McDonald Mariga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MacDonald Mariga
Mariga.jpg
Dati biografici
Nome MacDonald Mariga Wanyama
Nazionalità Kenya Kenya
Altezza 188 cm
Peso 86 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Squadre di club1
2005-2006 Enkoping Enköping 1 (0)
2006-2007 Helsingborg Helsingborg 37 (6)
2007-2010 Parma Parma 62 (4)
2010-2011 Inter Inter 20 (1)
2011-2012 Real Sociedad Real Sociedad 14 (0)
2012 Parma Parma 11 (1)
2012-2013 Inter Inter 1 (0)
2013 Parma Parma 2 (0)
2013-2014 Inter Inter 0 (0)
Nazionale
2004- Kenya Kenya 34 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2013

MacDonald Mariga Wanyama (Nairobi, 4 aprile 1987) è un calciatore keniota, centrocampista svincolato della Nazionale keniota.

Ha un fratello Victor Wanyama anch'egli calciatore che gioca nel Southampton in Inghilterra ed anche nella Nazionale keniota.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Centrocampista in possesso di un buon bagaglio tecnico, ma che ha nella velocità, corsa e resistenza fisica la sua arma principale; è anche dotato nell'intercettare i palloni persi dagli avversari e ha una discreta visione di gioco.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

La sua carriera inizia nelle giovanili dell'Ulinzi Stars, per poi passare al Pipeline. Approda nel 2005 in Svezia nelle file del club di terza divisione Enköping. Dopo una sola stagione all’Enköpings firma per l'Helsingborg per la stagione 2006, dove colleziona 4 reti in 24 presenze e vince la Coppa di Svezia. Nell'estate 2007 disputa con la formazione svedese i turni preliminari di Coppa UEFA.

Parma[modifica | modifica sorgente]

Si è trasferito al Parma nell'agosto 2007[2], in prestito con diritto di riscatto a prezzo già fissato. All'inizio del campionato 2007-2008 trova difficoltà nell'affermarsi tra i titolari, a causa dell'agguerrita concorrenza di Stefano Morrone, Daniele Dessena e Francesco Parravicini, e riesce a giocare solo qualche stralcio di partita. L'esordio in Serie A avviene nel match casalingo perso 3-0 contro la Roma il 7 ottobre 2007. È stato il primo giocatore keniota a esordire in Serie A. Nel corso della stagione disputa 18 gare. Alla fine della stagione, nonostante la retrocessione in Serie B, rimane al Parma; la società emiliana ne ha infatti riscattato il cartellino.[2] Segna il suo primo gol in Italia il 28 febbraio 2009 nell'incontro Modena-Parma finito 2-2, mentre nelle successive partite segna 2 gol in 4 partite rispettivamente contro Empoli e Triestina.

Inter[modifica | modifica sorgente]

Il 1º febbraio 2010 è stato acquistato dall'Inter con la formula della comproprietà:[3] la società nerazzurra ha rilevato la metà del cartellino del calciatore keniota[4] per una cifra pari a 2.5 milioni di euro[5]. Per lui Massimo Moratti ha ceduto la metà del cartellino del giovane francese Jonathan Biabiany ed effettuato il prestito di Luis Jiménez. Il 3 febbraio 2010 fa il suo esordio con la maglia nerazzurra nella gara di andata della semifinale di Coppa Italia, contro la Fiorentina (1-0 per i nerazzurri), subentrando a Wesley Sneijder al 91' e il 16 marzo dello stesso anno esordisce anche in Champions League, sostituendo ancora una volta Sneijder nei minuti finali della partita di ritorno degli ottavi di finale, contro il Chelsea. il 24 aprile segna il suo primo gol con la maglia dell'inter nella vittoria per 3-1 ai danni dell'Atalanta, Il 25 giugno 2010 il Parma annuncia ufficialmente di averne ceduto la metà del cartellino all'Inter.[6][7] Segna negli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Genoa il 12 gennaio 2011, fissando il 3-1 parziale. La partita terminerà sul 3-2. Con l'Inter ha vinto finora uno scudetto, due Coppe Italia, una Supercoppa italiana, una Champions League e un Mondiale per club.

Il prestito al Real Sociedad[modifica | modifica sorgente]

Il 18 agosto 2011 Inter e Real Sociedad trovano l'accordo per il passaggio del centrocampista keniota alla formazione spagnola in prestito con diritto di riscatto[8], previo superamento delle visite mediche.[9] Il giorno successivo viene ufficialmente presentato.[10] Debutta in campionato il 10 settembre contro il Barcellona (2-2) venendo sostituito al minuto 81 da Mikel Aranburu. Gioca sempre da titolare anche la settimana successiva in trasferta contro il Siviglia (1-0) rimediando anche un'ammonizione.

Il prestito a Parma[modifica | modifica sorgente]

Il 30 gennaio 2012, dopo aver collezionato 18 presenze totali con gli spagnoli, la Lega Calcio annuncia che il giocatore torna anticipatamente all'Inter.[11] Il giorno stesso viene girato in prestito con diritto di riscatto della metà al Parma, facendo così ritorno al club che lo portò in Italia nel 2007[12]. Debutta da titolare il 5 febbraio nella vittoria esterna per 1-2 contro il Chievo. Il 31 marzo segna il suo primo gol nella vittoria per 3-1 contro la Lazio. L'11 aprile durante la partita di campionato contro il Novara, il giocatore riporta, in uno scontro di gioco avvenuto nei minuti finali della gara, la rottura del legamento crociato anteriore destro contringendolo a chiudere anticipatamente la stagione.[13] Termina la sua seconda esperienza con i parmigiani con 11 presenze ed 1 gol.

