital, dove in due stagioni si mise in mostra grazie alle buone doti tecniche, facendo sì che il San Paolo lo acquistasse per sostituire Bauer. Con la squadra paulista conquistò il campionato nel 1957, integrando una formazione composta anche da altri grandi giocatori come Zizinho e Canhoteiro ed affermandosi come uno dei migliori centrocampisti della storia della società[4].

Dopo essere stato convocato per il Campionato mondiale di calcio 1958, nel 1959 fu acquistato dal Boca Juniors per un milione di dollari, unendosi ad altri cinque giocatori brasiliani facenti parte del club argentino (tra i quali Paulo Valentim)[4].

Nel 1961, quando il Boca Juniors lo ritenne ormai vecchio, passò al Milan, debuttando a pochi giorni dal suo arrivo in Italia in una partita contro la Juventus (vittoria dei rossoneri per 5-1)[3], scalzando difatti il bizzoso attaccante inglese Jimmy Greaves. Da allora il Milan, fino a quel momento incapace di avere un rendimento costante, infilò diversi risultati positivi ed a fine stagione conquistò il campionato[3]. Considerato l'erede di Gunnar Gren[2], col club milanese Sani vinse anche la Coppa dei Campioni nel 1963.

Al termine della stagione 1963-1964 fu costretto a rientrare in Brasile a causa di forti dolori alla schiena dovuti al clima. Giocò ancora con il Sport Club Corinthians Paulista confermando sempre tutta la sua classe.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Fece parte della rosa della Nazionale brasiliana che vinse il Mondiale del 1958, giocando le prime due partite della competizione prima di essere sostituito da Zito[4]. Complessivamente registrò 24 partite e 4 gol (di cui rispettivamente 9 e 3 in occasione di incontri non ufficiali)[5].

Durante il suo periodo di militanza nel campionato italiano, in forza delle sue origini, gli fu chiesto di giocare con la Nazionale italiana in occasione dei Campionati mondiali del 1962, tuttavia rifiutò per non dover affrontare eventualmente il Brasile[4].

Carriera da allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro, a partire dal 1969 allenò il Corinthians, club che attraversava un'epoca opaca e che condusse alla vittoria di titoli minori, ma ciò nonostante il suo operato venne giudicato positivamente e alla vigilia dei Mondiali del 1970 gli fu chiesto di sostituire il licenziato João Saldanha alla guida della Nazionale brasiliana. Per via dei rapporti di amicizia con quest'ultimo, Sani declinò l'invito[4]. Passato all'Internacional di Porto Alegre nel 1971, ottenne tre vittorie consecutive in campionato, per sua stessa ammissione la miglior esperienza come tecnico[4]. Nel 1978 conquistò il Campionato uruguayano col Peñarol[4] e successivamente allenò anche la Nazionale del Qatar, che gli riconobbe uno stipendio pari a sessanta milioni di lire mensili e che condusse quasi alla qualificazione ai Mondiali del 1990.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1961-1962 Italia Milan A 20 5 CI - - CdF - - Coppa Amicizia 2 3 22 8
1962-1963 A 24 6 CI 1 - CC 6 2 Coppa Amicizia 3 1 33 9
1963-1964 A 20 3 CI - - CC 3 - CInt - - 22 3
Totale Milan 64 14 1 - 9 2 5 4 79 20

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Fonti: [1] [2] [3]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Brasile Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-1957 Lima Brasile Brasile 2 – 3 Uruguay Uruguay Campeonato Sudamericano de Football -
31-3-1957 Lima Brasile Brasile 1 – 0 Perù Perù Campeonato Sudamericano de Football -
3-4-1957 Lima Brasile Brasile 0 – 3 Argentina Argentina Campeonato Sudamericano de Football -
4-5-1958 Rio de Janeiro Brasile Brasile 5 – 1 Paraguay Paraguay Coppa Oswaldo Cruz -
7-5-1958 San Paolo Brasile Brasile 0 – 0 Paraguay Paraguay Coppa Oswaldo Cruz -
8-6-1958 Uddevalla Brasile Brasile 3 – 0 Austria Austria Mondiali 1958 -
11-6-1958 Göteborg Brasile Brasile 0 – 0 Inghilterra Inghilterra Mondiali 1958 -
4-4-1959 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Brasile Brasile Campeonato Sudamericano de Football -
13-5-1959 Rio de Janeiro Brasile Brasile 2 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
17-9-1959 Rio de Janeiro Brasile Brasile 7 – 0 Cile Cile Coppa Bernardo O'Higgins 1
20-9-1959 Rio de Janeiro Brasile Brasile 1 – 0 Cile Cile Coppa Bernardo O'Higgins -
29-4-1960 El Cairo Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 0 – 5 Brasile Brasile Amichevole -
26-5-1960 Buenos Aires Argentina Argentina 4 – 2 Brasile Brasile Copa Roca -
29-5-1960 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 4 Brasile Brasile Copa Roca -
8-6-1966 Rio de Janeiro Brasile Brasile 2 – 1 Polonia Polonia Amichevole -
Totale Presenze 15 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Campionato paulista: 1

San Paolo: 1957

Scudetto.svg Campionato italiano: 1

Milan: 1961-1962

Torneo Rio-San Paolo: 1

Corinthians: 1966

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Coppacampioni.png Coppa dei Campioni: 1

Milan: 1962-1963

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Svezia 1958

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Internacional: 1971, 1972, 1973

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) World Cup Champions Squads 1930-2006, RSSSF. URL consultato il 2-4-2010.
  2. ^ a b c Homepage | AC Milan
  3. ^ a b c Calendario Storico del Milan 1992, Alberto Peruzzo Editore.
  4. ^ a b c d e f g Gazeta Esportiva . Net - Ídolos
  5. ^ Folha Online - Especial - 2006 - Copa

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]