Lucimar Ferreira da Silva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lúcio
Lucio fcb.jpg
Dati biografici
Nome Lucimar Ferreira da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 187 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Palmeiras Palmeiras
Carriera
Squadre di club1
1997-2000 Internacional Internacional 49 (1)
2000-2004 Bayer Leverkusen Bayer Leverkusen 92 (15)
2004-2009 Bayern Monaco Bayern Monaco 144 (7)
2009-2012 Inter Inter 96 (3)
2012-2013 Juventus Juventus 1 (0)
2013-2014 San Paolo San Paolo 10 (1)[1]
2014- Palmeiras Palmeiras 0 (0)
Nazionale
2000-2011 Brasile Brasile 105 (4)[2]
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Corea del Sud-Giappone 2002
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Oro Germania 2005
Oro Sudafrica 2009
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 gennaio 2014

Lucimar Ferreira da Silva, noto come Lúcio (Brasilia, 8 maggio 1978), è un calciatore brasiliano, difensore del Palmeiras. È stato campione del mondo con la Nazionale brasiliana nel 2002.

È soprannominato O Cavalo (in lingua italiana Il Cavallo).[3]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È sposato con Dione e ha tre figli, Victoria, João Victor e Valentina.[4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Difensore centrale roccioso e molto abile di testa. Fa dello stacco perentorio e della potenza fisica le sue armi migliori. Dotato anche di un potente tiro dalla distanza con il destro.[5] È stato impiegato talvolta anche come centrocampista davanti alla difesa.[6][7]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

L'approdo in Europa: Germania[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2000 il Bayer Leverkusen lo preleva dall'Internacional di Porto Alegre. Nella squadra delle aspirine resta per 4 anni disputando anche una finale di Champions League nel 2002 persa a favore del Real Madrid, finale dove ha segnato il momentaneo pareggio. In totale disputa 122 partite ufficiali condite addirittura da 21 reti. Le ottime prestazioni gli valgono la chiamata del Bayern Monaco. Anche nella squadra bavarese la sua esperienza è più che positiva e si afferma come uno dei difensori più forti e completi al mondo disputando in totale 218 partite e 12 reti all'attivo dal 2004 al 2009. Con la forte formazione tedesca vince 3 campionati e 3 coppe di Germania.

Il passaggio all'Inter[modifica | modifica sorgente]

Lucio in azione con la maglia dell'Inter

Il 20 luglio 2009 l'Inter ne ha comunicato l'ingaggio con contratto triennale da 4,5 milioni di euro fino al 2012.[8] I nerazzurri l'hanno pagato 5,3 milioni di euro.[9] Segna la sua prima rete italiana contro il Napoli di testa su un calcio d'angolo, nella gara poi finita 3-1 per l'Inter. In Coppa Italia, trofeo poi vinto dalla stessa Inter, realizza la rete del momentanteo pareggio nella partita contro la Juventus (finirà 2-1 per i nerazzurri).

Il 16 maggio vince il secondo trofeo con la maglia dell'Inter lo scudetto conquistato all'ultima giornata;[10] sei giorni dopo la squadra si aggiudica anche la Champions League nella finale contro il Bayern Monaco, sua ex squadra. La stagione successiva si apre con la conquista della Supercoppa Italiana ai danni della Roma. Alla seconda giornata di campionato a San Siro contro l'Udinese segna il momentaneo 1-0 mettendo a segno la sua terza rete con la maglia neroazzurra, la seconda in campionato. A dicembre festeggia il trionfo nel Mondiale per club. Il 29 maggio 2011 vince la sua seconda Coppa Italia battendo in finale il Palermo. Il 17 agosto 2011 arriva l'ufficialità del suo rinnovo contrattuale fino al 30 giugno 2014. Il 24 settembre seguente festeggia con un gol in trasferta contro il Bologna (1-3) la sua presenza numero 100 con la maglia nerazzurra. Si ripete tre giorni più tardi nella vittoria esterna contro il CSKA Mosca 2-3 segnando il primo dei tre gol. Non segnava nelle coppe europee dal 12 marzo 2008 in Anderlecht-Bayern Monaco 1-2 di Coppa UEFA mentre in Champions League non andava a segno dal 7 marzo 2007 in Bayern Monaco-Real Madrid 2-1.[11][12] Il 18 ottobre gioca la sua partita numero 500 in carriera con i club in occasione di Lille-Inter 0-1 di Champions League.

Il 29 giugno 2012 l'Inter comunica suo sito ufficiale la risoluzione consensuale e amichevole del contratto con il giocatore.[13]

Juventus[modifica | modifica sorgente]

Il 4 luglio seguente si trasferisce alla Juventus firmando un contratto biennale.[14] Fa il suo esordio con la maglia della Juventus l'11 agosto nel match di Supercoppa a Pechino vinto dalla Juventus sul Napoli per 4-2, primo impegno ufficiale della squadra nella nuova stagione.[15][16] Il 17 dicembre la società, tramite il suo sito ufficiale, annuncia la rescissione consensuale del contratto con il giocatore, che chiude la sua esperienza in bianconero con sole 4 presenze ufficiali all'attivo,[17] di cui una in campionato (successo interno sul Chievo), due in Champions League e una in Supercoppa italiana.[18]

San Paolo[modifica | modifica sorgente]

Il 18 dicembre 2012 passa ufficialmente al San Paolo, firmando un contratto biennale col club brasiliano.[19] Il 2 gennaio 2014 rescinde consensualmente il contratto con un anno di anticipo.[20] Lucio lascia il club dopo 32 presenze totali e 2 gol

Palmeiras[modifica | modifica sorgente]

Lo stesso giorno della rescissione con il San Paolo,Lucio firma un contratto annuale da 550.000 euro (quasi un terzo dell'ingaggio precedente) con il Palmeiras,divenendo così il primo acquisto del club nell'anno del centenario [21]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 partecipò con la Nazionale brasiliana ai Giochi olimpici tenutisi a Sydney. Nel medesimo anno esordì in Nazionale maggiore.

Due anni dopo fu difensore centrale titolare del Brasile che vinse il campionato del mondo in Corea del Sud e Giappone: in quella rassegna il commissario tecnico Felipe Scolari lo tenne sempre in campo, insieme ai soli Marcos e Cafu, facendogli disputare per intero tutte e sette le partite (630 minuti).

Ha giocato da titolare anche il campionato del mondo 2006, fino ai quarti di finale, quando il Brasile è stato sconfitto ed eliminato dalla Francia. Nell'agosto 2006 è stato insignito della fascia di capitano dal neo CT Dunga.

Con la Nazionale maggiore ha disputato le edizioni 2001, 2003, 2005 e 2009 della Confederations Cup, vincendo la coppa nel 2005 e nel 2009, edizione in cui inoltre ha segnato il gol del 3-2 finale contro gli Stati Uniti.

Il 4 giugno 2011 contro l'Olanda gioca la sua partita numero 100[22] con la maglia verdeoro.[23]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 12 dicembre 2012.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997 Brasile Guará - - - CB 1 0 - - - - - - 1 0
1998 Brasile Internacional A 10 0 CB 0 0 - - - - - - 10 0
1999 A 19 1 CB 2 0 - - - - - - 21 1
2000 CJH 20 3 CB 4 0 - - - - - - 24 3
Totale Internacional 49 4 6 0 - - - - 55 4
2000-2001 Germania Bayer Leverkusen BL 15 5 CG 0 0 - - - - - - 15 5
2001-2002 BL 29 4 CG 4 1 UCL 18 3 - - - 51 8
2002-2003 BL 21 3 CG 1 1 UCL 6 0 - - - 28 4
2003-2004 BL 27 3 CG 1 1 - - - - - - 28 4
Totale Bayer Leverkusen 92 15 6 3 24 3 - - 122 21
2004-2005 Germania Bayern Monaco BL 32 3 CG 6 0 UCL 9 0 CdL 1 0 48 3
2005-2006 BL 30 2 CG 5 0 UCL 7 0 CdL 1 0 43 2
2006-2007 BL 26 0 CG 2 0 UCL 8 2 CdL 1 0 37 2
2007-2008 BL 24 1 CG 6 0 CU 13 2 CdL 3 0 46 3
2008-2009 BL 32 1 CG 4 1 UCL 8 0 - - - 44 2
Totale Bayern Monaco 144 7 23 1 45 4 6 0 218 12
2009-2010 Italia Inter A 31 1 CI 4 1 UCL 12 0 SI 1 0 48 2
2010-2011 A 31 1 CI 4 0 UCL 8 0 SI+SU+Cmc 1+1+2 0 47 1
2011-2012 A 34 1 CI 0 0 UCL 7 1 SI 0 0 41 2
Totale Inter 96 3 8 1 27 1 5 0 136 5
2012-gen. 2013 Italia Juventus A 1 0 CI 0 0 UCL 2 0 SI 1 0 4 0
2013 Brasile San Paolo A1/SP+A 11+10 1+1 CB 0 0 CL+CS 8+0 0 RSA+SBC 2+0 0 31 2
Totale carriera 403 31 44 5 106 8 14 0 567 44

