Football Club Internazionale Milano 2010-2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
Stagione 2010-2011
Allenatore Spagna Rafael Benítez (fino al 23/12/2010[1])
Brasile Leonardo (dal 24/12/2010[2])
All. in seconda Argentina Mauricio Pellegrino (fino al 23/12/2010)
Italia Giuseppe Baresi (dal 24/12/2010[3])
Presidente Italia Massimo Moratti
Serie A 2º (in Champions League)
Coppa Italia Vincitore
Champions League Quarti di finale
Supercoppa italiana Vincitore
Supercoppa UEFA Finalista
Coppa del mondo per club Vincitore
Maggiori presenze Campionato: Eto'o e Zanetti (35)
Totale: Eto'o (53)
Miglior marcatore Campionato: Eto'o (21)
Totale: Eto'o (37)
Maggior numero di spettatori 80 018 vs. Milan
(14 novembre 2010)
Minor numero di spettatori 49 787 vs. Parma
(28 novembre 2010)
Media spettatori 59 697

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 2010-2011.

Stagione[modifica | modifica sorgente]

Salutato José Mourinho, accasatosi al Real Madrid,[4] il 10 giugno 2010 viene ufficializzato l'ingaggio del suo successore: lo spagnolo Rafael Benítez, nelle ultime sei stagioni alla guida del Liverpool.[5] Per la prima volta nella presidenza di Massimo Moratti la campagna acquisti nerazzurra non è dispendiosa in ossequio ai dettami del Fair Play Finanziario voluto dal presidente UEFA Michel Platini.[6] Il mercato interista riguarda un sostanziale ringiovanimento della rosa con il riscatto dal Parma dei giovani Jonathan Biabiany e McDonald Mariga che erano in comproprietà tra le due società, l'arrivo del giovane Philippe Coutinho già acquistato due anni prima dal Vasco da Gama e del portiere Luca Castellazzi in sostituzione di Francesco Toldo, a fine carriera. Vengono ceduti Ricardo Quaresma, Nicolás Burdisso e Marko Arnautović più alcuni giovani in prestito ma soprattutto viene ceduto Mario Balotelli al Manchester City per 28 milioni di euro.[7]

Maggior numero di minuti giocati in Serie A durante la stagione.

Lo storico treble dell'annata precedente permette all'Inter di partecipare, oltre alla consueta Supercoppa italiana, per la prima volta anche alla Supercoppa europea e al Mondiale per Club. E proprio il 21 agosto, i nerazzurri affrontano la Roma, finalista di Coppa Italia, nel trofeo italiano per la quarta volta nelle ultime cinque edizioni, battendola per 3-1 grazie al gol di Pandev e alla doppietta di Eto'o che rimontano l'iniziale vantaggio di Riise.[8] In Supercoppa europea, il 27 agosto, le cose vanno diversamente poiché l'Inter perde il trofeo contro l'Atlético Madrid per 2-0 con le reti di Reyes e Agüero; insieme ad esso sfuma anche la possibilità per i nerazzurri di centrare il Grande Slam, compiuto dal Barcellona nella stagione precedente, con la vittoria di tutti e sei i trofei a disposizione nell'anno solare.[9]

La partita di semifinale del Mondiale per Club si gioca il 15 dicembre contro i sudcoreani del Seongnam, battuti dalla formazione nerazzurra 3-0 con le reti di Stanković, Zanetti e Milito; l'Inter conquista quindi l'accesso alla finale della competizione che si disputa il 18 dicembre contro i campioni congolesi del Mazembe, prima squadra non europea e non sudamericana ad accedere alla fase conclusiva del torneo. La partita finisce 3-0 per i nerazzurri, che si consacrano campioni del mondo per la terza volta nella loro storia.

In data 23 dicembre 2010, attraverso un comunicato stampa sul suo sito ufficiale, viene annunciato il divorzio tra l'Inter e Rafael Benítez.[1] Il giorno seguente è ufficializzato l'ingaggio del brasiliano Leonardo,[2] ex giocatore e allenatore del Milan, che ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2012.[10]

Giampaolo Pazzini, arrivato dalla Sampdoria nel mese di gennaio, è autore di 11 reti in 17 presenze di campionato

Il 6 gennaio 2011 il tecnico esordisce subito con una vittoria sul Napoli cui ne seguiranno altre cercando di raggiungere il Milan capolista. Nonostante le sconfitte in trasferta contro Udinese e Juventus ed il pareggio a Brescia, approfittando di alcuni passi falsi dei rossoneri di Allegri, l'Inter riesce a presentarsi alla vigilia dello scontro diretto con soli due punti di svantaggio. Tuttavia, i rossoneri si impongono con un netto 3-0 rispedendo gli uomini di Leonardo a -5 che diventano -8 due giornate dopo con la sconfitta a Parma (2-0). Il 7 maggio i rossoneri vincono il loro diciottesimo tricolore mentre l'Inter consolida il secondo posto pareggiando (1-1) a Napoli alla penultima giornata, conquistando per la decima volta consecutiva l'accesso alla Champions League (nessun'altra squadra italiana ha una striscia così lunga, nella storia della competizione, di partecipazioni consecutive).[11]

In Champions League, dopo aver eliminato agli ottavi di finale il Bayern Monaco (0-1 all'andata al Meazza e 2-3 al ritorno all'Allianz Arena), l'Inter esce di scena ai quarti di finale dopo due pesanti sconfitte rimediate dallo Schalke per 2-5 e 2-1. Il 29 maggio 2011 conquista la settima Coppa Italia della sua storia battendo il Palermo per 3-1, aggiudicandosi contestualmente anche la Coppa del 150º anniversario dell'Unità d'Italia.

Maglie e sponsor[modifica | modifica sorgente]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2010-2011 è Nike, mentre lo sponsor ufficiale è Pirelli.

La prima maglia si caratterizza per l'effetto sfumato delle classiche strisce nerazzurre, ispirate alla pelle del Biscione, simbolo della squadra. Novità anche per lo stemma, che viene racchiuso in tre cerchi concentrici con i colori sociali (oro, blu e nero). Collo invece a V. La maglia bianca da trasferta presenta sul fianco sinistro il disegno di un Biscione stilizzato, con la testa che sbuca sulla manica. Tre i colori scelti per la divisa del portiere: nero, grigio e verde acqua.[12]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
3ª portiere

Organigramma societario[modifica | modifica sorgente]

Area direttiva

  • Presidente: Massimo Moratti
  • Vicepresidenti: Angelomario Moratti, Rinaldo Ghelfi
  • Comitato di gestione: Angelomario Moratti, Rinaldo Ghelfi, Ernesto Paolillo
  • Consiglio di amministrazione: Carlo d'Urso, Maurizio Fabris, Marco Gastel, Rinaldo Ghelfi, Tommaso Giulini, Luigi Amato Molinari, Angelo Moratti, Angelomario Moratti, Giovanni Moratti, Massimo Moratti, Natalino Curzola Moratti, Ernesto Paolillo, Pier Francesco Saviotti, Accursio Scorza, Marco Tronchetti Provera
  • Collegio sindacale - sindaci effettivi: Giovanni Luigi Camera, Fabrizio Colombo, Alberto Usuelli, Franco Buccarella, Paolo Andrea Colombo
  • Amministratore delegato e direttore generale: Ernesto Paolillo
  • Vicedirettore generale: Stefano Filucchi
  • Segretaria di presidenza: Monica Volpi
  • Direttore amministrazione, finanza e controllo: Paolo Pessina

Area organizzativa

  • Segretario generale e resp. risorse umane: Luciano Cucchia
  • Direttore personale e resp. servizi operativi: Angelo Paolillo
  • Team manager: Andrea Butti
  • Direttore area stadio e sicurezza: Pierfrancesco Barletta

Area comunicazione

  • Direttore comunicazione: Paolo Viganò
  • Direttore editoriale: Susanna Wermelinger
  • Direttore responsabile Inter Channel: Edoardo Caldara
  • Ufficio Stampa: Luigi Crippa, Claudia Maddalena, Stewart Park, Leo Picchi

Area tecnica

Area sanitaria

  • Direttore area medica: Franco Combi
  • Medico: Giorgio Panico
  • Preparatori di recupero: Stefano Rapetti (fino al 23/12/2010), Eduardo Parra Garcia (fino al 23/12/2010), Roberto Niccolai (dal 03/01/2011)
  • Massaggiatori e fisioterapisti: Marco Dellacasa, Massimo Dellacasa, Andrea Galli, Luigi Sessolo, Alberto Galbiati

Rosa[modifica | modifica sorgente]

N. Ruolo Giocatore
1 Brasile P Júlio César
2 Colombia D Iván Córdoba (vice-capitano)
4 Argentina D Javier Zanetti (Capitano)
5 Serbia C Dejan Stanković
6 Brasile D Lúcio
7 Italia A Giampaolo Pazzini[13]
8 Italia C Thiago Motta
9 Camerun A Samuel Eto'o
10 Paesi Bassi C Wesley Sneijder
11 Ghana C Sulley Muntari[14]
12 Italia P Luca Castellazzi
13 Brasile D Maicon
14 Marocco C Houssine Kharja[13]
15 Italia D Andrea Ranocchia[13]
17 Kenya C McDonald Mariga
18 Honduras A David Suazo
19 Argentina C Esteban Cambiasso
N. Ruolo Giocatore 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png
20 Nigeria C Joel Obi[15]
21 Italia P Paolo Orlandoni
22 Argentina A Diego Milito
23 Italia D Marco Materazzi
24 Colombia D Nelson Rivas[14]
25 Argentina D Walter Samuel
26 Romania D Cristian Chivu
27 Macedonia A Goran Pandev
29 Brasile C Philippe Coutinho
31 Romania A Denis Alibec[15]
34 Italia D Cristiano Biraghi[15]
39 Italia D Davide Santon[14]
40 Nigeria C Nwankwo Obiorah[14]
55 Giappone D Yuto Nagatomo[13]
57 Italia D Felice Natalino[15]
88 Francia A Jonathan Biabiany[14]

Calciomercato[modifica | modifica sorgente]

La società riscatta dal Parma i giovani Jonathan Biabiany e Mcdonald Mariga che erano in comproprietà tra le due società. Si rafforza con l'arrivo del giovane Philippe Coutinho già acquistato due anni prima dal Vasco de Gama. Acquista inoltre in comproprietà col Genoa Andrea Ranocchia, che vestirà nerazzurro dalla stagione successiva. L'Inter lavora sulle cessioni (avendo già concluso quella di Ricardo Quaresma e i prestiti di alcuni giovani) e sul settore giovanile, acquistando giovani come Simone Benedetti, Lorenzo Paramatti, Davide Faraoni, Riccardo Fochesato e altri. Manda inoltre in prestito alcuni giovani tra cui Rene Krhin e Luca Siligardi al Bologna, Alen Stevanovic al Torino, Luca Caldirola al Vitesse, Vid Belec al Crotone, Giulio Donati al Lecce, Mattia Destro al Genoa e Andrea Mei al Piacenza. Verso la fine del calciomercato arriva la cessione eccellente di Mario Balotelli, attaccante ventenne venduto al Manchester City.

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica sorgente]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Giacomo Bindi Foggia Foggia fine prestito[16]
P Luca Castellazzi Sampdoria Sampdoria definitivo[17][18]
P Paolo Tornaghi Rimini Rimini riscatto comp.[19]
D Nicolás Burdisso Roma Roma fine prestito[20]
D Nicolas Desenclos Eupen Eupen fine prestito[21]
D Dennis Benjamin Esposito Monza Monza fine prestito[22]
D Marco Faraoni Lazio Lazio definitivo[23]
D Simone Fautario Grosseto Grosseto riscatto comp.[19]
C Mancini Milan Milan fine prestito[24]
D Andrea Mei Lumezzane Lumezzane fine prestito[25]
D Andrea Ranocchia Genoa Genoa compartecipazione[26]
D Rincón Piacenza Piacenza fine prestito[27]
D Nelson Rivas Livorno Livorno fine prestito[28]
C Philippe Coutinho Vasco da Gama Vasco da Gama definitivo (3,8 milioni €)[29][30]
C Cristian Daminuță Dinamo Bucarest Dinamo Bucarest fine prestito[31]
C Attila Filkor Gallipoli Gallipoli fine prestito[32]
C Alberto Gerbo Ancona Ancona fine prestito[33]
C Jiménez Parma Parma fine prestito[34]
C Matteo Lombardo Villacidrese Villacidrese fine prestito[35]
C McDonald Mariga Parma Parma riscatto comp. (5 milioni €)[36][37]
C Daniele Pedrelli Cesena Cesena fine prestito[38]
C Luca Siligardi Triestina Triestina fine prestito[39]
A David Suazo Genoa Genoa fine prestito[40]
A Victor Obinna Malaga Málaga fine prestito[41]
A Kerlon Ajax Ajax fine prestito[42]
A Gianluca Litteri Vicenza Vicenza fine prestito[43]
A Jonathan Biabiany Parma Parma riscatto comp. (5 milioni €)[36][44]
A Riccardo Bocalon Portogruaro Portogruaro fine prestito[45]
A Aiman Napoli Modena Modena fine prestito[46]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Vid Belec Crotone Crotone prestito[47]
P Giacomo Bindi Genoa Genoa definitivo[16]
P Francesco Toldo fine carriera[48]
P Paolo Tornaghi Como Como prestito[49]
D Nicolás Burdisso Roma Roma definitivo (8 milioni €)[50]
D Luca Caldirola Vitesse Vitesse prestito[51]
D Giulio Donati Lecce Lecce prestito[52]
D Antonio Esposito Padova Padova prestito[53]
D Dennis Benjamin Esposito Monza Monza definitivo[22]
D Simone Fautario Como Como prestito[54]
D Andrea Mei Piacenza Piacenza compartecipazione[25]
D Michele Rigione Foggia Foggia prestito[55]
C Cristian Daminuță Milan Milan definitivo (1 milione €)[31][56]
C Attila Filkor Milan Milan definitivo (1 milione €)[32][56]
C Jacopo Fortunato Como Como prestito[57]
C Marco Fossati Milan Milan definitivo (3,5 milioni €)[56][58]
C Alberto Gerbo Triestina Triestina prestito[33]
C Jiménez Ternana Ternana riscatto comp. (4,2 milioni €)[19][34]
C Rene Krhin Bologna Bologna compartecipazione[59][60]
C Daniele Pedrelli Spezia Spezia prestito[38]
C Gabriele Puccio Portogruaro Portogruaro compartecipazione
C Ricardo Quaresma Besiktas Beşiktaş definitivo (7,3 milioni €)[61][62]
C Luca Siligardi Bologna Bologna prestito[63]
C Alen Stevanović Torino Torino compartecipazione[64]
A Marko Arnautović Twente Twente fine prestito[65]
A Mario Balotelli Manchester City Manchester City definitivo (29,5 milioni €)[66][67]
A Samuele Beretta Pavia Pavia prestito[68]
A Riccardo Bocalon Portogruaro Portogruaro definitivo[45]
A Mattia Destro Genoa Genoa prestito[69]
A Gianluca Litteri Salernitana Salernitana prestito[43]
A Aiman Napoli Crotone Crotone prestito[46]
A Victor Obinna West Ham West Ham prestito[70]

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica sorgente]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Yuto Nagatomo Cesena Cesena prestito con diritto di riscatto[71][72]
D Andrea Ranocchia Genoa Genoa riscatto cartellino ( 12,5 milioni €)[73][74]
C Houssine Kharja Genoa Genoa prestito con diritto di riscatto[75][76]
C Christoph Knasmüllner Bayern Monaco Bayern Monaco definitivo (0,5 milioni €)[77][78]
C Lukas Spendlhofer St. Polten St. Pölten definitivo[79]
A Giampaolo Pazzini Sampdoria Sampdoria definitivo (19 milioni €)[80][81]
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Antonio Esposito Monza Monza prestito[82][83][84]
D Nelson Rivas Dnipro Dnipro prestito[85][86]
D Davide Santon Cesena Cesena prestito[71][87]
C Mancini Atletico Mineiro Atlético Mineiro definitivo[88][89]
C Sulley Muntari Sunderland Sunderland prestito[90][91]
C Nwankwo Obiorah Parma Parma compartecipazione[92][93]
C Gabriele Puccio Pavia Pavia compartecipazione[94]
A Jonathan Biabiany Sampdoria Sampdoria definitivo (7 milioni €)[80][95]
A Kerlon Parana Paraná prestito[96][97][98]
A Samuele Longo Genoa Genoa prestito[83][84][99]
A Aiman Napoli Verona Verona prestito[83][84][100]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Serie A[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Serie A 2010-2011.

Girone di andata[modifica | modifica sorgente]

Bologna
30 agosto 2010, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Bologna 600px Rosso e Blu (Strisce) con croce Rosso e Giallo.png 0 – 0
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Renato Dall'Ara (28.439 spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Milano
11 settembre 2010, ore 18:00 CEST
2ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 1
referto
600px Colori di Udine.png Udinese Stadio Giuseppe Meazza (62.014 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Palermo
19 settembre 2010, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Palermo 600px Rosa e Nero in diagonale con aquila.png 1 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Renzo Barbera (27.291 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Milano
22 settembre 2010, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 0
referto
600px Bianco e Rosso (Bordato) con gallo.png Bari Stadio Giuseppe Meazza (61.093 spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Roma
25 settembre 2010, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Roma 600px Giallo e Rosso2.png 1 – 0
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Olimpico di Roma (45.109 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli)

Milano
3 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
6ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 0 – 0
referto
600px Nero e Bianco (Strisce).png Juventus Stadio Giuseppe Meazza (78.883 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Cagliari
17 ottobre 2010, ore 12:30 CEST
7ª giornata
Cagliari 600px Rosso Blu coi 4 mori.png 0 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Sant'Elia (20.000 spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Milano
24 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
8ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 1
referto
600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png Sampdoria Stadio Giuseppe Meazza (56.415 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Genova
29 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
9ª giornata
Genoa 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png 0 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Luigi Ferraris (27.566 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Milano
6 novembre 2010, ore 20:45 CET
10ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 1
referto
Blu e Bianco (V sul petto).svg Brescia Stadio Giuseppe Meazza (58.183 spett.)
Arbitro Gava (Conegliano)

Lecce
10 novembre 2010, ore 20:45 CET
11ª giornata
Lecce 600px Giallo e Rosso (Strisce) con Bordo Blu Scuro.png 1 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Via del Mare (14.583 spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Milano
14 novembre 2010, ore 20:45 CET
12ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 0 – 1
referto
600px Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).png Milan Stadio Giuseppe Meazza (80.018 spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Verona
21 novembre 2010, ore 15:00 CET
13ª giornata
Chievo 600px Giallo e Blu (Bordato).png 2 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Marcantonio Bentegodi (19.268 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Milano
28 novembre 2010, ore 12:30 CET
14ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 5 – 2
referto
600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png Parma Stadio Giuseppe Meazza (49.787 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Roma
3 dicembre 2010, ore 20:45 CET
15ª giornata
Lazio Bianco e Celeste con aquila.svg 3 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Olimpico di Roma (39.710 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Milano
19 gennaio 2011, ore 20:45 CET
16ª giornata[101]
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 2
referto
Bianco e Nero.svg Cesena Stadio Giuseppe Meazza (52.507 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Firenze
16 febbraio 2011, ore 18:30 CET
17ª giornata[102]
Fiorentina 600px Viola con giglio Rosso su sfondo Bianco.png 1 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Artemio Franchi (31.595 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Milano
6 gennaio 2011, ore 20:45 CET
18ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 1
referto
600px Azzurro con N cerchiata.png Napoli Stadio Giuseppe Meazza (60.515 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Catania
9 gennaio 2011, ore 15:00 CET
19ª giornata
Catania 600px Azzurro e Rosso (Strisce).png 1 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Angelo Massimino (15.089 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Girone di ritorno[modifica | modifica sorgente]

Milano
15 gennaio 2011, ore 20:45 CET
20ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 1
referto
600px Rosso e Blu (Strisce) con croce Rosso e Giallo.png Bologna Stadio Giuseppe Meazza (52.724 spett.)
Arbitro Gava (Conegliano)

