Coppa del mondo per club FIFA 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa del mondo per club FIFA 2010
FIFA Club World Cup United Arab Emirates 2010
Competizione Coppa del mondo per club FIFA
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIFA
Date dall'8 dicembre
al 18 dicembre 2010
Luogo Emirati Arabi Uniti, 1 città
Partecipanti 7
Impianto/i 2 stadi
Sito Web Sito ufficiale
Risultati
Vincitore Inter Inter
(1º titolo)
Secondo TP Mazembe TP Mazembe
Terzo Internacional Internacional
Statistiche
Miglior giocatore Camerun Samuel Eto'o
Miglior marcatore Colombia Mauricio Molina (3)
Incontri disputati 8
Gol segnati 27 (3,38 per incontro)
Pubblico 200 251
(25 031 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2009 2011 Right arrow.svg

La Coppa del mondo per club FIFA 2010 (in inglese 2010 FIFA Club World Cup), è stata la 7ª edizione di questo torneo di calcio per squadre maschili di club organizzato dalla FIFA. Si tratta della 6ª edizione da quando ha sostituito la Coppa Intercontinentale. Si è svolta per il secondo anno consecutivo negli Emirati Arabi Uniti, dall'8 al 18 dicembre 2010.

La vittoria è andata alla squadra italiana dell'Inter che ha sconfitto in finale con il punteggio di tre a zero i congolesi del TP Mazembe, la prima compagine non europea e non sudamericana ad accedere all'atto conclusivo di tale competizione. Per i nerazzurri si tratta della prima vittoria, anche se l'Inter aveva già vinto due edizioni della Coppa Intercontinentale, nel 1964 e nel 1965.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La formula del torneo è la stessa dall'edizione del 2008. Partecipano le sei vincitrici delle rispettive competizioni continentali, più la squadra campione nazionale del paese ospitante. Se una squadra del paese ospitante vince il proprio trofeo continentale, al posto dei campioni nazionali partecipa la finalista della competizione internazionale, visto il divieto di partecipazione per più squadre dello stesso paese.

I campioni nazionali del paese organizzatore devono sfidare i rappresentanti dell'Oceania in un turno preliminare, la cui vincente si aggrega alle detentrici dei titoli di Africa, Asia e Centro-Nord America. Le vincenti di questi scontri sfidano in semifinale le vincitrici della UEFA Champions League e della Coppa Libertadores. Oltre la finale per il titolo si disputano gli incontri per il terzo e il quinto posto.

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Stadio Sheikh Zayed Stadio Mohammed Bin Zayed
Località: Abu Dhabi Località: Abu Dhabi
Capienza: 49.500 Capienza: 42.056
Gulf Cup (36).jpg

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Data di qualificazione Confederazione Qualificata in quanto Partecipazioni
Messico Pachuca Pachuca 28 aprile 2010 CONCACAF Campione CONCACAF Champions League 2009-2010 (Ultima nel 2008)
Papua Nuova Guinea Hekari United Hekari United 2 maggio 2010 OFC Campione OFC Champions League 2009-2010
Emirati Arabi Uniti Al-Wahda Al-Wahda 7 maggio 2010 AFC Campione nazionale 2009-2010 degli Emirati Arabi Uniti
Italia Inter Inter 22 maggio 2010 UEFA Campione UEFA Champions League 2009-2010
Brasile Internacional Internacional 18 agosto 2010 CONMEBOL Campione Coppa Libertadores 2010 (Ultima nel 2006)
Corea del Sud Seongnam Seongnam 13 novembre 2010 AFC Campione AFC Champions League 2010
RD del Congo TP Mazembe TP Mazembe 13 novembre 2010 CAF Campione CAF Champions League 2010 (Ultima nel 2009)

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Convocazioni per la Coppa del mondo per club FIFA 2010.

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

La FIFA ha selezionato un arbitro per ogni confederazione, più uno di riserva.

