Jacques Rogge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jacques Rogge
Dr. Jacques Rogge.jpg

Presidente del Comitato Olimpico Internazionale
Durata mandato 16 luglio 2001 –
10 settembre 2013
Predecessore Juan Antonio Samaranch
Successore Thomas Bach

Dati generali
Alma mater Università di Gand
Professione Chirurgo ortopedico e dirigente sportivo
Jacques Rogge
14-01-10-tbh-263-jacques-rogge.jpg
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Vela Sailing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Finn
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Finn
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Carriera
Nazionale
Belgio Belgio 16
 

Jacques Rogge, conte Rogge (Gand, 2 maggio 1942), è un dirigente sportivo, ex velista ed ex rugbista a 15 belga. Ha ricoperto la carica di presidente del Comitato Olimpico Internazionale dal 2001 al 2013. È stato nominato presidente onoraraio del CIO il 10 settembre stesso giorno della fine del suo mandato come presidente.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

In gioventù, Rogge ha gareggiato[1] ai Giochi olimpici estivi negli sport nautici, più precisamente nella classe Finn, alle Olimpiadi del 1968 a Città del Messico, del 1972 a Monaco e del 1976 a Montréal; ha giocato anche nella Nazionale di rugby XV del Belgio.

Fra il 1989 ed il 1992 è stato presidente del Comitato Olimpico Interfederale Belga, fra il 1989 ed il 2001 presidente dell'associazione dei Comitati Olimpici Europei, diventando intanto - nel 1991 - membro effettivo del CIO, di cui raggiunge il comitato esecutivo nel 1998.

Nel 2001 è stato eletto successore di Juan Antonio Samaranch, il presidente che ha guidato il CIO per oltre vent'anni, ricoprendo la carica ininterrottamente dal 1980. Nel 2009 gli viene conferito l'ultimo mandato quadriennale alla guida del Comitato Olimpico Internazionale[2]. Il suo secondo mandato è scaduto ufficialmente il 10 settembre 2013[3].

Alberto II, re del Belgio, lo ha nominato cavaliere, per poi elevarlo successivamente al grado di Conte.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran decorazione d'onore in oro con Stella dell'Ordine al merito della Repubblica austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Gran decorazione d'onore in oro con Stella dell'Ordine al merito della Repubblica austriaca (Austria)
Collare d'oro dell'Ordine olimpico (Comitato Olimpico Internazionale) - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro dell'Ordine olimpico (Comitato Olimpico Internazionale)
— settembre 2013[4]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 6 marzo 2010[5]
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Gran croce dell'Ordine al merito della Lituania (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran croce dell'Ordine al merito della Lituania (Lituania)
— 10 gennaio 2006
Cavaliere Comandante Onorario dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Comandante Onorario dell'Ordine dei Santi Michele e Giorgio (Regno Unito)
«Per i servizi ai Giochi Olimpici di Londra 2012 e allo sport britannico e internazionale»
— 2013[6]
Ordine dell'amicizia (Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'amicizia (Russia)
«Per il contributo al rafforzamento della cooperazione nel campo della cultura fisica e dello sport con la Federazione Russa»
— 25 agosto 2011
Ordine dei compagni di O.R. Tambo in oro (Sudafrica) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dei compagni di O.R. Tambo in oro (Sudafrica)
«Per il suo eccezionale contributo alla lotta contro l'apartheid in Sudafrica attraverso il Comitato Olimpico Internazionale.»
— 27 aprile 2010[7]
Cavaliere di III classe dell'Ordine di Jaroslav il Saggio (Ucraina) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di III classe dell'Ordine di Jaroslav il Saggio (Ucraina)
— 2006
Membro di I classe dell'Ordine al merito (Ucraina) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di I classe dell'Ordine al merito (Ucraina)
«Per il contributo di rilievo allo sviluppo e alla promozione del movimento olimpico in Ucraina»
— 16 dicembre 2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Encyclopaedia Britannica. URL consultato l'11-2-2009.
  2. ^ Golf e rugby a 7 ai Giochi - Pescante vice di Rogge in La Gazzetta dello Sport, 9 ottobre 2009. URL consultato il 22 aprile 2010.
  3. ^ (EN) Next IOC President to be elected this Tuesday, olympic.org. URL consultato il 10 settembre 2013.
  4. ^ Foto
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  6. ^ Concessioni onorarie del 2013
  7. ^ Sito web della Presidenza della Repubblica: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 163063177 LCCN: nr2002016054