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Lucio e il Presidente Lula con la Confederations Cup vinta nel 2009 in Sud Africa

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Bayern Monaco: 2004, 2007
Bayern Monaco: 2004-2005, 2005-2006, 2007-2008
Bayern Monaco: 2004-2005, 2005-2006, 2007-2008
Inter: 2009-2010
Inter: 2009-2010, 2010-2011
Inter: 2010
Juventus: 2012

Competizioni Internazionali[modifica | modifica sorgente]

Inter: 2009-2010
Inter: 2010

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Corea del Sud-Giappone 2002
Germania 2005, Sud Africa 2009

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 21 (2) Considerando le presenze nel Campionato Paulista.
  2. ^ 107 (5) se si comprendono anche le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale maggiore brasiliana.
  3. ^ Lucio: How a free spirit they call Horse learned to harness the power that broke Didier Drogba dailymail.co.uk
  4. ^ (DE) Vaterfreuden für Lucio in fcbayern.t-com.de, 13 aprile 2007. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  5. ^ Inter, Lucio: "Mourinho mi rimprovera quando parto palla al piede" calcionews24.com
  6. ^ Leo in conferenza: "Lucio a centrocampo..." in Tuttomercatoweb.com, 22 maggio 2011.
  7. ^ Inter, Lucio: "Voglio restare qui, aspetto il rinnovo" in Tuttomercatoweb.com, 26 maggio 2011.
  8. ^ Mercato: benvenuto a Lucio, inter.it, 20 luglio 2009. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  9. ^ Profilo e statistiche su Transfermarkt.it
  10. ^ Inter, scudetto numero 18 Milito-gol per il tricolore - Risultati e ultime notizie calcio e calciomercato - La Gazzetta dello Sport
  11. ^ Vittoria con tre record per l'Inter oggi a Mosca, Tuttomercatoweb.com, 27 settembre 2011.
  12. ^ UCL, Cska Mosca-Inter: 3 punti, 3 reti storiche, Inter.it, 27 settembre 2011. URL consultato il 27-09-2011.
  13. ^ Mercato, Lucio risoluzione consensuale, Inter.it, 29 giugno 2012.
  14. ^ Lucio è bianconero, juventus.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  15. ^ La Supercoppa è della Juve, Napoli ko 4-2 tra le polemiche, sky.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 14 agosto 2012.
  16. ^ Supercoppa, la Juve travolge il Napoli. E gli azzurri disertano la premiazione, lastampa.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 14 agosto 2012.
  17. ^ Lucio, rescisso il contratto, juventus.com, 17 dicembre 2012. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  18. ^ Lúcio, Transfermarkt.it. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  19. ^ São Paulo acerta com Lúcio por duas temporadas in Saopaulofc.net, 18 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  20. ^ Sao Paulo, l'ex Inter Lucio rescinde. C'è il Palmeiras ad aspettarlo in tuttomercatoweb.com, 2 gennaio 2014.
  21. ^ http://sport.repubblica.it/news/sport/calcio-brasile-ex-inter-e-juve-lucio-firma-con-il-palmeiras/4446146.
  22. ^ Comprese due amichevoli contro il Siviglia e il Lucerna XI.
  23. ^ Pareggio per il Brasile, 90' per J. Cesar e Lucio in Tuttomercatoweb.com, 4 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]