Ricardo Quaresma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricardo Quaresma
Ricardo Quaresma (cropped).jpg
Ricardo Quaresma con la maglia della Nazionale portoghese
Dati biografici
Nome Ricardo Andrade Quaresma Bernardo
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 175[1] cm
Peso 74[2] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala
Squadra Porto Porto
Carriera
Giovanili
2000-2001 Sporting Lisbona Sporting Lisbona
Squadre di club1
2001-2003 Sporting Lisbona Sporting Lisbona 59 (8)
2003-2004 Barcellona Barcellona 22 (1)
2004-2008 Porto Porto 114 (24)
2008-2009 Inter Inter 13 (1)
2009 Chelsea Chelsea 4 (0)
2009-2010 Inter Inter 11 (0)
2010-2012 Besiktas Beşiktaş 40 (8)
2012-2013 Al-Ahli Al-Ahli 10 (2)
2014- Porto Porto 13 (4)
Nazionale
2000
2000
2000-2001
2002-2006
2003-
Portogallo Portogallo U-16
Portogallo Portogallo U-17
Portogallo Portogallo U-19
Portogallo Portogallo U-21
Portogallo Portogallo
 ? (?)
5 (2)
4 (0)
21 (6)
35 (3)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 agosto 2014

Ricardo Andrade Quaresma Bernardo (Vila Nova de Famalicão, 26 settembre 1983) è un calciatore portoghese, ala del Porto e della Nazionale portoghese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È detto anche Ciganito[3] ("Piccolo zingaro") perché il padre è di origine gitana; la madre è invece angolana.[4] Anche suo fratello Alfredo e suo nonno Artur sono stati calciatori.[5] Ha un fratello, di nome Abelardo, anch'egli calciatore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Venne soprannominato Mustang dal suo ex allenatore László Bölöni per la velocità e la potenza che è solito mostrare in campo.[6] Ai tempi dello Sporting era inoltre soprannominato Harry Potter.[6][7]

Ricopre il ruolo di centrocampista esterno. Il suo repertorio ricorda quello del connazionale Cristiano Ronaldo: dribbling, finte e doppi passi.[4] Alcuni gesti tecnici spesso impiegati dal giocatore sono la trivela, un tiro o un cross effettuato con la parte esterna del piede, in modo tale da imprimere al pallone un forte effetto a uscire e una parabola innaturale,[4] e la rabona, il famoso tiro incrociato che tende ad utilizzare quando raggiunge il fondo del campo per crossare.[7]

Nell'intervista alla Gazzetta dello Sport in edicola il 12 settembre 2008, il giocatore ha spiegato come è nato il suo colpo caratteristico, la trivela:

« Avevo i piedi storti verso l'interno e mi veniva da toccare il pallone così: sempre d'esterno e sempre con il destro [...]. L'allenatore non ne poteva più e un giorno mi fa: 'Se calci un'altra volta in quel modo, ti mando fuori'. Un'azione dopo ero già nello spogliatoio, tristissimo. Lui voleva solo che migliorassi, ma poi si è rassegnato: quel colpo mi "usciva" e tuttora mi "esce" così, naturale.[8] »

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori stilata da Don Balón.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli anni allo Sporting[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera comincia a 16 anni nella squadra riserve dello Sporting Lisbona, successivamente passa in prima squadra nella stagione 2001-2002. In quella stagione gioca 28 partite e segna 3 gol vincendo il campionato. Il debutto di Quaresma in Primeira Liga, avviene nella partita dello Sporting Lisbona contro il Porto.

Nella stagione 2002-2003 fu il secondo giocatore più impegnato nello Sporting Lisbona: 31 partite giocate per un totale di 2216 minuti e 5 gol realizzati.

Barcellona[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 fu acquistato dal Barcellona dove giocò 22 partite, 10 da titolare ed 11 entrando dalla panchina, segnando anche un gol.

Durante l'Europeo 2004 annunciò di non voler più giocare nel Barcellona finché ci fosse stato Frank Rijkaard come allenatore[10]: il portoghese fu quindi inserito nella lista dei cedibili e alla fine fu il club rivale dello Sporting, il Porto, ad ingaggiarlo, come parte del saldo per il trasferimento di Deco a Barcellona.[senza fonte]

Porto[modifica | modifica wikitesto]

La partenza fu positiva: andò in gol nella Supercoppa europea, persa contro il Valencia, e segnò l'unica rete nel successo del Porto contro il Benfica nella Supercoppa di Portogallo. Segnò 5 gol in 32 partite di campionato e fu sempre presente nelle partite di Champions League disputate dal Porto, che raggiunse gli ottavi. Alla fine della stagione giunse secondo in campionato alle spalle del Benfica di Giovanni Trapattoni.

