Derby di Verona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Derby calcistici in Veneto.

Lo Stadio Marcantonio Bentegodi, teatro di tutte le stracittadine veronesi finora disputate.

Il Derby di Verona, chiamato anche Derby della Scala o Derby dell'Arena, è la sfida calcistica tra le due più importanti squadre di Verona: l'Hellas e il Chievo.

Il confronto si è disputato sinora in dodici occasioni: otto volte in Serie B e quattro volte in Serie A, andando in scena sempre allo stadio Bentegodi di Verona.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo confronto tra le due compagini scaligere si giocò la sera del 10 dicembre 1994 di fronte a 30 000 spettatori in occasione della quattordicesima giornata d'andata del campionato di Serie B e terminò 1-1. Al vantaggio su rigore dell'Hellas, siglato da Fabrizio Fermanelli, rispose il clivense Riccardo Gori che realizzò con pregevole colpo di testa. Nel ritorno, il 7 maggio 1995 il Chievo si impose per 3-1, con reti di Michele Cossato, Fabian Valtolina e Andrea Giordano per i clivensi e temporaneo 2-1 di Fabrizio Cammarata per l'Hellas. Gli allenatori delle due compagini erano Bortolo Mutti per l'Hellas e Alberto Malesani per il Chievo.

Nel campionato successivo, nuovamente in Serie B, l'Hellas si impose in entrambi i confronti: all'andata (il 26 novembre 1995) per 2-1 grazie alle reti di Cammarata e Zanini per l'Hellas e di M.Cossato per il Chievo; al ritorno (il 28 aprile 1996) per 1-0 grazie alla segnatura di Totò De Vitis. L'Hellas, che al termine di quel campionato guadagnò la promozione in Serie A, era allenato da Attilio Perotti, mentre sulla panchina del Chievo sedeva ancora Malesani.

Lo stemma della signoria scaligera di Verona, da cui il nome di derby della Scala.
Una veduta interna dell'Arena di Verona, da cui il nome di derby dell'Arena.

La terza coppia di derby scaligeri ebbe luogo nel corso del campionato di Serie B 1997-1998 e vide una vittoria per parte. L'11 ottobre 1997 l'Hellas di Luigi Cagni si impose nettamente per 4-0 grazie alle reti di Colucci, Aglietti, Corini e Giandebiaggi. Al ritorno, il 15 marzo 1998, il Chievo di Silvio Baldini ebbe la meglio vincendo 2-0 con reti di Federico Cossato e Andrea Zanchetta.

Nel campionato 1998-1999 le due squadre si incontrarono per l'ultima volta in serie cadetta. Il 20 dicembre 1998 Hellas e Chievo, rispettivamente agli ordini di Cesare Prandelli e di Lorenzo Balestro (quest'ultimo appena subentrato a Mimmo Caso), giocarono l'unico derby concluso a reti inviolate. Nel ritorno, il 16 maggio 1999, la squadra della Diga si impose per 2 a 0 con reti di Lombardini e Passoni.

La sera del 18 novembre 2001 andò in scena allo stadio Bentegodi di Verona, per l'undicesima giornata di campionato, la prima stracittadina scaligera giocata in Serie A: Verona divenne così la quintà città italiana, dopo Milano, Torino, Roma e Genova ad assistere ad una stracittadina nel massimo campionato italiano. Fu il giorno in cui la profezia dei mussi volanti trovava realizzazione e fu una partita carica di tensione e di notevole interesse mediatico[1]: il Chievo, guidato da Luigi Delneri, al primo campionato di A, era sorprendentemente primo in classifica in solitaria, e con una vittoria poteva ragionevolmente tentare una fuga. L'Hellas, guidato dall'ex tecnico clivense Alberto Malesani, dal canto suo navigava subito a ridosso delle prime in classifica. La partita, preceduta dall'esecuzione dell'Inno di Mameli come richiesto dell'allora sindaco Michela Sironi Mariotti, offrì numerose emozioni. Il Chievo dei miracoli andò in vantaggio intorno alla mezz'ora grazie ad un pregevole pallonetto di Eriberto, e pochi minuti dopo l'ex Corini raddoppiò realizzando un rigore decretato per fallo di mano in area da parte di Šerić. Ma l'Hellas reagì immediatamente ed a cinque minuti dall'intervallo Massimo Oddo accorciò le distanze trasformando un altro rigore assegnato dall'arbitro Trentalange per fallo di Lupatelli su Adrian Mutu. Nella ripresa, dapprima Marazzina del Chievo fu espulso per un fallo grave a centrocampo, poi a metà della ripresa l'Hellas pervenne al pareggio per via di un'autorete di Salvatore Lanna, ed appena tre minuti dopo Mauro Germán Camoranesi firmò la rete del successo dell'Hellas Verona deviando in rete un assist di Salvetti. Il tecnico vittorioso Malesani al termine della partita sfogò tutta la tensione correndo e festeggiando teatralmente sotto la curva sud dei sostenitori helladini[2]. Nel match di ritorno, il 24 marzo 2002, il Chievo però si prese la rivincita battendo i rivali per 2-1, ribaltando il gol iniziale di Adrian Mutu grazie alla doppietta di Federico Cossato. Interessante rilevare che in quest'ultima partita giocarono entrambi i fratelli Cossato: Federico, autore della doppietta, in campo per i clivensi, mentre Michele, ex del Chievo, entrò nella ripresa tra le file dell'Hellas. Nella stagione 2013-2014, dopo la promozione dell'Hellas, torna a disputarsi il derby in Serie A. La terza stracittadina disputata nel massimo campionato se lo aggiudica il 23 novembre 2013 il Chievo grazie ad un gol di Dejan Lazarević segnato nel finale di partita. Nel ritorno, il 5 aprile 2014, l'Hellas pareggia i conti imponendosi per uno a zero con gol di Luca Toni al ventesimo della ripresa.

Le due formazioni non si sono, finora, mai incontrate in Coppa Italia.

Lista dei risultati[modifica | modifica sorgente]

Stagione Data Partita Marcatori Stadio Competizione
1994-1995 10 dicembre 1994 Verona Verona - Chievo Chievo 1-1 Segnato dopo 52 minuti 52’ Fermanelli (V, rig.), Segnato dopo 75 minuti 75’ Gori (C) Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
7 maggio 1995 Chievo Chievo - Verona Verona 3-1 Fabrizio Cammarata, Michele Cossato, Fabian Valtolina, Andrea Giordano Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
1995-1996 26 novembre 1995 Chievo Chievo - Verona Verona 1-2 Fabrizio Cammarata, Nicola Zanini, Michele Cossato Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
28 aprile 1996 Verona Verona - Chievo Chievo 1-0 Antonio De Vitis Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
1997-1998 11 ottobre 1997 Verona Verona - Chievo Chievo 4-0 Leonardo Colucci , Alfredo Aglietti , Eugenio Corini , Marco Giandebiaggi Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
15 marzo 1998 Chievo Chievo - Verona Verona 2-0 Federico Cossato , Andrea Zanchetta Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
1998-1999 20 dicembre 1998 Verona Verona - Chievo Chievo 0-0 Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
16 maggio 1999 Chievo Chievo - Verona Verona 2-0 Massimo Lombardini , Dario Passoni Stadio Marcantonio Bentegodi Serie B
2001-2002 18 novembre 2001 Verona Verona - Chievo Chievo 3-2 Segnato dopo 33 minuti 33’ Eriberto (C), Segnato dopo 37 minuti 37’ Corini (C, rig.), Segnato dopo 40 minuti 40’ Oddo (V, rig.), Segnato dopo 70 minuti 70’ Lanna (C, aut.), Segnato dopo 73 minuti 73’ Camoranesi (V) Stadio Marcantonio Bentegodi Serie A
24 marzo 2002 Chievo Chievo - Verona Verona 2-1 Segnato dopo 13 minuti 13’ Mutu (V), Segnato dopo 44 minuti 44’ F. Cossato (C), Segnato dopo 74 minuti 74’ F. Cossato (C) Stadio Marcantonio Bentegodi Serie A
2013-2014 23 novembre 2013 Verona Verona - Chievo Chievo 0-1 Segnato dopo 90+2 minuti 90+2’ Lazarević Stadio Marcantonio Bentegodi Serie A
5 aprile 2014 Chievo Chievo - Verona Verona 0-1 Segnato dopo 65 minuti 65’ Luca Toni Stadio Marcantonio Bentegodi Serie A

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Statistiche generali[modifica | modifica sorgente]

Vittorie
Chievo
Pareggi Vittorie
Verona
Gare Reti Chievo Reti Verona
Serie A 2 0 2 4 5 5
Serie B 3 2 3 8 9 9
Totale campionato 5 2 5 12 14 14

Classifica marcatori[modifica | modifica sorgente]

Giocatore Squadra Serie A Serie B Totale
Federico Cossato Chievo Chievo 2 1 3
Eugenio Corini Verona Verona
Chievo Chievo
1 1 2
Fabrizio Cammarata Verona Verona 0 2 2
Michele Cossato Chievo Chievo 0 2 2

Classifica presenze calciatori[modifica | modifica sorgente]

Eugenio Corini, centrocampista di buon valore che ha militato in entrambe le formazioni, e segnato nel derby scaligero sia giocando per l'Hellas che per il Chievo.
Calciatore Presenze
Italia Lorenzo D'Anna 9 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Maurizio D'Angelo 7 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Alessandro Manetti 6 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Antonio De Vitis 5 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Eugenio Corini 2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
3 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Michele Cossato 4 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
1 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Enrico Franchi 5 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Andrea Guerra 5 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)

Classifica presenze allenatori[modifica | modifica sorgente]

Alberto Malesani, il tecnico con più panchine nel derby veronese, avendo guidato entrambe le formazioni.
Allenatore Presenze
Italia Alberto Malesani 4 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Bortolo Mutti 2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Attilio Perotti 2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Silvio Baldini 2 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Luigi Cagni 2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Lorenzo Balestro 2 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Cesare Prandelli 2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Luigi Delneri 2 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)
Italia Andrea Mandorlini 2 (600px Giallo e Blu (Strisce).png Hellas Verona)
Italia Eugenio Corini 2 (600px Giallo e Blu (Bordato).png ChievoVerona)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ la Repubblica/calcio: Verona-Chievo, in campo il primo derby senza divisioni
  2. ^ la Repubblica/calcio: L'ultrà Malesani esplode 'Non sono di plastica'

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]