Bari International Film Festival

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bari International Film Festival
Logo BIF&ST.png
Logo del Bari International Film Festival
LuogoBari
Anni2009 - oggi
Fondato daFelice Laudadio
Datefine maggio
GenereCinema, TV, teatro, musica
OrganizzazioneEttore Scola (Presidente onorario)

Margarethe von Trotta (Presidente)

Felice Laudadio (Direttore)
Sito ufficiale

Il Bari International Film Festival (Bif&st) è il festival internazionale del cinema e della cultura audiovisiva ideato e diretto dal giornalista Felice Laudadio, da dicembre 2016 presidente della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia.

Il Bif&st è promosso dalla Regione Puglia (Assessorato all'Industria Turistica e Culturale) ed è uno dei suoi più importanti eventi culturali. La manifestazione è posta sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana. Durante il festival vengono presentati molti film di produzione internazionale in anteprima mondiale. Il marchio Bif&st, e quelli ad esso collegati, sono di proprietà della Evento Spettacolo srl e sono stati ceduti in comodato d'uso gratuito per cinque anni (2016-20) alla Regione Puglia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Bari International Film Festival (in acronimo: "Bif&st") nasce nel 2009 da un'idea di Felice Laudadio, che ne è il direttore artistico. Ettore Scola ne è stato il presidente dall'edizione 2011 all'edizione 2016[1]. Dal 2017 il grande regista scomparso nel gennaio 2016 sarà il presidente onorario del Bif&st. A lui è subentrata dall'edizione 2017 la regista tedesca Margarethe von Trotta, presenza assidua al festival di Bari nel quale ha presentato in anteprima italiana tre suoi film nelle precedenti edizioni.

Le edizioni svolte sono le seguenti:

  • 2009 l'edizione "zero" – dal 12 al 17 gennaio
  • 2010 la prima edizione – dal 23 al 30 gennaio
  • 2011 la seconda edizione – dal 22 al 29 gennaio
  • 2012 la terza edizione – dal 24 al 31 marzo
  • 2013 la quarta edizione – dal 16 al 23 marzo
  • 2014 la quinta edizione – dal 5 al 12 aprile
  • 2015 la sesta edizione – dal 21 al 28 marzo
  • 2016 la settima edizione – dal 2 al 9 aprile
  • 2017 ottava edizione - dal 22 al 29 aprile
  • 2018 nona edizione - dal 21 al 28 aprile

Le sezioni[modifica | modifica wikitesto]

Il programma artistico del Bif&st si articola nelle sezioni:

  • Anteprime mondiali o internazionali - proiezione di film italiani e stranieri di prossima uscita, alla presenza degli autori e degli interpreti, e opere prime inedite di autori italiani e stranieri.
  • Rassegna dei migliori film italiani di lungometraggio dell'ultimo anno prescelti dalla direzione artistica.
  • Retrospettive dedicate a grandi personalità del cinema italiane e straniere.

Inoltre il festival è corredato da tributi, incontri e lezioni di cinema con attori e registi italiani e stranieri, laboratori di cinema e di teatro, convegni, mostre, spettacoli teatrali e presentazioni di libri.

L'edizione zero[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 si è tenuta l'edizione zero, dal 12 al 17 gennaio, con il nome di Festival di Bari per il cinema italiano (ItaliaFilmFest) e la partecipazione di circa 150 cineasti, superando i 17 500[2] spettatori in cinque giorni di programmazione.

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

Le due giurie popolari[3] dell'ItaliaFilmFest sono state presiedute da Michele Placido (categoria lungometraggi) e da Corso Salani (categoria documentari).

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive[4]a Ettore Scola (sono stati proiettati 18 suoi film), Nino Rota (per il trentennale della sua morte), Gianni Amelio, Tonino Guerra ed Ennio De Concini (sono stati proiettati 9 film da lui sceneggiati).

Le tre anteprime dell'edizione zero del Festival[5]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Sergio Rubini, Ettore Scola, Laura Morante, Tonino Guerra e Michele Placido.

I premi del 2009[6][modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione si è tenuta tra il 23 e il 30 gennaio 2010: 331 eventi con 45 000 spettatori[7] in 10 sale della città di Bari. Cortometraggi, rassegna di film italiani di cortometraggio selezionati, documentari italiani selezionati[8]. Il 5 settembre 2009, presso la Villa degli Autori, al Lido di Venezia si è svolta la conferenza stampa di presentazione della prima edizione in programma[9].

