Serie A 2007-2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Matteo Bagnaresi)
Serie A 2007-2008
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 106ª (76ª di Serie A)
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 26 agosto 2007
al 18 maggio 2008
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Inter
(16º titolo)
Retrocessioni Empoli Empoli
Parma Parma
Livorno Livorno
Statistiche
Miglior marcatore Italia Alessandro Del Piero (21)
Incontri disputati 380
Gol segnati 970 (2,55 per incontro)
Serie A 2007-2008.PNG
Distribuzione geografica delle squadre della Serie A 2007-2008
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2006-2007 2008-2009 Right arrow.svg

Il campionato di Serie A 2007-2008 fu il centoseiesimo campionato italiano di calcio, il settantaseiesimo giocato a girone unico.

In questa stagione, il torneo ha visto il ritorno di Juventus, declassata in Serie B l'anno precedente per vicende extracalcistiche, Napoli e Genoa, queste ultime assenti rispettivamente da sei e dodici anni.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

L'Inter si rinforzò con Chivu, Rivas, Luis Antonio Jiménez e con la punta Suazo dopo un derby di mercato con il Milan, ed il diciassettenne Mario Balotelli proveniente dalla primavera. Molti giocatori andarono all'estero: Luca Toni andò al Bayern Monaco, Giuseppe Rossi al Villarreal, Fabio Grosso passò al Lione, Rolando Bianchi andò al Manchester City e Cristiano Lucarelli volò in Ucraina allo Shakhtar Donetsk. Fabio Quagliarella divenne il nuovo bomber dell'Udinese del nuovo allenatore Pasquale Marino, Fabrizio Miccoli tornò in Italia e precisamente al Palermo del nuovo mister Stefano Colantuono. La Roma prese Juan, Cicinho e Giuly mentre la Juventus appena promossa affidò la panchina a Claudio Ranieri e prese sul mercato diversi stranieri tra cui Tiago e l'attaccante campione del mondo ai Mondiali 2006 Vincenzo Iaquinta.

Il Napoli, appena risalito in A, ingaggiò l'argentino Lavezzi e lo slovacco Marek Hamsik mentre il Torino affidò la squadra a Walter Novellino e prese Alvaro Recoba, l'Empoli di Gigi Cagni puntò sui giovani prendendo in prestito dalla Juventus Giovinco e Marchisio, il Genoa neo-promosso di Gian Piero Gasperini acquistò il centravanti Marco Borriello. La Sampdoria ottenne in prestito dal Real Madrid Antonio Cassano mentre il Milan Campione d'Europa restò inattivo sul mercato prendendo solo il brasiliano Pato, indisponibile però fino a gennaio. Di Carlo e Ficcadenti furono gli esordienti alla guida di Parma e Reggina, il Siena scelse Andrea Mandorlini, il Catania Baldini e l'Atalanta ingaggiò Delneri.

Il nuovo designatore arbitrale divenne Pierluigi Collina.

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

La festa dei giocatori dell'Inter a San Siro dopo la conquista del loro sedicesimo titolo nazionale.

In avvio di torneo fu la Roma di Spalletti a dettare il ritmo, portandosi in testa al terzo turno a punteggio pieno. L'Inter (che, sconfitta dai capitolini in Supercoppa italiana, esordì pareggiando contro l'Udinese[1]) compì l'aggancio alla quinta giornata, in virtù della vittoria contro la Sampdoria e del pareggio romano con la Fiorentina. Il confronto diretto, giocatosi nel successivo turno, terminò per 4-1 in favore dei campioni d'Italia.[2] Da questo momento, la squadra di Mancini occupò stabilmente il comando: con un cammino simile a quello del precedente campionato fece suo il titolo d'inverno già il 23 dicembre, dopo la vittoria nel derby contro il Milan (vincitore del Mondiale per club sette giorni prima).[3] Nella prima parte di stagione, si misero in mostra anche la Juventus di Ranieri e la Fiorentina di Prandelli, entrambe in corsa per la qualificazione alla Champions League.

All'inizio del girone di ritorno le sconfitte esterne della Roma, contro il Siena e la Juventus, spinsero l'Inter a +11 il 16 febbraio. Lo scontro diretto tra le prime due della classe, disputato il 27 febbraio, finì in parità (con le reti dei capitani Totti e Javier Zanetti) lasciando immutato il distacco. I successivi passi falsi dei nerazzurri, che tra l'altro persero la propria imbattibilità in A dopo quasi un anno, causarono l'avvicinamento dei capitolini (anch'essi sconfitti nel derby dalla Lazio per 3-2): a fine marzo il distacco fu di quattro punti. Una possibile svolta parve giungere il 20 aprile, quando l'Inter (vittoriosa sul campo del Torino, dopo che la Roma era stata fermata sul pari dal Livorno) andò a +6. Due settimane più tardi, tuttavia, la sconfitta nel derby della Madonnina permise ai giallorossi di tornare a −3. Il confronto rimase in bilico anche la domenica seguente, quando l'Inter pareggiò contro il Siena e la Roma vinse con l'Atalanta in una curiosa riproposizione del 33º turno del precedente torneo quando la doppietta di Materazzi consegnò ai milanesi il tricolore (in questa occasione, contro lo stesso avversario, il difensore azzurro fallì invece un rigore con il punteggio già sul 2-2).

Con 21 reti, Alessandro Del Piero vince per la prima volta la classifica marcatori della Serie A, replicando il titolo di capocannoniere della seconda serie conseguito nella stagione precedente.