Il ritorno all'Inter[modifica | modifica sorgente]

La stagione successiva ritorna all'Inter. Ritorna in campo il 10 novembre con la maglia numero 8 giocando il primo tempo di Inter-Modena 0-0 della formazione Primavera.[14][15] Torna a giocare in Serie A quasi sette mesi dopo l'infortunio, il 2 dicembre nella partita casalinga vinta per 1-0 contro il Palermo subentrando al minuto 81 a Esteban Cambiasso. Gioca poi da titolare il 18 dicembre, nella partita Inter-Verona (2-0), valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia.

Il secondo prestito a Parma[modifica | modifica sorgente]

Il 30 gennaio 2013 ritorna al Parma con la formula della cessione temporanea con diritto di opzione con accordo di partecipazione con i parmigiani.[16] Fa il suo terzo esordio con la maglia gialloblu il 3 febbraio, nella partita Fiorentina-Parma (2-0), subentrando nel secondo tempo. La settimana seguente in Parma-Genoa si infortuna agli adduttori; questa è l'ultima presenza nella nuova esperienza emiliana.

Il nuovo ritorno all'Inter[modifica | modifica sorgente]

Il 2 luglio 2013 ritorna all'Inter, dove però non viene convocato per il ritiro pre-campionato dal nuovo allenatore dei nerazzurri, Walter Mazzarri.[17]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Esordì con la Nazionale nel 2006. Ha segnato il suo primo gol internazionale con il Kenya contro lo Swaziland il 25 marzo 2007.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 1º settembre 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006 Svezia Enköpings C 1 0 CS 0 0 - - - - - - 1 0
ago. 2006 Svezia Helsingborg A 23 4 CS 0 0 - - - - - - 23 4
lug.-ago. 2007 A 14 2 CS 0 0 CU 2[18] 0 SS 1 0 17 2
Totale Helsingborg 37 6 0 0 2 0 1 0 40 6
ago. 2007-2008 Italia Parma A 18 0 CI 0 0 - - - - - - 18 0
2008-2009 B 35 4 CI 2 0 - - - - - - 37 4
2009-gen. 2010 A 9 0 CI 1 0 - - - - - - 10 0
gen.-giu. 2010 Italia Inter A 8 1 CI 2 0 UCL 3 0 SI - - 13 1
2010-2011 A 12 0 CI 5 1 UCL 2 0 SI+SU+Cmc 1+0+1 0 21 1
2011-gen. 2012 Spagna Real Sociedad PD 14 0 CR 4 0 - - - - - - 18 0
gen.-giu. 2012 Italia Parma A 11 1 CI - - - - - - - - 11 1
2012-gen. 2013 Italia Inter A 1 0 CI 1 0 UEL[19] - - - - - 2 0
gen.-giu. 2013 Italia Parma A 2 0 CI - - - - - - - - 2 0
Totale Parma 75 5 3 0 - - - - 78 5
2013-2014 Italia Inter A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Inter 21 1 8 1 5 0 2 0 36 2
Totale carriera 148 12 15 1 7 0 3 0 173 13

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Helsingborg: 2006
Inter: 2009-2010
Inter: 2009-2010; 2010-2011
Inter: 2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Inter: 2009-2010
Inter: 2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ MacDonald Mariga, la “cosa migliore” alla corte dell’Inter, sport10.it, 02-02-2010.
  2. ^ a b (DE) Transfermarkt.de - MacDonald Mariga, transfermarkt.de. URL consultato il 02-02-2010.
  3. ^ Mercato: Mariga all'Inter, avrà il numero 17, inter.it, 01-02-2010.
  4. ^ McDonald Mariga, la cosa migliore alla corte dell'Inter
  5. ^ Ultim'ora Calciomercato: Mariga all’Inter ora è ufficiale
  6. ^ Comproprietà: ufficializzati rinnovo di Paloschi e cessione di Biabiany, fcparma.com, 25-06-2010.
  7. ^ Mercato: comproprietà, le 19 soluzioni, inter.it, 25-06-2010.
  8. ^ inter.it, Mercato: Mariga, prestito in Spagna, 19-08-2011. URL consultato il 19-08-2011.
  9. ^ (ES) realsociedad.com, COMUNICADO OFICIAL: PRINCIPIO DE ACUERDO PARA LA CESIÓN DE MARIGA, 18-08-2011. URL consultato il 18-08-2011.
  10. ^ (EN) realsociedad.com, MARIGA, MUY FELIZ POR RECALAR EN "UN CLUB HISTÓRICO", 19-08-2011. URL consultato il 19-08-2011.
  11. ^ legaseriea.it, Tutti i trasferimenti - Inter, 30-01-2012. URL consultato il 30-01-2012.
  12. ^ inter.it, Mercato: Coutinho in Spagna, Mariga a Parma, 31-01-2012. URL consultato il 31-01-2012.
  13. ^ Mariga: rottura del crociato anteriore Gazzetta dello Sport
  14. ^ SITUAZIONE INFORTUNATI: CHI RIENTRA PRIMA canaleinter.it, 12 novembre 2012
  15. ^ inter.it, Primavera, Inter-Modena: 0-0 è un pari che sta stretto, 10-11-2012. URL consultato il 12-11-2012.
  16. ^ Mercato: entrata e uscita, tutte le operazioni. URL consultato il 1 febbraio 2013.
  17. ^ F.C. Internazionale - Sito Ufficiale
  18. ^ nei turni preliminari.
  19. ^ Non inserito nella lista UEFA.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Svincolato