Telê Santana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Telê Santana
Telê Santana da Silva 01.jpg
Dati biografici
Nome Telê Santana da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 176 cm
Peso 61 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex ala destra)
Ritirato 1963 - giocatore
1993 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1951-1960 Fluminense Fluminense 557 (162)
1960-1962 Guarani Guarani  ? (?)
1963 Vasco da Gama Vasco da Gama  ? (?)
Carriera da allenatore
1969-1970 Fluminense Fluminense
1971 Atletico Mineiro Atlético Mineiro
1972 San Paolo San Paolo
1973-1976 Atletico Mineiro Atlético Mineiro
1977-1979 Gremio Grêmio
1980 Palmeiras Palmeiras
1980-1982 Brasile Brasile
1983-1985 Al-Ahli Al-Ahli
1985-1986 Brasile Brasile
1988-1990 Flamengo Flamengo
1990-1996 San Paolo San Paolo
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Telê Santana da Silva (Itabirito, 26 luglio 1931Belo Horizonte, 21 aprile 2006) è stato un allenatore di calcio e calciatore brasiliano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera da giocatore fu breve ma abbastanza fortunata; inizialmente occupò il ruolo di portiere, ma successivamente giocò come ala destra: con Guarani, Fluminense e Vasco. Dopo essere stato anche convocato nella nazionale carioca, senza però mai disputare nessuna partita, venne ingaggiato dal Fluminense, con cui concluse la carriera agonistica nel 1968.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Divenuto CT, cominciò allenando proprio il Fluminense con la quale vinse all'esordio (1969) un torneo di Rio, denominato Taça Guanabara, e soprattutto lo scudetto brasiliano. Dal 1970 al 1976 guidò poi l'Atlético Mineiro, con cui conquistò il primo posto in altri due campionati (1970 e 1971).

Positiva fu anche la sua esperienza al Grêmio, durata dal 1977 al 1979. Dopo un periodo difficile al Palmeiras fu CT della Nazionale Brasiliana, che guidò in due mondiali: quelli del 1982 e quelli del 1986. In mezzo a questi due avvenimenti si colloca il suo trasferimento in Arabia Saudita, dove trionfò in numerosi trofei nazionali con Al-Ahly.

Dopo un'altra serie di insuccessi al Flamengo (1988-1990), la sua stella sembrava definitivamente tramontata. Seppe però riprendersi, soprattutto dopo che venne chiamato alla guida del São Paulo, con cui vinse, tra le altre competizioni, un campionato brasiliano (1991), due Coppe Libertadores e soprattutto due Coppe Intercontinentali, sconfiggendo in finale il Barcellona nel 1992 col punteggio di 2-1 ed il Milan nel 1993 col risultato di 3-2.

Si ritirò definitivamente dal calcio al termine del 1996 a causa delle cattive condizioni di salute, che lo avrebbero accompagnato nei suoi ultimi anni di vita. Ricoverato in ospedale per un'ischemia nel 2003, quando gli fu amputata parte della gamba sinistra, le sue condizioni si aggravarono tre anni dopo e morì al termine di una lunga agonia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Fluminense: 1969
Atletico Mineiro: 1970, 1988
Atletico Mineiro: 1971
Sao Paulo: 1991
Gremio: 1977
Al-Ahli: 1984
Al-Ahli: 1983
Sao Paulo: 1991, 1992

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 51041684