Ezequiel Muñoz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ezequiel Muñoz
EzequielMuñoz.PNG
Ezequiel Muñoz con la maglia del Boca Juniors
Dati biografici
Nome Ezequiel Matías Muñoz
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 185 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Palermo Palermo
Carriera
Giovanili
1995-2000
2004-2007
Argentinos Jrs Argentinos Jrs
Boca Juniors Boca Juniors
Squadre di club1
2008-2010 Boca Juniors Boca Juniors 17 (0)
2010- Palermo Palermo 119 (4)
Nazionale
 ????
????
Argentina Argentina U-17
Argentina Argentina U-20
 ? (?)
? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2014

Ezequiel Matías Muñoz (Pergamino, 8 ottobre 1990) è un calciatore argentino, difensore del Palermo.

Ritenuto dalla rivista sportiva settimanale spagnola Don Balón uno dei migliori calciatori nati dopo il 1989,[1] è soprannominato El niño de Pergamino ed El Chiquito;[2][3] da quest'ultimo deriva il nomignolo con cui ci si riferisce a lui, Chiqui,[4] assegnatogli dall'ex compagno di squadra al Boca Juniors Nicolás Gaitán.[5]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il 18 giugno è diventato padre per la prima volta, di Jazmin, avuta dalla compagna Estefania.[6] Ha inoltre un fratello e si diletta a giocare a ping pong.[7]

Possiede il passaporto spagnolo.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

È un difensore forte fisicamente e dotato di potenza, solidità difensiva ed eccellente gioco aereo.[8][9] Possiede anche precisione negli interventi,[10] senso della posizione, determinazione e tempismo.[11] È anche abile nell'anticipo,[12] provando il tackle[13] piuttosto che temporeggiare aspettando l'avversario,[13] anche se non è velocissimo.[14]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Argentinos Juniors[modifica | modifica sorgente]

All'età di cinque anni, fino ai dieci anni, ha giocato nel­l'Argentinos Juniors (non la squadra di Buenos Aires, ma una piccola società della sua città).[15]

Boca Juniors[modifica | modifica sorgente]

A quattordici anni è arrivato il trasferimento al Boca Juniors, dove è stato soprannominato El Chiquito, e Muñoz è andato a vivere da solo.[15] Inserito in prima squadra fin dai diciassette anni,[15] nella stagione 2008-2009 ha giocato due partite nel campionato argentino, una partita in Coppa Libertadores e tre nella Copa Sudamericana.

Ha esordito in prima squadra, da titolare per tutti i novanta minuti, il 24 settembre 2008 nell'incontro internazionale contro l'LDU Quito (vittoria per 4-0) in quest'ultima manifestazione,[16] mentre l'esordio in campionato risale al 12 aprile 2009 nella sconfitta per 1-0 in casa dell'Estudiantes de la Plata.[17] Tra il 28 aprile 2009 e il 29 ottobre dello stesso anno è stato fuori causa per un infortunio[12] al legamento crociato del ginocchio[18] con interessamento del menisco.

Con l'allenatore Alfio Basile è stato relegato tra le riserve, mentre dopo il cambio alla guida della squadra, con l'arrivo di Claudio Borghi, torna ad essere un titolare.

Palermo[modifica | modifica sorgente]

Il 27 luglio 2010 l'agenzia argentina Dodici Corporation, che cura i suoi interessi,[19] ha annunciato ufficialmente il passaggio del giocatore alla squadra italiana del Palermo in cambio di 6 milioni di dollari,[20] pari a 4,6 milioni di euro.[2] Il giovane difensore ha preferito lasciare la squadra ove era cresciuto visti anche gli arrivi dei connazionali pariruolo Christian Cellay, Juan Insaurralde e Matías Caruzzo.[20] L'acquisto viene comunicato dalla società rosanero il 4 agosto 2010[21] e perfezionato presso la Lega Serie A il giorno successivo:[22] la durata del contratto è di cinque anni,[21] con ingaggio da 700.000 a stagione.[23]

Esordisce con la maglia rosanero nel ritorno dei play-off di Europa League contro gli sloveni del Maribor (sconfitta per 3-2), giocando titolare.[24] Il 29 agosto debutta nella massima serie italiana, giocando titolare la prima giornata di campionato pareggiata per 0-0 contro il Cagliari.[25] Il 15 dicembre 2010 segna la sua prima rete sia in carriera che in maglia rosanero, nella partita valida per la sesta giornata della fase a gironi dell'Europa League in trasferta contro gli svizzeri del Losanna: realizza il gol partita all'86', da subentrante.[26] Il 29 maggio 2011 realizza il suo secondo ed ultimo gol stagionale, quello del 2-1 momentaneo nella finale di Coppa Italia persa poi per 3-1 contro l'Inter.[27] Al termine della stagione le presenze sono 42 fra campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Titolare nel doppio confronto del terzo turno preliminare di Europa League contro gli svizzeri del Thun giocato all'inizio della stagione successiva, in seguito diviene riserva visti l'acquisto di Matías Silvestre, il recupero dall'infortunio di Mauro Cetto e il cambio di allenatore poiché Devis Mangia, subentrato a Stefano Pioli, schiera Giulio Migliaccio al centro della difesa. Gioca la prima partita in campionato il 10 dicembre, nella sconfitta casalinga per 1-0 contro il Cesena e valida per la quindicesima giornata, incontro nel quale subisce un'espulsione.[28]

Con l'avvento in panchina di Bortolo Mutti torna a giocate titolare, concludendo la stagione 2011-2012 con 21 presenze (19 in campionato e 2 in Europa League) e una rete all'attivo, di testa su azione d'angolo, decisiva per il pareggio contro il Lecce nella 28ª giornata. In assenza per infortunio di Eros Pisano, ha giocato anche come terzino destro.[29]

La stagione successiva si conclude con la retrocessione dei rosanero, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Muñoz scende in campo per 32 volte.

Nella stagione stagione 2013-2014 viene nominato vice-capitano dietro Édgar Barreto dal tecnico Gennaro Gattuso. Un infortunio lo ha tenuto fuori dal campo per le prime partite stagionali, debuttando – per la prima volta con la fascia al braccio data l'iniziale assenza del paraguaiano – l'8 settembre 2013 nella gara vinta in trasferta contro il Padova per 3-0.[30][31] In Brescia-Palermo (1-1) dell'ottava giornata di campionato ha raggiunto la centesima partita in maglia rosanero, così suddivise: 90 nei campionati, 7 nella coppa nazionale e 6 in ambito internazionale.[32] In Palermo-Cittadella (3-1) della diciottesima giornata di campionato realizza la prima doppietta in carriera. Il 3 maggio 2014, dopo la vittoria contro il Novara per 1-0 in trasferta, ottiene la promozione in Serie A – con annessa vittoria del campionato – con cinque giornate d'anticipo. A fine stagione è inserito nella formazione ideale del campionato durante il "Gran Galà Top 11 Serie B",[33] chiudendo con 33 presenze in campionato.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nel 2009 era stato convocato dal commissario tecnico della Nazionale argentina Diego Armando Maradona per un'amichevole contro il Panamá, in una squadra esclusivamente formata da giocatori militanti nel campionato argentino e ricordata come la volta in cui Maradona convocò sette giocatori infortunati, tra cui appunto Muñoz (come già citato sopra), che dovette quindi rinunciare alla convocazione.[34]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 31 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Argentina Boca Juniors PD 2 0 - - CL+CS 1+4 0 - - 7 0
2009-2010 PD 15 0 - - - - - - 15 0
Totale Boca Juniors 17 0 - - 1+4 0 - - 22 0
2010-2011 Italia Palermo A 34 0 CI 4 1 UEL 4[35] 1 - - - 42 2
2011-2012 A 19 1 CI 0 0 UEL 2[36] 0 - - - 21 1
2012-2013 A 32 0 CI 0 0 - - - - - - 32 0
2013-2014 B 33 3 CI 0 0 - - - - - - 33 3
2014-2015 A 1 0 CI 1 0 - - - - - - 2 0
Totale Palermo 119 4 5 1 6 1 - - 130 6
Totale carriera 136 4 5 1 11 1 - - 152 6

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Palermo: 2013-2014

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, Thespoiler.co.uk. URL consultato il 22 novembre 2011.
  2. ^ a b (FR) Ezequiel Munoz à Palerme Llequipe.fr
  3. ^ Palermo, Munoz: da Chiquito a El Grinta Tuttopalermo.net
  4. ^ Munoz: "Nazionale? La conquisto grazie a Palermo" Mediagol.it
  5. ^ "A tu per tu" con... Munoz Palermocalcio.it
  6. ^ È nata Jazmin Munoz Palermocalcio.it
  7. ^ Antonio Maglie, Corriere dello Sport - Ed. Sicilia, del 27 novembre 2010.
  8. ^ Ezequiel Munoz: la scheda Palermo24.net
  9. ^ (ES) Profilo su bocajuniors.com.ar
  10. ^ Fabrizio Vitale, La Gazzetta dello Sport, 14 agosto 2010.
  11. ^ Palermo: Ok la nuova coppia difensiva Calciomercato.com
  12. ^ a b Mercato: la scheda di Ezequiel Munoz Mediagol.it
  13. ^ a b La rinascita del Chiqui. Ecco come Gasp ha rigenerato Ezequiel Munoz Mediagol.it
  14. ^ Palermo, focus Munoz: il dopo-Kjaer è argentino ma comunitario Calciomercato.com
  15. ^ a b c Paolo Vannini, Corriere dello Sport, 20 gennaio 2010.
  16. ^ Boca Juniors-LDU Quito 4-0 it.soccerway.com
  17. ^ Estudiantes de la Plata-Boca Juniors 1-0 it.soccerway.com
  18. ^ (ES) Ezequiel Muñoz se rompió los ligamentos cruzados Infobae.com
  19. ^ Ufficiale, Munoz è un giocatore del Palermo Tuttopalermo.net
  20. ^ a b Muñoz se va hoy al Palemo dodici.com.ar
  21. ^ a b Preso Ezequiel Muñoz Ilpalermocalcio.it
  22. ^ Tutti i trasferimenti - Palermo Legaseriea.it
  23. ^ La Gazzetta dello Sport, 8 settembre 2011.
  24. ^ Maribor-Palermo 3-2 it.uefa.com
  25. ^ Palermo-Cagliari 0-0 Ilpalermocalcio.it
  26. ^ Palermo fuori a testa alta it.uefa.com
  27. ^ Inter-Palermo 3-1 Ilpalermocalcio.it
  28. ^ Palermo-Cesena 0-1 Palermocalcio.it
  29. ^ Palermo, un Pisano in più nel motore Linksicilia.it
  30. ^ Padova-Palermo. Le formazioni ufficiali Palermocalcio.it
  31. ^ Palermo: recupera Munoz, Barreto quasi, pericolo rientrato per Daprelà Golsicilia.it
  32. ^ Munoz, cento presenze in rosanero Palermocalcio.it
  33. ^ Rimini.Lunedì’ al “Coconuts” ore 19.00 “Gran Galà Top 11 serie B”. Consegna degli Awards. Barsportrimini.com
  34. ^ (ES) Ezequiel Muñoz sufrió una grave lesión Lacapitalmdp.com
  35. ^ Una presenza nei play-off.
  36. ^ Terzo turno preliminare.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]