Udine
23 gennaio 2011, ore 12:30 CET
21ª giornata
Udinese 600px Colori di Udine.png 3 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Friuli (26.036 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Milano
30 gennaio 2011, ore 15:00 CET
22ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 2
referto
600px Rosa e Nero in diagonale con aquila.png Palermo Stadio Giuseppe Meazza (51.829 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Bari
3 febbraio 2011, ore 20:45 CET
23ª giornata
Bari 600px Bianco e Rosso (Bordato) con gallo.png 0 – 3
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio San Nicola (37.450 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Milano
6 febbraio 2011, ore 20:45 CET
24ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 5 – 3
referto
600px Giallo e Rosso2.png Roma Stadio Giuseppe Meazza (62.344 spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Torino
13 febbraio 2011, ore 20:45 CET
25ª giornata
Juventus 600px Nero e Bianco (Strisce).png 1 – 0
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Olimpico di Torino (24.485 spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Milano
19 febbraio 2011, ore 20:45 CET
26ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0
referto
600px Rosso Blu coi 4 mori.png Cagliari Stadio Giuseppe Meazza (57.891 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Genova
27 febbraio 2011, ore 20:45 CET
27ª giornata
Sampdoria 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con croce di San Giorgio Bianca e Rossa.png 0 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Luigi Ferraris (24.417 spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Milano
6 marzo 2011, ore 15:00 CET
28ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 5 – 2
referto
600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png Genoa Stadio Giuseppe Meazza (56.322 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Brescia
11 marzo 2011, ore 20:45 CET
29ª giornata
Brescia Blu e Bianco (V sul petto).svg 1 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Mario Rigamonti (30.000 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Milano
20 marzo 2011, ore 15:00 CET
30ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0
referto
600px Giallo e Rosso (Strisce) con Bordo Blu Scuro.png Lecce Stadio Giuseppe Meazza (65.000 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Milano
2 aprile 2011, ore 20:45 CEST
31ª giornata
Milan 600px Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).png 3 – 0
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Giuseppe Meazza (80.018 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Milano
9 aprile 2011, ore 18:00 CEST
32ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 0
referto
600px Giallo e Blu (Bordato).png Chievo Stadio Giuseppe Meazza (61.456 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Parma
16 aprile 2011, ore 20:45 CEST
33ª giornata
Parma 600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png 2 – 0
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Ennio Tardini (15.000 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Milano
23 aprile 2011, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 1
referto
Bianco e Celeste con aquila.svg Lazio Stadio Giuseppe Meazza (57.830 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Cesena
30 aprile 2011, ore 18:00 CEST
35ª giornata
Cesena Bianco e Nero.svg 1 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Dino Manuzzi (23.000 spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Milano
8 maggio 2011, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 1
referto
600px Viola con giglio Rosso su sfondo Bianco.png Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza (55.879 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Napoli
15 maggio 2011, ore 20:45 CEST
37ª giornata
Napoli 600px Azzurro con N cerchiata.png 1 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio San Paolo (65.000 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Milano
22 maggio 2011, ore 18:00 CEST
38ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 1
referto
600px Azzurro e Rosso (Strisce).png Catania Stadio Giuseppe Meazza (56.072 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Coppa Italia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coppa Italia 2010-2011.
Milano
12 gennaio 2011, ore 21:00 CET
Ottavi di finale
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 2
referto
600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png Genoa Stadio Giuseppe Meazza (15.254 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Napoli
26 gennaio 2011, ore 20:45 CET
Quarti di finale
Napoli 600px Azzurro con N cerchiata.png 0 – 0
(d.t.s.)
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio San Paolo (35.000 spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Roma
19 aprile 2011, ore 20:45 CEST
Semifinale, andata
Roma 600px Giallo e Rosso2.png 0 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Olimpico di Roma (20.000 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Milano
11 maggio 2011, ore 20:45 CEST
Semifinale, ritorno
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 1
referto
600px Giallo e Rosso2.png Roma Stadio Giuseppe Meazza (60.000 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Roma
29 maggio 2011, ore 21:00 CEST
Finale
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 1
referto
600px Rosa e Nero in diagonale con aquila.png Palermo Stadio Olimpico (70.000 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Champions League[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi UEFA Champions League 2010-2011.

Fase a gironi[modifica | modifica sorgente]

Enschede
14 settembre 2010, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Twente 600px Rosso con cavallo rampante Bianco.png 2 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter De Grolsch Veste (23.800 spett.)
Arbitro Portogallo Proença

Milano
29 settembre 2010, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 0
referto
600px Verde e Bianco separati da una striscia Arancione.png Werder Brema Stadio Giuseppe Meazza (48.126 spett.)
Arbitro Spagna Mallenco

Milano
20 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 4 – 3
referto
600px Bianco con gallo e palla Blu.png Tottenham Stadio Giuseppe Meazza (49.551 spett.)
Arbitro Slovenia Skomina

Londra
2 novembre 2010, ore 19:45 GMT
4ª giornata
Tottenham 600px Bianco con gallo e palla Blu.png 3 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter White Hart Lane (34.103 spett.)
Arbitro Ungheria Kassai

Milano
24 novembre 2010, ore 20:45 CET
5ª giornata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 1 – 0
referto
600px Rosso con cavallo rampante Bianco.png Twente Stadio Giuseppe Meazza (29.466 spett.)
Arbitro Francia Lannoy

Brema
7 dicembre 2010, ore 20:45 CET
6ª giornata
Werder Brema 600px Verde e Bianco separati da una striscia Arancione.png 3 – 0
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Weserstadion (30.400 spett.)
Arbitro Turchia Çakır

Ottavi di finale[modifica | modifica sorgente]

Milano
23 febbraio 2011, ore 20:45 CET
Gara di andata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 0 – 1
referto
600px Bianco e Blu a scacchi bordati di Rosso.png Bayern Monaco Stadio Giuseppe Meazza (75.925 spett.)
Arbitro Ungheria Kassai

Monaco di Baviera
15 marzo 2011, ore 20:45 CET
Gara di ritorno
Bayern Monaco 600px Bianco e Blu a scacchi bordati di Rosso.png 2 – 3
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Allianz Arena (66.000 spett.)
Arbitro Portogallo Proença

Quarti di finale[modifica | modifica sorgente]

Milano
5 aprile 2011, ore 20:45 CEST
Gara di andata
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 2 – 5
referto
600px Blu e Bianco bordato con martello.png Schalke Stadio Giuseppe Meazza (80.000 spett.)
Arbitro Inghilterra Atkinson

Gelsenkirchen
13 aprile 2011, ore 20:45 CEST
Gara di ritorno
Schalke 600px Blu e Bianco bordato con martello.png 2 – 1
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Veltins-Arena (60.000 spett.)
Arbitro Slovenia Skomina

Supercoppa italiana[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Supercoppa italiana 2010.
Milano
21 agosto 2010, ore 20:45 CEST
Finale, gara unica
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 3 – 1
referto
600px Giallo e Rosso2.png Roma Stadio Giuseppe Meazza (65.860 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Supercoppa UEFA[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Supercoppa UEFA 2010.
Monte Carlo
27 agosto 2010, ore 20:45 CEST
Finale, gara unica
Inter 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png 0 – 2
referto
600px Bianco e Rosso a strisce con Triangolo Blu e Bianco con stelle Bianche.png Atlético Madrid Stade Louis II (17.265 spett.)
Arbitro Svizzera Busacca

Coppa del mondo per club[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coppa del mondo per club FIFA 2010.

Semifinale[modifica | modifica sorgente]

Abu Dhabi
15 dicembre 2010, ore 21:00 UTC+4
Gara unica
Seongnam Flag of South Korea.svg 0 – 3
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Sheikh Zayed (35.995 spett.)
Arbitro Panamá Moreno

Finale[modifica | modifica sorgente]

Abu Dhabi
18 dicembre 2010, ore 21:00 UTC+4
Gara unica
Mazembe Flag of the Democratic Republic of the Congo.svg 0 – 3
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Sheikh Zayed (42.174 spett.)
Arbitro Giappone Nishimura

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 29 maggio 2011

Statistiche di squadra[modifica | modifica sorgente]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale M.I.
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 76 19 15 3 1 48 20 19 8 4 7 21 22 38 23 7 8 69 42 0
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 1 1 0 4 3 2 1 1 0 1 0 5 3 2 0 8 4 -
Supercoppaitaliana.png Supercoppa italiana - - - - - - - - - - - - - 1 1 0 0 3 1 -
Coppacampioni.png Champions League - 5 3 0 2 11 9 5 1 1 3 7 12 10 4 1 5 18 21 -7
Supercoppaeuropea.png Supercoppa UEFA - - - - - - - - - - - - - 1 0 0 1 0 2 -
FIFA Club World Cup.svg Coppa del mondo per club - - - - - - - - - - - - - 2 2 0 0 6 0 -
Totale 26 19 4 3 63 32 26 10 6 10 29 34 57 33 10 14 104 70

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica sorgente]

Giocatore Serie A Coppa Italia UEFA Champions League Altro[103] Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Biabiany, J.J. Biabiany[14] 14 0 0 0 1 0 0 0 5 0 0 0 1 1 0 0 21 1 0 0
Biraghi, C.C. Biraghi[15] - - - - - - - - 2 0 0 0 - - - - 2 0 0 0
Cambiasso, E.E. Cambiasso 30 7 0 0 4 0 0 0 7 1 0 0 4 0 1 0 45 8 1 0
Castellazzi, L.L. Castellazzi 15 -21 0 0 2 -2 0 0 3 -3 0 0 - - - - 20 -26 0 0
Cesar, J.J. César 25 -21 0 1 3 -2 0 0 7 -15 0 0 4 -3 0 0 39 -41 0 1
Chivu, C.C. Chivu 24 1 6 1 3 0 1 0 6 0 4 1 4 0 0 0 37 1 11 2
Cordoba, I.I. Córdoba 22 0 4 1 1 0 0 0 5 0 1 0 2 0 0 0 30 0 5 1
Coutinho, P.P. Coutinho 13 1 1 0 - - - - 6 0 0 0 1 0 0 0 20 1 1 0
Eto'o, S.S. Eto'o 35 21 3 0 4 5 0 0 10 8 0 0 4 3 0 0 53 37 3 0
Kharja, H.H. Kharja[13] 15 2 3 0 1 0 0 0 3 0 1 0 - - - - 19 2 4 0
Lúcio, Lúcio 31 1 5 0 4 0 1 0 8 0 4 0 4 0 0 0 47 1 10 0
Maicon, Maicon 28 1 5 0 4 0 2 0 8 0 1 0 3 0 0 0 43 1 8 0
Mancini, Mancini[14] 2 0 0 0 - - - - - - - - - - - - 2 0 0 0
Mariga, M.M. Mariga 12 0 4 0 5 1 0 0 2 0 0 0 2 0 0 0 21 1 4 0
Materazzi, M.M. Materazzi 8 0 2 0 1 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 11 0 2 0
Milito, D.D. Milito 23 5 1 0 3 1 0 0 4 1 0 0 4 1 0 0 34 8 1 0
Motta, T.T. Motta 19 4 5 0 3 0 1 0 5 1 3 0 2 0 1 0 29 5 10 0
Muntari, S.S. Muntari[14] 8 1 2 0 1 0 1 0 3 0 0 0 1 0 0 0 13 1 3 0
Nagatomo, Y.Y. Nagatomo[13] 13 2 0 0 3 0 0 0 3 0 0 0 - - - - 19 2 0 0
Natalino, F.F. Natalino 2 0 0 0 - - - - 1 0 0 0 - - - - 3 0 0 0
Nwankwo, O.O. Nwankwo[14] 2 0 0 0 - - - - 3 0 0 0 - - - - 5 0 0 0
Obi, J.J. Obi 10 0 0 0 2 0 0 0 1 0 0 0 - - - - 13 0 0 0
Orlandoni, P.P. Orlandoni - - - - - - - - 1 -3 0 0 - - - - 1 -3 0 0
Pandev, G.G. Pandev 27 2 2 0 4 0 0 0 7 1 1 0 4 2 0 0 42 5 3 0
Pazzini, G.G. Pazzini[13] 17 11 0 0 3 0 0 0 - - - - - - - - 20 11 0 0
Ranocchia, A.A. Ranocchia[13] 18 0 2 0 4 0 2 0 4 0 1 0 - - - - 26 0 5 0
Rivas, N.N. Rivas[14] - - - - 1 0 0 0 - - - - - - - - 1 0 0 0
Samuel, W.W. Samuel 10 0 0 0 - - - - 3 0 1 0 2 0 2 0 15 0 3 0
Santon, D.D. Santon[14] 12 0 1 0 1 0 0 0 4 0 0 0 1 0 0 0 18 0 1 0
Sneijder, W.W. Sneijder 25 4 1 0 2 0 1 0 9 3 1 0 3 0 0 0 39 7 3 0
Stanković, D.D. Stanković 26 5 6 0 3 1 0 0 7 2 1 0 4 1 0 0 40 9 7 0
Suazo, D.D. Suazo - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Zanetti, J.J. Zanetti 35 0 3 0 5 0 0 0 8 1 1 0 4 1 0 0 52 2 4 0

Giovanili[modifica | modifica sorgente]

Organigramma societario[modifica | modifica sorgente]

Area direttiva e organizzativa

  • Amministratore delegato: Ernesto Paolillo
  • Direttore settore giovanile: Piero Ausilio
  • Responsabile tecnico: Roberto Samaden
  • Responsabile organizzativo: Alberto Celario
  • Responsabile area ricerca e selezione: Pierluigi Casiraghi
  • Coordinatore osservatori: Giuseppe Giavardi
  • Responsabile tecnico attività di base: Giuliano Rusca
  • Responsabile organizzativo attività di base: Rachele Stucchi

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

  • Primavera. Campionato: Play-off semifinali; Coppa Italia: semifinali; Torneo di Viareggio: Vincitore.
  • Allievi nazionali. Campionato: Final Eight.
  • Allievi regionali. Campionato: 3º posto.
  • Giovanissimi nazionali. Campionato: Final Eight.
  • Giovanissimi regionali. Campionato: Vincitore.
  • Giovanissimi regionali B. Campionato: Vincitore.
  • Esordienti.
  • Pulcini 2000.
  • Pulcini 1999.
  • Pulcini 1998.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Inter e Benitez: risoluzione consensuale in Inter.it, 23 dicembre 2010.
  2. ^ a b c Benvenuto!: Leonardo allenatore dell'Inter in Inter.it, 24 dicembre 2010.
  3. ^ a b c d Appiano: Moratti e Leonardo in campo in Inter.it, 29 dicembre 2010.
  4. ^ Moratti e tutta l'Inter: Mourinho, grazie in inter.it, 28 maggio 2010. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  5. ^ Rafael Benitez: benvenuto all'Inter! in inter.it, 10 giugno 2010. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  6. ^ Regolamento Fair Play Finanziario pubblicato in it.uefa.com, 23 giugno 2010. URL consultato il 13 gennaio 2011.
  7. ^ Balotelli al Manchester City in ANSA, 14 agosto 2010. URL consultato il 28 agosto 2010.
  8. ^ Supercoppa, la Roma spreca Eto'o la punisce: 3-1 Inter, La Gazzetta dello Sport, 21 agosto 2010. URL consultato il 28 agosto 2010.
  9. ^ L'Inter fallisce il pokerissimo Supercoppa all'Atletico Madrid, La Gazzetta dello Sport, 27 agosto 2010. URL consultato il 28 agosto 2010.
  10. ^ Benvenuto!: Leonardo allenatore dell'Inter, inter.it, 24 dicembre 2010. URL consultato il 24 dicembre 2010.
  11. ^ Statistiche: Champions League, in Italia nessuno come l'Inter, inter.it, 20 maggio 2011. URL consultato il 22 maggio 2011.
  12. ^ Inter e Nike: scopri le maglie 2010-2011, inter.it, 14 luglio 2010.
  13. ^ a b c d e f g h Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato
  14. ^ a b c d e f g h i j k Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  15. ^ a b c d e Aggregato primavera.
  16. ^ a b (EN) Giacomo Bindi, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  17. ^ Mercato: Castellazzi e l'Inter fino al 2012 in inter.it, 17 giugno 2010.
  18. ^ (EN) Luca Castellazzi, transfermarkt.de. URL consultato il 31 luglio 2010.
  19. ^ a b c Mercato: i risultati delle buste in inter.it, 26 giugno 2010.
  20. ^ (EN) Nicolás Burdisso, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  21. ^ (EN) Nicolas Desenclos, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  22. ^ a b (EN) Dennis Benjamin Esposito, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  23. ^ Mercato: Faraoni con l'Inter fino al 2014 in inter.it, 1º luglio 2010.
  24. ^ (EN) Mancini, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  25. ^ a b Mercato: settore giovanile, 5 operazioni in inter.it, 30 giugno 2010.
  26. ^ Mercato: Ranocchia, 5 anni per l'Inter in inter.it, 21 luglio 2010.
  27. ^ (EN) Rincón, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  28. ^ (EN) Nelson Rivas, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  29. ^ Presentazione Coutinho: info per la stampa in inter.it, 15 luglio 2010.
  30. ^ (EN) Philippe Coutinho, transfermarkt.de. URL consultato il 29 luglio 2010.
  31. ^ a b (EN) Cristian Daminuta, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  32. ^ a b (EN) Attila Filkor, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  33. ^ a b (EN) Alberto Gerbo, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  34. ^ a b (EN) Luis Jiménez, transfermarkt.de. URL consultato il 29 luglio 2010.
  35. ^ (EN) Matteo Lombardo, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  36. ^ a b Mercato: comproprietà, le 20 soluzioni in inter.it, 25 giugno 2010.
  37. ^ (EN) McDonald Mariga, transfermarkt.de. URL consultato il 29 luglio 2010.
  38. ^ a b (EN) Daniele Pedrelli, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  39. ^ (EN) Luca Siligardi, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  40. ^ (EN) David Suazo, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  41. ^ (EN) Victor Obinna, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  42. ^ (EN) Kerlon, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  43. ^ a b Gianluca Litteri, transfermarkt.it. URL consultato il 19 agosto 2010.
  44. ^ (EN) Jonathan Biabiany, transfermarkt.de. URL consultato il 29 luglio 2010.
  45. ^ a b (EN) Riccardo Bocalon, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  46. ^ a b (EN) Aiman Napoli, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  47. ^ Mercato: Belec, prestito al Crotone in inter.it, 6 luglio 2010.
  48. ^ Toldo: "Prima e dopo, sempre con l'Inter" in inter.it, 7 luglio 2010.
  49. ^ (EN) Paolo Tornaghi, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  50. ^ Nicolas Andres Burdisso è giallorosso in asroma.it, 28 agosto 2010.
  51. ^ Mercato: Luca Caldirola al SBV Vitesse in inter.it, 29 giugno 2010.
  52. ^ Mercato: giovani, operazioni in entrata e uscita in inter.it, 25 giugno 2010.
  53. ^ (EN) Antonio Esposito, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  54. ^ (EN) Simone Fautario, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  55. ^ (EN) Michele Rigione, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  56. ^ a b c Mercato: Daminuta, Filkor e Fossati al Milan in inter.it, 16 luglio 2010.
  57. ^ (EN) Jacopo Fortunato, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  58. ^ Mercato: Fossati al Milan in tuttomercatoweb.com, 14 luglio 2010.
  59. ^ Mercato: Krhin in comproprietà al Bologna in inter.it, 27 luglio 2010.
  60. ^ (EN) Rene Krhin, transfermarkt.de. URL consultato il 29 luglio 2010.
  61. ^ (EN) Quaresma at Beşiktaş, bjk.com.tr, 14 giugno 2010.
  62. ^ (EN) Ricardo Quaresma, transfermarkt.de. URL consultato il 29 luglio 2010.
  63. ^ Mercato: Luca Siligardi al Bologna in inter.it, 28 luglio 2010.
  64. ^ Mercato: un acquisto e una cessione in inter.it, 23 luglio 2010.
  65. ^ (EN) Marko Arnautovic, transfermarkt.de. URL consultato il 2 agosto 2010.
  66. ^ (EN) Balotelli signs for City, mcfc.co.uk. URL consultato il 14 agosto 2010.
  67. ^ Transfermarkt.it - Mario Balotelli, transfermarkt.it. URL consultato il 16 agosto 2010.
  68. ^ (EN) Samuele Beretta, transfermarkt.de. URL consultato il 3 agosto 2010.
  69. ^ Mercato: Mattia Destro in prestito al Genoa in inter.it, 20 luglio 2010.
  70. ^ (EN) Hammers capture Obinna in whufc.com, 27 agosto 2010.
  71. ^ a b Mercato: Yuto Nagatomo è dell'Inter in inter.it, 31 gennaio 2011. URL consultato il 31 gennaio 2011.
  72. ^ Yuto Nagatomo, Transfermarkt.it. URL consultato il 31 gennaio 2011.
  73. ^ Mercato: Ranocchia sino al 2015 in inter.it, 03 gennaio 2011. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  74. ^ Andrea Ranocchia, Transfermarkt.it. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  75. ^ Mercato: Kharja è dell'Inter in inter.it, 29 gennaio 2011. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  76. ^ Houssine Kharja, Transfermarkt.it. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  77. ^ Mercato: Christoph Knasmullner sino al 2015 in inter.it, 28 gennaio 2011. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  78. ^ Christoph Knasmüllner, Transfermarkt.it. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  79. ^ UFFICIALE: Knasmüllner e Spendlhofer all'Inter, tuttomercatoweb.com, 27 gennaio 2011.
  80. ^ a b Mercato: Pazzini, benvenuto all'Inter! in inter.it, 28 gennaio 2011. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  81. ^ Giampaolo Pazzini, Transfermarkt.it. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  82. ^ UFFICIALE: scambio sulla rotta Ascoli-Monza, tuttomercatoweb.com
  83. ^ a b c Mercato: le ultime operazioni, inter.it
  84. ^ a b c Settore Giovanile, tre cessioni in prestito, tuttomercatoweb.com
  85. ^ Mercato: Rivas, cessione in prestito in Inter.it, 31 gennaio 2011.
  86. ^ Nelson Rivas, Transfermarkt.it. URL consultato il 31 gennaio 2011.
  87. ^ Davide Santon, Transfermarkt.it. URL consultato il 31 gennaio 2011.
  88. ^ Mercato: Mancini all'Atlético Mineiro in inter.it, 12 gennaio 2011.
  89. ^ Mancini, Transfermarkt.it. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  90. ^ (EN) Sunderland complete Muntari deal in safc.co.uk, 29 gennaio 2011.
  91. ^ Sulley Muntari, Transfermarkt.it. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  92. ^ Mercato: Nwankwo, Obi, Andreolli in Inter.it. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  93. ^ Nwankwo Obiorah, Transfermarkt.it. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  94. ^ Ufficiale: Inter, tre operazioni per la Primavera. Vojtus al Chievo., calcionews24.com
  95. ^ Jonathan Biabiany, Transfermarkt.it. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  96. ^ (PT) Tricolor anuncia atacante Kerlon in ParanaClube.com.br, 26 gennaio 2010.
  97. ^ Inter, Kerlon riparte dall’Atlético Paranaense in calcionews24.com, 25 gennaio 2011.
  98. ^ Kerlon, Transfermarkt.it. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  99. ^ Ufficializzati Acerbi e Rodriguez, genoacfc.it
  100. ^ UFFICIALE: Verona scatenato, ingaggiati Tiboni, Napoli e Peretti, tuttomercatoweb.com
  101. ^ Giornata in programma il 12 dicembre ma rimandata per l'impegno dell'Inter nel Mondiale per club
  102. ^ Giornata in programma il 19 dicembre ma rimandata per l'impegno dell'Inter nel Mondiale per club
  103. ^ Riassume Supercoppa italiana, Supercoppa UEFA e Mondiale per club

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio