Alex Ferguson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Ferguson
Alex Ferguson 02 (cropped).jpg
Ferguson nel 2011.
Dati biografici
Nome Alexander Chapman Ferguson
Nazionalità Scozia Scozia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1974 - calciatore
19 maggio 2013 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1957-1960 Queen's Park Queen's Park 31 (15)
1960-1964 St. Johnstone St. Johnstone 37 (19)
1964-1967 Dunfermline Dunfermline 89 (66)
1967-1969 Rangers Rangers 41 (25)
1969-1973 Falkirk Falkirk 95 (36)
1973-1974 Ayr Utd Ayr Utd 24 (9)
Carriera da allenatore
1974 East Stirlingshire East Stirlingshire
1974-1978 St. Mirren St. Mirren
1978-1986 Aberdeen Aberdeen
1985-1986 Scozia Scozia
1986-2013 Manchester Utd Manchester United
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Sir Alex Ferguson, all'anagrafe Alexander Chapman Ferguson (Glasgow, 31 dicembre 1941), è un ex allenatore di calcio ed ex calciatore scozzese, di ruolo attaccante.

Considerato uno dei più grandi allenatori al mondo[1][2][3], con il Manchester United, che ha guidato ininterrottamente dal novembre 1986 al maggio 2013, ha conquistato due Champions League, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa UEFA, una Coppa Intercontinentale e una Coppa del mondo per club, oltre a numerosi titoli nazionali, tra cui tredici campionati e cinque Coppe d'Inghilterra. In precedenza aveva condotto l'Aberdeen alla conquista, tra le altre, di una Coppa delle Coppe e una Supercoppa UEFA.

Il 6 febbraio 2012, viene nominato Allenatore del XXI secolo dalla IFFHS[4], dopo che nel 2010 si era piazzato secondo dietro ad Arsène Wenger quale Allenatore del decennio (dal 2000 al 2010).[5]

Al 2012, con i suoi 9,4 milioni l'anno, risultava essere il 4º allenatore più pagato al mondo dopo Mourinho, Ancelotti e Marcello Lippi.[6]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scultura raffigurante Sir Alex Ferguson collocata all'ingresso dell'Old Trafford il 23 novembre 2012.

Figlio di Alexander Beaton Ferguson (protestante) e di Elizabeth Hardie (cattolica), Alex Ferguson, scozzese di religione cattolica, proviene da una famiglia operaia.[7] Il padre Alexander, ex calciatore del Glentoran (massima divisione nordirlandese), lavorava come manovale in un cantiere navale.[7] Ha un fratello di nome Martin (nato nel dicembre 1942).[7]

Alex, nato e cresciuto nel sobborgo di Govan in quel di Glasgow, non si mostra propenso allo studio tanto da venir bocciato sia alle elementari sia all'high school, al punto che decide di diventare apprendista. Il calcio gli dà comunque un'opportunità in più: diventa un calciatore e contemporaneamente continua a studiare e a lavorare in fabbrica.[8] Dopo l'apprendistato (durato sei anni), riesce nel 1964 a prendere il diploma. Successivamente all'ottenimento del titolo di studio, Ferguson segue dei corsi per tecnici di calcio.[8]

Sposato con Cathrine, da cui ha avuto un figlio, Darren, anch'egli calciatore e allenatore, il 20 luglio 1999 è stato nominato "Sir" dalla regina Elisabetta II: è Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico.[8]

Nell'ottobre 2013 gli è stata dedicata una strada adiacente all'Old Trafford.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1958 fa il suo esordio in una società calcistica, giocando con i dilettanti del Queen's Park.[10] Nel 1960 passa al Saint Johnstone e nel 1964 al Dumferline, dove milita per tre anni. In questa squadra raccoglie i primi successi: nel 1966 è capocannoniere del massimo campionato scozzese insieme a Joseph McBride, con 31 gol. Contando anche le partite di Coppa di Lega in quella stagione Ferguson realizza in tutto 45 gol in 51 partite.

Nel 1967 passa ai Rangers Glasgow, dove resta due anni, e cioè fino a quando la sua squadra viene sconfitta dai rivali del Celtic Glasgow per 4-0 nella finale di Coppa di Scozia. Dal 1969 è al Falkirk e nel 1973-1974 disputa la sua ultima stagione da calciatore nell'Ayr United.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 1974 inizia la sua carriera di allenatore con l'East Stringshire. Viene quindi ingaggiato dalla squadra del Saint Mirren, che riesce a portare nella massima serie nel 1977. L'anno successivo la squadra ottiene la salvezza, ma viene comunque esonerato. Trovato subito un ingaggio con l'Aberdeen, inizia presto un ciclo vittorioso. Nel 1980 vince il campionato superando il Celtic di un punto. Nel 1982 l'Aberdeen conquista la Coppa di Scozia battendo in finale i Rangers per 4-1. L'anno successivo centra un treble, vincendo la Coppa di Scozia, la Coppa delle Coppe 1982-1983 (battendo 2-1 il Real Madrid) e la Supercoppa Europea battendo l'Amburgo. Nel 1984 centra il double campionato-coppa nazionale, l'anno successivo l'ultimo titolo scozzese.

Ferguson nel 1992.

Contemporaneamente all'incarico di manager dell'Aberdeen accetta anche quello di commissario tecnico della Nazionale scozzese, che ricopre dal 16 ottobre 1985 al 13 giugno 1986. Partecipa quindi ai Mondiali 1986, con la Scozia che viene eliminata al primo turno. Il 6 novembre 1986 è ingaggiato dal Manchester United (al 2012 risulta essere secondo per anni di permanenza sulla stessa panchina con 26 anni, come David Calderhead che allenò il Chelsea dal 1907 al 1933 e preceduto da Guy Roux che allenò per 44 anni consecutivi l'Auxerre). In patria intanto Ferguson vince gli ultimi trofei con l'Aberdeen: Coppa di Scozia e Coppa di Lega.

Il primo trofeo arriva dopo tre anni e mezzo, con la Coppa d'Inghilterra 1990 vinta a maggio (1-0 al Crystal Palace nella ripetizione della finale). Da allora apre un ciclo di 38 trofei, a livello nazionale ed internazionale, arrivando alla conquista di un treble nella stagione 1998-1999 con il suo United che vincerà il titolo nazionale davanti all'Arsenal con quest'ultimi che poi verranno sconfitti anche in semifinale di FA Cup dove fu celebre un grandissimo gol di Ryan Giggs. In Champions League dopo aver passato il turno nel girone che comprendeva anche FC Barcellona e Bayern Monaco i Red Devils prima sconfiggeranno l'Internazionale ai quarti di finale e successivamente la Juventus in semifinale. Incredibile sarà la finale sempre col Bayern con gli inglesi fino al 90' sotto di una rete ma in due minuti riusciranno a ribaltare il risultato con gol di Teddy Sheringham e Ole Gunnar Solskjær.

Ferguson nel 2009.

Altra stagione da ricordare quella 2007-2008 che inizierà per gli uomini di Ferguson aggiudicandosi il Community Shield contro il Chelsea di José Mourinho ai calci di rigore, dopo che la gara si era conclusa per 1-1 nei tempi regolamentari. In Premier League arriverà nuovamente il bis dopo la stagione precedente, finendo in testa il campionato con 2 punti di vantaggio sul Chelsea, con sempre i Blues avversari nella finale di UEFA Champions League a Mosca che anche in questa occasione verrà vinta dai diavoli rossi ai calci di rigore e che regala la seconda e ultima Champions League al manager scozzese.

Il 19 dicembre 2010 realizza il record di giorni consecutivi alla guida del Manchester United, precedentemente appartenuto a Matt Busby arrivando a 8811 giorni, ovvero 24 anni, 1 mese e 14 giorni. Il 9 gennaio 2012 a Zurigo, durante la cerimonia per l'assegnazione del Pallone d'oro a Lionel Messi, gli viene conferito il FIFA Presidential Award come premio alla carriera.[11]

L'8 maggio 2013 comunica attraverso il sito ufficiale del Manchester United l'intenzione di ritirarsi al termine della stagione 2012-2013.[12] Già nel corso della stagione 2001-02 Ferguson aveva annunciato che quella sarebbe stata la sua ultima annata sulla panchina del Manchester United, salvo poi cambiare idea e firmare un nuovo contratto. Ferguson aveva ipotizzato di andare in pensione anche al termine dell'annata 2010-11 ma, in una successiva intervista, aveva dichiarato di non aver alcuna intenzione di ritirarsi e di essere intenzionato a proseguire fino a quando la salute glielo avrebbe consentito. L'ultima partita di Ferguson con il Manchester United fu in casa del West Bromwich, dove i Red Devils pareggiarono per 5-5.[13].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 12 maggio 2013.

Squadra Naz da a Record
G V N P GF GS DR Vittorie %
East Stirlingshire Scozia 1º giugno 1974 20 ottobre 1974 17 9 2 6 36 28 +8 52,94
St. Mirren Scozia 21 ottobre 1974 31 maggio 1978 169 74 41 54 292 222 +70 43,79
Aberdeen Scozia 1º agosto 1978 5 novembre 1986 459 272 105 82 914 374 +540 59,26
Scozia Scozia 10 settembre 1985 13 giugno 1986 10 3 4 3 8 5 +3 30,00
Manchester United Inghilterra 6 novembre 1986 19 maggio 2013 1 500 895 338 267 2 769 1 365 +1404 59,67
Totale 2 154 1 253 489 412 4 014 1 989 +2025 58,17

G = Partite giocate; V = Vittorie; N = Nulle/Pareggi; P = Perse; GF = Goal fatti; GS = Goal subiti; DR = Differenza reti;

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

St. Johnstone: 1962-1963
Falkirk: 1969-1970

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Manchester United: 1998-1999, 2007-2008
Aberdeen: 1982-1983
Manchester United: 1990-1991
Aberdeen: 1983
Manchester United: 1991
Manchester United: 1999
Manchester United: 2008

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio alla carriera Presidential Award: 1
2011
1993-1994, 1995-1996, 1996-1997, 1998-1999, 1999-2000, 2002-2003, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2010-2011
  • Allenatore dell'anno League Managers Association: 3
1998-1999, 2007-2008, 2010-2011
  • Allenatore del decennio League Managers Association: 1
anni novanta
  • Allenatore dell'anno IFFHS: 2
1999, 2008
  • Onze d'or al miglior allenatore europeo dell'anno: 3
1999, 2007, 2008
  • Miglior Allenatore del Mondo del XXI secolo IFFHS : 1
2012

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 1983
Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 1995
Knight Bachelor - nastrino per uniforme ordinaria Knight Bachelor
— 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferguson, il miglior allenatore del secolo - Panorama
  2. ^ IFFHS: Ferguson miglior allenatore del secolo! Dimenticati Ancelotti e Lippi... | Altre notizie | Calciomercato.com
  3. ^ Sir Alex Ferguson è il miglior allenatore del 21° secolo | Calcio Fanpage
  4. ^ (EN) Sir "Alex" Ferguson leads with one point of advantage over Arsène Wenger ! Iffhs.de
  5. ^ Allenatore del decennio Iffhs: Wenger batte Mourinho, 7 gennaio 2011.
  6. ^ ANCELOTTI GUADAGNA PIÙ DI MOURINHO sportmediaset.it, 27 novembre 2012
  7. ^ a b c Family detective.
  8. ^ a b c Alex Ferguson Biography.
  9. ^ Strada intitolata a Sir Alex Ferguson.
  10. ^ Ian Ladyman, From Queen's Park to King of England: Fifty amazing years in football for Fergie, the Daily Mail, 14 novembre 2008.
  11. ^ Pallone d'Oro: tris di Lionel Messi, sportmediaset.it, 9 gennaio 2012.
  12. ^ (EN) http://www.manutd.com/en/News-And-Features/Football-News/2013/May/sir-alex-ferguson-to-retire-as-manchester-united-manager.aspx
  13. ^ Sempreverde Ferguson
  14. ^ Titolo condiviso con il Liverpool.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Alex Ferguson in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.

Controllo di autorità VIAF: 116984290 LCCN: nb/91/358803