Nelle stagioni 2005-2006, 2006-2007 e nel 2007-2008 vinse il campionato sfoggiando appieno la sua classe di fantasista facendo rispettivamente 10, 17 e 14 assist e 5, 6 e 8 goal.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della stagione 2007-2008 esprime la volontà di lasciare il club portoghese per raggiungere l'Inter del neo tecnico José Mourinho, che riesce ad aggiudicarsi il giocatore il 1º settembre 2008, in cambio di 18,6 milioni di euro[11] più il cartellino di Pelé (valutato 6 milioni di euro).[12]

Al suo esordio in Serie A con l'Inter, il 13 settembre 2008, contribuisce alla vittoria contro il Catania segnando con il gesto tecnico della trivela, tiro che viene deviato in rete da Giuseppe Mascara; nelle gare successive inizia a totalizzare una serie di panchine e non convocazioni. L'ultima gara con la maglia nerazzurra è la terza giornata di ritorno, contro il Torino in casa (1-1). Il 1º febbraio Mourinho lo esclude dalla lista UEFA dei giocatori a disposizione per la fase a eliminazione diretta della Champions League 2008-2009.

Il 2 febbraio, nelle ultime ore della sessione di mercato invernale, viene acquistato con la formula del prestito fino al termine della stagione dal Chelsea, voluto dal tecnico dei blues Felipe Scolari.[13]

La parentesi al Chelsea e il ritorno all'Inter[modifica | modifica wikitesto]

Quaresma in azione con l'Inter

Nel club londinese sceglie di vestire la divisa numero 18. Esordisce contro l'Hull City, venendo sostituito al 63' da Didier Drogba. Qualche giorno dopo, esattamente il 9 febbraio, il tecnico che l'aveva richiesto al Chelsea, Luiz Felipe Scolari, viene esonerato. Utilizzato raramente dal nuovo allenatore Guus Hiddink, nei quattro mesi successivi gioca principalmente nella squadra riserve: a fine stagione totalizza solo 5 presenze, 4 in Premier League e una in FA Cup.

Nella stagione 2009-2010 ritorna all'Inter e indossa la maglia numero 7.[14] Esordisce contro il Bari alla prima giornata di campionato, subentrando ad inizio secondo tempo al posto di Patrick Vieira.

Dopo una lunga serie di esclusioni gioca come prima volta da titolare nella stagione 2009-2010 contro la Fiorentina riuscendo a disputare una partita positiva.[15] Durante la partita s'infortuna e viene sostituito nel finale. Torna a conquistare un posto nell'undici iniziale nella partita Inter-Livorno del 24 marzo.

Beşiktaş[modifica | modifica wikitesto]

Quaresma con la maglia del Beşiktaş

Il 14 giugno 2010, attraverso un comunicato ufficiale sul proprio sito, il Beşiktaş ne ufficializza l'acquisto versando nelle casse dell'Inter la cifra di 7,3 milioni di euro.[16][17]

All'esordio ufficiale con la maglia del Beşiktaş, Quaresma sbaglia un calcio di rigore nella sfida contro il Víkingur valida per i preliminari di Europa League; la sfida termina comunque con la vittoria del Beşiktaş per 3-0. Nella gara giocata contro il Viktoria Plzeň valida per il terzo turno preliminare di Europa League, il portoghese segna il suo primo gol con la maglia del club turco (rete del momentaneo 1-0, gara terminata 3-0) con il gesto tecnico della trivela.[18] Fa il suo esordio in campionato nella prima giornata nella gara contro il Bucaspor, vinta dalla sua squadra per 0-1; il primo gol in campionato arriva invece il 29 agosto nella partita vinta 4-1 sul Karabükspor. Segna inoltre il suo undicesimo gol stagionale nella finale di coppa di Turchia, terminata 2-2 tra Beşiktaş e Istanbul B.B, la partita si concluse ai rigori con la vittoria del Beşiktaş. Quaresma nel Beşiktaş ritrova una seconda giovinezza sfornando giocate d'alta classe e gol ad alto tasso tecnico.

Nella stagione 2012-2013 Ricardo viene messo fuori rosa per motivi comportamentali.

A novembre a Lisbona nei pressi del tribunale, dove si trovava per testimoniare come parte lesa in un processo per furto, aggredisce un poliziotto mentre sta rincorrendo un ladro che aveva derubato sua madre. Quaresma è stato così arrestato per «aggressione a pubblico ufficiale».[19][20]

Il 20 dicembre il Beşiktaş annuncia la rescissione del contratto.[21] Conclude la sua esperienza turca con 72 presenze e 18 gol in totale.

Al-Ahli[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 gennaio 2013 firma un contratto di un anno e mezzo con l'Al-Ahli di Dubai.[22] Segna la sua prima rete con la nuova maglia nella semifinale di President's Cup Nel mese di maggio viene rilasciato dal club, chiudendo così la sua esperienza con 13 presenze e 3 gol in totale.