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria internazionale che ha assegnato la maggior parte dei premi è stata presieduta dalla regista Margarethe von Trotta e composta dal produttore Cedomir Kolar, dal direttore di festival Moritz de Hadeln, dall'attrice Greta Scacchi e dai critici Klaus Eder e Grazyna Torbicka. Una giuria del pubblico composta da 50 spettatori e presieduta dalla produttrice Zeudi Araya, ha attribuito i premi Franco Cristaldi, Vittorio Gassman e Alida Valli. Un'altra giuria del pubblico composta da 30 spettatori e presieduta dalla regista Enrica Fico Antonioni ha attribuito il premio Michelangelo Antonioni. Una terza giuria del pubblico composta da 30 spettatori e presieduta da Gianni Minà ha attribuito il premio Vittorio De Seta.

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive[10]:

  • Francesco Rosi, sono stati proiettati 13 suoi film;
  • Elio Petri, sono stati proiettati 7 suoi film;
  • Gian Maria Volonté, sono stati proiettati 18 suoi film;
  • Tonino Guerra, per festeggiare i 90 anni dello scrittore sono stati proiettati 16 suoi film, molti dei quali compresi nella retrospettiva Rosi;
  • Valerio De Paolis, sono stati proiettati 26 suoi film;
  • Federico Fellini, dedicato al 90º anniversario della nascita del regista italiano e ai 60 anni del Festival del cinema di Cannes è stato proiettato il film Chacun son cinéma composto da 34 cortometraggi di 3 minuti l'uno, diretti da 36 registi. Inoltre è stato proiettato il film ;
  • Edoardo Winspeare, sono stati proiettati 7 suoi documentari;
  • Cinema e ambiente, sono stati proiettati 8 film e documentari rivolti agli studenti delle scuole medie superiori.

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le dieci anteprime della prima edizione del Festival[11]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Gianni Amelio, Marco Bellocchio, Valerio De Paolis, Citto Maselli, Giuliano Montaldo, Francesco Rosi, Armando Trovajoli e Margarethe von Trotta.

I premi del 2010[12][modifica | modifica wikitesto]

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

La seconda edizione si è tenuta tra il 22 e il 29 gennaio 2011: 331 eventi[13] con 52 000 spettatori[14]. Il manifesto è un disegno di Marcello Mastroianni, che lo aveva realizzato per un precedente festival diretto da Felice Laudadio a Bari, EuropaCinema, nel 1988[15].

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria internazionale che ha assegnato la maggior parte dei premi è stata presieduta dal critico francese Jean Roy e composta dallo sceneggiatore tedesco Peter Schneider, dall'attore francese Jean Sorel, dall'attrice britannica Greta Scacchi e dallo stilista francese Emanuel Ungaro. Una giuria del pubblico composta da 50 spettatori e presieduta dalla giornalista svizzera Marie Delphine Bonada, ha attribuito i premi Franco Cristaldi, Alberto Sordi e Alida Valli. Un'altra giuria del pubblico composta da 30 spettatori e presieduta dalla giornalista Maria Pia Fusco ha attribuito il premio Michelangelo Antonioni. Una terza giuria del pubblico composta da 30 spettatori e presieduta dalla documentarista Maite Carpio ha attribuito il premio Vittorio De Seta.

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive[16]:

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le tredici anteprime della seconda edizione del Festival[19]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Giuseppe Tornatore, Carlo Verdone, Fabrizio Gifuni, Claudia Cardinale, Paolo e Vittorio Taviani e Nicola Piovani.

I premi del 2011[20][modifica | modifica wikitesto]

Terza edizione[modifica | modifica wikitesto]

La terza edizione si è tenuta dal 24 al 31 marzo 2012: 330 eventi[22] con 55 000 spettatori[23].

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria internazionale che ha assegnato la maggior parte dei premi è stata composta dai critici Klaus Eder, Noura Borsali, Olga Klingenberg, Paulo Portugal e Pablo Utin. Una giuria del pubblico per la sezione Panorama internazionale, composta da 50 spettatori e presieduta da Stefano Bronzini, ha assegnato il Premio Internazionale Bif&st 2012. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Opera prima, composta dai registi Edoardo Winspeare, Alessandro Piva e Maurizio Sciarra, ha assegnato il premio Francesco Laudadio. Un'altra giuria del pubblico composta da 30 spettatori e presieduta da Maurizio Nichetti ha attribuito il premio Michelangelo Antonioni. Una quinta giuria del pubblico composta da 30 spettatori e presieduta da Gianni Minà ha attribuito il premio Vittorio De Seta.

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive:

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le sette anteprime della terza edizione del Festival[26]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Liliana Cavani, Max von Sydow, Richard Borg, Abbas Kiarostami, John Madden e Virna Lisi.

I premi del 2012[27][modifica | modifica wikitesto]

Quarta edizione[modifica | modifica wikitesto]

La quarta edizione si è tenuta dal 16 al 23 marzo 2013: 400 eventi[31] con 70 000 spettatori[32].

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria del pubblico per la sezione Panorama internazionale è composta da 50 spettatori e presieduta dal produttore Ulrich Felsberg e attribuisce il Premio Bif&st del pubblico per il miglior film, la migliore attrice e il miglior attore protagonisti. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Documentari è composta da 30 spettatori e presieduta dal regista Pippo Mezzapesa e attribuisce il premio Vittorio De Seta per il regista del miglior film documentario. Infine la giuria della sezione ItaliaFilmFest/Cortometraggi è composta da 30 spettatori e presieduta dal regista Daniele Vicari e attribuisce il premio Michelangelo Antonioni per il regista del miglior film di cortometraggio. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Opere prime e seconde è composta da Francesco Alò e Carlo Di Carlo e presieduta dal critico cinematografico Jean Antoine Gil e attribuisce il premio Francesco Laudadio. Una giuria internazionale presieduta dal critico Michel Ciment assegna il premio Mario Monicelli per la migliore regia.

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive:

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le nove anteprime della quarta edizione del Festival[44]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Giancarlo Giannini, Stephen Frears, Barbara Sukowa, Bertrand Tavernier, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.

I premi del 2013[45][modifica | modifica wikitesto]

Quinta edizione[modifica | modifica wikitesto]

La quinta edizione si è tenuta dal 5 al 12 aprile 2014: 338 eventi[49] con poco più di 70 000 spettatori[50].

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria del pubblico per la sezione Panorama internazionale è composta da 30 spettatori e presieduta dallo sceneggiatore Francesco Bruni e attribuisce il Premio Bif&st 2014 al regista per il miglior film. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Documentari è composta da 30 spettatori e presieduta dal critico d'arte Achille Bonito Oliva e attribuisce il premio Vittorio De Seta al regista del miglior film documentario. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi, espressa dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI), è composta da Valerio Caprara, Paolo D'Agostini, Piera Detassis, Fabio Ferzetti, Anton Giulio Mancino, Paolo Mereghetti, Franco Montini, Sergio Naitza e Silvana Silvestri. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Opere prime e seconde è composta da 30 spettatori e presieduta dal regista Giuliano Montaldo e attribuisce il premio Francesco Laudadio. Infine, per la sezione autonoma Arcipelago, la giuria è composta da 30 spettatori e presieduta dal produttore Nicola Giuliano e attribuisce il premio Michelangelo Antonioni al regista del miglior cortometraggio.

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive:

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le otto anteprime della quinta edizione del Festival[61]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Paolo Sorrentino, Sergio Castellitto, Cristina Comencini, Ugo Gregoretti, Luis Bacalov, Michael Radford e Andrea Camilleri.

I premi del 2014[62][modifica | modifica wikitesto]

Sesta edizione[modifica | modifica wikitesto]

La sesta edizione si è tenuta dal 21 al 28 marzo 2015: oltre 300 eventi e 73 000 spettatori[64]. È stata dedicata, fra l'altro, a celebrare i 90 anni di vita e di attività della FIPRESCI, Fédération Internationale de la Presse Cinématographique.

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria del pubblico per la sezione Panorama internazionale è composta da 30 spettatori e presieduta dal produttore Valerio De Paolis e attribuisce il Premio Bif&st 2015 al regista per il miglior film. La giuria espressa dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI), è composta da Franco Montini, Vito Attolini, Paola Casella, Francesco Gallo, Andrea Martini, Cristiana Paternò e Federico Pontiggia, assegna i premi per la categoria ItaliaFilmFest. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Opere prime e seconde è composta da 30 spettatori e presieduta dal critico Jean Gili, direttore del festival del cinema italiano di Annecy e attribuisce il premio Francesco Laudadio.

Retrospettive e Lezioni di cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive:

Le anteprime a[modifica | modifica wikitesto]

Le nove anteprime della sesta edizione del Festival[67]:

Il premio "Fellini 8 ½" di questa edizione è stato assegnato a Nanni Moretti.

I premi FIPRESCI 90 Platinum Award sono stati assegnati ad Alan Parker, Jean-Jacques Annaud, Costa-Gavras, Ettore Scola, Andrzej Wajda, Edgar Reitz, Margarethe von Trotta e Nanni Moretti.

I premi del 2015[68][modifica | modifica wikitesto]

Settima edizione[modifica | modifica wikitesto]

La settima edizione si è tenuta dal 2 al 9 aprile 2016: 290 eventi e 75 000 spettatori[69]. È stata dedicata a Marcello Mastroianni, a 20 anni dalla scomparsa, e a Ettore Scola, storico presidente del Festival, morto il 19 gennaio 2016.

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria composta da 30 spettatori e presieduta dal regista Andrea Segre assegna i premi per la categoria ItaliaFilmFest/Opere prime e seconde. La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Nuove proposte è composta anch'essa da 30 spettatori e presieduta dalla sceneggiatrice Dana Duma.

Tributi e retrospettive[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive:

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le nove anteprime della settima edizione del Festival[76]:

I premi Federico Fellini per l'eccellenza cinematografica sono stati assegnati a Paolo Virzì, Toni Servillo e Ornella Muti.

I premi del 2016[77][modifica | modifica wikitesto]

Ottava edizione[modifica | modifica wikitesto]

L'ottava edizione si è tenuta dal 22 al 29 aprile 2017. La denominazione di questa edizione è stata Bif&st 8 ½, con riferimento al film di Federico Fellini, ed è stata dedicata a Vittorio Gassman e Dino Risi. Margarethe von Trotta ne è la presidente. Ettore Scola è il presidente onorario[78][79].

Le giurie[modifica | modifica wikitesto]

La giuria composta da 30 spettatori e presieduta dall'attrice e regista Chiara Caselli assegna i premi per la categoria Panorama internazionale. La giuria stabile del Bif&st composta da 9 critici italiani aderenti al SNCCI (Sindacato nazionale critici cinematografici italiani) attribuisce i premi per la categoria ItaliaFilmFest/Lungometraggi. La giuria del pubblico composta da 30 spettatori selezionati e presieduta da Klaus Eder, segretario generale della Fipresci assegna i premi per la categoria ItaliaFilmFest/Opere prime e seconde.

Le anteprime[modifica | modifica wikitesto]

Le nove anteprime dell'ottava edizione del Festival[80]:

Tributi, retrospettive e lezioni di cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma sono stati previsti tributi e retrospettive:

  • Vittorio Gassman: gli è stato dedicato il Festival Vittorio Gassman, che ha proposto 24 film da lui interpretati più la proiezioni di altri 18 contributi video[81]
  • Vittorio Gassman e Dino Risi: retrospettiva incrociata La storia, la memoria: Festival Gassman-Risi con la proiezione di 12 film diretti da Dino Risi e interpretati da Vittorio Gassman più la proiezione di altri 3 contributi video[82]
  • Alessandro Gassman: tributo con la proiezione di 3 film interpretati dall'attore romano che ha tenuto una lezione di cinema[83];
  • Andrej Končalovskij: tributo con la proiezione di 3 film diretti dal regista russo che ha tenuto una lezione di cinema[84];
  • Greta Scacchi: tributo con la proiezione di 2 film interpretati dall'attrice italiana che ha tenuto una lezione di cinema[85]
  • Pupi Avati: tributo con la proiezione di 4 film diretti dal regista bolognese che ha tenuto una lezione di cinema[86]
  • Sabrina Ferilli: tributo con la proiezione di 3 film interpretati dall'attrice romana[87]
  • Dario Argento: tributo con la proiezione di 2 film diretti dal regista italiano che ha tenuto una lezione di cinema[88]
  • Volker Schlöndorff: tributo con la proiezione di 4 film diretti dal regista tedesco che ha tenuto una lezione di cinema[89]
  • Fanny Ardant: tributo con la proiezione di 7 film interpretati dall'attrice francese che ha tenuto una lezione di cinema insieme a Margarethe von Trotta[90]
  • Jacques Perrin: tributo con la proiezione di 4 film interpretati dall'attore francese più i sei documentari inclusi nella sezione “Cinema e scienza” a lui dedicata. L'attore ha tenuto una lezione di cinema[91]
  • Carlo Di Palma: tributo con la proiezione del film-documentario Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita di Fariborz Kamkari[92]
  • Maria Pia Fusco: tributo con la proiezione di 1 film da lei sceneggiato per ricordare la sceneggiatrice[93],
  • Antonio Gramsci: tributo con la proiezione di 4 contributi video in occasione dell'ottantesimo anniversario della morte del politico[94]
  • Steno: tributo con la proiezione di 1 film diretto dal regista romano e presentazione dei figli Carlo Vanzina ed Enrico Vanzina del suo libro "Sotto le stelle del '44" pubblicato dal Centro Sperimentale di Cinematografia.
  • Nino Rota: tributo Musica negli occhi con diversi estratti di musiche dei suoi film.

I Premi Federico Fellini per l'eccellenza cinematografica sono stati assegnati ad Andrej Končalovskij, Pupi Avati, Sabrina Ferilli, Carlo Vanzina ed Enrico Vanzina, Dario Argento, Volker Schlöndorff e Jacques Perrin.

I premi del 2017[modifica | modifica wikitesto]

Nona edizione[modifica | modifica wikitesto]

La nona edizione si è tenuta dal 21 al 28 aprile 2018.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ettore Scola Presidente del Bif&st
  2. ^ 17.500 spettatori per l'ItaliaFilmFest 2009[collegamento interrotto]
  3. ^ Le giurie dell'ItaliaFilmFest 2009
  4. ^ Tributi e retrospettive ItaliaFilmFest 2009, su cannibali.it.
  5. ^ Le anteprime 2009, su mysalento.com.
  6. ^ Premi ItaliaFilmFest 2009, su eventiesagre.it.
  7. ^ 45.000 spettatori per il Bif&st 2010
  8. ^ I numeri del festival 2010, su 2010.bifest.it.
  9. ^ Bif&st, nuovo festival del cinema a Bari
  10. ^ Tributi e retrospettive Bif&st 2010
  11. ^ Le anteprime 2010, su 2010.bifest.it.
  12. ^ Premi Bif&st 2010
  13. ^ I numeri del festival 2011, su 2011.bifest.it.
  14. ^ 52.000 spettatori per il Bif&st 2011 Archiviato il 30 luglio 2011 in Internet Archive.
  15. ^ Bif&st 2011: il manifesto è un disegno di Marcello Mastroianni[collegamento interrotto]
  16. ^ Tributi e retrospettive Bif&st 2011
  17. ^ Tributo a Giuseppe Tornatore Bif&st 2011
  18. ^ Tributo a Domenico Procacci Bif&st 2011
  19. ^ Le anteprime 2011, su 2011.bifest.it.
  20. ^ Premi Bif&st 2011
  21. ^ Motivazione Premio Franco Cristaldi 2011, su rbcasting.com.
  22. ^ I numeri del festival 2012 [collegamento interrotto], su bifest.it.
  23. ^ 55.000 spettatori per il Bif&st 2012
  24. ^ a b Bari dedica il suo festival al poeta Tonino Guerra[collegamento interrotto]
  25. ^ Fonte: Programma Ufficiale BIFE&ST 2012
  26. ^ Le anteprime 2012, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2012).
  27. ^ Premi Bif&st 2012 Archiviato il 5 maggio 2013 in Internet Archive.
  28. ^ Motivazione Premio Franco Cristaldi 2012, su bari.repubblica.it.
  29. ^ Menzione speciale a Il Mundial dimenticato di Filippo Macelloni e Lorenzo Grazella
  30. ^ Menzione speciale a Il numero di Sharon di Roberto Gagnor
  31. ^ Bif&st 2013, Bari celebra la cultura Archiviato l'8 giugno 2015 in Internet Archive.
  32. ^ Bif&st, vincono Mereu e Bellocchio migliori attori Herlitzka e due debuttanti
  33. ^ Bif&st 2013 dedicato a Fellini
  34. ^ Festival Federico Fellini, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  35. ^ Festival Alberto Sordi, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  36. ^ Tributo Ferretti/Lo Schiavo Archiviato il 7 marzo 2013 in Internet Archive.
  37. ^ Tributo a Mariangela Melato, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  38. ^ Tributo ad Adriano Celentano, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2013).
  39. ^ Tributo a Bertrand Tavernier, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  40. ^ Tributo a Stephen Frears, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  41. ^ Tributo ad Emidio Greco, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  42. ^ tributo a Lina Wertmüller Archiviato il 7 marzo 2013 in Internet Archive.
  43. ^ Tributo a Giancarlo Giannini, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2013).
  44. ^ Le anteprime 2013, su bifest.it.
  45. ^ I premi del Bif&st 2013 Archiviato il 28 marzo 2013 in Internet Archive.
  46. ^ Premio Michelangelo Antonioni per il miglior cortometraggio a Genesi di Donatella Altieri, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2013).
  47. ^ Premio Vittorio De Seta per il miglior regista di film documentario a Matteo Bastianelli per The Bosnian Identity, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2013).
  48. ^ Premio Francesco Laudadio per la miglior opera prima e seconda Razza Bastarda di Alessandro Gassmann, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2013).
  49. ^ Bif&st 2014 Archiviato il 14 aprile 2014 in Internet Archive.
  50. ^ Bif&st, 70mila spettatori in una settimana
  51. ^ Festival Gian Maria Volonté Archiviato il 23 marzo 2014 in Internet Archive.
  52. ^ Tributo a Massimo Troisi, su bifest.it.
  53. ^ Tributo a Carlo Mazzacurati, su bifest.it.
  54. ^ Tributo a Paolo Sorrentino, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  55. ^ Tributo a Sergio Castellitto, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  56. ^ Tributo a Cristina Comencini, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  57. ^ Tributo a Ugo Gregoretti, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  58. ^ Tributo a Luis Bacalov, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  59. ^ Tributo a Andrea Camilleri, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  60. ^ Tributo a Carlo Lizzani, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  61. ^ Le anteprime 2014, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  62. ^ I premi del Bif&st 2014 Archiviato il 13 aprile 2014 in Internet Archive.
  63. ^ Premio Michelangelo Antonioni per il miglior cortometraggio, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  64. ^ Bif&st 2015, record di presenze
  65. ^ Festival Fritz Lang, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2015).
  66. ^ Tributo a Francesco Rosi, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2015).
  67. ^ Le anteprime 2015, su bifest.it.
  68. ^ I premi del Bif&st 2015
  69. ^ I numeri del Bif&st 2016 Archiviato il 4 maggio 2016 in Internet Archive.
  70. ^ Tributo a Ettore Scola, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2016).
  71. ^ Tributo Scola-Mastroianni 9 1/2 Archiviato il 1º aprile 2016 in Internet Archive.
  72. ^ Festival Marcello Mastroianni, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2016).
  73. ^ Tributo a Armando Trovajoli, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2016).
  74. ^ Tributo a Dalton Trumbo, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2016).
  75. ^ Omaggio a Cecilia Mangini, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2016).
  76. ^ Le anteprime 2016, su bifest.it.
  77. ^ I premi del Bif&st 2016
  78. ^ Cinema, il Bif&st dà appuntamento all'edizione '8 e ½' del 2017: una star americana e il tributo a Gassman
  79. ^ Programma del Bif&st 2017
  80. ^ Le anteprime 2017, su bifest.it.
  81. ^ Festival Vittorio Gassman, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  82. ^ Festival Gassman-Risi Archiviato il 19 aprile 2017 in Internet Archive.
  83. ^ Tributo ad Alessandro Gassman, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  84. ^ Tributo ad Andrej Konchalovskij, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  85. ^ Tributo a Greta Scacchi, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  86. ^ Tributo a Pupi Avati, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  87. ^ Tributo a Sabrina Ferilli, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  88. ^ Tributo a Dario Argento, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  89. ^ Tributo a Volker Schlöndorff Archiviato il 20 aprile 2017 in Internet Archive.
  90. ^ Tributo a Fanny Ardant, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  91. ^ Tributo a Jacques Perrin, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  92. ^ Tributo a Carlo Di Palma, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2017).
  93. ^ Tributo a Maria Pia Fusco, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).
  94. ^ Tributo ad Antonio Gramsci, su bifest.it (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2017).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]