La maggioranza dei verdetti fu così rimandata all'ultima domenica, il 18 maggio. Le due pretendenti al titolo erano impegnate in trasferta, rispettivamente contro il Parma e il Catania: tali gare segnarono un incrocio tra diversi obiettivi, con la lotta per lo scudetto da una parte e quella per la salvezza dall'altra. La Roma passò in vantaggio per prima, con Vučinić: all'intervallo, il risultato del Tardini (ancora a reti inviolate) avrebbe comportato il clamoroso sorpasso in classifica. La situazione mutò nella ripresa, con il ritorno in campo di Ibrahimović dopo l'assenza di quasi due mesi dovuta ad un infortunio: la doppietta dello svedese decise il campionato, portando il tricolore a Milano e condannando i ducali alla retrocessione in B dopo diciotto anni trascorsi in massima serie.[4] Nei minuti finali dell'altro incontro, il Catania pervenne al pareggio guadagnando la permanenza in A: scesero invece l'Empoli, cui risultò fatale l'esito del Massimino, e il Livorno, già certo dell'ultima posizione.

In chiave europea, la Juventus conquista il terzo posto rientrando in Europa al primo tentativo: quarta piazza per la Fiorentina, che battendo un già salvo Torino ottiene la qualificazione a discapito del Milan. I rossoneri accedono così alla Coppa UEFA, insieme alla Sampdoria e all'Udinese. Ottimo anche il comportamento delle neopromosse, con il Genoa che arriva decimo e il Napoli che entra addirittura in Coppa Intertoto. Raggiungono invece la salvezza la Reggina e il Cagliari, autore di una rimonta nel girone di ritorno.

Il capitano juventino Del Piero si aggiudicò, per la prima volta, la classifica marcatori con 21 reti: un centro in meno per il suo compagno di squadra Trezeguet, che permise alla coppia di risultare la più prolifica nella storia della A con tre punti per vittoria. Con 41 reti complessive i due migliorarono, di un gol, anche il primato realizzato nel 2001-02 (con il francese capocannoniere). Essendo stato il miglior marcatore anche del precedente torneo di B, Del Piero eguagliò l'impresa di Paolo Rossi (goleador della B nel 1977 e della A nel 1978).

La morte di Gabriele Sandri[modifica | modifica wikitesto]

L'11 novembre 2007, dodicesima giornata di campionato, un nuovo grave lutto colpisce il calcio italiano: Gabriele Sandri, un tifoso della Lazio, viene ucciso in una stazione di servizio nei pressi dello svincolo autostradale di Arezzo da un colpo di pistola sparato dall'agente di polizia Luigi Spaccarotella, che si trovava dall'altra parte della carreggiata e la cui attenzione era stata richiamata da una rissa tra tifosi laziali e juventini[5]. Gabriele Sandri muore colpito da un proiettile al collo mentre era seduto sul sedile posteriore dell'automobile a bordo della quale stava viaggiando.

L'omaggio della curva nerazzurra a Gabriele Sandri prima di Inter-Lazio del 2 maggio 2009

Spaccarotella verrà accusato di omicidio volontario e condannato il 14 luglio 2009 in primo grado per omicidio colposo a una pena di 6 anni di reclusione[6]. In appello la condanna viene aggravata ad omicidio volontario con una pena di 9 anni e 4 mesi[7], successivamente confermata anche in Cassazione[8].

La notizia si diffonde immediatamente, e durante la stessa giornata cominciano a scatenarsi violenze ultras in tutta Italia: la partita Inter-Lazio viene rinviata immediatamente per motivi di ordine pubblico; a Bergamo viene sfondato un vetro divisore a colpi di tombino, ed i giocatori in campo vengono minacciati di ritorsioni se la gara non venisse sospesa, obbligando l'arbitro ad ordinare il "tutti a casa" dopo pochi minuti di gioco; a Taranto parte una fitta sassaiola in campo che costringe l'arbitro a seguire l'esempio di Bergamo. In tutti gli altri campi viene osservato un minuto di silenzio, ma molti ultras protestano e chiedono le sospensione delle gare, che però vengono giocate.

Nonostante il rinvio del posticipo Roma-Cagliari per motivi di ordine pubblico in serata centinaia di ultras laziali e romanisti attaccano la stazione di polizia di via Guido Reni, il Commissariato in via Ferdinando Fuga, gli uffici del CONI e la caserma dei carabinieri di Ponte Milvio[9]. Per gli ultras arrestati viene in seguito formulata, ma poi archiviata, anche l'accusa di terrorismo. L'11 novembre 2007 diventa il titolo del libro dello scrittore romano Maurizio Martucci che parlerà dell'uccisione di Gabriele Sandri come di «una giornata buia della Repubblica».

I fatti legati a Juventus-Parma[modifica | modifica wikitesto]

Sempre nella dodicesima giornata, questa volta di ritorno, un altro evento drammatico colpisce il calcio italiano. Il 30 marzo 2008 Matteo Bagnaresi, tifoso del Parma, muore investito da un pullman di tifosi juventini che si stanno recando a Torino per assistere alla partita Juventus-Parma. Il tragico fatto accade intorno alle 13 in un autogrill dell'A21 Piacenza-Torino, nei pressi di Asti. I presidenti delle due società, Giovanni Cobolli Gigli e Tommaso Ghirardi, prendono di comune accordo la decisione di rinviare la partita, con recupero mercoledì 16 aprile (finita poi 3-0 per i bianconeri).

Fair-play a Firenze[modifica | modifica wikitesto]

Domenica 2 dicembre 2007, al termine di Fiorentina-Inter (terminata 2-0 per i nerazzurri) i giocatori viola si sono schierati in fila all'ingresso del tunnel degli spogliatoi e hanno stretto la mano in segno di fair-play ai giocatori nerazzurri.[10]

Subito ci sono stati numerosi apprezzamenti dall'esterno, tanto che il presidente della Lega Calcio Antonio Matarrese ha imposto questa regola a partire da gennaio 2008 in tutti i campi di Serie A e di Serie B. Non sono mancate però le critiche, che ritengono che l'obbligatorietà del gesto ne sminuisca il valore, nonché qualche rissa fra giocatori nervosi alla fine delle partite.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Sponsor tecnico Sponsor ufficiale Risultato Stagione 2006-2007 Dettaglio
Atalanta Atalanta Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia Erreà Sit-In Sport 8º posto in Serie A 2007-2008
Cagliari Cagliari Cagliari Stadio Sant'Elia Umbro Tiscali 17º posto in Serie A 2007-2008
Catania Catania Catania Stadio Angelo Massimino Legea SP - Energia Siciliana 13º posto in Serie A 2007-2008
Empoli Empoli Empoli Stadio Carlo Castellani Asics Navigare 7º posto in Serie A 2007-2008
Fiorentina Fiorentina Firenze Stadio Artemio Franchi Lotto Toyota 6º posto in Serie A 2007-2008
Genoa Genova Stadio Luigi Ferraris (Marassi) Erreà Eurobet 3º posto in Serie B 2007-2008
Inter Milano Stadio Giuseppe Meazza Nike Pirelli Campione d'Italia in carica 2007-2008
Juventus Torino Stadio Olimpico di Torino Nike New Holland 1º posto in Serie B 2007-2008
Lazio Roma Stadio Olimpico di Roma Puma Edileuropa
So.Spe.
3º posto in Serie A 2007-2008
Livorno Livorno Livorno Stadio Armando Picchi Legea Banca Carige 11º posto in Serie A 2007-2008
Milan Milano Stadio Giuseppe Meazza Adidas Bwin 4º posto in Serie A 2007-2008
Napoli Napoli Stadio San Paolo Diadora Acqua Lete 2º posto in Serie B 2007-2008
Palermo Palermo Palermo Stadio Renzo Barbera Lotto Pramac 5º posto in Serie A 2007-2008
Parma Parma Parma Stadio Ennio Tardini Erreà Kome
Correggio (mostra)
12º posto in Serie A 2007-2008
Reggina Reggina Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo Onze Gicos
Stocco&stocco
Regione Calabria
14º posto in Serie A 2007-2008
Roma Roma Stadio Olimpico di Roma Kappa Wind 2º posto in Serie A 2007-2008
Sampdoria Genova Stadio Luigi Ferraris Kappa ERG 9º posto in Serie A 2007-2008
Siena Siena Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena Umbro Banca Monte dei Paschi di Siena 15º posto in Serie A 2007-2008
Torino Torino Torino Stadio Olimpico di Torino Asics Reale Mutua
Beretta
16º posto in Serie A 2007-2008
Udinese Udinese Udine Stadio Friuli Lotto Gaudì 10º posto in Serie A 2007-2008

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Atalanta Italia Luigi Delneri Italia Ferdinando Coppola,
Brasile Adriano Ferreira Pinto (38)
Italia Cristiano Doni (12)
Cagliari[11][12] Italia Marco Giampaolo (1ª-12ª)
Italia Nedo Sonetti (13ª-17ª)
Italia Davide Ballardini (18ª-38ª)
Italia Alessandro Matri (34) Italia Robert Acquafresca (10)
Catania[13] Italia Silvio Baldini (1ª-31ª)
Italia Walter Zenga (32ª-38ª)
Italia Lorenzo Stovini,
Perù Juan Manuel Vargas (36)
Uruguay Jorge Andrés Martínez (8)
Empoli[14][15] Italia Luigi Cagni (1ª-13ª)
Italia Alberto Malesani (14ª-31ª)
Italia Luigi Cagni (32ª-38ª)
Italia Sebastian Giovinco (35) Italia Nicola Pozzi (7)
Fiorentina Italia Cesare Prandelli Francia Sébastien Frey (35) Romania Adrian Mutu (17)
Genoa Italia Gian Piero Gasperini Francia Abdoulay Konko (37) Italia Marco Borriello (19)
Inter Italia Roberto Mancini Argentina Javier Zanetti (38) Svezia Zlatan Ibrahimovic (17)
Juventus Italia Claudio Ranieri Italia Alessandro Del Piero (37) Italia Alessandro Del Piero (21)
Lazio Italia Delio Rossi Italia Tommaso Rocchi (36) Macedonia Goran Pandev,
Italia Tommaso Rocchi (14)
Livorno[16][17] Italia Fernando Orsi (1ª-7ª)
Italia Giancarlo Camolese (8ª-35ª)
Italia Fernando Orsi (36ª-38ª)
Croazia Dario Knežević,
Italia Giovanni Pasquale (35)
Italia Francesco Tavano (10)
Milan Italia Carlo Ancelotti Italia Massimo Ambrosini,
Italia Andrea Pirlo (33)
Brasile Kaká (15)
Napoli Italia Edoardo Reja Slovacchia Marek Hamšík (37) Slovacchia Marek Hamšík (9)
Palermo[18][19] Italia Stefano Colantuono (1ª-13ª)
Italia Francesco Guidolin (14ª-30ª)
Italia Stefano Colantuono (31ª-38ª)
Italia Cristian Zaccardo (35) Brasile Amauri (15)
Parma[20][21] Italia Domenico Di Carlo (1ª-27ª)
Argentina Héctor Cúper (28ª-37ª)
Italia Andrea Manzo (38ª)
Italia Stefano Morrone (36) Croazia Igor Budan (7)
Reggina[22][23] Italia Massimo Ficcadenti (1ª-10ª)
Italia Renzo Ulivieri (11ª-26ª)
Italia Nevio Orlandi (27ª-38ª)
Paraguay Édgar Barreto (36) Italia Nicola Amoruso (12)
Roma Italia Luciano Spalletti Brasile Italia Doni (37) Italia Francesco Totti (14)
Sampdoria Italia Walter Mazzarri Italia Angelo Palombo (33) Italia Claudio Bellucci (12)
Siena[11] Italia Andrea Mandorlini (1ª-12ª)
Italia Mario Beretta (13ª-38ª)
Italia Simone Vergassola (38) Italia Massimo Maccarone (6)
Torino[24] Italia Walter Novellino (1ª-33ª)
Italia Gianni De Biasi (34ª-38ª)
Italia Alessandro Rosina (35) Italia Alessandro Rosina (8)
Udinese Italia Pasquale Marino Italia Antonio Floro Flores,
Svizzera Gökhan Inler,
Italia Fabio Quagliarella (37)
Italia Antonio Di Natale (17)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Inter 85 38 25 10 3 69 26 +43
Coppacampioni.png Coccarda Coppa Italia.svg 2. Roma 82 38 24 10 4 72 37 +35
Coppacampioni.png 3. Juventus 72 38 20 12 6 72 37 +35
Coppacampioni.png 4. Fiorentina Fiorentina 66 38 19 9 10 55 39 +16
Coppauefa.png 5. Milan 64 38 18 10 10 66 38 +28
Coppauefa.png 6. Sampdoria 60 38 17 9 12 56 46 +10
Coppauefa.png 7. Udinese Udinese 57 38 16 9 13 48 53 -5
Coppa Intertoto.svg 8. Napoli 50 38 14 8 16 50 53 -3
9. Atalanta Atalanta 48 38 12 12 14 52 56 -4
10. Genoa 48 38 13 9 16 44 52 -8
11. Palermo Palermo 47 38 12 11 15 47 57 -10
12. Lazio 46 38 11 13 14 47 51 -4
13. Siena Siena 44 38 9 17 12 40 45 -5
14. Cagliari Cagliari 42 38 11 9 18 40 56 -16
15. Torino Torino 40 38 8 16 14 36 49 -13
16. Reggina Reggina 40 38 9 13 16 37 56 -19
17. Catania Catania 37 38 8 13 17 33 45 -12
1downarrow red.svg 18. Empoli Empoli 36 38 9 9 20 29 52 -23
1downarrow red.svg 19. Parma Parma 34 38 7 13 18 42 62 -20
1downarrow red.svg 20. Livorno Livorno 30 38 6 12 20 35 60 -25

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla UEFA Champions League 2008-2009
      Ammesse alla UEFA Champions League 2008-2009
      Ammesse alla Coppa UEFA 2008-2009
      Ammessa alla Coppa Intertoto 2008
      Retrocesse in Serie B 2008-2009

