Cagliari Calcio 2007-2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Cagliari Calcio.

Cagliari Calcio
Stagione 2007-2008
AllenatoreItalia Marco Giampaolo[1]
Italia Nedo Sonetti[2]
Italia Davide Ballardini[3]
PresidenteItalia Massimo Cellino
Serie A14º posto
Coppa ItaliaOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Matri (34)
Totale: Matri (36)
Miglior marcatoreCampionato: Acquafresca (10)
Totale: Acquafresca (12)
StadioStadio Sant'Elia

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Cagliari Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2007-2008.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Con le cessioni di Mauro Esposito (alla Roma), Antonio Langella (all'Atalanta) e David Suazo (all'Inter). Proprio nell'affare Suazo il Cagliari riesce a ottenere dall'Inter (oltre a un robusto conguaglio economico) la metà del cartellino del giovane Robert Acquafresca, autore di un buon girone di ritorno l'anno prima in prestito al Treviso, in Serie B, il quale si rivelerà decisivo per la conquista della salvezza grazie ai suoi 10 gol.

La rosa viene ridisegnata puntando su un gruppo di giocatori giovani, adatti al 4-4-2 utilizzato da Marco Giampaolo cui la società sembra aver concesso massima fiducia dopo le incomprensioni della stagione precedente.

L'inizio è promettente, il Cagliari raccoglie un successo (2-0) sul campo del Napoli; in Coppa Italia la squadra supera il primo turno eliminando il Siena nonostante una formazione con diverse riserve, mentre nella seconda di campionato esce tra gli applausi malgrado la sconfitta arrivata nei minuti finali contro la Juventus.

Di lì a poco scoppia il caso Foggia-Marchini, con i due giocatori che, causa una non chiara lite fra loro,[4] finiscono fuori rosa a poche ore da Atalanta-Cagliari (3-3 il risultato finale). Foggia viene poi reintegrato in rosa ma la situazione non migliora. Infatti dopo soli 9 punti in 11 partite e dopo la disfatta casalinga per 0-3 contro la Sampdoria, a farne le spese è il tecnico Giampaolo, esonerato il 12 novembre 2007.

Al suo posto viene chiamato in panchina Nedo Sonetti, alla terza esperienza sulla panchina rossoblu dopo quella del 2002 e il 2006. Il cambio di guida tecnica non apporta cambiamenti nei risultati. Sonetti ottiene un solo punto in 5 gare, così il 19 dicembre 2007, prima della trasferta di Firenze contro la Fiorentina, il tecnico di Piombino è destituito dall'incarico. Viene richiamato Marco Giampaolo, ancora sotto contratto, che rifiuta e poi rescinde il contratto con la società isolana. Il 20 dicembre Nedo Sonetti è ancora sulla panchina del Cagliari ma dopo la sconfitta per 5-1 contro la Fiorentina viene definitivamente esonerato.

A sorpresa Massimo Cellino affida l'incarico a Davide Ballardini, già ingaggiato ed esonerato nella stagione 2005-2006 dopo quattro pareggi e cinque sconfitte in nove gare.[5] Nella finestra di mercato vengono ingaggiati il portiere Marco Storari (che subentrerà a Marco Fortin) e l'attaccante Jeda, mentre fa ritorno dall'Hellas Verona il trequartista cagliaritano Andrea Cossu.

Nelle prime due uscite, nonostante i rinforzi, Ballardini non raccoglie punti e la pesante sconfitta sul campo della Reggina, penultima per 2-0, sembra il preludio verso la retrocessione in Serie B perché chiude all'ultimo posto con soli 10 punti a -7 dalla zona salvezza.

Domenica 27 gennaio 2008 lo Stadio Sant'Elia, affollato grazie a una offerta promozionale della società, ospita la sfida Cagliari-Napoli. A inizio ripresa il Napoli passa in vantaggio con una rete dello slovacco Marek Hamšík; i sardi cominciano quindi ad attaccare, costringendo la squadra ospite a rinchiudersi nella propria metà campo. I tentativi dei padroni di casa di segnare risultano però vani, anche grazie a diversi interventi del portiere avversario Matteo Gianello, che sostituisce l'infortunato Gennaro Iezzo. Negli ultimi due minuti di recupero, però, le reti di Alessandro Matri prima e di Daniele Conti poi consegnano al Cagliari l'insperata vittoria per 2-1.

Nella giornata successiva la squadra è in trasferta allo Stadio Olimpico di Torino, ospite della Juventus. La gara si chiuderà sull'1-1, con gol di Paolo Bianco e pareggio, un minuto dopo, dello juventino Nedvěd. Nei turni seguenti i rossoblu continuano a guadagnare punti (15 in dieci partite) e proseguono nella loro rimonta nonostante una penalizzazione di 3 punti (poi ritirata). Grazie all'imbattibilità tra le mura amiche e ai successi negli scontri diretti contro il Livorno (2-1 all'Armando Picchi), l'Empoli (2-0 a Cagliari) e il Torino per 3-0, anziché i successi contro squadre come la Lazio (1-0 al 90'), Genoa (2-1 in rimonta), l'Atalanta (1-0 su rigore di Robert Acquafresca) e la Fiorentina per 2-1, gli isolani conquistano la salvezza con una giornata di anticipo, liquidando 2-0 l'Udinese a Udine e totalizzando 42 punti (di cui ben 32 fatti nel girone di ritorno) e il 14º posto.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione è stata la Umbro, il Main sponsor Tiscali. Sulle maglie compariva anche il logo della piattaforma satellitare Sky.

I completi di gioco: classica a quarti rossoblu il primo, bianco il secondo. Entrambi presentavano sulle spalle la croce simbolo della Umbro. Il Terzo completo, per la prima volta nella storia della squadra era color Oro anch'esso presentava la croce sulle spalle.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Vincenzo Marruocco[6]
2 Italia C Davide Marchini
3 Italia D Cristiano Del Grosso
4 Italia C Alessandro Budel[6]
4 Italia P Luca Capecchi[7]
5 Italia C Daniele Conti
6 Uruguay D Diego Luis López (capitano)
7 Italia C Antonino D'Agostino[6]
7 Italia C Andrea Cossu[7]
8 Italia C Davide Biondini
9 Italia A Robert Acquafresca
10 Italia C Pasquale Foggia
12 Slovenia P Jan Koprivec
13 Italia P Marco Storari[7]
14 Italia D Francesco Pisano
15 Uruguay C Sebastián Rosano[7]
16 Italia P Marco Fortin[6]
18 Italia C Andrea Parola
19 Argentina A Joaquín Larrivey
20 Italia D Paolo Bianco
21 Italia D Michele Canini
N. Ruolo Giocatore
22 Uruguay D Joe Bizera[6]
22 Portogallo C Vitor Gomes Silva[7]
23 Italia C Michele Fini
24 Svizzera C Rijat Shala
25 Venezuela C Rafael Acosta
26 Italia C Marco Mancosu
27 Brasile A Jeda[7]
28 Italia D Daniele Magliocchetti
29 Italia D Michele Ferri
30 Italia A Daniele Ragatzu
31 Italia D Alessandro Agostini
32 Italia A Alessandro Matri
33 Italia C Enrico Cotza
34 Italia C Davide Meloni
35 Italia D Davide Puddu
36 Italia C Alessandro Dettori
37 Uruguay D Claudio Herrera
38 Italia D Giacomo Garau
39 Italia P Mauro Vigorito
Slovenia C Ivica Guberac[7]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Jan Koprivec Koper definitivo
P Vincenzo Marruocco Foggia definitivo
D Daniele Magliocchetti Roma prestito
C Rijat Shala Foggia definitivo
C Andrea Parola Sampdoria definitivo
C Michele Fini svincolato
C Claudio Pani Pistoiese fine prestito
C Pasquale Foggia Lazio prestito
A Alessandro Matri Milan compartecipazione
A Joaquín Larrivey Huracán definitivo
A Robert Acquafresca Inter compartecipazione
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Antonio Chimenti fine contratto
P Simone Aresti Pistoiese prestito
C Gabriel Peñalba Quilmes fine prestito
C Salvatore Burrai Manfredonia prestito
C Claudio Pani Modena prestito
C Simone Pepe Udinese fine prestito
C Alessandro Conticchio fine contratto
C Leonardo Colucci fine contratto
C Andrea Capone fine contratto
A Marco Sau Manfredonia prestito
A Antonio Langella Atalanta definitivo
A David Suazo Inter definitivo
A Mauro Esposito Roma compartecipazione

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Marco Storari Milan prestito
P Luca Capecchi Ravenna prestito
C Vítor Gomes Rio Ave prestito
C Ivica Guberac Primorje definitivo
C Sebastián Rosano Wanderers (M) prestito
C Andrea Cossu svincolato[8]
A Jeda Rimini definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Marco Fortin Vicenza definitivo
P Vincenzo Marruocco Ravenna prestito
D Joe Bizera Maccabi Tel Aviv prestito
C Antonino D'Agostino Atalanta risoluzione prestito
C Alessandro Budel rescissione[9]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2007-2008.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
26 agosto 2007, ore 15:00
1ª giornata
Napoli0 – 2
referto
CagliariStadio San Paolo

Cagliari
2 settembre 2007, ore 15:00
2ª giornata
Cagliari2 – 3
referto
JuventusStadio Sant'Elia

Parma
16 settembre 2007, ore 20:30
3ª giornata
Parma1 – 1
referto
CagliariStadio Ennio Tardini

Cagliari
23 settembre 2007, ore 15:00
4ª giornata
Cagliari0 – 1
referto
PalermoStadio Sant'Elia

Roma
26 settembre 2007, ore 20:30
5ª giornata
Lazio3 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico

Cagliari
30 settembre 2007, ore 15:00
6ª giornata
Cagliari1 – 0
referto
SienaStadio Sant'Elia

Genova
7 ottobre 2007, ore 15:00
7ª giornata
Genoa2 – 0
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris

Cagliari
21 ottobre 2007, ore 15:00
8ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
CataniaStadio Sant'Elia

Torino
27 ottobre 2007, ore 18:00
9ª giornata
Torino2 – 0
referto
CagliariStadio Olimpico

Bergamo
31 ottobre 2007, ore 20:30
10ª giornata
Atalanta2 – 2
referto
CagliariStadio Atleti Azzurri d'Italia

Cagliari
4 novembre 2007, ore 15:00
11ª giornata
Cagliari0 – 3
referto
SampdoriaStadio Sant'Elia

Roma
5 dicembre 2007, ore 20:30
12ª giornata
Roma2 – 0
referto
CagliariStadio Olimpico

Cagliari
25 novembre 2007, ore 15:00
13ª giornata
Cagliari1 – 2
referto
MilanStadio Sant'Elia

Cagliari
2 dicembre 2007, ore 15:00
14ª giornata
Cagliari0 – 0
referto
LivornoStadio Sant'Elia

Empoli
9 dicembre 2007, ore 15:00
15ª giornata
Empoli4 – 1
referto
CagliariStadio Carlo Castellani

Cagliari
16 dicembre 2007, ore 20:30
16ª giornata
Cagliari0 – 2
referto
InterStadio Sant'Elia

Firenze
23 dicembre 2007, ore 15:00
17ª giornata
Fiorentina5 – 1
referto
CagliariStadio Artemio Franchi

Cagliari
13 gennaio 2008, ore 15:00
18ª giornata
Cagliari0 – 1
referto
Udinesestadio Sant'Elia

Reggio Calabria
20 gennaio 2008, ore 15:00
19ª giornata
Reggina2 – 0
referto
CagliariStadio Oreste Granillo

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
27 gennaio 2008, ore 15:00
20ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
NapoliStadio Sant'Elia

Torino
3 febbraio 2008, ore 15:00
21ª giornata
Juventus1 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico

Cagliari
10 febbraio 2008, ore 15:00
22ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
Parmastadio Sant'Elia

Palermo
17 febbraio , ore 15:00
23ª giornata
Palermo2 – 1
referto
CagliariStadio Renzo Barbera

Cagliari
24 febbraio 2008, ore 15:00
24ª giornata
Cagliari1 – 0
referto
LazioStadio Sant'Elia

Siena
27 febbraio 2008, ore 20:30
25ª giornata
Siena1 – 0
referto
CagliariStadio Artemio Franchi

Cagliari
2 marzo 2008, ore 15:00
26ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
GenoaStadio Sant'Elia

Catania
9 marzo 2008, ore 15:00
27ª giornata
Catania2 – 1
referto
CagliariStadio Angelo Massimino

Cagliari
16 marzo 2008, ore 15:00
28ª giornata
Cagliari3 – 0
referto
TorinoStadio Sant'Elia

Cagliari
19 marzo 2008, ore 20:30
29ª giornata
Cagliari1 – 0
referto
AtalantaStadio Sant'Elia

Genova
22 marzo 2008, ore 15:00
30ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris

Cagliari
29 marzo 2008, ore 18:00
31ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
RomaStadio Sant'Elia

Milano
5 aprile 2008, ore 20:30
32ª giornata
Milan3 – 1
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza

Livorno
13 aprile 2008, ore 15:00
33ª giornata
Livorno1 – 2
referto
CagliariStadio Armando Picchi

Cagliari
20 aprile 2008, ore 15:00
34ª giornata
Cagliari2 – 0
referto
EmpoliStadio Sant'Elia

Milano
27 aprile 2008, ore 15:00
35ª giornata
Inter2 – 1
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza

Cagliari
4 maggio 2008, ore 15:00
36ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
FiorentinaStadio Sant'Elia

Udine
11 maggio 2008, ore 15:00
37ª giornata
Udinese0 – 2
referto
CagliariStadio Friuli

Cagliari
18 maggio 2008, ore 15:00
38ª giornata
Cagliari2 – 2
referto
RegginaStadio Sant'Elia

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2007-2008.
Cagliari
29 agosto 2007, ore 20:30
Terzo turno
Cagliari2 – 1SienaStadio Sant'Elia

Cagliari
12 dicembre 2007, ore 20:30
Ottavi di finale - Andata
Cagliari1 – 0SampdoriaStadio Sant'Elia

Genova
16 gennaio 2008, ore 20:30
Ottavi di finale - Ritorno
Sampdoria4 – 0CagliariStadio Luigi Ferraris

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 42 19 8 5 6 22 20 19 3 4 12 18 36 38 11 9 18 40 56
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 2 0 0 3 1 1 0 0 1 0 4 3 2 0 1 3 5
Totale - 21 10 5 6 25 21 20 3 4 13 18 40 41 13 9 19 43 61

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T C T C T T C T C C T C T C T C T C T C T C T C C T C T T C T C T C
Risultato V P N P P V P N P N P P P N P P P P P V N N P V P V P V V N N P V V P V V N
Posizione 4 9 8 12 15 13 15 15 16 16 17 19 20 18 20 19 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 18 18 18 19 16 15 15 14 14 14

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dalla 1ª all'11ª giornata.
  2. ^ Dalla 12ª alla 17ª giornata.
  3. ^ Dalla 18ª alla 38ª giornata.
  4. ^ Giovanni Vernazza, Marchini accusa Foggia "Botte da un suo amico", in www.gazzetta.it, 5 dicembre 2007. URL consultato il 25 ottobre 2008.
  5. ^ Cagliari, torna Ballardini terzo tecnico della stagione, in www.repubblica.it, 29 dicembre 2007. URL consultato il 18 aprile 2009.
  6. ^ a b c d e Ceduto nella sessione invernale del calciomercato.
  7. ^ a b c d e f g Acquistato nella sessione invernale del calciomercato.
  8. ^ Andrea Cossu torna al Cagliari, cagliaricalcio.com, 29 gennaio 2008. URL consultato l'11 maggio 2017.
  9. ^ UFFICIALE: Cagliari, Budel rescinde, tuttomercatoweb.com, 3 gennaio 2008. URL consultato il 15 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]