Ritorno al Porto[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 gennaio 2014 viene ufficializzato il suo ingaggio da parte del Porto, squadra in cui Quaresma aveva già militato tra il 2004 ed il 2008, con un contratto fino al 2016. Il suo esordio avviene il 12 gennaio in Benfica-Porto 2-0 subentrando al compagno Licá al minuto 55 con la maglia numero 7. Gioca poi da titolare la sfida di Coppa vinta per 4-0 contro il Penafiel segnando il primo gol al minuto 11.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Quaresma in duello con Pablo Zabaleta.
Quaresma si appresta a battere un calcio di punizione.

Ha vinto un Europeo Under-16 nel 2000.

Il suo debutto con la Nazionale maggiore avvenne nel giugno 2003 in amichevole contro la Bolivia. Il 6 febbraio 2008 ha segnato una rete contro l'Italia di Roberto Donadoni in un'amichevole giocata a Zurigo.

Un infortunio e la scarsa forma impedirono a Quaresma di partecipare all'Europeo Under-21 2004, all'Europeo 2004 e alle Olimpiadi di Atene. A sorpresa non fu poi convocato per il campionato del mondo 2006.

Esordì al campionato d'Europa 2008 nella partita vinta dal Portogallo contro la Rep. Ceca, rimpiazzando Simão nel secondo tempo e segnando il gol del definitivo 3-1 su assist di Cristiano Ronaldo.

Viene convocato, non venendo però mai impiegato, per l'Europeo 2012.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Portogallo Sporting Lisbona PL 28 3 CP 6 2 CU 2 0 - - - 36 5
2002-2003 PL 31 5 CP 2 0 CU 2 0 SP 1 0 36 5
Totale Sporting Lisbona 59 8 8 2 4 0 1 0 72 10
2003-2004 Spagna Barcellona PD 22 1 CR 2 0 CU 4 0 - - - 28 1
2004-2005 Portogallo Porto PL 32 5 CP 1 0 UCL 8 0 SP+SU+CInt 1+1+1 1+1+0 44 7
2005-2006 PL 29 5 CP 4 0 UCL 6 0 - - - 39 5
2006-2007 PL 26 6 CP 1 0 UCL 8 2 SP 1 0 35 8
2007-2008 PL 27 8 CP+CdL 3+0 1 UCL 8 2 SP 1 0 39 11
2008-gen. 2009 Italia Inter A 13 1 CI 0 0 UCL 6 0 SI 0 0 19 1
gen.-giu. 2009 Inghilterra Chelsea PL 4 0 FACup+CdL 1+0 0 UCL - - CS - - 5 0
2009-2010 Italia Inter A 11 0 CI 0 0 UCL 2 0 SI 0 0 13 0
Totale Inter 24 1 0 0 8 0 0 0 32 1
2010-2011 Turchia Beşiktaş SL 21 3 TK 8 3 UEL 10[23] 5[24] - - - 39 11
2011-2012 SL 19+6[25] 5 TK 1 0 UEL 8 2 - - - 34 7
ago.-dic. 2012 SL - - TK - - - - - - - - - -
Totale Beşiktaş 40+6 8 9 3 18 7 - - 73 18
gen.-giu. 2013 Emirati Arabi Uniti Al-Ahli UPL 10 2 CdP 3 1 - - - EEC 0 0 13 3
gen.-giu. 2014 Portogallo Porto PL 12 4 CP+CdL 3+3 1+1 UEL 6 4 SP - - 24 10
2014-2015 PL 1 0 CP+CdL 0+0 0 UCL 1 0 - - - 2 0
Totale Porto 127 28 15 3 37 8 5 2 184 41
Totale carriera 286+6 48 38 9 71 15 6 2 407 74

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Portogallo Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-6-2003 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
17-11-2004 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 5 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
4-6-2005 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 0 Slovacchia Slovacchia Qual. Mondiali 2006 -
17-8-2005 Ponta Delgada Portogallo Portogallo 2 – 0 Egitto Egitto Amichevole -
1-3-2006 Riyad Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole -
15-11-2006 Coimbra Portogallo Portogallo 3 – 0 Kazakistan Kazakistan Qual. Euro 2008 -
6-2-2007 Londra Brasile Brasile 0 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole -
24-3-2007 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Belgio Belgio Qual. Euro 2008 1
28-3-2007 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
2-6-2007 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
5-6-2007 Madinat al-Kuwait Kuwait Kuwait 1 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
22-8-2007 Yerevan Armenia Armenia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
8-9-2007 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 2 Polonia Polonia Qual. Euro 2008 -
12-9-2007 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Serbia Serbia Qual. Euro 2008 -
13-10-2007 Baku Azerbaigian Azerbaigian 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
17-10-2007 Almaty Kazakistan Kazakistan 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
17-11-2007 Leiria Portogallo Portogallo 1 – 0 Armenia Armenia Qual. Euro 2008 -
21-11-2007 Oporto Portogallo Portogallo 0 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Euro 2008 -
6-2-2008 Zurigo Italia Italia 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole 1
26-3-2008 Düsseldorf Grecia Grecia 2 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
31-5-2008 Viseu Portogallo Portogallo 2 – 0 Georgia Georgia Amichevole -
11-6-2008 Ginevra Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2008 - 1º Turno 1
15-6-2008 Basilea Svizzera Svizzera 2 – 0 Portogallo Portogallo Euro 2008 - 1º Turno -
11-10-2008 Solna Svezia Svezia 0 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
15-10-2008 Braga Portogallo Portogallo 0 – 0 Albania Albania Qual. Mondiali 2010 -
3-9-2010 Guimarães Portogallo Portogallo 4 – 4 Cipro Cipro Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
9-2-2011 Carouge Argentina Argentina 2 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
26-3-2011 Leiria Portogallo Portogallo 1 – 1 Cile Cile Amichevole -
29-3-2011 Aveiro Portogallo Portogallo 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
11-10-2011 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
15-11-2011 Lisbona Portogallo Portogallo 6 – 2 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2012 -
Totale Presenze 32 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sporting Lisbona: 2001-2002
Porto: 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008
Sporting Lisbona: 2001-2002
Porto: 2005-2006
Sporting Lisbona: 2002
Porto: 2004, 2006
Chelsea: 2008-2009
Inter: 2009-2010
Inter: 2009-2010
Beşiktaş: 2010-2011
Al Ahli: 2012-2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Porto: 2004
Inter: 2009-2010

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2000

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2005, 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.fcporto.pt/en/Futebol/Plantel/Pages/detalhe-do-plantel.aspx?cat=Avan%C3%A7ado&playerId=491&playerGuid=81f3c153-4a46-415b-81b8-a53f90e6861a
  2. ^ http://www.fcporto.pt/en/Futebol/Plantel/Pages/detalhe-do-plantel.aspx?cat=Avan%C3%A7ado&playerId=491&playerGuid=81f3c153-4a46-415b-81b8-a53f90e6861a
  3. ^ (EN) Player profile: Ricardo Quaresma, www.Portugoal.net. URL consultato l'08-09-2008.
  4. ^ a b c Tancredi Palmeri, Quaresma, l'arte di stupire, Gazzetta.it. URL consultato l'08-09-2008.
  5. ^ Profilo su Calciozz.it
  6. ^ a b Stefano Chioffi, Quaresma, l'incantatore che fa sognare, Corrieredellosport.it, 22-04-2008. URL consultato il 23-07-2008.
  7. ^ a b Paolo Salvatore Orrù, Quaresma alla corte di Special One, c'è la firma, Sport.tiscali.it. URL consultato l'08-09-2008.
  8. ^ Andrea Elefante, Scoprite Quaresma "La trivela è la mia firma", www.gazzetta.it, 12 settembre 2008. URL consultato il 09-12-2008.
  9. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 02-11-2010. URL consultato il 22-11-2011.
  10. ^ (ES) Rijkaard despreció a Quaresma, mundodeportivo.com, 20 giugno 2004. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  11. ^ Ufficiale: Ricardo Quaresma all'Inter, tuttomercatoweb.com. URL consultato il 09-07-2011.
  12. ^ Mercato: ufficiale, Quaresma è dell'Inter, Inter.it. URL consultato il 02-09-2008.
  13. ^ Chelseafc.com, Quaresma signs on loan
  14. ^ Archivio - Home Page
  15. ^ Quaresma, infortunio col giallo, SportMediaset.it, 29-11-2009. URL consultato l'08-12-2009.
  16. ^ (EN) Quaresma at Beşiktaş, bjk.com.tr, 14 giugno 2010.
  17. ^ Il Beşiktaş scommette su Quaresma, it.uefa.com, 14-06-2010.
  18. ^ Quaresma torna con la trivela sportmediaset.mediaset.it
  19. ^ Follia Quaresma: arrestato a Lisbona lastampa.it, 15 novembre 2012
  20. ^ Guai per il re della "trivela" gazzetta.it, 14 novembre 2012
  21. ^ Calcio - Besiktas: Quaresma rescinde il contratto eurosport.yahoo.com
  22. ^ UFFICIALE: Al-Ahli, ingaggiato l'ex Inter Quaresma, tuttomercatoweb.com, 07-01-2013. URL consultato l'08-01-2013.
  23. ^ 6 presenze nei turni preliminari.
  24. ^ 3 reti nei turni preliminari.
  25. ^ Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]