Società Sportiva Lazio 2001-2002

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Stagione 2001-2002
Allenatore Italia Dino Zoff (fino al 23 settembre)
Italia Alberto Zaccheroni (dal 23 settembre)
All. in seconda Italia Giancarlo Oddi (fino al 23 settembre)
Italia Stefano Agresti (dal 23 settembre)
Presidente Italia Sergio Cragnotti
Serie A 6º posto
Coppa Italia Quarti di finale
Champions League Prima fase a gironi
Maggiori presenze Campionato: Stefano Fiore (30)
Miglior marcatore Campionato: Hernán Crespo (13)
Totale: Crespo (20)
Stadio Stadio Olimpico

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 2001-2002.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il pessimo avvio del campionato fece saltare la panchina di Zoff, dopo cinque giornate: al suo posto ecco Zaccheroni. L'avvicendamento tecnico non fu di aiuto alla squadra, che condusse un torneo anonimo: la vittoria contro l'Inter all'ultima giornata valse la qualificazione alla Coppa UEFA, negando ai nerazzurri uno scudetto che pareva già vinto in uno stadio dove anche i laziali facevano il tifo per i rivali pur di non correre il rischio di consegnare il titolo ai cugini della Roma.

L'avventura in Champions League iniziò dal turno preliminare, superato ai danni del Copenaghen, per concludersi nella prima fase a gironi: in sei incontri arrivarono quattro sconfitte di fila, che resero inutili le due vittorie casalinghe.

Divise[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Luca Marchegiani
2 Italia D Francesco Colonnese
3 Brasile D César
4 Italia C Dino Baggio
5 Jugoslavia C Dejan Stanković
6 Spagna C Gaizka Mendieta
7 Argentina A Claudio López
8 Italia C Roberto Baronio [1]
8 Rep. Ceca C Karel Poborský
9 Cile A Marcelo Salas [2]
9 Jugoslavia A Darko Kovačević [3]
10 Argentina A Hernán Crespo
11 Jugoslavia D Siniša Mihajlović
13 Italia D Alessandro Nesta
14 Argentina C Diego Simeone
15 Italia D Giuseppe Pancaro
16 Italia C Giuliano Giannichedda
17 Svizzera D Guerino Gottardi
18 Italia D Paolo Negro
N. Ruolo Giocatore 600px Bianco e Celeste con aquila.png
19 Italia D Giuseppe Favalli
20 Italia C Stefano Fiore
21 Italia A Simone Inzaghi
22 Italia P Emanuele Concetti
23 Spagna C Iván de la Peña
24 Portogallo D Fernando Couto
25 Italia A Fabrizio Ravanelli [4]
25 Italia D Alberto Comazzi
26 Argentina C Lucas Castromán
28 Ghana D Daniel Ola [5]
28 Italia C Fabio Liverani [6]
31 Paesi Bassi D Jaap Stam [7]
33 Italia A Felice Evacuo
34 Italia A Emanuele Berrettoni [8]
34 Italia C Daniele Merondi
35 Italia C Alessandro Gazzi
36 Italia A Alessandro Turchetta
70 Italia P Angelo Peruzzi

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Serie A 2001-2002.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
26 agosto 2001, ore 15:00
1ª giornata
Lazio 1 – 1 Piacenza Piacenza Stadio Olimpico
Arbitro Bolognino (Milano)

Perugia
8 settembre 2001, ore 18:00
2ª giornata
Perugia Perugia 0 – 0 Lazio Stadio Renato Curi
Arbitro Paparesta (Bari)

Roma
16 settembre 2001, ore 15:00
3ª giornata
Lazio 0 – 0 Torino Torino Stadio Olimpico
Arbitro Bertini (Arezzo)

Milano
23 settembre 2001, ore 20:30
4ª giornata
Milan 2 – 0 Lazio Stadio San Siro
Arbitro Racalbuto (Gallarate)

Roma
30 settembre 2001, ore 15:00
5ª giornata
Lazio 0 – 0 Parma Parma Stadio Olimpico
Arbitro Braschi (Prato)

Verona
30 gennaio 2002, ore 20:30
6ª giornata[9]
Chievo Chievo 3 – 1 Lazio Stadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro Collina (Viareggio)

Roma
13 ottobre 2001, ore 18:00
7ª giornata
Lazio 2 – 0 Atalanta Atalanta Stadio Olimpico
Arbitro Bertini (Arezzo)

Venezia
21 ottobre 2001, ore 15:00
8ª giornata
Venezia Venezia 0 – 0 Lazio Stadio Pierluigi Penzo
Arbitro Rosetti (Torino)

Roma
27 ottobre 2001, ore 20:30
9ª giornata
Roma 2 – 0 Lazio Stadio Olimpico
Arbitro Cesari (Genova)

Roma
4 novembre 2001, ore 15:00
10ª giornata
Lazio 5 – 0 Brescia Brescia Stadio Olimpico
Arbitro Trentalange (Torino)

Udine
18 novembre 2001, ore 15:00
11ª giornata
Udinese Udinese 1 – 4 Lazio Stadio Friuli
Arbitro Treossi (Forlì)

Roma
24 novembre 2001, ore 20:30
12ª giornata
Lazio 1 – 0 Juventus Stadio Olimpico
Arbitro Collina (Viareggio)

Lecce
2 dicembre 2001, ore 15:00
13ª giornata
Lecce Lecce 1 – 2 Lazio Stadio Via del Mare
Arbitro Rosetti (Torino)

Roma
9 dicembre 2001, ore 15:00
14ª giornata
Lazio 3 – 0 Fiorentina Fiorentina Stadio Olimpico
Arbitro Bertini (Arezzo)

Verona
16 dicembre 2001, ore 15:00
15ª giornata
Verona Verona 3 – 1 Lazio Stadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro Borriello (Mantova)

Roma
22 dicembre 2001, ore 18:00
16ª giornata
Lazio 2 – 2 Bologna Bologna Stadio Olimpico
Arbitro Paparesta (Bari)

Milano
6 gennaio 2002, ore 20:30
17ª giornata
Inter Inter 0 – 0 Lazio Stadio San Siro
Arbitro Messina (Bergamo)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Piacenza
13 gennaio 2002, ore 15:00
18ª giornata
Piacenza Piacenza 1 – 0 Lazio Stadio Leonardo Garilli
Arbitro Cesari (Genova)

Roma
20 gennaio 2002, ore 15:00
19ª giornata
Lazio 5 – 0 Perugia Perugia Stadio Olimpico
Arbitro Bertini (Arezzo)

Torino
27 gennaio 2002, ore 15:00
20ª giornata
Torino Torino 1 – 0 Lazio Stadio Olimpico
Arbitro Tombolini (Ancona)

Roma
3 febbraio 2002, ore 20:30
21ª giornata
Lazio 1 – 1 Milan Stadio Olimpico
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Parma
10 febbraio 2002, ore 15:00
22ª giornata
Parma Parma 1 – 0 Lazio Stadio Ennio Tardini
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Roma
17 febbraio 2002, ore 15:00
23ª giornata
Lazio 1 – 1 Chievo Chievo Stadio Olimpico
Arbitro Messina (Bergamo)

Bergamo
24 febbraio 2002, ore 15:00
24ª giornata
Atalanta Atalanta 0 – 1 Lazio Stadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro Borriello (Mantova)

Roma
3 marzo 2002, ore 15:00
25ª giornata
Lazio 4 – 2 Unione Venezia Venezia Stadio Olimpico
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Roma
10 marzo 2002, ore 20:30
26ª giornata
Lazio 1 – 5 Roma Stadio Olimpico
Arbitro Rosetti (Torino)

Brescia
17 marzo 2002, ore 15:00
27ª giornata
Brescia Brescia 1 – 1 Lazio Stadio Mario Rigamonti
Arbitro Treossi (Forlì)

Roma
24 marzo 2002, ore 15:00
28ª giornata
Lazio 2 – 0 Udinese Udinese Stadio Olimpico
Arbitro Racalbuto (Gallarate)

Torino
30 marzo 2002, ore 15:00
29ª giornata
Juventus 1 – 1 Lazio Stadio Delle Alpi
Arbitro Bolognino (Milano)

Roma
7 aprile 2002, ore 15:00
30ª giornata
Lazio 1 – 0 Lecce Lecce Stadio Olimpico
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Firenze
14 aprile 2002, ore 20:30
31ª giornata
Fiorentina Fiorentina 0 – 1 Lazio Stadio Artemio Franchi
Arbitro Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
21 aprile 2002, ore 15:00
32ª giornata
Lazio 5 – 4 Verona Verona Stadio Olimpico
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Bologna
28 aprile 2002, ore 15:00
33ª giornata
Bologna Bologna 2 – 0 Lazio Stadio Renato Dall'Ara
Arbitro Treossi (Forlì)

Roma
5 maggio 2002, ore 15:00
34ª giornata
Lazio 4 – 2 Inter Inter Stadio Olimpico
Arbitro Paparesta (Bari)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ceduto ad agosto alla Fiorentina
  2. ^ Ceduto ad agosto alla Juventus
  3. ^ Ceduto a gennaio alla Real Sociedad
  4. ^ Ceduto a settembre al Derby County
  5. ^ Ceduto a settembre al Chievo
  6. ^ Acquistato ad agosto dal Perugia
  7. ^ Acquistato ad agosto dal Manchester United
  8. ^ Ceduto a settembre al Perugia
  9. ^ Partita originariamente programmata per il 7 ottobre ma rinviata prima per la sovrapposizione con il calendario della Champions League e poi per l'impraticabilità del campo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]