AFC

CAF

CONCACAF

CONMEBOL

OFC

UEFA

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Play-off per i quarti di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
 Emirati Arabi Uniti Al-Wahda  3          
 Papua Nuova Guinea Hekari United  0      Emirati Arabi Uniti Al-Wahda  1
   Corea del Sud Seongnam  4    
 Corea del Sud Seongnam  0
     Italia Inter  3  
 Italia Inter  3
   RD del Congo TP Mazembe  0
 RD del Congo TP Mazembe  1
 Messico Pachuca  0    
 RD del Congo TP Mazembe  2
Incontro per il quinto posto Incontro per il terzo posto
     Brasile Internacional  0  
 Messico Pachuca  2 (4)  Brasile Internacional  4
 Emirati Arabi Uniti Al-Wahda  2 (2)  Corea del Sud Seongnam  2

Play-off per i quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Abu Dhabi
8 dicembre 2010, ore 20:00 UTC+4
Incontro 1
Al-Wahda Flag of the United Arab Emirates.svg 3 – 0
referto
Flag of Papua New Guinea.svg Hekari United Stadio Mohammed Bin Zayed (23.895 spett.)
Arbitro Sudafrica Daniel Bennett

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Abu Dhabi
10 dicembre 2010, ore 20:00 UTC+4
Incontro 2
TP Mazembe Flag of the Democratic Republic of the Congo.svg 1 – 0
referto
Flag of Mexico.svg Pachuca Stadio Mohammed Bin Zayed (17.960 spett.)
Arbitro Giappone Yuichi Nishimura

Abu Dhabi
11 dicembre 2010, ore 20:00 UTC+4
Incontro 3
Al-Wahda Flag of the United Arab Emirates.svg 1 – 4
referto
Flag of South Korea.svg Seongnam Stadio Sheikh Zayed (30.625 spett.)
Arbitro Perù Víctor Carrillo

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Abu Dhabi
14 dicembre 2010, ore 20:00 UTC+4
Incontro 4
TP Mazembe Flag of the Democratic Republic of the Congo.svg 2 – 0
referto
Flag of Brazil.svg Internacional Stadio Mohammed Bin Zayed (22.131 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Björn Kuipers

Abu Dhabi
15 dicembre 2010, ore 21:00 UTC+4
Incontro 5
Seongnam Flag of South Korea.svg 0 – 3
referto
Flag of Italy.svg Inter Stadio Sheikh Zayed (35.995 spett.)
Arbitro Panamá Roberto Moreno Salazar

Incontro per il quinto posto[modifica | modifica wikitesto]

Abu Dhabi
15 dicembre 2010, ore 18:00 UTC+4
Incontro 6
Pachuca Flag of Mexico.svg 2 – 2
(d.t.s.)
referto
Flag of the United Arab Emirates.svg Al-Wahda Stadio Sheikh Zayed (10.908 spett.)
Arbitro Sudafrica Daniel Bennett

Incontro per il terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Abu Dhabi
18 dicembre 2010, ore 18:00 UTC+4
Incontro 7
Internacional Flag of Brazil.svg 4 – 2
referto
Flag of South Korea.svg Seongnam Stadio Sheikh Zayed (16.563 spett.)
Arbitro Nuova Zelanda Michael Hester

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Abu Dhabi
18 dicembre 2010, ore 21:00 UTC+4
Incontro 8
TP Mazembe Flag of the Democratic Republic of the Congo.svg 0 – 3
referto
Flag of Italy.svg Inter Stadio Sheikh Zayed (42.174 spett.)
Arbitro Giappone Yuichi Nishimura

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
TP Mazembe
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Inter

Formazioni:

TP Mazembe TP Mazembe (4-1-4-1)
POR 1 RD del Congo Muteba Kidiaba
DIF 2 RD del Congo Joël Kimwaki
DIF 3 RD del Congo Kiritsho Kasusula Ammonizione al 84’ 84’
DIF 4 RD del Congo Eric Miala Nkulukutu
DIF 20 RD del Congo Mihayo Kazembe (C)
CEN 27 RD del Congo Ngandu Kasongo Uscita al 46’ 46’
CEN 11 RD del Congo Mulota Kabangu
CEN 13 RD del Congo Mbenza Bedi Ammonizione al 43’ 43’
CEN 24 Camerun Narcisse Ekanga Ammonizione al 33’ 33’
CEN 10 Zambia Given Singuluma Ammonizione al 57’ 57’
ATT 15 RD del Congo Dioko Kaluyituka Ammonizione al 12’ 12’ Uscita al 90’ 90’
A disposizione:
POR 21 RD del Congo Aimé Bakula
POR 22 Camerun Laurent Ngome
DIF 5 RD del Congo Tshani Mukinayi
ATT 6 RD del Congo Déo Kanda A Mukok Ingresso al 46’ 46’
CEN 7 RD del Congo Patient Mwepu
CEN 8 RD del Congo Ndonga Mianga Ingresso al 90’ 90’
DIF 12 RD del Congo Bawaka Mabele
DIF 16 Zambia Stophira Sunzu
ATT 18 RD del Congo Luyeye Mvete
DIF 28 RD del Congo Tshizeu Kanymbo
CEN 30 RD del Congo Kayembe Lufulwabo
Allenatore:
Senegal Lamine N'Diaye
Inter Inter (4-2-3-1)
POR 1 Brasile Júlio César
DIF 2 Colombia Iván Córdoba
DIF 6 Brasile Lúcio
TD 13 Brasile Maicon
TS 26 Romania Cristian Chivu Uscita al 54’ 54’
CEN 4 Argentina Javier Zanetti (C)
CEN 8 Italia Thiago Motta Ammonizione al 79’ 79’ Uscita al 87’ 87’
CEN 19 Argentina Esteban Cambiasso
ATT 9 Camerun Samuel Eto'o Man of the match Gol 17’
ATT 22 Argentina Diego Milito Uscita al 70’ 70’
ATT 27 Macedonia Goran Pandev Gol 13’
A disposizione:
POR 12 Italia Luca Castellazzi
POR 21 Italia Paolo Orlandoni
CEN 5 Serbia Dejan Stanković Ingresso al 54’ 54’
CEN 10 Paesi Bassi Wesley Sneijder
CEN 11 Ghana Sulley Muntari
CEN 17 Kenya McDonald Mariga Ingresso al 87’ 87’
DIF 23 Italia Marco Materazzi
ATT 31 Romania Denis Alibec
DIF 36 Italia Simone Benedetti
DIF 39 Italia Davide Santon
CEN 40 Nigeria Nwankwo Obiorah
ATT 88 Francia Jonathan Biabiany Gol 85’ Ingresso al 70’ 70’
Allenatore:
Spagna Rafael Benítez

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Confederazione
1 Italia Inter Inter UEFA
2 RD del Congo TP Mazembe TP Mazembe CAF
3 Brasile Internacional Internacional CONMEBOL
4 Corea del Sud Seongnam Seongnam AFC
5 Messico Pachuca Pachuca CONCACAF
6 Emirati Arabi Uniti Al-Wahda Al-Wahda AFC
7 Papua Nuova Guinea Hekari United Hekari United OFC

Vincitore[modifica | modifica wikitesto]

Campione del mondo 2010

600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png

Inter
(1º titolo)[1]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
3 Colombia Mauricio Molina Corea del Sud Seongnam
2 Brasile Alecsandro Brasile Internacional
2 Argentina Darío Cvitanich Messico Pachuca
2 Brasile Fernando Baiano Emirati Arabi Uniti Al-Wahda
1 Argentina Diego Milito Italia Inter
1 Corea del Sud Cho Dong-Keon Corea del Sud Seongnam
1 Serbia Dejan Stanković Italia Inter
1 Argentina Andrés D'Alessandro Brasile Internacional
1 Macedonia Goran Pandev Italia Inter
1 Camerun Samuel Eto'o Italia Inter
1 RD del Congo Milota Kabangu RD del Congo TP Mazembe
1 Brasile Hugo Emirati Arabi Uniti Al-Wahda
1 Emirati Arabi Uniti Mahmoud Khamees Emirati Arabi Uniti Al-Wahda
1 Francia Jonathan Biabiany Italia Inter
1 Emirati Arabi Uniti Abdulrahim Jumaa Emirati Arabi Uniti Al-Wahda
1 Brasile Tinga Brasile Internacional
1 Argentina Javier Zanetti Italia Inter
1 Australia Saša Ognenovski Corea del Sud Seongnam
1 Corea del Sud Choi Sung-Kuk Corea del Sud Seongnam
1 Emirati Arabi Uniti Ismail Matar Emirati Arabi Uniti Al-Wahda
1 RD del Congo Dioko Kaluyituka RD del Congo TP Mazembe
1 RD del Congo Mbenza Bedi RD del Congo TP Mazembe

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A cui si aggiungono le due edizioni della Coppa Intercontinentale che l'Inter aveva già vinto nel 1964 e nel 1965

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio