Jaap Stam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jaap Stam
Jaap Stam met fan cropped.jpg
Dati biografici
Nome Jakob Stam
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 191 cm
Peso 90 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Jong Ajax Jong Ajax
Ritirato 2007 - giocatore
Carriera
Giovanili
1990-1992 600px Nero e Giallo (Strisce).png DOS Kampen
Squadre di club1
1992-1993 Zwolle Zwolle 32 (1)
1993-1995 Cambuur Cambuur 66 (4)
1995 Willem II Willem II 19 (1)
1996-1998 PSV PSV 76 (11)
1998-2001 Manchester Utd Manchester Utd 80 (1)
2001-2004 Lazio Lazio 70 (3)
2004-2006 Milan Milan 42 (2)
2006-2007 Ajax Ajax 27 (1)
Nazionale
1996-2004 Paesi Bassi Paesi Bassi 67 (3)
Carriera da allenatore
2009 Zwolle Zwolle Interim
2010-2013 Zwolle Zwolle Vice
2011-2012 Ajax Ajax All.Giovanili
2013-2014 Ajax Ajax Assistente
2014- Jong Ajax Jong Ajax
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 maggio 2014

Jakob Stam detto Jaap (Kampen, 17 luglio 1972) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore olandese, di ruolo difensore. È alla guida dello Jong Ajax insieme ad Andries Ulderink.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Ha cominciato la sua carriera calcistica dalle giovanili della squadra olandese DOS Kampen. Nell'estate del 1992 ha firmato un contratto con lo Zwolle, squadra in cui ha militato per una stagione disputando 32 incontri e mettendo a segno una rete. Dal 1993 al 1995 ha vestito i colori del Cambuur Leeuwarden totalizzando 66 presenze e quattro reti. Nel 1995 passa al Willem II giocando 19 partite e segnando una rete.

Dopo due stagioni, 76 presenze e 11 reti al PSV Eindhoven, abbandona il campionato olandese e si trasferisce in Inghilterra al Manchester United F.C.. Nella stagione 1998-1999 il Manchester vince il campionato, la Coppa dei Campioni e l'FA Cup, inanellando fra l'altro una serie record di quarantacinque incontri consecutivi senza sconfitte (dal 24 dicembre 1998 al 3 ottobre 1999). Nelle due stagioni seguenti il palmares del difensore si arricchisce di un'altra vittoria (1999-2000) della Premier League.

L'esperienza inglese termina nell'agosto 2001 quando viene acquistato dalla Lazio, nei suoi primi 6 mesi colleziona solo 5 presenze. La sua seconda stagione nel campionato italiano inizia però in maniera infelice, infatti il 13 ottobre 2001 a seguito di un controllo antidoping dopo la partita Atalanta-Lazio l'olandese risulta positivo al nandrolone e, il 24 gennaio viene condannato a cinque mesi di squalifica[1] ridotti, in seguito, a quattro dalla Commissione d'Appello Federale. Nonostante questo episodio, nelle tre stagioni e mezzo in cui ha militato nelle file della Lazio, ha mostrato al pubblico italiano le proprie capacità tecniche basate sulla notevole prestanza fisica, abbinata ad una buona tecnica soprattutto nell'impostazione del gioco e nel possesso palla. Nella fase offensiva ha evidenziato ottime capacità balistiche nei calci di punizione battuti prevalentemente rasoterra. Il suo periodo biancoceleste si conclude con 70 presenze e 3 reti in campionato. A maggio chiude alla grande l'esperienza romana con la conquista della Coppa Italia 2003-2004.

Al Milan, giunge all'inizio della stagione 2004-2005. Durante il primo campionato in maglia rossonera, dopo alcuni mesi di sosta dovuti ad un infortunio, ha dato prova della sua abilità, sia nelle 17 presenze in campionato sia nei diversi incontri di Champions League disputati. Ne è un esempio il suo gol di testa nel quarto di finale del 2004-2005 contro l'Inter, che portò in vantaggio i rossoneri (la partita finì poi 2-0)[2]. Il ritorno verrà poi disputato ma sospeso per colpa di un fumogeno lanciato dalla Curva Nord, e che poi finì addosso a Dida[3]. La partita sospesa al 72' sul risultato di 0-1 (gol di Shevchenko), finì poi 3-0 a tavolino per i rossoneri.

A gennaio 2006 il Milan ha annunciato il trasferimento a titolo definitivo di Stam all'Ajax al termine della stagione, soddisfacendo la richiesta del calciatore di spostarsi in Olanda per motivi familiari.

Il 29 ottobre 2007 Jaap Stam ha risolto il contratto con l'Ajax e ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato. Il trentacinquenne difensore ha deciso di accelerare i tempi rispetto alla scadenza naturale del contratto, prevista per giugno, a causa dei continui problemi fisici che ne hanno pesantemente limitato il rendimento negli ultimi mesi.

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Dal 10 ottobre 2008 torna al Manchester United in qualità di osservatore per il Sud America[4]. Rimane fino al 30 giugno 2011.

Il 30 ottobre 2009 dopo le dimissioni di Jen Everse diventa allenatore interim del Zwolle, fino al 31 dicembre. Dal 1 gennaio 2010 viene nominato insieme a Claus Boekweg vice di Art Langeler alla guida del Zwolle[5].

Il 1 luglio 2011 entra nel team del settore giovanile dell'Ajax[6].

Dal 1 luglio 2013 fa parte dello staff della prima squadra allenata da Frank de Boer come assistente tecnico, mentre il 28 maggio 2014 viene annunciato che dal 1 luglio diventa allenatore insieme ad Andries Ulderink dello Jong Ajax.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
PSV Eindhoven: 1996-1997
PSV Eindhoven: 1996, 1997
Ajax: 2006, 2007
Manchester United: 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001
Manchester United: 1998-1999
Lazio: 2003-2004
Milan: 2004
PSV Eindhoven: 1995-1996
Ajax: 2006-2007
Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]
Manchester United: 1998-1999
Manchester United: 1999

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Capone Antonello, Nadrolone: 5 mesi a Stam, 4 a Guardiola Ma al mezzofondista Longo danno 2 anni in La Gazzetta dello Sport, 25 gennaio 2002, p. 11. URL consultato il 13 novembre 2008.
  2. ^ La prima al Milan: Stam e il solito Sheva affondano l'Inter in Corriere della Sera, 2005. URL consultato l'8 aprile 2011.
  3. ^ Lanci di fumogeni, euroderby sospeso Il Milan passa in semifinale in la Repubblica, 12 aprile 2005. URL consultato l'8 aprile 2011.
  4. ^ (EN) Ashley Gray, Jaap Stam makes up with Sir Alex and signs up for United as a South American talent scout in Daily Mail, 10 ottobre 2008. URL consultato il 5 marzo 2011.
  5. ^ FC Zwolle in transfermarkt.it. URL consultato il 5 marzo 2011.
  6. ^ Cruyff contro van Gaal - Si va in tribunale in la Repubblica, 28 novembre 2011. URL consultato il 29 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Jaap Stam in National-football-teams.com, National Football Teams.
  • (DEENIT) Jaap Stam in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.

Controllo di autorità VIAF: 70002824