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata
1ª giornata
ritorno
26 ago. 2007 27 gen. 2008
3-1 Fiorentina-Empoli 2-0
0-3 Genoa-Milan 0-2
1-1 Inter-Udinese 0-0
5-1 Juventus-Livorno 3-1
2-2 Lazio-Torino 0-0
0-2 Napoli-Cagliari 1-2
0-2 Palermo-Roma 0-1
2-2 Parma-Catania 0-0
1-1 Reggina-Atalanta 2-2
1-2 Siena-Sampdoria 0-1
andata
4ª giornata
ritorno
23 set. 2007 17 feb. 2008
2-1 Atalanta-Lazio 0-3
0-1 Cagliari-Palermo 1-2
0-1 Catania-Fiorentina 1-2
0-0 Empoli-Napoli 3-1
2-2 Livorno-Inter 0-2
1-1 Milan-Parma 0-0
2-2 Roma-Juventus 0-1
0-0 Sampdoria-Genoa 1-0
1-1 Torino-Siena 0-0
2-0 Udinese-Reggina 3-1
andata
7ª giornata
ritorno
7 ott. 2007 2 mar. 2008
0-0 Atalanta-Udinese 0-2
1-0 Catania-Livorno 0-1
1-1 Fiorentina-Juventus 3-2
2-0 Genoa-Cagliari 1-2
2-1 Inter-Napoli 0-1
1-5 Lazio-Milan 1-1
1-1 Palermo-Reggina 0-0
0-3 Parma-Roma 0-4
3-0 Siena-Empoli 2-0
1-0 Torino-Sampdoria 2-2
andata
10ª giornata
ritorno
31 ott. 2007 19 mar. 2008
2-2 Atalanta-Cagliari 0-1
1-0 Fiorentina-Napoli 0-2
4-1 Inter-Genoa 1-1
3-0 Juventus-Empoli 0-0
1-1 Palermo-Parma 1-2
1-3 Reggina-Livorno 1-1
3-2 Roma-Lazio 2-3
0-5 Sampdoria-Milan 2-1
1-1 Siena-Catania 0-0
2-1 Udinese-Torino 1-0
andata
13ª giornata
ritorno
25 nov. 2007 6 apr. 2008
1-2 Cagliari-Milan 1-3
0-0 Empoli-Torino 1-0
0-1 Genoa-Roma 2-3
2-1 Inter-Atalanta 2-0
5-0 Juventus-Palermo 2-3
1-0 Lazio-Parma 2-2
3-1 Livorno-Sampdoria 0-2
2-0 Napoli-Catania 0-3
0-0 Reggina-Fiorentina 0-2
2-0 Udinese-Siena 1-1
andata
16ª giornata
ritorno
16 dic. 2007 27 apr. 2008
1-3 Atalanta-Palermo 0-0
0-2 Cagliari-Inter 1-2
2-0 Catania-Udinese 1-2
1-1 Empoli-Genoa 1-0
2-3 Lazio-Juventus 2-5
1-1 Milan-Livorno 4-1
3-0 Parma-Reggina 1-2
2-2 Sampdoria-Fiorentina 2-2
1-1 Siena-Napoli 0-0
0-0 Torino-Roma 1-4
andata
19ª giornata
ritorno
20 gen. 2008 18 mag. 2008
2-1 Fiorentina-Torino 1-0
2-1 Genoa-Atalanta 0-2
3-2 Inter-Parma 2-0
0-0 Juventus-Sampdoria 3-3
1-0 Livorno-Empoli 1-2
2-2 Napoli-Lazio 1-2
2-3 Palermo-Siena 2-2
2-0 Reggina-Cagliari 2-2
2-0 Roma-Catania 1-1
0-1 Udinese-Milan 1-4
andata
2ª giornata
ritorno
2 set. 2007 3 feb. 2008
2-0 Atalanta-Parma 3-2
2-3 Cagliari-Juventus 1-1
0-0 Catania-Genoa 1-2
0-2 Empoli-Inter 0-1
2-4 Livorno-Palermo 0-1
1-1 Milan-Fiorentina 1-0
3-0 Roma-Siena 0-3
0-0 Sampdoria-Lazio 1-2
2-2 Torino-Reggina 3-1
0-5 Udinese-Napoli 1-3
andata
5ª giornata
ritorno
26 set. 2007 24 feb. 2008
1-0 Catania-Empoli 0-2
2-2 Fiorentina-Roma 0-1
3-2 Genoa-Udinese 5-3
3-0 Inter-Sampdoria 1-1
4-0 Juventus-Reggina 1-2
3-1 Lazio-Cagliari 0-1
1-0 Napoli-Livorno 2-1
2-1 Palermo-Milan 1-2
2-0 Parma-Torino 4-4
1-1 Siena-Atalanta 2-2
andata
8ª giornata
ritorno
21 ott. 2007 9 mar. 2008
2-2 Atalanta-Torino 0-1
1-1 Cagliari-Catania 1-2
3-0 Fiorentina-Siena 0-1
1-0 Juventus-Genoa 2-0
0-1 Livorno-Lazio 0-2
0-1 Milan-Empoli 3-1
0-1 Reggina-Inter 0-2
4-4 Roma-Napoli 2-0
3-0 Sampdoria-Parma 2-1
1-1 Udinese-Palermo 1-1
andata
11ª giornata
ritorno
4 nov. 2007 22 mar. 2008
0-3 Cagliari-Sampdoria 1-1
1-2 Catania-Atalanta 0-0
2-2 Empoli-Roma 1-2
3-3 Genoa-Palermo 3-2
1-1 Juventus-Inter 2-1
0-1 Lazio-Fiorentina 0-1
0-0 Livorno-Udinese 0-2
0-0 Milan-Torino 1-0
1-1 Napoli-Reggina 1-1
2-2 Parma-Siena 0-2
andata
14ª giornata
ritorno
2 dic. 2007 13 apr. 2008
5-1 Atalanta-Napoli 0-2
0-0 Cagliari-Livorno 2-1
3-1 Catania-Palermo 0-1
0-2 Fiorentina-Inter 0-2
0-0 Milan-Juventus 2-3
1-0 Parma-Empoli 1-1
2-1 Roma-Udinese 3-1
3-0 Sampdoria-Reggina 0-1
1-1 Siena-Lazio 1-1
1-1 Torino-Genoa 0-3
andata
17ª giornata
ritorno
23 dic. 2007 4 mag. 2008
5-1 Fiorentina-Cagliari 1-2
1-0 Genoa-Parma 0-1
2-1 Inter-Milan 1-2
2-0 Juventus-Siena 0-1
1-1 Livorno-Atalanta 2-3
1-1 Napoli-Torino 1-2
2-2 Palermo-Lazio 2-1
3-1 Reggina-Catania 2-1
2-0 Roma-Sampdoria 3-0
2-2 Udinese-Empoli 1-0
andata
3ª giornata
ritorno
16 set. 2007 10 feb. 2008
2-2 Fiorentina-Atalanta 2-2
1-1 Genoa-Livorno 1-1
2-0 Inter-Catania 2-0
0-1 Juventus-Udinese 2-1
0-0 Lazio-Empoli 0-1
2-0 Napoli-Sampdoria 0-2
1-1 Palermo-Torino 1-3
1-1 Parma-Cagliari 1-1
0-2 Reggina-Roma 0-2
1-1 Siena-Milan 0-1
andata
6ª giornata
ritorno
30 set. 2007 27 feb. 2008
1-0 Cagliari-Siena 0-1
3-1 Empoli-Palermo 0-2
0-3 Livorno-Fiorentina 0-1
1-1 Milan-Catania 1-1
1-2 Napoli-Genoa 0-2
1-1 Reggina-Lazio 0-1
1-4 Roma-Inter 1-1
3-0 Sampdoria-Atalanta 1-4
0-1 Torino-Juventus 0-0
2-1 Udinese-Parma 0-2
andata
9ª giornata
ritorno
28 ott. 2007 16 mar. 2008
2-0 Catania-Sampdoria 1-3
0-1 Empoli-Atalanta 1-4
0-0 Genoa-Fiorentina 1-3
0-1 Lazio-Udinese 2-2
0-1 Milan-Roma 1-2
3-1 Napoli-Juventus 0-1
0-0 Palermo-Inter 1-2
3-2 Parma-Livorno 1-1
0-0 Siena-Reggina 0-4
2-0 Torino-Cagliari 0-3
andata
12ª giornata
ritorno
11 nov. 2007 30 mar. 2008
2-1[25] Atalanta-Milan 2-1
1-2 Fiorentina-Udinese 1-3
3-0[26] Inter-Lazio 1-1
2-1 Palermo-Napoli 0-1
2-2 Parma-Juventus 0-3[27]
2-0 Reggina-Genoa 0-2
2-0[28] Roma-Cagliari 1-1
3-0 Sampdoria-Empoli 2-0
2-3 Siena-Livorno 0-0
1-1 Torino-Catania 2-1
andata
15ª giornata
ritorno
9 dic. 2007 20 apr. 2008
4-1 Empoli-Cagliari 0-2
1-3 Genoa-Siena 1-0
4-0 Inter-Torino 1-0
1-0 Juventus-Atalanta 4-0
2-0 Lazio-Catania 0-1
1-1 Livorno-Roma 1-1
1-0 Napoli-Parma 2-1
2-0 Palermo-Fiorentina 0-1
0-1 Reggina-Milan 1-5
3-2 Udinese-Sampdoria 0-3
andata
18ª giornata
ritorno
13 gen. 2008 11 mag. 2008
1-2 Atalanta-Roma 1-2
0-1 Cagliari-Udinese 2-0
1-1 Catania-Juventus 1-1
1-1 Empoli-Reggina 0-2
1-2 Lazio-Genoa 2-0
5-2 Milan-Napoli 1-3
1-2 Parma-Fiorentina 1-3
3-0 Sampdoria-Palermo 2-0
2-3 Siena-Inter 2-2
1-2 Torino-Livorno 1-0

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ATA CAG CAT EMP FIO GEN INT JUV LAZ LIV MIL NAP PAL PAR REG ROM SAM SIE TOR UDI
Atalanta 2–2 0–0 4–1 2–2 2–0 0–2 0–4 2–1 3–2 2–1 5–1 1–3 2–0 2–2 1–2 4–1 2–2 2–2 0–0
Cagliari 1–0 1–1 2–0 2–1 2–1 0–2 2–3 1–0 0–0 1–2 2–1 0–1 1–1 2–2 1–1 0–3 1–0 3–0 0–1
Catania 1–2 2–1 1–0 0–1 0–0 0–2 1–1 1–0 1–0 1–1 3–0 3–1 0–0 1–2 1–1 2–0 0–0 1–2 2–0
Empoli 0–1 4–1 2–0 0–2 1–1 0–2 0–0 1–0 2–1 1–3 0–0 3–1 1–1 1–1 2–2 0–2 0–2 0–0 0–1
Fiorentina 2–2 5–1 2–1 3–1 3–1 0–2 1–1 1–0 1–0 0–1 1–0 1–0 3–1 2–0 2–2 2–2 3–0 2–1 1–2
Genoa 2–1 2–0 2–1 0–1 0–0 1–1 0–2 0–2 1–1 0–3 2–0 3–3 1–0 2–0 0–1 0–1 1–3 3–0 3–2
Inter 2–1 2–1 2–0 1–0 2–0 4–1 1–2 3–0 2–0 2–1 2–1 2–1 3–2 2–0 1–1 3–0 2–2 4–0 1–1
Juventus 1–0 1–1 1–1 3–0 2–3 1–0 1–1 5–2 5–1 3–2 1–0 5–0 3–0 4–0 1–0 0–0 2–0 0–0 0–1
Lazio 3–0 3–1 2–0 0–0 0–1 1–2 1–1 2–3 2–0 1–5 2–1 1–2 1–0 1–0 3–2 2–1 1–1 2–2 0–1
Livorno 1–1 1–2 1–0 1–0 0–3 1–1 2–2 1–3 0–1 1–4 1–2 2–4 1–1 1–1 1–1 3–1 0–0 0–1 0–0
Milan 1–2 3–1 1–1 0–1 1–1 2–0 2–1 0–0 1–1 1–1 5–2 2–1 1–1 5–1 0–1 1–2 1–0 0–0 4–1
Napoli 2–0 0–2 2–0 1–3 2–0 1–2 1–0 3–1 2–2 1–0 3–1 1–0 1–0 1–1 0–2 2–0 0–0 1–1 3–1
Palermo 0–0 2–1 1–0 2–0 2–0 2–3 0–0 3–2 2–2 1–0 2–1 2–1 1–1 1–1 0–2 0–2 2–3 1–1 1–1
Parma 2–3 1–1 2–2 1–0 1–2 1–0 0–2 2–2 2–2 3–2 0–0 1–2 2–1 3–0 0–3 1–2 2–2 2–0 2–0
Reggina 1–1 2–0 3–1 2–0 0–0 2–0 0–1 2–1 1–1 1–3 0–1 1–1 0–0 2–1 0–2 1–0 4–0 1–3 1–3
Roma 2–1 2–0 2–0 2–1 1–0 3–2 1–4 2–2 3–2 1–1 2–1 4–4 1–0 4–0 2–0 2–0 3–0 4–1 2–1
Sampdoria 3–0 1–1 3–1 3–0 2–2 0–0 1–1 3–3 0–0 2–0 0–5 2–0 3–0 3–0 3–0 0–3 1–0 2–2 3–0
Siena 1–1 1–0 1–1 3–0 1–0 0–1 2–3 1–0 1–1 2–3 1–1 1–1 2–2 2–0 0–0 3–0 1–2 0–0 1–1
Torino 1–0 2–0 1–1 0–1 0–1 1–1 0–1 0–1 0–0 1–2 0–1 2–1 3–1 4–4 2–2 0–0 1–0 1–1 0–1
Udinese 2–0 0–2 2–1 2–2 3–1 3–5 0–0 1–2 2–2 2–0 0–1 0–5 1–1 2–1 2–0 1–3 3–2 2–0 2–1

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Positivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo dei punti in casa: Inter, Roma (48)
  • Massimo dei punti in trasferta: Inter (37)
  • Miglior sequenza di partite utili: Inter (25)
  • Maggior numero di vittorie: Inter (25)
  • Maggior numero di vittorie in trasferta: Inter, Milan (10)
  • Massimo dei pareggi in trasferta: Lazio, Torino (9)
  • Minor numero di sconfitte: Inter (3)
  • Minor numero di sconfitte in casa: Inter, Roma (1)
  • Minor numero di sconfitte in trasferta: Inter (2)
  • Maggior numero di reti segnate: Juventus, Roma (72)
  • Minor numero di reti subite: Inter (26)
  • Massimo delle reti segnate in casa: Roma (43)
  • Massimo delle reti segnate in trasferta: Milan (35)
  • Minimo delle reti subite in casa: Juventus (12)
  • Minimo delle reti subite in trasferta: Inter (12)
  • Miglior differenza reti: Inter (43)
  • Miglior valore rispetto alla media inglese: Inter (+9)

Negativi[modifica | modifica wikitesto]

  • Minor numero di punti in casa: Livorno (17)
  • Minor numero di punti in trasferta: Catania, Parma (7)
  • Minor numero di vittorie in casa: Livorno (3)
  • Minor numero di vittorie in trasferta: Catania, Parma (nessuna)
  • Minor numero di vittorie: Livorno (6)
  • Maggior numero di pareggi in casa: Siena (9)
  • Maggior numero di sconfitte: Empoli, Livorno (20)
  • Maggior numero di sconfitte in casa: Livorno (8)
  • Maggior numero di sconfitte in trasferta: Empoli (13)
  • Minor numero di reti segnate: Empoli (29)
  • Minor numero di reti segnate in trasferta: Empoli (11)
  • Minor numero di reti segnate in casa: Empoli, Livorno (18)
  • Maggior numero di reti subite: Parma (62)
  • Maggior numero di reti subite in casa: Udinese (29)
  • Maggior numero di reti subite in trasferta: Napoli, Reggina (37)
  • Peggior differenza reti: Livorno (−25)
  • Peggior valore rispetto alla media inglese: Livorno (−46)

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2007-2008.
Titolari
12 Brasile Júlio César
13 Brasile Maicon
25 Argentina Walter Samuel
2 Colombia Iván Córdoba
6 Brasile Maxwell
4 Argentina Javier Zanetti
19 Argentina Esteban Cambiasso
7 Portogallo Luís Figo
11 Cile Luis Antonio Jiménez
8 Svezia Zlatan Ibrahimović
9 Argentina Julio Cruz

Riserve 1 Francesco Toldo, 5 Dejan Stanković, 10 Adriano, 14 Patrick Vieira, 15 Olivier Dacourt, 16 Nicolás Burdisso, 18 Hernán Crespo, 21 Santiago Solari, 23 Marco Materazzi, 26 Christian Chivu, 28 Maniche, 29 David Suazo, 30 Pelé, 45 Mario Balotelli

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Marcatore Squadra
1rightarrow.png 21 3 Alessandro Del Piero Juventus
20 2 David Trezeguet Juventus
19 5 Marco Borriello Genoa
17 2 Antonio Di Natale Udinese Udinese
17 6 Adrian Mutu Fiorentina Fiorentina
17 8 Zlatan Ibrahimović Inter
15 2 Amauri Palermo Palermo
15 6 Kaká Milan
14 1 Goran Pandev Lazio
14 3 Tommaso Rocchi Lazio
14 3 Francesco Totti Roma
13 1 Julio Ricardo Cruz Inter
13 2 Massimo Maccarone Siena Siena
12 0 Fabio Quagliarella Udinese Udinese
12 2 Claudio Bellucci Sampdoria
12 3 Nicola Amoruso Reggina Reggina
12 4 Cristiano Doni Atalanta Atalanta
11 0 Filippo Inzaghi Milan
10 0 Antonio Cassano Sampdoria
10 1 Robert Acquafresca Cagliari Cagliari
10 3 Francesco Tavano Livorno Livorno


Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

[29].

Reti Calciatore Incontro Giornata
4 Italia Nicola Pozzi Empoli-Cagliari 4-1 15

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Football Club Internazionale Milano Associazione Sportiva Roma

  • Dalla 3ª alla 4ª giornata: Roma
  • Dalla 6ª alla 38ª giornata: Inter

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Serie A 2007-08: 23.887.[30]
NB: il Cagliari non comunica dati ufficiali sugli spettatori.

Club Pos. Media Max. Totale Abbonamenti
Milan 1 56.642 81.766 1.076.205 43.140
Inter 2 51.211 78.675 973.014 37.466
Napoli 3 43.046 59.272 774.819 22.852
Roma 4 37.276 62.241 708.243 27.313
Fiorentina Fiorentina 5 31.387 42.449 596.351 23.389
Palermo Palermo 6 25.541 34.271 485.285 19.996
Genoa 7 24.745 31.618 470.162 21.675
Sampdoria 8 21.888 33.060 415.874 18.259
Lazio 9 21.485 49.284 408.207 14.939
Juventus 10 20.930 22.722 397.664 18.348
Torino Torino 11 19.226 23.974 365.294 16.401
Catania Catania 12 17.606 21.148 334.513 14.246
Udinese Udinese 13 15.672 25.152 297.773 12.095
Parma Parma 14 15.427 25.149 293.105 11.386
Reggina Reggina 15 13.147 23.248 249.785 9.300
Atalanta Atalanta 16 10.673 21.323 192.122 6.939
Siena Siena 17 10.351 15.419 196.678 7.228
Livorno Livorno 18 9.901 14.630 188.116 5.876
Empoli Empoli 19 8.005 16.326 152.104 4.506

Audience televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Audience media per società delle gare di Serie A TIM 2007-2008 trasmesse in diretta sul canale Sky Italia

Club Pos. Media Sky
Juventus 1 872.273
Inter 2 752.585
Milan 3 729.871
Roma 4 437.719
Napoli 5 398.116
Lazio 6 379.747
Fiorentina Fiorentina 7 319.540
Torino Torino 8 310.658
Genoa 9 288.583
Palermo Palermo 10 285.027
Parma Parma 11 223.448
Sampdoria 12 216.831
Cagliari Cagliari 13 203.916
Reggina Reggina 14 181.423
Atalanta Atalanta 15 173.635
Catania Catania 16 162.191
Empoli Empoli 17 146.716
Udinese Udinese 18 134.435
Livorno Livorno 19 117.217
Siena Siena 20 87.214

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Martucci, 11 novembre 2007, l'uccisione di Gabriele Sandri una giornata buia della Repubblica, Roma, Sovera Multimedia, 2008, ISBN 978-88-8124-787-5.
  • Almanacco Illustrato del Calcio 2009, Modena, Panini, 2008.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Inter delude nella prima solo un pari con l'Udinese, La Repubblica, 26 agosto 2007. URL consultato il 28 febbraio 2015.
  2. ^ Riccardo Pratesi, L'Inter stravince a Roma 4-1 pesante: è prima da sola in La Gazzetta dello Sport, 29 settembre 2007. URL consultato l'8 marzo 2015.
  3. ^ Antonino Morici, Nessun regalo per il Milan L'Inter vince in rimonta in La Gazzetta dello Sport, 23 dicembre 2007. URL consultato il 15 aprile 2015.
  4. ^ Riccardo Pratesi, Ibra torna e decide Scudetto all'Inter! in La Gazzetta dello Sport, 18 maggio 2008. URL consultato il 15 aprile 2015.
  5. ^ Tragedia sull'A1, Italia sotto choc per il tifoso ucciso da un agente in la Repubblica, 11 gennaio 2007. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  6. ^ Sandri, sei anni all'agente: "Omicidio colposo" in la Repubblica, 14 luglio 2009. URL consultato il 15 luglio 2009.
  7. ^ Sandri, fu omicidio volontario. Spaccarotella condannato a 9 anni e 4 mesi in la Repubblica, 1° dicembre 2012. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  8. ^ Sentenza definitiva per Spaccarotella. La Cassazione: fu omicidio volontario in Corriere della Sera, 14 febbraio 2012. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  9. ^ Roma: una notte di guerriglia. Corriere della Sera
  10. ^ Fair play in campo. La Fiorentina dà l'esempio - Firenze.repubblica.it. URL consultato il 10 febbraio 2008.
  11. ^ a b Siena e Cagliari dietrofront, tornano Beretta e Sonetti, gazzetta.it, 12 novembre 2007.
  12. ^ Cagliari, ecco Ballardini, gazzetta.it, 29 dicembre 2007.
  13. ^ Zenga riparte da Catania, gazzetta.it, 1º aprile 2008.
  14. ^ Anche l'Empoli cambia: Malesani al posto di Cagni, gazzetta.it, 26 novembre 2007.
  15. ^ L'Empoli licenzia Malesani, in panchina torna Cagni, gazzetta.it, 31 marzo 2008.
  16. ^ Camolese al lavoro, Livorno subito in ritiro, gazzetta.it, 10 ottobre 2007.
  17. ^ Spinelli: "Ora si sterza", il Livorno torna ad Orsi, gazzetta.it, 28 aprile 2008.
  18. ^ Palermo, via Colantuono, c'è Guidolin per la 4ª volta, gazzetta.it, 26 novembre 2007.
  19. ^ Palermo, Guidolin addio, torna Colantuono, gazzetta.it, 24 marzo 2008.
  20. ^ Cuper-Parma: ora è fatta, gazzetta.it, 11 marzo 2008.
  21. ^ Manzo sfiderà l'Inter, Cuper: "Io tifo Parma", gazzetta.it, 12 maggio 2008.
  22. ^ Ora è ufficiale: Ulivieri alla Reggina, gazzetta.it, 1º novembre 2007.
  23. ^ Reggina: esonerato Ulivieri, gazzetta.it, 3 marzo 2008.
  24. ^ Torino: via Novellino, torna in panca De Biasi, gazzetta.it, 16 aprile 2008.
  25. ^ Sospesa al 6' sullo 0-0 per intemperanze dei tifosi atalantini e ricominciata il 23 gennaio 2008 a porte chiuse.
  26. ^ Giocata il 5 dicembre in seguito alla scomparsa di un tifoso della Lazio.
  27. ^ Giocata il 16 aprile in seguito alla scomparsa di un tifoso del Parma.
  28. ^ Giocata il 5 dicembre per motivi di ordine pubblico.
  29. ^ Serie A 2007-2008 Rsssf.com
  30. ^ Statistiche Spettatori Serie A 2007-2008 Attendance Statistics of Serie A (1st Div) 2007-2008 Fiorentina,Inter,Inter,Lazio,Milan

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]