Sportklub Niederösterreich Sankt Pölten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SKN Sankt Pölten
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Rosso e Blu.png Rosso-blu
Simboli un lupo
Dati societari
Città Coat of Sankt Pölten.svg Sankt Pölten
Paese Austria Austria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato Erste Liga
Fondazione 2000
Presidente Austria Gottfried Tröstl
Allenatore Austria Martin Scherb
Stadio NV Arena
(8.000 posti)
Sito web www.skn-stpoelten.at
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato di Regionalliga
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Sportklub Niederösterreich Sankt Pölten, detto anche semplicemente St. Pölten, e fino al 2010 anche Sportklub Niederösterreichische Versicherung St. Pölten per motivi di sponsor, è una squadra di calcio della città austriaca di Sankt Pölten, capoluogo dello stato federato della Bassa Austria (Niederösterreich).

Fu fondata nel 2000 dalla fusione delle due preesistenti realtà calcistiche cittadine, il VSE St. Pölten e il FCN St. Pölten.

La squadra milita nella seconda divisione del campionato austriaco, la Erste Liga, dopo la promozione dalla Regionalliga Ost nel 2007-2008.

Storia[modifica | modifica sorgente]

VSE St. Pölten[modifica | modifica sorgente]

Fondato nel 1920, il club nerazzurro raggiunse i vertici del calcio nazionale negli anni novanta, quando fu promosso in Bundesliga. Era a sua volta nato da una fusione fra tre club: BSV Voith (squadra della storica azienda Voith AG), FC St. Pölten e Sportklub Schwarze Elf, da cui furono mutuati i colori sociali e l'anno di fondazione. Nel 1986-1987 il club, con la denominazione di VSE St. Pölten-Gablitz, vinse la Regionalliga Ost e, l'anno dopo, arrivò in 1. Division, l'attuale Bundesliga. Nel suo primo anno in massima divisione arrivò addirittura a qualificarsi per i Meister-Playoff. Dopo alcune stagioni alterne, nel 1994 retrocesse in 2. Division e, nel giro di pochi anni, si ritrovò di nuovo in Regionalliga. Si arrivò così alla fusione con i concittadini del FCN, dando vita nell'estate del 2000 all'attuale club.

I calciatori più famosi ad aver militato nel VSE St. Pölten furono i nazionali austriaci Ernst Aigner, Muhammet Akagündüz, Walter Schachner e Ivica Vastić, il nazionale croato Zlatko Kranjcar, la stella argentina Mario Kempes e il campione ungherese Lajos Détári.

Storia attuale[modifica | modifica sorgente]

La nuova squadra si iscrive al campionato utilizzando le infrastrutture del FCN St. Pölten. Nella stagione 2001-2002 riesce a vincere il campionato di Land, approdando in Regionalliga Ost. Dopo cinque stagioni ottiene la promozione in Erste Liga, campionato dove milita attualmente. Nella stagione 2007-2008 riesce a raggiungere le semifinali della ÖFB-Amateurcup, la competizione che per quella stagione sostituisce la Coppa d'Austria.

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica sorgente]

Stadio[modifica | modifica sorgente]

Il St. Pölten ha giocato fino al 2012 le partite casalinghe al Voithplatz. Costruito negli anni cinquanta, e ristrutturato nel 2007, ha una capienza di 8.000 spettatori[1].

L'amministrazione cittadina ha progettato un nuovo impianto[2] la cui inaugurazione è avvenuta il 7 luglio 2012. La nuova NV Arena, capace di 8.000 spettatori, è stata inaugurata con un torneo triangolare al quale hanno partecipato i padroni di casa, il Rapid Vienna e lo Sparta Praga.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

2007-2008

Competizioni regionali[modifica | modifica sorgente]

2000-2001
2001-2002

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Info sullo stadio
  2. ^ Il nuovo stadio cittadino Sito istituzionale della città di Sankt Pölten.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio